I numeri internazionali che non tornano

sottoli

Junior Member
Registrato
6 Aprile 2018
Messaggi
789
Reaction score
191
Come molti di voi, tra cui ingegneri, matematici, economi, medici, mi sto arrovellando quotidianamente su numeri e grafici. Qualcosa non torna, non riesco a trovare un comune denominatore, una linea che colleghi i numeri.
Mettiamo pure caso che in Lombardia la situazione sia implosa, ci siano mezzo milione di contagiati, e questo pian piano influenzi eccessivamente i numeri italiani. Ora traccio una linea tra Hubei, Italia, Europa, Stati Uniti: pare ovvio che la fascia più colpita sia quella temperata, per industrializzazione, concentrazione umana.

Facciamo anche fatica ad avere un confronto con zone tropicali, perché tutta la fascia tropicale non ha governi e strutture sufficienti a raccogliere e diffondere informazioni, nonostante l'alta industrializzazione e demografia di Filippine, Indonesia, Singapore, Messico.

Poi abbiamo le differenze intra-europee: ma come è possibile che la Svezia abbia dati simili a quelli di Norvegia, UK o Belgio con misure totalmente diverse?

E il caso asiatico: la Corea e Singapore hanno eseguito una miriade di test e hanno applicato misure tecnologiche, la Cina pure, ma il Giappone che non ha fatto test? Taiwan?

Perché l'Iran è cosi colpita e la Turchia no?

Ho provato le spiegazioni più disparate, scientifiche, climatiche, comportamentali, culturali, cospirazionistiche (i paesi asiatici condividono informazioni a cui l'ovest non ha accesso?), politiche (i dati vengono nascosti in tanti paesi)

I dati comunque non tornano, se qualcuno ha ipotesi soddisfacenti che colleghino il Giappone alla Svezia, il Brasile all'Iran, l'Italia all'Indonesia, sarei curioso di sentirle qui
 

Super_Lollo

Senior Member
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
39,659
Reaction score
2,859
Come molti di voi, tra cui ingegneri, matematici, economi, medici, mi sto arrovellando quotidianamente su numeri e grafici. Qualcosa non torna, non riesco a trovare un comune denominatore, una linea che colleghi i numeri.
Mettiamo pure caso che in Lombardia la situazione sia implosa, ci siano mezzo milione di contagiati, e questo pian piano influenzi eccessivamente i numeri italiani. Ora traccio una linea tra Hubei, Italia, Europa, Stati Uniti: pare ovvio che la fascia più colpita sia quella temperata, per industrializzazione, concentrazione umana.

Facciamo anche fatica ad avere un confronto con zone tropicali, perché tutta la fascia tropicale non ha governi e strutture sufficienti a raccogliere e diffondere informazioni, nonostante l'alta industrializzazione e demografia di Filippine, Indonesia, Singapore, Messico.

Poi abbiamo le differenze intra-europee: ma come è possibile che la Svezia abbia dati simili a quelli di Norvegia, UK o Belgio con misure totalmente diverse?

E il caso asiatico: la Corea e Singapore hanno eseguito una miriade di test e hanno applicato misure tecnologiche, la Cina pure, ma il Giappone che non ha fatto test? Taiwan?

Perché l'Iran è cosi colpita e la Turchia no?

Ho provato le spiegazioni più disparate, scientifiche, climatiche, comportamentali, culturali, cospirazionistiche (i paesi asiatici condividono informazioni a cui l'ovest non ha accesso?), politiche (i dati vengono nascosti in tanti paesi)

I dati comunque non tornano, se qualcuno ha ipotesi soddisfacenti che colleghino il Giappone alla Svezia, il Brasile all'Iran, l'Italia all'Indonesia, sarei curioso di sentirle qui

Penso che sia semplicemente una questione di “conteggio”.
Noi e altri li contiamo giusti, in altri posti contano solo i morti per il solo Coronavirus e cioè io 2% dei morti totali.
 

