Silvia Romano ha cambiato nome:"Ora mi chiamo Aisha".

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,264
Reaction score
10,630
Come riportato dal Corriere della Sera in edicola oggi, 11 maggio, Silvia Romano, oltre alla conversione all'Islam, ha cambiato anche nome:"Ho chiesto io il Corano. Ora mi chiamo Aisha. Dopo il rapimento ho passato il primo mese a piangere, poi mi sono fatta coraggio. Mi sono convertita per mia libera scelta. Nessuna costrizione da parte dei rapitori".

News precedenti

Silvia Romano ha rilasciato dichiarazioni esclusive a Open, la piattaforma online di Enrico Mentana.

"È vero, mi sono convertita all'Islam. Ma è stata una mia libera scelta, non c'è stata nessuna costrizione da parte dei rapitori, che mi hanno trattato sempre con umanità. Non è vero, invece, che sono stata costretta a sposarmi, non ho avuto costrizioni fisiche, né violenze".

Concluso il colloquio di quattro ore con i pm della procura di Roma.
Silvia Romano ha ripetuto le stesse cose anche ai magistrati.

Altre dichiarazioni ai magistrati:
"Erano armati ed a volto coperto, ma sono sempre stata trattata bene ed ero libera di muovermi all’interno dei covi, che erano comunque sorvegliati.
I miei rapitori sono stati di parola, avevano promesso di non uccidermi e così hanno fatto.
La mia conversione è stata spontanea. A metà prigionia ho chiesto un Corano. Mi hanno accontentata, è iniziato tutto da lì.
Grazie ai miei carcerieri ho imparato anche un pò di arabo. Loro mi hanno spiegato le loro ragioni e la loro cultura. Il mio processo di riconversione è stato lento in questi mesi”.

Nessuna domanda sul riscatto.Si tratta di un sequestro a scopo di terrorismo e non è prevista indagine su questo aspetto della vicenda.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,264
Reaction score
10,630
Come riportato dal Corriere della Sera in edicola oggi, 11 maggio, Silvia Romano, oltre alla conversione all'Islam, ha cambiato anche nome:"Ho chiesto io il Corano. Ora mi chiamo Aisha. Dopo il rapimento ho passato il primo mese a piangere, poi mi sono fatta coraggio. Mi sono convertita per mia libera scelta. Nessuna costrizione da parte dei rapitori".

News precedenti

Silvia Romano ha rilasciato dichiarazioni esclusive a Open, la piattaforma online di Enrico Mentana.

"È vero, mi sono convertita all'Islam. Ma è stata una mia libera scelta, non c'è stata nessuna costrizione da parte dei rapitori, che mi hanno trattato sempre con umanità. Non è vero, invece, che sono stata costretta a sposarmi, non ho avuto costrizioni fisiche, né violenze".

Concluso il colloquio di quattro ore con i pm della procura di Roma.
Silvia Romano ha ripetuto le stesse cose anche ai magistrati.

Altre dichiarazioni ai magistrati:
"Erano armati ed a volto coperto, ma sono sempre stata trattata bene ed ero libera di muovermi all’interno dei covi, che erano comunque sorvegliati.
I miei rapitori sono stati di parola, avevano promesso di non uccidermi e così hanno fatto.
La mia conversione è stata spontanea. A metà prigionia ho chiesto un Corano. Mi hanno accontentata, è iniziato tutto da lì.
Grazie ai miei carcerieri ho imparato anche un pò di arabo. Loro mi hanno spiegato le loro ragioni e la loro cultura. Il mio processo di riconversione è stato lento in questi mesi”.

Nessuna domanda sul riscatto.Si tratta di un sequestro a scopo di terrorismo e non è prevista indagine su questo aspetto della vicenda.

.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,151
Reaction score
11,835
Come riportato dal Corriere della Sera in edicola oggi, 11 maggio, Silvia Romano, oltre alla conversione all'Islam, ha cambiato anche nome:"Ho chiesto io il Corano. Ora mi chiamo Aisha. Dopo il rapimento ho passato il primo mese a piangere, poi mi sono fatta coraggio. Mi sono convertita per mia libera scelta. Nessuna costrizione da parte dei rapitori".

News precedenti

Silvia Romano ha rilasciato dichiarazioni esclusive a Open, la piattaforma online di Enrico Mentana.

