Ballardini:"Milan? Ce la possiamo giocare domani".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,127
Reaction score
29,238
Ballardini in conferenza sul match di domani col Milan: Le dichiarazioni riportate da TMW

C'è stato un incontro con i tifosi al termine dell'allenamento: cosa vi hanno chiesto?
"I tifosi sono stati bravissimi perché ci hanno chiesto massima serietà e massimo impegno. Abbiamo una squadra seria che si impegna sempre al massimo, poi si può fare sempre meglio, ma i tifosi sono stati molto educati innanzitutto e hanno detto quanto loro amano la squadra e hanno trasmesso il loro amore alla squadra e hanno chiesto alla squadra di chiedercela tutta fino alla fine della stagione".

Com'è stata la settimana?
"Abbiamo già smaltito la partita di venerdì. Sul campo abbiamo fatto di più della Salernitana, meritavamo di vincere, ma se non abbiamo vinto è solo perché non siamo stati così bravi per portare a casa la vittoria, bisogna che tutti noi si sia più bravi e se abbiamo pareggiato non credo che sia per una decisione sbagliata, bisognava fare meglio durante la partita, potevamo essere ancora più bravi".

Ora arrivata il Milan, che gioca anche in Europa. Come pensa che reagirà?
"Il Milan, anche chi gioca meno, è un giocatore del Milan e sappiamo che sarà una partita molto difficile, molto complicata, per me se il Sassuolo fa una buona partita se la gioca anche contro il Milan".

Laurienté ha fatto bene a Salerno...
"Ha fatto una buona partita ma dobbiamo fare meglio nella qualità del gioco, negli ultimi 16 metri, dobbiamo arrivare a finire l'azione perché spesso non finiamo l'azione e diamo la possibilità agli altri di metterci in difficoltà. Dobbiamo crescere tutti"

Questa può essere la partita della svolta?
"Certamente è una partita importante ma non parlerei di svolta. Noi abbiamo una situazione che bisogna che siamo molto più bravi rispetto a quanto fatto sin qui. Mi fermerei qui".

Ventisei punti persi da situazioni di vantaggio, cambiano gli allenatori ma il Sassuolo non perde un vizio. Qual è il motivo?
"È un limite. Da quando siamo arrivati noi non avevamo mai preso due gol in 5 partite, ci siamo fatti recuperare con l'Udinese. Posso parlare solo per le partite che abbiamo fatto noi. L'attenzione, la capacità di capire certi momenti della partita, questo è uno step che bisogna fare perché a noi capita di perdere le distanze in alcuni momenti".

In tanti dicono che le difficoltà del Sassuolo dipendono anche dalla scarsa abitudine a lottare per la salvezza. Questo può incidere? Come si crea una mentalità per la lotta salvezza?
"Ci sono squadre che all'inizio della stagione partono per salvarsi e poi retrocedono, faccio fatica a capire questa cosa. Il Sassuolo negli anni passati non è mai stato coinvolto per non retrocedere, però ci sei dentro e credo che tu abbia delle qualità per tirarsi fuori".

Doig a Salerno si è mosso molto internamente con Laurienté a creare ampiezza e con Thorstvedt più basso: è qualcosa sulla quale state insistendo?
"Sono movimenti di reparto, parlo del terzino, dell'esterno e del centrocampista che sono abbastanza conosciuti e quasi tutte le squadre che giocano in quel modo lo fanno e se giochi 4-2-3-1 o 4-3-3, ci sono quei movimenti sulla catena per creare spazio e smarcarsi, per cercare di portare fuori dei giocatori avversari".

In caso di salvezza ha chiesto il rinnovo a Carnevali?
"È l'ultimo dei miei pensieri".

Quali sono i motivi per sperare nella salvezza?
"Partite semplici non ce ne sono. I segnali sono la squadra, la serietà, l'impegno, la società, le qualità che abbiamo, quelle sono cose importanti che ti fanno pensare e dire che tu ce la puoi fare perché hai una società seria e forte alle spalle, hai una squadra con dei giocatori seri, giovani nella maggior parte e molto capaci, queste sono le motivazioni che abbiamo per dire che siamo competitivi. Vuole che le dica che non abbiamo fiducia? Dico la verità, per me è così".

