Scaroni:"Gazidis è un professionista, la Serie A deve riprendere"

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
33,692
Reaction score
2,735
Scaroni:"Gazidis è un professionista, la Serie A deve riprendere"

Scaroni in una videoconferenza con con il portale di diritto sportivo Olympialex.

"Ivan Gazidis, un professionista del mondo del calcio, è stato il benvenuto. Si occupa di tre aree: la prima è costruire una squadra giovane, con giocatori giovani e che giochino un calcio veloce, più veloce rispetto a quello che si vede abitualmente in Italia, più simile al modello inglese o a quello dell'Ajax. La seconda area riguarda il nuovo stadio: San Siro ha un grande nome, ma è totalmente obsoleto per il calcio. La terza area sono gli sponsor: il Milan ne ha bisogno, senza risultati non arrivano gli sponsor e senza sponsor non arrivano i risultati. La squadra?Credo siamo la più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, probabilmente Giampaolo non è stata una scelta fortunata. Credo che siamo la squadra più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, Giampaolo non è stata una scelta fortunata. La maggior parte degli errori è dietro di noi, non davanti a noi. vogliamo riportare il Milan dove merita. Il campionato? La mia posizione è chiara, l'ho espressa anche in Lega: voglio finire il campionato. Vogliamo arrivare alla fine di questo campionato, è possibile e fattibile. La decisione finale non spetta né alla Lega né ai club, ma al governo.Il Milan brand Milan? abbiamo più tifosi di ogni altro club italiano e siamo nella top-5 in Europa, anche se non vinciamo da tempo. In Indonesia, per esempio, abbiamo 5 milioni di fan. Dobbiamo fare bene sul lato sportivo, ma la vera sfida è conquistare i nuovi tifosi in luoghi come Cina, Indonesia e Pakistan. Le partite vengono vinte da giocatori e allenatori, i campionati da tutto il club, dirigenza compresa. Occorre essere un corporate efficiente per vincere un campionato. Ciò che io e soprattutto Gazidis stiamo facendo è costruire un'organizzazione stabile per il Milan. Tanti tifosi non capiscono cosa significhi gestire un club come le regole del FFP: non vogliamo essere puniti ancora. Nel gestire un club faccio un paragone con la Scala, sono stato nel board per 9 anni: la cosa più difficile da gestire sono le prime donne, i cantanti come i calciatori. Abbiamo membri indipendenti, io ad esempio non sono un dipendente di Elliott. E poi abbiamo alcuni milanisti vogliamo persone che amino il Milan. FFP? Il modello dell'Uefa è diverso dal meccanismo usato dalla NBA. Se posso fare una critica al FFP: oggi cristallizza la situazione. Se sei un club che sta vincendo, il tuo futuro è vincente e pieno di sponsor, altrimenti la strada è davvero molto lunga. Il FFP cambierà, tutto è in evoluzione".
 

Giangy

Member
Registrato
13 Giugno 2014
Messaggi
5,658
Reaction score
174
Scaroni in una videoconferenza con con il portale di diritto sportivo Olympialex.

