Smartwatch-band dispositivi indossabili e danni alla salute

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
159,944
Reaction score
10,463
Nel topic sul 5G, avevamo parlato anche di dispositivi indossabili come smartwatch, smartband, smartring. Dispositivi molto utili per monitorare la propria salute e l'allenamento. Io, normalmente, utilizzo orologi meccanici. Ne ho una buona collezione (Che mi è costata tempo, soldi e fatica) e l'orologio VERO al polso non me lo toglierei mai. Ma uno smartband lo prenderei volentieri. Ho molto dubbi, però, riguardo i possibili danni alla salute causati dalla continua esposizione (visto che andrebbero indossati anche di notte) alle onde elettromagnetiche. Che ne pensate della pericolosità (o presunta tale) di un bluetooth sempre acceso al polso? (Nei fitbit ad esempio non è possibile spegnere la connessione). Altra domanda: i sensori che vengono utilizzati per misurare il battito e l'ossigenazione emettono radiazioni? Il GPS presente alcuni di questi dispositivi emette radiazioni?

Chiedo a Gabri e a qualche altro esperto in materia.

Aggiornamento:

Qualche giorno fa ho scritto al professor Eric Van Rongen, che ha condotto uno degli studi più importanti di sempre su 5G e onde elettromagnetiche. Gli ho scritto se i dispositivi indossabili potessero essere pericolosi. Questa la sua risposta, arrivata oggi.

"Bluetooth uses very low electromagnetic field levels (hence the short range). These are far below the exposure limits that ICNIRP has provided, so there is no health risk, even when wearing the smartband 24/7".
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,789
Reaction score
7,473
Nel topic sul 5G, avevamo parlato anche di dispositivi indossabili come smartwatch, smartband, smartring. Dispositivi molto utili per monitorare la propria salute e l'allenamento. Io, normalmente, utilizzo orologi meccanici. Ne ho una buona collezione (Che mi è costata tempo, soldi e fatica) e l'orologio VERO al polso non me lo toglierei mai. Ma uno smartband lo prenderei volentieri. Ho molto dubbi, però, riguardo i possibili danni alla salute causati dalla continua esposizione (visto che andrebbero indossati anche di notte) alle onde elettromagnetiche. Che ne pensate della pericolosità (o presunta tale) di un bluetooth sempre acceso al polso? (Nei fitbit ad esempio non è possibile spegnere la connessione). Altra domanda: i sensori che vengono utilizzati per misurare il battito e l'ossigenazione emettono radiazioni? Il GPS presente alcuni di questi dispositivi emette radiazioni?

Chiedo a Gabri e a qualche altro esperto in materia.

Ciao direttore.

Io personalmente mi sentirei molto tranquillo. Il Bluetooth è molto meno potente della rete Wi-Fi casalinga, quindi anche averlo accanto costituisce un rischio a margine virtualmente zero. Il GPS (quello vero) addirittura è un dispositivo a sola ricezione e non emette nessuna forma di energia. Ovviamente non mi assumo responsabilità, ma mi sento abbastanza al sicuro dicendoti che questi dispositivi non ti arrecano nessuno danno, come spiegavo ieri le radiazioni elettromagnetiche di questi gadgets non sono in grado di alterare le proprietà chimiche della materia, ci vuole ben altro, si parla di raggi X o radioattività nucleare.

Usa questi gadgets in tutta sicurezza.
 

Ragnet_7

Senior Member
Registrato
23 Maggio 2016
Messaggi
11,486
Reaction score
640
Il bluetooth va sulle frequenze 2.4GHz le stesse di alcune wireless utilizzate dal modem di casa, o dai telefoni senza fili. Il fatto che dispositivi su tali frequenze siano dannosi è un'altra fake news che circola da un po' di tempo.

Per raggiungere lunghezze d'onda dannose bisogna scendere a livello atomico e subatomico, parliamo di lunghezze d'onda di 10 alla meno 10 (raggi X), 10 alla meno 12 (raggi gamma), la cui esposizione prolungata nel tempo arreca senza dubbio problemi di salute e aumenta la possibilità di insorgenza dei tumori.
Per arrivare a tali lunghezze d'onda si parla di frequenze corrispondenti (c'è una formula inversa molto semplice) di 10 alla 18 e 10 alla 20.