La situazione degli indisponibili?
"Berardi lo sapete, Pedersen ha un problema alla schiena che si porta da un po', Castillejo che ha un dolore al ginocchio, al collaterale, questi tre non sono convocati".

Che Milan si aspetta?
"Io penso che quando incontri una squadra come il Milan o le altre big che hanno tre partite in una settimana è comunque un piccolo vantaggio ma il Milan ha 26-27 giocatori ma sono tutti da Milan, quindi anche chi ha giocato meno, sono giocatori sui quali il Milan ha investito e certamente saranno bravi. Sarà una partita difficile domani, incontreremo un Milan che ha giocato giovedì e tornerà a giocare giovedì, e farà la sua partita ma noi faremo la nostra".

01hqwnzm9n0mydpdq8y4.jpg
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
24,107
Reaction score
15,367
Ballardini in conferenza sul match di domani col Milan: Le dichiarazioni riportate da TMW

C'è stato un incontro con i tifosi al termine dell'allenamento: cosa vi hanno chiesto?
"I tifosi sono stati bravissimi perché ci hanno chiesto massima serietà e massimo impegno. Abbiamo una squadra seria che si impegna sempre al massimo, poi si può fare sempre meglio, ma i tifosi sono stati molto educati innanzitutto e hanno detto quanto loro amano la squadra e hanno trasmesso il loro amore alla squadra e hanno chiesto alla squadra di chiedercela tutta fino alla fine della stagione".

Com'è stata la settimana?
"Abbiamo già smaltito la partita di venerdì. Sul campo abbiamo fatto di più della Salernitana, meritavamo di vincere, ma se non abbiamo vinto è solo perché non siamo stati così bravi per portare a casa la vittoria, bisogna che tutti noi si sia più bravi e se abbiamo pareggiato non credo che sia per una decisione sbagliata, bisognava fare meglio durante la partita, potevamo essere ancora più bravi".

Ora arrivata il Milan, che gioca anche in Europa. Come pensa che reagirà?
"Il Milan, anche chi gioca meno, è un giocatore del Milan e sappiamo che sarà una partita molto difficile, molto complicata, per me se il Sassuolo fa una buona partita se la gioca anche contro il Milan".

Laurienté ha fatto bene a Salerno...
"Ha fatto una buona partita ma dobbiamo fare meglio nella qualità del gioco, negli ultimi 16 metri, dobbiamo arrivare a finire l'azione perché spesso non finiamo l'azione e diamo la possibilità agli altri di metterci in difficoltà. Dobbiamo crescere tutti"

Questa può essere la partita della svolta?
"Certamente è una partita importante ma non parlerei di svolta. Noi abbiamo una situazione che bisogna che siamo molto più bravi rispetto a quanto fatto sin qui. Mi fermerei qui".

Ventisei punti persi da situazioni di vantaggio, cambiano gli allenatori ma il Sassuolo non perde un vizio. Qual è il motivo?
"È un limite. Da quando siamo arrivati noi non avevamo mai preso due gol in 5 partite, ci siamo fatti recuperare con l'Udinese. Posso parlare solo per le partite che abbiamo fatto noi. L'attenzione, la capacità di capire certi momenti della partita, questo è uno step che bisogna fare perché a noi capita di perdere le distanze in alcuni momenti".

In tanti dicono che le difficoltà del Sassuolo dipendono anche dalla scarsa abitudine a lottare per la salvezza. Questo può incidere? Come si crea una mentalità per la lotta salvezza?
"Ci sono squadre che all'inizio della stagione partono per salvarsi e poi retrocedono, faccio fatica a capire questa cosa. Il Sassuolo negli anni passati non è mai stato coinvolto per non retrocedere, però ci sei dentro e credo che tu abbia delle qualità per tirarsi fuori".

Doig a Salerno si è mosso molto internamente con Laurienté a creare ampiezza e con Thorstvedt più basso: è qualcosa sulla quale state insistendo?
"Sono movimenti di reparto, parlo del terzino, dell'esterno e del centrocampista che sono abbastanza conosciuti e quasi tutte le squadre che giocano in quel modo lo fanno e se giochi 4-2-3-1 o 4-3-3, ci sono quei movimenti sulla catena per creare spazio e smarcarsi, per cercare di portare fuori dei giocatori avversari".

