Dichiarazioni di Nesta sul suo passaggio al Milan

  • New threads
  • Latest posts

er piscio de gatto

Senior Member
Non che poi gli sia andata proprio malissimo :fuma:
 

Angstgegner

New member
Ci sta che preferisca la lazio al Milan. Con noi ha sempre dato il 110%, si è comportato da grandissimo professionista. Avercene sempre di giocatori come Nesta, uno che a 36 anni mezzo rotto ha fermato Messi per 180 minuti. Poteva anche dire di essere tifoso interista sfegatato, mi importa quello che ha fatto in campo. :;):
Grande Sandrone :ave:
 

O Animal

O Animal
Per la serie banalità: "I primi amori non si scordano mai" e "le prime vittorie non sono mai come le seconde o le terze"...
 

Djici

Senior Member
ma e la stessa e identica cosa che avrebbe detto totti se dopo essere stato cacciato dalla roma avesse vinto 3 champions e 3 coppe del mondo per club + 5 scudetti con il real.

sicuro che non scambierebbe MAI lo scudetto vinto con la roma con tutto quello che ho citato prima.
 

hiei87

Senior Member
E' normale. E' come se uno di noi giocasse nel Milan (in un grande Milan), ne fosse il capitano e si immaginasse tutta la sua carriera in quella squadra. Poi da un giorno all'altro fosse costretto ad andare via. E' normale che, per quanto possa vincere e possa affezionarsi alla sua nuova squadra, i successi e i ricordi più belli rimarranno quelli col Milan....
Poi nell'intervista gli hanno chiesto del suo periodo alla Lazio. Se gli chiederanno del suo periodo in rossonero sicuramente ne parlerà altrettanto bene.
 

Jaqen

Bannato
E' come se io fossi capitano nel Milan e poi andassi a giocare a Madrid. Ovvio che ammireri per sempre Madrid, ma la mia squadra del cuore è la mia squadra del cuore... se poi viene anche ad allenare da noi, vuol dire che qualcosa gli è rimasto....
 

mefisto94

Moderator
si hai ragione ma e' una mentalità campanilistica del tutto italiana. all'estero non è così. vai a chiedere a rooney se quello che ha fatto a Manchester lo scambierebbbe con un scudettino all'everton

Magari non è un tifoso così forte dell'Everton, il tifo è diverso...

Poi boh, non lo so, sicuro sarà vome dici tu. Però non la trovo una cosa così penosa.
 

tequilad

Socio Milan World
E' normale. E' come se uno di noi giocasse nel Milan (in un grande Milan), ne fosse il capitano e si immaginasse tutta la sua carriera in quella squadra. Poi da un giorno all'altro fosse costretto ad andare via. E' normale che, per quanto possa vincere e possa affezionarsi alla sua nuova squadra, i successi e i ricordi più belli rimarranno quelli col Milan....
Poi nell'intervista gli hanno chiesto del suo periodo alla Lazio. Se gli chiederanno del suo periodo in rossonero sicuramente ne parlerà altrettanto bene.

Sembra quasi una storia vera :fuma:

shevchenko.jpg
 
Alto