"È vero, mi sono convertita all'Islam. Ma è stata una mia libera scelta, non c'è stata nessuna costrizione da parte dei rapitori, che mi hanno trattato sempre con umanità. Non è vero, invece, che sono stata costretta a sposarmi, non ho avuto costrizioni fisiche, né violenze".

Concluso il colloquio di quattro ore con i pm della procura di Roma.
Silvia Romano ha ripetuto le stesse cose anche ai magistrati.

Altre dichiarazioni ai magistrati:
"Erano armati ed a volto coperto, ma sono sempre stata trattata bene ed ero libera di muovermi all’interno dei covi, che erano comunque sorvegliati.
I miei rapitori sono stati di parola, avevano promesso di non uccidermi e così hanno fatto.
La mia conversione è stata spontanea. A metà prigionia ho chiesto un Corano. Mi hanno accontentata, è iniziato tutto da lì.
Grazie ai miei carcerieri ho imparato anche un pò di arabo. Loro mi hanno spiegato le loro ragioni e la loro cultura. Il mio processo di riconversione è stato lento in questi mesi”.

Nessuna domanda sul riscatto.Si tratta di un sequestro a scopo di terrorismo e non è prevista indagine su questo aspetto della vicenda.

Esempio eloquente di sindrome di Stoccolma.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,264
Reaction score
10,630
Come riportato dal Corriere della Sera in edicola oggi, 11 maggio, Silvia Romano, oltre alla conversione all'Islam, ha cambiato anche nome:"Ho chiesto io il Corano. Ora mi chiamo Aisha. Dopo il rapimento ho passato il primo mese a piangere, poi mi sono fatta coraggio. Mi sono convertita per mia libera scelta. Nessuna costrizione da parte dei rapitori".

News precedenti

Silvia Romano ha rilasciato dichiarazioni esclusive a Open, la piattaforma online di Enrico Mentana.

"È vero, mi sono convertita all'Islam. Ma è stata una mia libera scelta, non c'è stata nessuna costrizione da parte dei rapitori, che mi hanno trattato sempre con umanità. Non è vero, invece, che sono stata costretta a sposarmi, non ho avuto costrizioni fisiche, né violenze".

Concluso il colloquio di quattro ore con i pm della procura di Roma.
Silvia Romano ha ripetuto le stesse cose anche ai magistrati.

Altre dichiarazioni ai magistrati:
"Erano armati ed a volto coperto, ma sono sempre stata trattata bene ed ero libera di muovermi all’interno dei covi, che erano comunque sorvegliati.
I miei rapitori sono stati di parola, avevano promesso di non uccidermi e così hanno fatto.
La mia conversione è stata spontanea. A metà prigionia ho chiesto un Corano. Mi hanno accontentata, è iniziato tutto da lì.
Grazie ai miei carcerieri ho imparato anche un pò di arabo. Loro mi hanno spiegato le loro ragioni e la loro cultura. Il mio processo di riconversione è stato lento in questi mesi”.

Nessuna domanda sul riscatto.Si tratta di un sequestro a scopo di terrorismo e non è prevista indagine su questo aspetto della vicenda.

Mi ripeto: ok che sia stata liberata (magari anche dietro il pagamento di un riscatto). Facciamo finta che siano stati soldi ben spesi per salvare una vita. Ora, però, per evitare ulteriori imbarazzi a causa di tutta questa storia così surreale, sparisse dalla scena pubblica e tornasse alla sua vita privata.
 
Registrato
8 Ottobre 2018
Messaggi
34,059
Reaction score
6,746
questa tempo qualche mese e fa un attentato. sarebbe la degna conclusione di una storia assurda come ormai capita spesso.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,911
Reaction score
7,594
Come riportato dal Corriere della Sera in edicola oggi, 11 maggio, Silvia Romano, oltre alla conversione all'Islam, ha cambiato anche nome:"Ho chiesto io il Corano. Ora mi chiamo Aisha. Dopo il rapimento ho passato il primo mese a piangere, poi mi sono fatta coraggio. Mi sono convertita per mia libera scelta. Nessuna costrizione da parte dei rapitori".

News precedenti

Silvia Romano ha rilasciato dichiarazioni esclusive a Open, la piattaforma online di Enrico Mentana.