Theochedeo

Member
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
1,436
Reaction score
75
Come molti di voi, tra cui ingegneri, matematici, economi, medici, mi sto arrovellando quotidianamente su numeri e grafici. Qualcosa non torna, non riesco a trovare un comune denominatore, una linea che colleghi i numeri.
Mettiamo pure caso che in Lombardia la situazione sia implosa, ci siano mezzo milione di contagiati, e questo pian piano influenzi eccessivamente i numeri italiani. Ora traccio una linea tra Hubei, Italia, Europa, Stati Uniti: pare ovvio che la fascia più colpita sia quella temperata, per industrializzazione, concentrazione umana.

Facciamo anche fatica ad avere un confronto con zone tropicali, perché tutta la fascia tropicale non ha governi e strutture sufficienti a raccogliere e diffondere informazioni, nonostante l'alta industrializzazione e demografia di Filippine, Indonesia, Singapore, Messico.

Poi abbiamo le differenze intra-europee: ma come è possibile che la Svezia abbia dati simili a quelli di Norvegia, UK o Belgio con misure totalmente diverse?

E il caso asiatico: la Corea e Singapore hanno eseguito una miriade di test e hanno applicato misure tecnologiche, la Cina pure, ma il Giappone che non ha fatto test? Taiwan?

Perché l'Iran è cosi colpita e la Turchia no?

Ho provato le spiegazioni più disparate, scientifiche, climatiche, comportamentali, culturali, cospirazionistiche (i paesi asiatici condividono informazioni a cui l'ovest non ha accesso?), politiche (i dati vengono nascosti in tanti paesi)

I dati comunque non tornano, se qualcuno ha ipotesi soddisfacenti che colleghino il Giappone alla Svezia, il Brasile all'Iran, l'Italia all'Indonesia, sarei curioso di sentirle qui

Ti dico la mia.
La base di tutto sta nella raccolta del dato che ha approcci divesi da paese a paese. Ad esempio, l'Italia riesce a collezionare dati su pazienti asintomatici mentre in altri paesi come la Corea questi vengono individuati puntualmente. Ovviamente il metodo Coreano è quello corretto mentre noi non riusciamo a replicarlo, a parte qualche rara eccezione in Veneto merito di Zaia e della task force regionale.
Questo "bias" influenza a cascata tutte le percentuali che ci vengono date in pasto ogni giorno, dalla mortalità al tasso di crescita, che, di conseguenza, perdono di significato (parere mio).

Un'altra questione non da poco è come vengono conteggiati i morti. Penso invece che in questo caso l'Italia stia facendo la scelta migliore, almeno dal punto di vista concettuale (forse politicamente converrebbe nascondere). Altri paesi, come la Germania, escludono dal conteggio i pazienti con patologie pregresse (ma il diabete non uccide, il Covid sì).

Per farla breve, per capire effettivamente la reale situazione italiana, prenderei in considerazione uno dei pochi numeri affidabili che abbiamo, cioè quello dei decessi, e applicherei il modello Coreano che, tra tutti, mi sembra quello più affidabile.
 

sottoli

Junior Member
Registrato
6 Aprile 2018
Messaggi
789
Reaction score
191
Ti dico la mia.
La base di tutto sta nella raccolta del dato che ha approcci divesi da paese a paese. Ad esempio, l'Italia riesce a collezionare dati su pazienti asintomatici mentre in altri paesi come la Corea questi vengono individuati puntualmente. Ovviamente il metodo Coreano è quello corretto mentre noi non riusciamo a replicarlo, a parte qualche rara eccezione in Veneto merito di Zaia e della task force regionale.
Questo "bias" influenza a cascata tutte le percentuali che ci vengono date in pasto ogni giorno, dalla mortalità al tasso di crescita, che, di conseguenza, perdono di significato (parere mio).

