Ancora Tomori:"Il Milan mi ha aiutato. Pioli...".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,228
Reaction score
25,716
Ancora Tomori dal ritiro dell'Inghilterra. Questa volta a TalkSport:"Ovvio che non essere convocato può essere frustrante ma per me è una motivazione in più per fare bene e migliorare il mio stile di gioco. Ho cercato di farlo e in questa stagione sono stato convocato in ogni occasione finora. Il prossimo obiettivo è giocare più partite e rimanere nel giro della nazionale".

Pioli e Southgate? La Premier League è un campionato diverso rispetto alla Serie A. Credo che però si tratti dei piccoli dettagli, da ciò che mi chiede Pioli e ciò che mi chiede Southgate. Quei piccoli dettagli che potrebbe esserci in una partita ma magari non in quella successiva. Il mio obiettivo rimane quello di migliorare e questa stagione è iniziata molto bene".

"Andare al Milan mi ha aiutato, mi ha permesso di avere una prospettiva diversa da come la gente vede il calcio. Il campionato in Italia è diverso e lo sono anche le persone che lo seguono. Non solo, però, nel calcio, anche la mia vita è cambiata e la cultura italiana mi si addice. Di norma gli italiani sono tranquilli, ma quando si tratta di calcio diventano molto passionali. È un'esperienza diversa e ho imparato molto".

"Ogni volta che torno qui cerco di ascoltare i miei compagni, di migliorare. Ci sono molti top player in squadra e per me è facile. In allenamento giochi con Harry Kane, con Wilson, con Watkins e sono giocatori che ti sfidano, ti stimolano a migliorare. Ci aiutiamo a vicenda, alla fine giochiamo tutti per la stessa squadra e abbiamo lo stesso obiettivo".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,228
Reaction score
25,716
Non c'è giorno in cui non rilasciano almeno un'intervista. E' pazzesca sta cosa.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,228
Reaction score
25,716
Ancora Tomori dal ritiro dell'Inghilterra. Questa volta a TalkSport:"Ovvio che non essere convocato può essere frustrante ma per me è una motivazione in più per fare bene e migliorare il mio stile di gioco. Ho cercato di farlo e in questa stagione sono stato convocato in ogni occasione finora. Il prossimo obiettivo è giocare più partite e rimanere nel giro della nazionale".

Pioli e Southgate? La Premier League è un campionato diverso rispetto alla Serie A. Credo che però si tratti dei piccoli dettagli, da ciò che mi chiede Pioli e ciò che mi chiede Southgate. Quei piccoli dettagli che potrebbe esserci in una partita ma magari non in quella successiva. Il mio obiettivo rimane quello di migliorare e questa stagione è iniziata molto bene".

"Andare al Milan mi ha aiutato, mi ha permesso di avere una prospettiva diversa da come la gente vede il calcio. Il campionato in Italia è diverso e lo sono anche le persone che lo seguono. Non solo, però, nel calcio, anche la mia vita è cambiata e la cultura italiana mi si addice. Di norma gli italiani sono tranquilli, ma quando si tratta di calcio diventano molto passionali. È un'esperienza diversa e ho imparato molto".

"Ogni volta che torno qui cerco di ascoltare i miei compagni, di migliorare. Ci sono molti top player in squadra e per me è facile. In allenamento giochi con Harry Kane, con Wilson, con Watkins e sono giocatori che ti sfidano, ti stimolano a migliorare. Ci aiutiamo a vicenda, alla fine giochiamo tutti per la stessa squadra e abbiamo lo stesso obiettivo".
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,228
Reaction score
25,716
Ancora Tomori dal ritiro dell'Inghilterra. Questa volta a TalkSport:"Ovvio che non essere convocato può essere frustrante ma per me è una motivazione in più per fare bene e migliorare il mio stile di gioco. Ho cercato di farlo e in questa stagione sono stato convocato in ogni occasione finora. Il prossimo obiettivo è giocare più partite e rimanere nel giro della nazionale".

Pioli e Southgate? La Premier League è un campionato diverso rispetto alla Serie A. Credo che però si tratti dei piccoli dettagli, da ciò che mi chiede Pioli e ciò che mi chiede Southgate. Quei piccoli dettagli che potrebbe esserci in una partita ma magari non in quella successiva. Il mio obiettivo rimane quello di migliorare e questa stagione è iniziata molto bene".

"Andare al Milan mi ha aiutato, mi ha permesso di avere una prospettiva diversa da come la gente vede il calcio. Il campionato in Italia è diverso e lo sono anche le persone che lo seguono. Non solo, però, nel calcio, anche la mia vita è cambiata e la cultura italiana mi si addice. Di norma gli italiani sono tranquilli, ma quando si tratta di calcio diventano molto passionali. È un'esperienza diversa e ho imparato molto".

"Ogni volta che torno qui cerco di ascoltare i miei compagni, di migliorare. Ci sono molti top player in squadra e per me è facile. In allenamento giochi con Harry Kane, con Wilson, con Watkins e sono giocatori che ti sfidano, ti stimolano a migliorare. Ci aiutiamo a vicenda, alla fine giochiamo tutti per la stessa squadra e abbiamo lo stesso obiettivo".
.
 

Similar threads

Alto
head>