Ecco Cardinale: Ibra stadio e soldi CL

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,232
Reaction score
25,717
La GDS in edicola, conferma che oggi Jerry Cardinale arriverà a Milano. L'obiettivo della proprietà è la qualificazione agli ottavi, che porterebbe 9,6 milioni e terrebbe aperta la possibilità di andare oltre in Europa e qualificarsi per il ricchissimo, primo Mondiale per club nuova versione. Non solo, restare in Champions garantirebbe almeno un’altra grande notte per il... cassiere. Con San Siro esaurito, il totale del botteghino da girone arriverà vicino a quota 20 milioni.

STADIO
: Gerry Cardinale segue da vicino anche il dossier stadio. San Donato è destinazione più che favorita, come ha detto anche l’a.d. Furlani: «Ci sia- mo buttati su quel progetto. San Siro non è più fattibile». Queste però sono settimane di burocrazia. Gli uffici tecnici del Comune di San Donato stanno valutando la documentazione presentata dal Milan. L’idea è arrivare presto, magari entro fine anno, a un via libera per proseguire nella fase di progettazione. Presto si vedrà qualche immagine oltre a quelle conosciute ormai da tempo, anche se qualche particolare comincia a delinearsi. La struttura dell’area - con nuova sede del club, hotel, ristoranti, museo, arena da 3mila posti per musica e teatro - è nota da tempo. Sulla forma dello stadio, un rettangolo ovalizzato, con lati lunghi squadrati e le curve arrotondate, ci si può sbilanciare. Nei prossimi mesi ci saranno decisioni su naming rights (quindi sul nome dell’impianto) e struttura esterna.

IBRA Prima, molto prima, sarà tempo di Ibrahimovic.Cardinale ha visto Ibra a Milano prima di Milan-Psg e forse anche negli States nella pausa. Zlatan oggi potrebbe essere a San Siro ma, più imporante, il feeling con Cardinale in questi mesi è cresciuto, è solido, sarà probabilmente una delle chiavi per il futuro. L’annuncio di un rientro di Ibra al Milan non è in programma nelle prossime 24 ore ma resta nell’aria, decisamente atteso. Da definire invece i contorni (e i confini) della sua nuova vita. Zlatan sarà molto legato a RedBird e fin qui, nessun problema. Cardinale è abituato a frequentare personaggi di nome e a trovare soluzioni per cooperare. Più complesso sarà capire quale sarà il ruolo di Ibra nel Milan. Zlatan è un decisionista nato e il suo inserimento nell’organismo-Milan non può passare inosservato. Tra le decisioni che Cardinale deve prendere prima che arrivi il 2024, è forse la più delicata.

Cardinale punta molto su relazioni e partnership, come la vicenda- Telegraph dimostra: al centro dell’operazione c’è RedBird IMI, una joint venture tra RedBird e International Media Investments, società controllata dallo sceicco Mansour, l’uomo che prende le decisioni al Manchester City.

ECCO COSA SERVE PER IL MONDIALE PER CLUB QUI -) Milan: per il Mondiale serve battere BVB e Newcastle
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
23,102
Reaction score
13,980
La GDS in edicola, conferma che oggi Jerry Cardinale arriverà a Milano. L'obiettivo della proprietà è la qualificazione agli ottavi, che porterebbe 9,6 milioni e terrebbe aperta la possibilità di andare oltre in Europa e qualificarsi per il ricchissimo, primo Mondiale per club nuova versione. Non solo, restare in Champions garantirebbe almeno un’altra grande notte per il... cassiere. Con San Siro esaurito, il totale del botteghino da girone arriverà vicino a quota 20 milioni.

STADIO
: Gerry Cardinale segue da vicino anche il dossier stadio. San Donato è destinazione più che favorita, come ha detto anche l’a.d. Furlani: «Ci sia- mo buttati su quel progetto. San Siro non è più fattibile». Queste però sono settimane di burocrazia. Gli uffici tecnici del Comune di San Donato stanno valutando la documentazione presentata dal Milan. L’idea è arrivare presto, magari entro fine anno, a un via libera per proseguire nella fase di progettazione. Presto si vedrà qualche immagine oltre a quelle conosciute ormai da tempo, anche se qualche particolare comincia a delinearsi. La struttura dell’area - con nuova sede del club, hotel, ristoranti, museo, arena da 3mila posti per musica e teatro - è nota da tempo. Sulla forma dello stadio, un rettangolo ovalizzato, con lati lunghi squadrati e le curve arrotondate, ci si può sbilanciare. Nei prossimi mesi ci saranno decisioni su naming rights (quindi sul nome dell’impianto) e struttura esterna.