In caso di salvezza ha chiesto il rinnovo a Carnevali?
"È l'ultimo dei miei pensieri".

Quali sono i motivi per sperare nella salvezza?
"Partite semplici non ce ne sono. I segnali sono la squadra, la serietà, l'impegno, la società, le qualità che abbiamo, quelle sono cose importanti che ti fanno pensare e dire che tu ce la puoi fare perché hai una società seria e forte alle spalle, hai una squadra con dei giocatori seri, giovani nella maggior parte e molto capaci, queste sono le motivazioni che abbiamo per dire che siamo competitivi. Vuole che le dica che non abbiamo fiducia? Dico la verità, per me è così".

La situazione degli indisponibili?
"Berardi lo sapete, Pedersen ha un problema alla schiena che si porta da un po', Castillejo che ha un dolore al ginocchio, al collaterale, questi tre non sono convocati".

Che Milan si aspetta?
"Io penso che quando incontri una squadra come il Milan o le altre big che hanno tre partite in una settimana è comunque un piccolo vantaggio ma il Milan ha 26-27 giocatori ma sono tutti da Milan, quindi anche chi ha giocato meno, sono giocatori sui quali il Milan ha investito e certamente saranno bravi. Sarà una partita difficile domani, incontreremo un Milan che ha giocato giovedì e tornerà a giocare giovedì, e farà la sua partita ma noi faremo la nostra".

01hqwnzm9n0mydpdq8y4.jpg
Questo come lo chiamiamo ? Professore Ballardini?
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,127
Reaction score
29,238
Ballardini in conferenza sul match di domani col Milan: Le dichiarazioni riportate da TMW

C'è stato un incontro con i tifosi al termine dell'allenamento: cosa vi hanno chiesto?
"I tifosi sono stati bravissimi perché ci hanno chiesto massima serietà e massimo impegno. Abbiamo una squadra seria che si impegna sempre al massimo, poi si può fare sempre meglio, ma i tifosi sono stati molto educati innanzitutto e hanno detto quanto loro amano la squadra e hanno trasmesso il loro amore alla squadra e hanno chiesto alla squadra di chiedercela tutta fino alla fine della stagione".

Com'è stata la settimana?
"Abbiamo già smaltito la partita di venerdì. Sul campo abbiamo fatto di più della Salernitana, meritavamo di vincere, ma se non abbiamo vinto è solo perché non siamo stati così bravi per portare a casa la vittoria, bisogna che tutti noi si sia più bravi e se abbiamo pareggiato non credo che sia per una decisione sbagliata, bisognava fare meglio durante la partita, potevamo essere ancora più bravi".

Ora arrivata il Milan, che gioca anche in Europa. Come pensa che reagirà?
"Il Milan, anche chi gioca meno, è un giocatore del Milan e sappiamo che sarà una partita molto difficile, molto complicata, per me se il Sassuolo fa una buona partita se la gioca anche contro il Milan".

Laurienté ha fatto bene a Salerno...
"Ha fatto una buona partita ma dobbiamo fare meglio nella qualità del gioco, negli ultimi 16 metri, dobbiamo arrivare a finire l'azione perché spesso non finiamo l'azione e diamo la possibilità agli altri di metterci in difficoltà. Dobbiamo crescere tutti"

Questa può essere la partita della svolta?
"Certamente è una partita importante ma non parlerei di svolta. Noi abbiamo una situazione che bisogna che siamo molto più bravi rispetto a quanto fatto sin qui. Mi fermerei qui".

Ventisei punti persi da situazioni di vantaggio, cambiano gli allenatori ma il Sassuolo non perde un vizio. Qual è il motivo?
"È un limite. Da quando siamo arrivati noi non avevamo mai preso due gol in 5 partite, ci siamo fatti recuperare con l'Udinese. Posso parlare solo per le partite che abbiamo fatto noi. L'attenzione, la capacità di capire certi momenti della partita, questo è uno step che bisogna fare perché a noi capita di perdere le distanze in alcuni momenti".