I GHz sono 10 alla 9, quindi parliamo di diversi ordini di grandezza oltre. Poco sotto lo spettro del visibile che è 10 alla 12 (ordine dei tera herzt)

Stai più che tranquillo, e non farti spaventare dai complottisti, che è scienza.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
159,944
Reaction score
10,463
Qualche giorno fa ho scritto al professor Eric Van Rongen, che ha condotto uno degli studi più importanti di sempre su 5G e onde elettromagnetiche. Gli ho scritto se i dispositivi indossabili potessero essere pericolosi. Questa la sua risposta, arrivata oggi.

"Bluetooth uses very low electromagnetic field levels (hence the short range). These are far below the exposure limits that ICNIRP has provided, so there is no health risk, even when wearing the smartband 24/7".
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,789
Reaction score
7,473
Qualche giorno fa ho scritto al professor Eric Van Rongen, che ha condotto uno degli studi più importanti di sempre su 5G e onde elettromagnetiche. Gli ho scritto se i dispositivi indossabili potessero essere pericolosi. Questa la sua risposta, arrivata oggi.

"Bluetooth uses very low electromagnetic field levels (hence the short range). These are far below the exposure limits that ICNIRP has provided, so there is no health risk, even when wearing the smartband 24/7".

Ma certo. Quello del 5G è un complottismo fuori luogo. Diverso dal discorso del virus cinese, OMS, etc etc. ;)
 

sottoli

Junior Member
Registrato
6 Aprile 2018
Messaggi
788
Reaction score
191
Ma certo. Quello del 5G è un complottismo fuori luogo. Diverso dal discorso del virus cinese, OMS, etc etc. ;)

Sto cercando di farmi un'idea a riguardo ma non è semplicissimo: saltando dal complottismo puro a siti "smontanti" di teorie come skeptic, come al solito ci si focalizza su cose molto puntuali perdendo di vista il macro sistema.

Come per l'organico, non me ne frega molto se mi fa più o meno bene e come vengono smontate le teorie a riguardo sulla salute della persona, è chiaro che per quanto ne dica skeptic l'organico ha un impatto ambientale e comunitario inferiore per i motivi x, y e x. Identico discorso si può fare sul consumo di carne, sul surplus di antibiotici, e tipo altri 7000 argomenti.

I "ribelli" tirano fuori che fa male alla salute per mille motivi, gli "scienziati pagati dal governo" li smontano con duemila prove. A me personalmente frega poco, per mia forma mentis, se aumenta dello 0.4% le possibilità di cataratta.

Vorrei capire se qualcuno si è fatto un'idea con buone basi scientifiche di come influenzerà la società, la politica, la libertà personale, la privacy, che implicazioni può avere sulla comunità allargata e sull'ambiente, illuminatemi se potete:)
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,789
Reaction score
7,473
Sto cercando di farmi un'idea a riguardo ma non è semplicissimo: saltando dal complottismo puro a siti "smontanti" di teorie come skeptic, come al solito ci si focalizza su cose molto puntuali perdendo di vista il macro sistema.

Come per l'organico, non me ne frega molto se mi fa più o meno bene e come vengono smontate le teorie a riguardo sulla salute della persona, è chiaro che per quanto ne dica skeptic l'organico ha un impatto ambientale e comunitario inferiore per i motivi x, y e x. Identico discorso si può fare sul consumo di carne, sul surplus di antibiotici, e tipo altri 7000 argomenti.

I "ribelli" tirano fuori che fa male alla salute per mille motivi, gli "scienziati pagati dal governo" li smontano con duemila prove. A me personalmente frega poco, per mia forma mentis, se aumenta dello 0.4% le possibilità di cataratta.

Vorrei capire se qualcuno si è fatto un'idea con buone basi scientifiche di come influenzerà la società, la politica, la libertà personale, la privacy, che implicazioni può avere sulla comunità allargata e sull'ambiente, illuminatemi se potete:)

Se ti riferisci in generale alla eterna diatriba tra ciò che è bene e ciò che è male, credo che non ne usciamo più. Purtroppo ci sono aspetti sia scientifici, che etici, che storici, che devono essere presi in considerazione. E' un argomento che merita ben più di un thread.