IBRA Prima, molto prima, sarà tempo di Ibrahimovic.Cardinale ha visto Ibra a Milano prima di Milan-Psg e forse anche negli States nella pausa. Zlatan oggi potrebbe essere a San Siro ma, più imporante, il feeling con Cardinale in questi mesi è cresciuto, è solido, sarà probabilmente una delle chiavi per il futuro. L’annuncio di un rientro di Ibra al Milan non è in programma nelle prossime 24 ore ma resta nell’aria, decisamente atteso. Da definire invece i contorni (e i confini) della sua nuova vita. Zlatan sarà molto legato a RedBird e fin qui, nessun problema. Cardinale è abituato a frequentare personaggi di nome e a trovare soluzioni per cooperare. Più complesso sarà capire quale sarà il ruolo di Ibra nel Milan. Zlatan è un decisionista nato e il suo inserimento nell’organismo-Milan non può passare inosservato. Tra le decisioni che Cardinale deve prendere prima che arrivi il 2024, è forse la più delicata.

Cardinale punta molto su relazioni e partnership, come la vicenda- Telegraph dimostra: al centro dell’operazione c’è RedBird IMI, una joint venture tra RedBird e International Media Investments, società controllata dallo sceicco Mansour, l’uomo che prende le decisioni al Manchester City.
Diranno che i 20 milioni servono per Zlatan
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,232
Reaction score
25,717
La GDS in edicola, conferma che oggi Jerry Cardinale arriverà a Milano. L'obiettivo della proprietà è la qualificazione agli ottavi, che porterebbe 9,6 milioni e terrebbe aperta la possibilità di andare oltre in Europa e qualificarsi per il ricchissimo, primo Mondiale per club nuova versione. Non solo, restare in Champions garantirebbe almeno un’altra grande notte per il... cassiere. Con San Siro esaurito, il totale del botteghino da girone arriverà vicino a quota 20 milioni.

STADIO
: Gerry Cardinale segue da vicino anche il dossier stadio. San Donato è destinazione più che favorita, come ha detto anche l’a.d. Furlani: «Ci sia- mo buttati su quel progetto. San Siro non è più fattibile». Queste però sono settimane di burocrazia. Gli uffici tecnici del Comune di San Donato stanno valutando la documentazione presentata dal Milan. L’idea è arrivare presto, magari entro fine anno, a un via libera per proseguire nella fase di progettazione. Presto si vedrà qualche immagine oltre a quelle conosciute ormai da tempo, anche se qualche particolare comincia a delinearsi. La struttura dell’area - con nuova sede del club, hotel, ristoranti, museo, arena da 3mila posti per musica e teatro - è nota da tempo. Sulla forma dello stadio, un rettangolo ovalizzato, con lati lunghi squadrati e le curve arrotondate, ci si può sbilanciare. Nei prossimi mesi ci saranno decisioni su naming rights (quindi sul nome dell’impianto) e struttura esterna.

IBRA Prima, molto prima, sarà tempo di Ibrahimovic.Cardinale ha visto Ibra a Milano prima di Milan-Psg e forse anche negli States nella pausa. Zlatan oggi potrebbe essere a San Siro ma, più imporante, il feeling con Cardinale in questi mesi è cresciuto, è solido, sarà probabilmente una delle chiavi per il futuro. L’annuncio di un rientro di Ibra al Milan non è in programma nelle prossime 24 ore ma resta nell’aria, decisamente atteso. Da definire invece i contorni (e i confini) della sua nuova vita. Zlatan sarà molto legato a RedBird e fin qui, nessun problema. Cardinale è abituato a frequentare personaggi di nome e a trovare soluzioni per cooperare. Più complesso sarà capire quale sarà il ruolo di Ibra nel Milan. Zlatan è un decisionista nato e il suo inserimento nell’organismo-Milan non può passare inosservato. Tra le decisioni che Cardinale deve prendere prima che arrivi il 2024, è forse la più delicata.

Cardinale punta molto su relazioni e partnership, come la vicenda- Telegraph dimostra: al centro dell’operazione c’è RedBird IMI, una joint venture tra RedBird e International Media Investments, società controllata dallo sceicco Mansour, l’uomo che prende le decisioni al Manchester City.
.
 