"Ivan Gazidis, un professionista del mondo del calcio, è stato il benvenuto. Si occupa di tre aree: la prima è costruire una squadra giovane, con giocatori giovani e che giochino un calcio veloce, più veloce rispetto a quello che si vede abitualmente in Italia, più simile al modello inglese o a quello dell'Ajax. La seconda area riguarda il nuovo stadio: San Siro ha un grande nome, ma è totalmente obsoleto per il calcio. La terza area sono gli sponsor: il Milan ne ha bisogno, senza risultati non arrivano gli sponsor e senza sponsor non arrivano i risultati. La squadra?Credo siamo la più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, probabilmente Giampaolo non è stata una scelta fortunata. Credo che siamo la squadra più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, Giampaolo non è stata una scelta fortunata. La maggior parte degli errori è dietro di noi, non davanti a noi. vogliamo riportare il Milan dove merita. Il campionato? La mia posizione è chiara, l'ho espressa anche in Lega: voglio finire il campionato. Vogliamo arrivare alla fine di questo campionato, è possibile e fattibile. La decisione finale non spetta né alla Lega né ai club, ma al governo.Il Milan brand Milan? abbiamo più tifosi di ogni altro club italiano e siamo nella top-5 in Europa, anche se non vinciamo da tempo. In Indonesia, per esempio, abbiamo 5 milioni di fan. Dobbiamo fare bene sul lato sportivo, ma la vera sfida è conquistare i nuovi tifosi in luoghi come Cina, Indonesia e Pakistan. Le partite vengono vinte da giocatori e allenatori, i campionati da tutto il club, dirigenza compresa. Occorre essere un corporate efficiente per vincere un campionato. Ciò che io e soprattutto Gazidis stiamo facendo è costruire un'organizzazione stabile per il Milan. Tanti tifosi non capiscono cosa significhi gestire un club come le regole del FFP: non vogliamo essere puniti ancora. Nel gestire un club faccio un paragone con la Scala, sono stato nel board per 9 anni: la cosa più difficile da gestire sono le prime donne, i cantanti come i calciatori. Abbiamo membri indipendenti, io ad esempio non sono un dipendente di Elliott. E poi abbiamo alcuni milanisti vogliamo persone che amino il Milan. FFP? Il modello dell'Uefa è diverso dal meccanismo usato dalla NBA. Se posso fare una critica al FFP: oggi cristallizza la situazione. Se sei un club che sta vincendo, il tuo futuro è vincente e pieno di sponsor, altrimenti la strada è davvero molto lunga. Il FFP cambierà, tutto è in evoluzione".

Mi sembra un intervista come le altre... posso dargli ragione solo sui risultati e sponsor, ma per il resto proprio non ci siamo... la parte su Gazidis è da censura! Mentre quella riguardo i tifosi, in pratica ha fatto capire, che la maggior parte dei tifosi del Milan non capiscono una mazza di questa situazione. Personaggio sempre inutile.
 
Registrato
12 Dicembre 2014
Messaggi
6,925
Reaction score
1,441
Scaroni in una videoconferenza con con il portale di diritto sportivo Olympialex.

"Ivan Gazidis, un professionista del mondo del calcio, è stato il benvenuto. Si occupa di tre aree: la prima è costruire una squadra giovane, con giocatori giovani e che giochino un calcio veloce, più veloce rispetto a quello che si vede abitualmente in Italia, più simile al modello inglese o a quello dell'Ajax. La seconda area riguarda il nuovo stadio: San Siro ha un grande nome, ma è totalmente obsoleto per il calcio. La terza area sono gli sponsor: il Milan ne ha bisogno, senza risultati non arrivano gli sponsor e senza sponsor non arrivano i risultati. La squadra?Credo siamo la più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, probabilmente Giampaolo non è stata una scelta fortunata. Credo che siamo la squadra più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, Giampaolo non è stata una scelta fortunata. La maggior parte degli errori è dietro di noi, non davanti a noi. vogliamo riportare il Milan dove merita. Il campionato? La mia posizione è chiara, l'ho espressa anche in Lega: voglio finire il campionato. Vogliamo arrivare alla fine di questo campionato, è possibile e fattibile. La decisione finale non spetta né alla Lega né ai club, ma al governo.Il Milan brand Milan? abbiamo più tifosi di ogni altro club italiano e siamo nella top-5 in Europa, anche se non vinciamo da tempo. In Indonesia, per esempio, abbiamo 5 milioni di fan. Dobbiamo fare bene sul lato sportivo, ma la vera sfida è conquistare i nuovi tifosi in luoghi come Cina, Indonesia e Pakistan. Le partite vengono vinte da giocatori e allenatori, i campionati da tutto il club, dirigenza compresa. Occorre essere un corporate efficiente per vincere un campionato. Ciò che io e soprattutto Gazidis stiamo facendo è costruire un'organizzazione stabile per il Milan. Tanti tifosi non capiscono cosa significhi gestire un club come le regole del FFP: non vogliamo essere puniti ancora. Nel gestire un club faccio un paragone con la Scala, sono stato nel board per 9 anni: la cosa più difficile da gestire sono le prime donne, i cantanti come i calciatori. Abbiamo membri indipendenti, io ad esempio non sono un dipendente di Elliott. E poi abbiamo alcuni milanisti vogliamo persone che amino il Milan. FFP? Il modello dell'Uefa è diverso dal meccanismo usato dalla NBA. Se posso fare una critica al FFP: oggi cristallizza la situazione. Se sei un club che sta vincendo, il tuo futuro è vincente e pieno di sponsor, altrimenti la strada è davvero molto lunga. Il FFP cambierà, tutto è in evoluzione".

