Conte:"Mesi duri, ma andremo in vacanza".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,097
Reaction score
10,545
Il Premier Conte al CorSera in edicola oggi, 10 maggio:"Quest'estate non staremo al balcone e la bellezza dell'Italia non rimarrà in quarantena. Saranno mesi molto difficili. Avremo una brusca caduta del Pil e le conseguenze economiche saranno molto dolorose. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele. Attendiamo l'evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione. Sulla nuova linea di credito del Mes sono arrivate parole chiare da parte dell'Eurogruppo. Ora attendiamo i regolamenti attuativi, poi valuteremo in Parlamento. Ma le risorse del Mes, della Bei, del Sure da sole sono insufficienti. Stiamo in costante dialogo con la Commissione europea perché venga introdotto un Recovery fund di notevoli dimensioni con risorse anticipate attraverso un prestito ponte. Potremo concordare aperture anticipate per qualche regione. Con le linee guida che ci permetteranno un controllo della curva epidemiologica, potremo permetterci anche differenziazioni geografiche per la riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri il 18 maggio anziché l'1 giugno".

"La regolarizzazione dei migranti? Regolarizzare per un periodo determinato immigrati che già lavorano sul nostro territorio significa spuntare le armi al caporalato e agli schiavisti del nostro tempo, contrastare il lavoro nero, effettuare controlli sanitari e proteggere la loro e la nostra salute, tanto più in fa- se di emergenza sanitaria".


"Chiedere alla Cina di accettare un’inchiesta sul Covid 19 equivale a rimarcare le propria posizione geopolitica. Cosa farà l’Italia? Arriverà il momento in cui dovremo interrogarci sulle responsabilità. Credo però che questo sia il momento in cui privilegiare la collaborazione tra Stati per sconfiggere il virus. Non è il momento delle divisioni".
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
23,880
Reaction score
5,050
"anni duri,ma andrò in vacanza"

così va meglio per questo miracolato della politica


sarebbe bello se gli italiani trascorressero le ferie in Italia,dice il conte.
il suo ministro franceschini ha dichiarato giorni fa che "per lungo termpo non si andrà all'estero"
chi è lo scemo tra i due oppure entrambi come un simpatico film ?
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,097
Reaction score
10,545
Il Premier Conte al CorSera in edicola oggi, 10 maggio:"Quest'estate non staremo al balcone e la bellezza dell'Italia non rimarrà in quarantena. Saranno mesi molto difficili. Avremo una brusca caduta del Pil e le conseguenze economiche saranno molto dolorose. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele. Attendiamo l'evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione. Sulla nuova linea di credito del Mes sono arrivate parole chiare da parte dell'Eurogruppo. Ora attendiamo i regolamenti attuativi, poi valuteremo in Parlamento. Ma le risorse del Mes, della Bei, del Sure da sole sono insufficienti. Stiamo in costante dialogo con la Commissione europea perché venga introdotto un Recovery fund di notevoli dimensioni con risorse anticipate attraverso un prestito ponte. Potremo concordare aperture anticipate per qualche regione. Con le linee guida che ci permetteranno un controllo della curva epidemiologica, potremo permetterci anche differenziazioni geografiche per la riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri il 18 maggio anziché l'1 giugno".

"La regolarizzazione dei migranti? Regolarizzare per un periodo determinato immigrati che già lavorano sul nostro territorio significa spuntare le armi al caporalato e agli schiavisti del nostro tempo, contrastare il lavoro nero, effettuare controlli sanitari e proteggere la loro e la nostra salute, tanto più in fa- se di emergenza sanitaria".


"Chiedere alla Cina di accettare un’inchiesta sul Covid 19 equivale a rimarcare le propria posizione geopolitica. Cosa farà l’Italia? Arriverà il momento in cui dovremo interrogarci sulle responsabilità. Credo però che questo sia il momento in cui privilegiare la collaborazione tra Stati per sconfiggere il virus. Non è il momento delle divisioni".

"Non è il momento delle divisioni" LOL

A tutto gli effetti un uomo PD.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,097
Reaction score
10,545
Il Premier Conte al CorSera in edicola oggi, 10 maggio:"Quest'estate non staremo al balcone e la bellezza dell'Italia non rimarrà in quarantena. Saranno mesi molto difficili. Avremo una brusca caduta del Pil e le conseguenze economiche saranno molto dolorose. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele. Attendiamo l'evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione. Sulla nuova linea di credito del Mes sono arrivate parole chiare da parte dell'Eurogruppo. Ora attendiamo i regolamenti attuativi, poi valuteremo in Parlamento. Ma le risorse del Mes, della Bei, del Sure da sole sono insufficienti. Stiamo in costante dialogo con la Commissione europea perché venga introdotto un Recovery fund di notevoli dimensioni con risorse anticipate attraverso un prestito ponte. Potremo concordare aperture anticipate per qualche regione. Con le linee guida che ci permetteranno un controllo della curva epidemiologica, potremo permetterci anche differenziazioni geografiche per la riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri il 18 maggio anziché l'1 giugno".