Commodore06

Well-known member
Registrato
1 Ottobre 2023
Messaggi
1,091
Reaction score
924
Protocollo di sicurezza per l'ingresso di Caddanale allo stadio: dal parcheggio sarà srotolato un tappeto rosso pieno di gel per capelli il quale sarà percorso dal proprietario, con uno snowboard, tra scroscianti applausi, qualche sporadico uovo e un paio di monetine :ghign:
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
26,873
Reaction score
10,731
La GDS in edicola, conferma che oggi Jerry Cardinale arriverà a Milano. L'obiettivo della proprietà è la qualificazione agli ottavi, che porterebbe 9,6 milioni e terrebbe aperta la possibilità di andare oltre in Europa e qualificarsi per il ricchissimo, primo Mondiale per club nuova versione. Non solo, restare in Champions garantirebbe almeno un’altra grande notte per il... cassiere. Con San Siro esaurito, il totale del botteghino da girone arriverà vicino a quota 20 milioni.

STADIO
: Gerry Cardinale segue da vicino anche il dossier stadio. San Donato è destinazione più che favorita, come ha detto anche l’a.d. Furlani: «Ci sia- mo buttati su quel progetto. San Siro non è più fattibile». Queste però sono settimane di burocrazia. Gli uffici tecnici del Comune di San Donato stanno valutando la documentazione presentata dal Milan. L’idea è arrivare presto, magari entro fine anno, a un via libera per proseguire nella fase di progettazione. Presto si vedrà qualche immagine oltre a quelle conosciute ormai da tempo, anche se qualche particolare comincia a delinearsi. La struttura dell’area - con nuova sede del club, hotel, ristoranti, museo, arena da 3mila posti per musica e teatro - è nota da tempo. Sulla forma dello stadio, un rettangolo ovalizzato, con lati lunghi squadrati e le curve arrotondate, ci si può sbilanciare. Nei prossimi mesi ci saranno decisioni su naming rights (quindi sul nome dell’impianto) e struttura esterna.

IBRA Prima, molto prima, sarà tempo di Ibrahimovic.Cardinale ha visto Ibra a Milano prima di Milan-Psg e forse anche negli States nella pausa. Zlatan oggi potrebbe essere a San Siro ma, più imporante, il feeling con Cardinale in questi mesi è cresciuto, è solido, sarà probabilmente una delle chiavi per il futuro. L’annuncio di un rientro di Ibra al Milan non è in programma nelle prossime 24 ore ma resta nell’aria, decisamente atteso. Da definire invece i contorni (e i confini) della sua nuova vita. Zlatan sarà molto legato a RedBird e fin qui, nessun problema. Cardinale è abituato a frequentare personaggi di nome e a trovare soluzioni per cooperare. Più complesso sarà capire quale sarà il ruolo di Ibra nel Milan. Zlatan è un decisionista nato e il suo inserimento nell’organismo-Milan non può passare inosservato. Tra le decisioni che Cardinale deve prendere prima che arrivi il 2024, è forse la più delicata.

Cardinale punta molto su relazioni e partnership, come la vicenda- Telegraph dimostra: al centro dell’operazione c’è RedBird IMI, una joint venture tra RedBird e International Media Investments, società controllata dallo sceicco Mansour, l’uomo che prende le decisioni al Manchester City.
La telenovela di Ibra sta andando avanti da troppo tempo, andrebbe chiusa in un senso o nell'altro.

Non si capisce che ruolo avrebbe, comunque.
 

-Lionard-

Junior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
1,875
Reaction score
1,487
La GDS in edicola, conferma che oggi Jerry Cardinale arriverà a Milano. L'obiettivo della proprietà è la qualificazione agli ottavi, che porterebbe 9,6 milioni e terrebbe aperta la possibilità di andare oltre in Europa e qualificarsi per il ricchissimo, primo Mondiale per club nuova versione. Non solo, restare in Champions garantirebbe almeno un’altra grande notte per il... cassiere. Con San Siro esaurito, il totale del botteghino da girone arriverà vicino a quota 20 milioni.