In tanti dicono che le difficoltà del Sassuolo dipendono anche dalla scarsa abitudine a lottare per la salvezza. Questo può incidere? Come si crea una mentalità per la lotta salvezza?
"Ci sono squadre che all'inizio della stagione partono per salvarsi e poi retrocedono, faccio fatica a capire questa cosa. Il Sassuolo negli anni passati non è mai stato coinvolto per non retrocedere, però ci sei dentro e credo che tu abbia delle qualità per tirarsi fuori".

Doig a Salerno si è mosso molto internamente con Laurienté a creare ampiezza e con Thorstvedt più basso: è qualcosa sulla quale state insistendo?
"Sono movimenti di reparto, parlo del terzino, dell'esterno e del centrocampista che sono abbastanza conosciuti e quasi tutte le squadre che giocano in quel modo lo fanno e se giochi 4-2-3-1 o 4-3-3, ci sono quei movimenti sulla catena per creare spazio e smarcarsi, per cercare di portare fuori dei giocatori avversari".

In caso di salvezza ha chiesto il rinnovo a Carnevali?
"È l'ultimo dei miei pensieri".

Quali sono i motivi per sperare nella salvezza?
"Partite semplici non ce ne sono. I segnali sono la squadra, la serietà, l'impegno, la società, le qualità che abbiamo, quelle sono cose importanti che ti fanno pensare e dire che tu ce la puoi fare perché hai una società seria e forte alle spalle, hai una squadra con dei giocatori seri, giovani nella maggior parte e molto capaci, queste sono le motivazioni che abbiamo per dire che siamo competitivi. Vuole che le dica che non abbiamo fiducia? Dico la verità, per me è così".

La situazione degli indisponibili?
"Berardi lo sapete, Pedersen ha un problema alla schiena che si porta da un po', Castillejo che ha un dolore al ginocchio, al collaterale, questi tre non sono convocati".

Che Milan si aspetta?
"Io penso che quando incontri una squadra come il Milan o le altre big che hanno tre partite in una settimana è comunque un piccolo vantaggio ma il Milan ha 26-27 giocatori ma sono tutti da Milan, quindi anche chi ha giocato meno, sono giocatori sui quali il Milan ha investito e certamente saranno bravi. Sarà una partita difficile domani, incontreremo un Milan che ha giocato giovedì e tornerà a giocare giovedì, e farà la sua partita ma noi faremo la nostra".
.
 

kipstar

Senior Member
Registrato
14 Luglio 2016
Messaggi
15,162
Reaction score
1,262
eh niente.....con noi se la giocano tutti.....quando cambierà sta cosa ? sono stufo.


imho.
 

Goro

Senior Member
Registrato
7 Febbraio 2017
Messaggi
9,948
Reaction score
1,934
Figuriamoci, feudo marottiano che se potrà metterci in imbarazzo non esiterà a farlo, poi dopo questa partita le perderà tutte.

Aspetto anche l'articolo Ballardini bestia nera di Pioli. Puntuale ogni settimana che Pioli ne affronti qualcuna.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,127
Reaction score
29,238
Ballardini in conferenza sul match di domani col Milan: Le dichiarazioni riportate da TMW

C'è stato un incontro con i tifosi al termine dell'allenamento: cosa vi hanno chiesto?
"I tifosi sono stati bravissimi perché ci hanno chiesto massima serietà e massimo impegno. Abbiamo una squadra seria che si impegna sempre al massimo, poi si può fare sempre meglio, ma i tifosi sono stati molto educati innanzitutto e hanno detto quanto loro amano la squadra e hanno trasmesso il loro amore alla squadra e hanno chiesto alla squadra di chiedercela tutta fino alla fine della stagione".

Com'è stata la settimana?
"Abbiamo già smaltito la partita di venerdì. Sul campo abbiamo fatto di più della Salernitana, meritavamo di vincere, ma se non abbiamo vinto è solo perché non siamo stati così bravi per portare a casa la vittoria, bisogna che tutti noi si sia più bravi e se abbiamo pareggiato non credo che sia per una decisione sbagliata, bisognava fare meglio durante la partita, potevamo essere ancora più bravi".

Ora arrivata il Milan, che gioca anche in Europa. Come pensa che reagirà?
"Il Milan, anche chi gioca meno, è un giocatore del Milan e sappiamo che sarà una partita molto difficile, molto complicata, per me se il Sassuolo fa una buona partita se la gioca anche contro il Milan".