"La regolarizzazione dei migranti? Regolarizzare per un periodo determinato immigrati che già lavorano sul nostro territorio significa spuntare le armi al caporalato e agli schiavisti del nostro tempo, contrastare il lavoro nero, effettuare controlli sanitari e proteggere la loro e la nostra salute, tanto più in fa- se di emergenza sanitaria".


"Chiedere alla Cina di accettare un’inchiesta sul Covid 19 equivale a rimarcare le propria posizione geopolitica. Cosa farà l’Italia? Arriverà il momento in cui dovremo interrogarci sulle responsabilità. Credo però che questo sia il momento in cui privilegiare la collaborazione tra Stati per sconfiggere il virus. Non è il momento delle divisioni".

.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,097
Reaction score
10,545
Il Premier Conte al CorSera in edicola oggi, 10 maggio:"Quest'estate non staremo al balcone e la bellezza dell'Italia non rimarrà in quarantena. Saranno mesi molto difficili. Avremo una brusca caduta del Pil e le conseguenze economiche saranno molto dolorose. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele. Attendiamo l'evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione. Sulla nuova linea di credito del Mes sono arrivate parole chiare da parte dell'Eurogruppo. Ora attendiamo i regolamenti attuativi, poi valuteremo in Parlamento. Ma le risorse del Mes, della Bei, del Sure da sole sono insufficienti. Stiamo in costante dialogo con la Commissione europea perché venga introdotto un Recovery fund di notevoli dimensioni con risorse anticipate attraverso un prestito ponte. Potremo concordare aperture anticipate per qualche regione. Con le linee guida che ci permetteranno un controllo della curva epidemiologica, potremo permetterci anche differenziazioni geografiche per la riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri il 18 maggio anziché l'1 giugno".

"La regolarizzazione dei migranti? Regolarizzare per un periodo determinato immigrati che già lavorano sul nostro territorio significa spuntare le armi al caporalato e agli schiavisti del nostro tempo, contrastare il lavoro nero, effettuare controlli sanitari e proteggere la loro e la nostra salute, tanto più in fa- se di emergenza sanitaria".


"Chiedere alla Cina di accettare un’inchiesta sul Covid 19 equivale a rimarcare le propria posizione geopolitica. Cosa farà l’Italia? Arriverà il momento in cui dovremo interrogarci sulle responsabilità. Credo però che questo sia il momento in cui privilegiare la collaborazione tra Stati per sconfiggere il virus. Non è il momento delle divisioni".

.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,097
Reaction score
10,545
Il Premier Conte al CorSera in edicola oggi, 10 maggio:"Quest'estate non staremo al balcone e la bellezza dell'Italia non rimarrà in quarantena. Saranno mesi molto difficili. Avremo una brusca caduta del Pil e le conseguenze economiche saranno molto dolorose. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele. Attendiamo l'evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione. Sulla nuova linea di credito del Mes sono arrivate parole chiare da parte dell'Eurogruppo. Ora attendiamo i regolamenti attuativi, poi valuteremo in Parlamento. Ma le risorse del Mes, della Bei, del Sure da sole sono insufficienti. Stiamo in costante dialogo con la Commissione europea perché venga introdotto un Recovery fund di notevoli dimensioni con risorse anticipate attraverso un prestito ponte. Potremo concordare aperture anticipate per qualche regione. Con le linee guida che ci permetteranno un controllo della curva epidemiologica, potremo permetterci anche differenziazioni geografiche per la riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri il 18 maggio anziché l'1 giugno".

"La regolarizzazione dei migranti? Regolarizzare per un periodo determinato immigrati che già lavorano sul nostro territorio significa spuntare le armi al caporalato e agli schiavisti del nostro tempo, contrastare il lavoro nero, effettuare controlli sanitari e proteggere la loro e la nostra salute, tanto più in fa- se di emergenza sanitaria".