STADIO
: Gerry Cardinale segue da vicino anche il dossier stadio. San Donato è destinazione più che favorita, come ha detto anche l’a.d. Furlani: «Ci sia- mo buttati su quel progetto. San Siro non è più fattibile». Queste però sono settimane di burocrazia. Gli uffici tecnici del Comune di San Donato stanno valutando la documentazione presentata dal Milan. L’idea è arrivare presto, magari entro fine anno, a un via libera per proseguire nella fase di progettazione. Presto si vedrà qualche immagine oltre a quelle conosciute ormai da tempo, anche se qualche particolare comincia a delinearsi. La struttura dell’area - con nuova sede del club, hotel, ristoranti, museo, arena da 3mila posti per musica e teatro - è nota da tempo. Sulla forma dello stadio, un rettangolo ovalizzato, con lati lunghi squadrati e le curve arrotondate, ci si può sbilanciare. Nei prossimi mesi ci saranno decisioni su naming rights (quindi sul nome dell’impianto) e struttura esterna.

IBRA Prima, molto prima, sarà tempo di Ibrahimovic.Cardinale ha visto Ibra a Milano prima di Milan-Psg e forse anche negli States nella pausa. Zlatan oggi potrebbe essere a San Siro ma, più imporante, il feeling con Cardinale in questi mesi è cresciuto, è solido, sarà probabilmente una delle chiavi per il futuro. L’annuncio di un rientro di Ibra al Milan non è in programma nelle prossime 24 ore ma resta nell’aria, decisamente atteso. Da definire invece i contorni (e i confini) della sua nuova vita. Zlatan sarà molto legato a RedBird e fin qui, nessun problema. Cardinale è abituato a frequentare personaggi di nome e a trovare soluzioni per cooperare. Più complesso sarà capire quale sarà il ruolo di Ibra nel Milan. Zlatan è un decisionista nato e il suo inserimento nell’organismo-Milan non può passare inosservato. Tra le decisioni che Cardinale deve prendere prima che arrivi il 2024, è forse la più delicata.

Cardinale punta molto su relazioni e partnership, come la vicenda- Telegraph dimostra: al centro dell’operazione c’è RedBird IMI, una joint venture tra RedBird e International Media Investments, società controllata dallo sceicco Mansour, l’uomo che prende le decisioni al Manchester City.
Inosservato a chi? A Gigio? Guarda caso dalle pagine della Gazzetta....

Ibra può avere una sola utilità, cioè quella di dire a Cardinale le cose come stanno per davvero: su Pioli, sulla situazione infortuni, sul mercato fatto da dirigenti con 0 esperienza (e lui avendo lavorato con Raiola ne sa qualcosa), sui giocatori con mentalità vincente. Se deve ritornare per buttare frasi motivazionali a caso e dare qualche pacca sulle spalle, allora lasciamo perdere. E infatti sono sempre più convinto che non se ne farà nulla.
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
26,873
Reaction score
10,731
Per me vuole entrare con Abate allenatore.
E' possibile, di sicuro non la raccontano tutta la storia.
Oppure, secondo me, a Ibra non sta bene dover rendere conto di scelte tecniche a Furlani e vuole rassicurazioni da Cardinale di avere poteri veri, per non fare la fine di Maldini.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,232
Reaction score
25,717
La GDS in edicola, conferma che oggi Jerry Cardinale arriverà a Milano. L'obiettivo della proprietà è la qualificazione agli ottavi, che porterebbe 9,6 milioni e terrebbe aperta la possibilità di andare oltre in Europa e qualificarsi per il ricchissimo, primo Mondiale per club nuova versione. Non solo, restare in Champions garantirebbe almeno un’altra grande notte per il... cassiere. Con San Siro esaurito, il totale del botteghino da girone arriverà vicino a quota 20 milioni.

STADIO
: Gerry Cardinale segue da vicino anche il dossier stadio. San Donato è destinazione più che favorita, come ha detto anche l’a.d. Furlani: «Ci sia- mo buttati su quel progetto. San Siro non è più fattibile». Queste però sono settimane di burocrazia. Gli uffici tecnici del Comune di San Donato stanno valutando la documentazione presentata dal Milan. L’idea è arrivare presto, magari entro fine anno, a un via libera per proseguire nella fase di progettazione. Presto si vedrà qualche immagine oltre a quelle conosciute ormai da tempo, anche se qualche particolare comincia a delinearsi. La struttura dell’area - con nuova sede del club, hotel, ristoranti, museo, arena da 3mila posti per musica e teatro - è nota da tempo. Sulla forma dello stadio, un rettangolo ovalizzato, con lati lunghi squadrati e le curve arrotondate, ci si può sbilanciare. Nei prossimi mesi ci saranno decisioni su naming rights (quindi sul nome dell’impianto) e struttura esterna.