Laurienté ha fatto bene a Salerno...
"Ha fatto una buona partita ma dobbiamo fare meglio nella qualità del gioco, negli ultimi 16 metri, dobbiamo arrivare a finire l'azione perché spesso non finiamo l'azione e diamo la possibilità agli altri di metterci in difficoltà. Dobbiamo crescere tutti"

Questa può essere la partita della svolta?
"Certamente è una partita importante ma non parlerei di svolta. Noi abbiamo una situazione che bisogna che siamo molto più bravi rispetto a quanto fatto sin qui. Mi fermerei qui".

Ventisei punti persi da situazioni di vantaggio, cambiano gli allenatori ma il Sassuolo non perde un vizio. Qual è il motivo?
"È un limite. Da quando siamo arrivati noi non avevamo mai preso due gol in 5 partite, ci siamo fatti recuperare con l'Udinese. Posso parlare solo per le partite che abbiamo fatto noi. L'attenzione, la capacità di capire certi momenti della partita, questo è uno step che bisogna fare perché a noi capita di perdere le distanze in alcuni momenti".

In tanti dicono che le difficoltà del Sassuolo dipendono anche dalla scarsa abitudine a lottare per la salvezza. Questo può incidere? Come si crea una mentalità per la lotta salvezza?
"Ci sono squadre che all'inizio della stagione partono per salvarsi e poi retrocedono, faccio fatica a capire questa cosa. Il Sassuolo negli anni passati non è mai stato coinvolto per non retrocedere, però ci sei dentro e credo che tu abbia delle qualità per tirarsi fuori".

Doig a Salerno si è mosso molto internamente con Laurienté a creare ampiezza e con Thorstvedt più basso: è qualcosa sulla quale state insistendo?
"Sono movimenti di reparto, parlo del terzino, dell'esterno e del centrocampista che sono abbastanza conosciuti e quasi tutte le squadre che giocano in quel modo lo fanno e se giochi 4-2-3-1 o 4-3-3, ci sono quei movimenti sulla catena per creare spazio e smarcarsi, per cercare di portare fuori dei giocatori avversari".

In caso di salvezza ha chiesto il rinnovo a Carnevali?
"È l'ultimo dei miei pensieri".

Quali sono i motivi per sperare nella salvezza?
"Partite semplici non ce ne sono. I segnali sono la squadra, la serietà, l'impegno, la società, le qualità che abbiamo, quelle sono cose importanti che ti fanno pensare e dire che tu ce la puoi fare perché hai una società seria e forte alle spalle, hai una squadra con dei giocatori seri, giovani nella maggior parte e molto capaci, queste sono le motivazioni che abbiamo per dire che siamo competitivi. Vuole che le dica che non abbiamo fiducia? Dico la verità, per me è così".

La situazione degli indisponibili?
"Berardi lo sapete, Pedersen ha un problema alla schiena che si porta da un po', Castillejo che ha un dolore al ginocchio, al collaterale, questi tre non sono convocati".

Che Milan si aspetta?
"Io penso che quando incontri una squadra come il Milan o le altre big che hanno tre partite in una settimana è comunque un piccolo vantaggio ma il Milan ha 26-27 giocatori ma sono tutti da Milan, quindi anche chi ha giocato meno, sono giocatori sui quali il Milan ha investito e certamente saranno bravi. Sarà una partita difficile domani, incontreremo un Milan che ha giocato giovedì e tornerà a giocare giovedì, e farà la sua partita ma noi faremo la nostra".
.
 

Antokkmilan

Well-known member
Registrato
4 Dicembre 2021
Messaggi
5,428
Reaction score
2,551
Partita più inutile degli ultimi 3 anni, se dovessimo perdere 4-0 non mi farebbe ne caldo ne freddo la testa è solo a Roma.
 

R41D3N

Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
2,841
Reaction score
957
Partita più inutile degli ultimi 3 anni, se dovessimo perdere 4-0 non mi farebbe ne caldo ne freddo la testa è solo a Roma.
Così in due settimane ci troviamo da secondi a quarti. Io di arrivare nuovamente dietro ai gobbi non lo accetto.
 
Alto
head>