Un'altra questione non da poco è come vengono conteggiati i morti. Penso invece che in questo caso l'Italia stia facendo la scelta migliore, almeno dal punto di vista concettuale (forse politicamente converrebbe nascondere). Altri paesi, come la Germania, escludono dal conteggio i pazienti con patologie pregresse (ma il diabete non uccide, il Covid sì).

Per farla breve, per capire effettivamente la reale situazione italiana, prenderei in considerazione uno dei pochi numeri affidabili che abbiamo, cioè quello dei decessi, e applicherei il modello Coreano che, tra tutti, mi sembra quello più affidabile.

Sono d'accordo sia sul conteggio morti, reale in Corea secondo me, ad oggi sottostimato di circa il 40% in Italia, reale in Spagna, sottostimato di circa l'80% in Germania. I contagi lasciamo perdere.
Ma mi chiedo proprio come facciano ad esempio Giappone e Svezia ad avere numeri così bassi. Davvero li imboscano in maniera che neanche ci si accorga della difficoltà del SSN? Manco states e UK riescono ad imboscare così
 

Solo

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
9,980
Reaction score
2,291
Chi pensa che sia un problema di conteggio deve spiegare perché gli ospedali lombardi, madrileni e newyorkesi sono al collasso mentre in altri paesi non c'è nulla di simile. Se in Lombardia dicono che i morti per coronavirus sono 5 invece che migliaia gli ospedali si svuotano per magia?
 

RickyB83

Junior Member
Registrato
13 Gennaio 2017
Messaggi
933
Reaction score
56
Come mai giappone e Corea hanno fermato il tutto? All'inizio erano partiti con dati preoccupanti.. Ora sono rimasti s pochissimi contagi rispetto s noi ed altri
 

Ringhio8

Senior Member
Registrato
14 Febbraio 2020
Messaggi
7,953
Reaction score
2,440
Come mai giappone e Corea hanno fermato il tutto? All'inizio erano partiti con dati preoccupanti.. Ora sono rimasti s pochissimi contagi rispetto s noi ed altri

Un sospetto ce l'ho, sopratutto per il Giappone, so come affrontano i problemi, ma fino a prova contraria non posso azzardarmi di parlare, non ho alcuna prova al momento
 
Registrato
11 Agosto 2012
Messaggi
5,638
Reaction score
554
Come mai giappone e Corea hanno fermato il tutto? All'inizio erano partiti con dati preoccupanti.. Ora sono rimasti s pochissimi contagi rispetto s noi ed altri

Puo anche essere che, se ben controllato, si arrivi ad un certo punto dove crolla quasi a zero lo svilupparsi di nuovi casi.
Daltronde i piu deboli purtroppo saranno venuti a mancare e tanti l'avranno contratto in forma lieve con magari un minimo di anticorpi o maggiore resistenza, con lo sviluppo della famosa "immunita di gregge".

ipotesi eh


quelli che principalmente non tornano, in EU, sono quelli di Francia e UK, secondo me falsati verso il basso.
 

Albijol

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
13,228
Reaction score
2,019
Puo anche essere che, se ben controllato, si arrivi ad un certo punto dove crolla quasi a zero lo svilupparsi di nuovi casi.
Daltronde i piu deboli purtroppo saranno venuti a mancare e tanti l'avranno contratto in forma lieve con magari un minimo di anticorpi o maggiore resistenza, con lo sviluppo della famosa "immunita di gregge".

ipotesi eh


quelli che principalmente non tornano, in EU, sono quelli di Francia e UK, secondo me falsati verso il basso.

anche quelli dell'Olanda...che nemmeno ha fatto la quarantena
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,447
Reaction score
3,098
Chi pensa che sia un problema di conteggio deve spiegare perché gli ospedali lombardi, madrileni e newyorkesi sono al collasso mentre in altri paesi non c'è nulla di simile. Se in Lombardia dicono che i morti per coronavirus sono 5 invece che migliaia gli ospedali si svuotano per magia?

Quoto
 
Alto
head>