IBRA Prima, molto prima, sarà tempo di Ibrahimovic.Cardinale ha visto Ibra a Milano prima di Milan-Psg e forse anche negli States nella pausa. Zlatan oggi potrebbe essere a San Siro ma, più imporante, il feeling con Cardinale in questi mesi è cresciuto, è solido, sarà probabilmente una delle chiavi per il futuro. L’annuncio di un rientro di Ibra al Milan non è in programma nelle prossime 24 ore ma resta nell’aria, decisamente atteso. Da definire invece i contorni (e i confini) della sua nuova vita. Zlatan sarà molto legato a RedBird e fin qui, nessun problema. Cardinale è abituato a frequentare personaggi di nome e a trovare soluzioni per cooperare. Più complesso sarà capire quale sarà il ruolo di Ibra nel Milan. Zlatan è un decisionista nato e il suo inserimento nell’organismo-Milan non può passare inosservato. Tra le decisioni che Cardinale deve prendere prima che arrivi il 2024, è forse la più delicata.

Cardinale punta molto su relazioni e partnership, come la vicenda- Telegraph dimostra: al centro dell’operazione c’è RedBird IMI, una joint venture tra RedBird e International Media Investments, società controllata dallo sceicco Mansour, l’uomo che prende le decisioni al Manchester City.

ECCO COSA SERVE PER IL MONDIALE PER CLUB QUI -) Milan: per il Mondiale serve battere BVB e Newcastle
..
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,232
Reaction score
25,717
La GDS in edicola, conferma che oggi Jerry Cardinale arriverà a Milano. L'obiettivo della proprietà è la qualificazione agli ottavi, che porterebbe 9,6 milioni e terrebbe aperta la possibilità di andare oltre in Europa e qualificarsi per il ricchissimo, primo Mondiale per club nuova versione. Non solo, restare in Champions garantirebbe almeno un’altra grande notte per il... cassiere. Con San Siro esaurito, il totale del botteghino da girone arriverà vicino a quota 20 milioni.

STADIO
: Gerry Cardinale segue da vicino anche il dossier stadio. San Donato è destinazione più che favorita, come ha detto anche l’a.d. Furlani: «Ci sia- mo buttati su quel progetto. San Siro non è più fattibile». Queste però sono settimane di burocrazia. Gli uffici tecnici del Comune di San Donato stanno valutando la documentazione presentata dal Milan. L’idea è arrivare presto, magari entro fine anno, a un via libera per proseguire nella fase di progettazione. Presto si vedrà qualche immagine oltre a quelle conosciute ormai da tempo, anche se qualche particolare comincia a delinearsi. La struttura dell’area - con nuova sede del club, hotel, ristoranti, museo, arena da 3mila posti per musica e teatro - è nota da tempo. Sulla forma dello stadio, un rettangolo ovalizzato, con lati lunghi squadrati e le curve arrotondate, ci si può sbilanciare. Nei prossimi mesi ci saranno decisioni su naming rights (quindi sul nome dell’impianto) e struttura esterna.

IBRA Prima, molto prima, sarà tempo di Ibrahimovic.Cardinale ha visto Ibra a Milano prima di Milan-Psg e forse anche negli States nella pausa. Zlatan oggi potrebbe essere a San Siro ma, più imporante, il feeling con Cardinale in questi mesi è cresciuto, è solido, sarà probabilmente una delle chiavi per il futuro. L’annuncio di un rientro di Ibra al Milan non è in programma nelle prossime 24 ore ma resta nell’aria, decisamente atteso. Da definire invece i contorni (e i confini) della sua nuova vita. Zlatan sarà molto legato a RedBird e fin qui, nessun problema. Cardinale è abituato a frequentare personaggi di nome e a trovare soluzioni per cooperare. Più complesso sarà capire quale sarà il ruolo di Ibra nel Milan. Zlatan è un decisionista nato e il suo inserimento nell’organismo-Milan non può passare inosservato. Tra le decisioni che Cardinale deve prendere prima che arrivi il 2024, è forse la più delicata.

Cardinale punta molto su relazioni e partnership, come la vicenda- Telegraph dimostra: al centro dell’operazione c’è RedBird IMI, una joint venture tra RedBird e International Media Investments, società controllata dallo sceicco Mansour, l’uomo che prende le decisioni al Manchester City.

ECCO COSA SERVE PER IL MONDIALE PER CLUB QUI -) Milan: per il Mondiale serve battere BVB e Newcastle
.
 
Alto
head>