"È vero, mi sono convertita all'Islam. Ma è stata una mia libera scelta, non c'è stata nessuna costrizione da parte dei rapitori, che mi hanno trattato sempre con umanità. Non è vero, invece, che sono stata costretta a sposarmi, non ho avuto costrizioni fisiche, né violenze".

Concluso il colloquio di quattro ore con i pm della procura di Roma.
Silvia Romano ha ripetuto le stesse cose anche ai magistrati.

Altre dichiarazioni ai magistrati:
"Erano armati ed a volto coperto, ma sono sempre stata trattata bene ed ero libera di muovermi all’interno dei covi, che erano comunque sorvegliati.
I miei rapitori sono stati di parola, avevano promesso di non uccidermi e così hanno fatto.
La mia conversione è stata spontanea. A metà prigionia ho chiesto un Corano. Mi hanno accontentata, è iniziato tutto da lì.
Grazie ai miei carcerieri ho imparato anche un pò di arabo. Loro mi hanno spiegato le loro ragioni e la loro cultura. Il mio processo di riconversione è stato lento in questi mesi”.

Nessuna domanda sul riscatto.Si tratta di un sequestro a scopo di terrorismo e non è prevista indagine su questo aspetto della vicenda.

Questa mi sa che era andata via di testa già prima. Dopo tutto questo tempo lontano dalla famiglia e dalle sue origini non fa altro che parlare della sua conversione all'Islam.

Il problema sarà lo spirito di emulazione, chissà quante altre devastate mentali vorranno provare l'esperienza. Cioè, di tutto tranne che una vita normale.

"Grazie ai miei carcerieri ...".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,264
Reaction score
10,630
Questa mi sa che era andata via di testa già prima. Dopo tutto questo tempo lontano dalla famiglia e dalle sue origini non fa altro che parlare della sua conversione all'Islam.

Il problema sarà lo spirito di emulazione, chissà quante altre devastate mentali vorranno provare l'esperienza. Cioè, di tutto tranne che una vita normale.

"Grazie ai miei carcerieri ...".

Esatto, il problema è proprio quello. Magari tante zucche vuote potranno pensare che questa è una scorciatoia per diventare influencer. Con in più un "Erasmus".
 
Registrato
19 Giugno 2017
Messaggi
5,446
Reaction score
433
Come riportato dal Corriere della Sera in edicola oggi, 11 maggio, Silvia Romano, oltre alla conversione all'Islam, ha cambiato anche nome:"Ho chiesto io il Corano. Ora mi chiamo Aisha. Dopo il rapimento ho passato il primo mese a piangere, poi mi sono fatta coraggio. Mi sono convertita per mia libera scelta. Nessuna costrizione da parte dei rapitori".

News precedenti

Silvia Romano ha rilasciato dichiarazioni esclusive a Open, la piattaforma online di Enrico Mentana.

"È vero, mi sono convertita all'Islam. Ma è stata una mia libera scelta, non c'è stata nessuna costrizione da parte dei rapitori, che mi hanno trattato sempre con umanità. Non è vero, invece, che sono stata costretta a sposarmi, non ho avuto costrizioni fisiche, né violenze".

Concluso il colloquio di quattro ore con i pm della procura di Roma.
Silvia Romano ha ripetuto le stesse cose anche ai magistrati.

Altre dichiarazioni ai magistrati:
"Erano armati ed a volto coperto, ma sono sempre stata trattata bene ed ero libera di muovermi all’interno dei covi, che erano comunque sorvegliati.
I miei rapitori sono stati di parola, avevano promesso di non uccidermi e così hanno fatto.
La mia conversione è stata spontanea. A metà prigionia ho chiesto un Corano. Mi hanno accontentata, è iniziato tutto da lì.
Grazie ai miei carcerieri ho imparato anche un pò di arabo. Loro mi hanno spiegato le loro ragioni e la loro cultura. Il mio processo di riconversione è stato lento in questi mesi”.

Nessuna domanda sul riscatto.Si tratta di un sequestro a scopo di terrorismo e non è prevista indagine su questo aspetto della vicenda.

Questa qui con il suo fidanzato somalo ci hanno fregato 4 milioni di euro.....la truffa è servita, non mi stupirebbe se fra 1 anno ritorna in Africa.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>