Se invece ti riferisci puntualmente all'argomento 5G, allora qualche considerazione la possiamo fare.

Tecnicamente, il 5G è solo un incremento di prestazioni, e come abbiamo visto non mette a repentagio la nostra salute solo in virtù della tecnologia spiccia di comunicazione, fatta di onde elettromagnetiche e modulazione di segnali digitali.

Quello che invece possiamo approfondire è l'impatto, sia positivo che negativo, che ne comporta il suo uso.

Da una parte è ovviamente un progresso e contribuisce a facilitare la vita, potendo permettere uno scambio di informazioni con apparecchi ultraleggeri, che apre nuovi scenari al modo con cui interagiamo con il mondo. Le applicazioni sono incontabili.

Da quell'altra parte, così come l'energia atomica, ne va fatto un uso oculato e coscienzioso. Il rischio è quello di vedere sostituire i nostri sensi con un surrogato digitale artificiale. Se prima la vita era basata sullo spostamento e l'immersione totale nel mondo che viviamo, adesso è l'informazione, qualsiasi essa sia, che ti arriva addosso come una lettera depositata nella cassetta della posta. Il pericolo è estraniarsi e basarsi unicamente su questa informazione facile che puoi reperire senza fatica. Te ne stai sul divano di casa, indossi una maschera da realtà virtuale e vivi un'altra vita.

Una cosa è avere a disposizione tecnologia e apparecchi che semplificano la vita, una cosa è progressivamente sostituire pezzi di vita con questi aggeggi.

Onestamente credo, come al solito, che sta alla nostra intelligenza farne un uso appropriato, senza mai dimenticare cosa siamo e da dove veniamo.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,829
Reaction score
1,274
Io indosso da anni uno smartwatch...anzi per il mio caso è uno sportwatch...della Garmin, al top nel settore. Il bluetooth è una cosa leggerissima, vai tranquillo proprio.
 

7AlePato7

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
18,216
Reaction score
4,831
Nel topic sul 5G, avevamo parlato anche di dispositivi indossabili come smartwatch, smartband, smartring. Dispositivi molto utili per monitorare la propria salute e l'allenamento. Io, normalmente, utilizzo orologi meccanici. Ne ho una buona collezione (Che mi è costata tempo, soldi e fatica) e l'orologio VERO al polso non me lo toglierei mai. Ma uno smartband lo prenderei volentieri. Ho molto dubbi, però, riguardo i possibili danni alla salute causati dalla continua esposizione (visto che andrebbero indossati anche di notte) alle onde elettromagnetiche. Che ne pensate della pericolosità (o presunta tale) di un bluetooth sempre acceso al polso? (Nei fitbit ad esempio non è possibile spegnere la connessione). Altra domanda: i sensori che vengono utilizzati per misurare il battito e l'ossigenazione emettono radiazioni? Il GPS presente alcuni di questi dispositivi emette radiazioni?

Chiedo a Gabri e a qualche altro esperto in materia.

Aggiornamento:

Qualche giorno fa ho scritto al professor Eric Van Rongen, che ha condotto uno degli studi più importanti di sempre su 5G e onde elettromagnetiche. Gli ho scritto se i dispositivi indossabili potessero essere pericolosi. Questa la sua risposta, arrivata oggi.

"Bluetooth uses very low electromagnetic field levels (hence the short range). These are far below the exposure limits that ICNIRP has provided, so there is no health risk, even when wearing the smartband 24/7".
Stai tranquillo capo, il problema dell'assorbimento di potenza legato alle onde può essere nocivo se parli col telefono cellulare per molto tempo. Per le lunghe conversazioni meglio usare il telefono fisso.
Per quanto riguarda oggetti di questo tipo, i campi in gioco sono davvero risibili. Oltretutto i sensori usati in questi dispositivi sono generalmente dispositivi per lo più passivi, cioè si limitano a trasdurre una grandezza meccanica in un segnale elettrico, limitando al massimo le emissioni.
 
Alto
head>