"Chiedere alla Cina di accettare un’inchiesta sul Covid 19 equivale a rimarcare le propria posizione geopolitica. Cosa farà l’Italia? Arriverà il momento in cui dovremo interrogarci sulle responsabilità. Credo però che questo sia il momento in cui privilegiare la collaborazione tra Stati per sconfiggere il virus. Non è il momento delle divisioni".

.
 

Pit96

Senior Member
Registrato
2 Luglio 2016
Messaggi
8,766
Reaction score
1,062
Il Premier Conte al CorSera in edicola oggi, 10 maggio:"Quest'estate non staremo al balcone e la bellezza dell'Italia non rimarrà in quarantena. Saranno mesi molto difficili. Avremo una brusca caduta del Pil e le conseguenze economiche saranno molto dolorose. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele. Attendiamo l'evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione. Sulla nuova linea di credito del Mes sono arrivate parole chiare da parte dell'Eurogruppo. Ora attendiamo i regolamenti attuativi, poi valuteremo in Parlamento. Ma le risorse del Mes, della Bei, del Sure da sole sono insufficienti. Stiamo in costante dialogo con la Commissione europea perché venga introdotto un Recovery fund di notevoli dimensioni con risorse anticipate attraverso un prestito ponte. Potremo concordare aperture anticipate per qualche regione. Con le linee guida che ci permetteranno un controllo della curva epidemiologica, potremo permetterci anche differenziazioni geografiche per la riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri il 18 maggio anziché l'1 giugno".

"La regolarizzazione dei migranti? Regolarizzare per un periodo determinato immigrati che già lavorano sul nostro territorio significa spuntare le armi al caporalato e agli schiavisti del nostro tempo, contrastare il lavoro nero, effettuare controlli sanitari e proteggere la loro e la nostra salute, tanto più in fa- se di emergenza sanitaria".


"Chiedere alla Cina di accettare un’inchiesta sul Covid 19 equivale a rimarcare le propria posizione geopolitica. Cosa farà l’Italia? Arriverà il momento in cui dovremo interrogarci sulle responsabilità. Credo però che questo sia il momento in cui privilegiare la collaborazione tra Stati per sconfiggere il virus. Non è il momento delle divisioni".

Da quel che ho capito i miei durante la quarantena hanno dovuto spendere i giorni di ferie, quindi credo che di vacanze non ne parleremo per quest'estate
 

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
30,702
Reaction score
6,898
LUSfsqT.jpg
 

Dexter

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
7,401
Reaction score
2,093
Il Premier Conte al CorSera in edicola oggi, 10 maggio:"Quest'estate non staremo al balcone e la bellezza dell'Italia non rimarrà in quarantena. Saranno mesi molto difficili. Avremo una brusca caduta del Pil e le conseguenze economiche saranno molto dolorose. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele. Attendiamo l'evoluzione del quadro epidemiologico per fornire indicazioni precise su date e programmazione. Sulla nuova linea di credito del Mes sono arrivate parole chiare da parte dell'Eurogruppo. Ora attendiamo i regolamenti attuativi, poi valuteremo in Parlamento. Ma le risorse del Mes, della Bei, del Sure da sole sono insufficienti. Stiamo in costante dialogo con la Commissione europea perché venga introdotto un Recovery fund di notevoli dimensioni con risorse anticipate attraverso un prestito ponte. Potremo concordare aperture anticipate per qualche regione. Con le linee guida che ci permetteranno un controllo della curva epidemiologica, potremo permetterci anche differenziazioni geografiche per la riapertura di bar, ristoranti e parrucchieri il 18 maggio anziché l'1 giugno".

"La regolarizzazione dei migranti? Regolarizzare per un periodo determinato immigrati che già lavorano sul nostro territorio significa spuntare le armi al caporalato e agli schiavisti del nostro tempo, contrastare il lavoro nero, effettuare controlli sanitari e proteggere la loro e la nostra salute, tanto più in fa- se di emergenza sanitaria".


"Chiedere alla Cina di accettare un’inchiesta sul Covid 19 equivale a rimarcare le propria posizione geopolitica. Cosa farà l’Italia? Arriverà il momento in cui dovremo interrogarci sulle responsabilità. Credo però che questo sia il momento in cui privilegiare la collaborazione tra Stati per sconfiggere il virus. Non è il momento delle divisioni".
Ha ragione su tutto, grande presidente :troll: chissà come avrà fatto a rilasciare l'intervista senza i consigli di Casalino :fuma:

Si é dimenticato di aggiungere, alla fine del discorso: abbasso Melony e Tramp votate PD e 5stalle.
 
Alto
head>