"Gazidis è un professionista". A me viene in mente lui:

54.jpg
 

Albijol

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
13,189
Reaction score
1,996
Scaroni in una videoconferenza con con il portale di diritto sportivo Olympialex.

"Ivan Gazidis, un professionista del mondo del calcio, è stato il benvenuto. Si occupa di tre aree: la prima è costruire una squadra giovane, con giocatori giovani e che giochino un calcio veloce, più veloce rispetto a quello che si vede abitualmente in Italia, più simile al modello inglese o a quello dell'Ajax. La seconda area riguarda il nuovo stadio: San Siro ha un grande nome, ma è totalmente obsoleto per il calcio. La terza area sono gli sponsor: il Milan ne ha bisogno, senza risultati non arrivano gli sponsor e senza sponsor non arrivano i risultati. La squadra?Credo siamo la più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, probabilmente Giampaolo non è stata una scelta fortunata. Credo che siamo la squadra più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, Giampaolo non è stata una scelta fortunata. La maggior parte degli errori è dietro di noi, non davanti a noi. vogliamo riportare il Milan dove merita. Il campionato? La mia posizione è chiara, l'ho espressa anche in Lega: voglio finire il campionato. Vogliamo arrivare alla fine di questo campionato, è possibile e fattibile. La decisione finale non spetta né alla Lega né ai club, ma al governo.Il Milan brand Milan? abbiamo più tifosi di ogni altro club italiano e siamo nella top-5 in Europa, anche se non vinciamo da tempo. In Indonesia, per esempio, abbiamo 5 milioni di fan. Dobbiamo fare bene sul lato sportivo, ma la vera sfida è conquistare i nuovi tifosi in luoghi come Cina, Indonesia e Pakistan. Le partite vengono vinte da giocatori e allenatori, i campionati da tutto il club, dirigenza compresa. Occorre essere un corporate efficiente per vincere un campionato. Ciò che io e soprattutto Gazidis stiamo facendo è costruire un'organizzazione stabile per il Milan. Tanti tifosi non capiscono cosa significhi gestire un club come le regole del FFP: non vogliamo essere puniti ancora. Nel gestire un club faccio un paragone con la Scala, sono stato nel board per 9 anni: la cosa più difficile da gestire sono le prime donne, i cantanti come i calciatori. Abbiamo membri indipendenti, io ad esempio non sono un dipendente di Elliott. E poi abbiamo alcuni milanisti vogliamo persone che amino il Milan. FFP? Il modello dell'Uefa è diverso dal meccanismo usato dalla NBA. Se posso fare una critica al FFP: oggi cristallizza la situazione. Se sei un club che sta vincendo, il tuo futuro è vincente e pieno di sponsor, altrimenti la strada è davvero molto lunga. Il FFP cambierà, tutto è in evoluzione".

Gazidis è un professionista dello zero tituli.
 

kipstar

Senior Member
Registrato
14 Luglio 2016
Messaggi
12,637
Reaction score
463
leggere questo tipo di dichiarazione sul piano puramente SPORTIVO mi intristisce e basta.....
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,083
Reaction score
11,771
Scaroni in una videoconferenza con con il portale di diritto sportivo Olympialex.

"Ivan Gazidis, un professionista del mondo del calcio, è stato il benvenuto. Si occupa di tre aree: la prima è costruire una squadra giovane, con giocatori giovani e che giochino un calcio veloce, più veloce rispetto a quello che si vede abitualmente in Italia, più simile al modello inglese o a quello dell'Ajax. La seconda area riguarda il nuovo stadio: San Siro ha un grande nome, ma è totalmente obsoleto per il calcio. La terza area sono gli sponsor: il Milan ne ha bisogno, senza risultati non arrivano gli sponsor e senza sponsor non arrivano i risultati. La squadra?Credo siamo la più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, probabilmente Giampaolo non è stata una scelta fortunata. Credo che siamo la squadra più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, Giampaolo non è stata una scelta fortunata. La maggior parte degli errori è dietro di noi, non davanti a noi. vogliamo riportare il Milan dove merita. Il campionato? La mia posizione è chiara, l'ho espressa anche in Lega: voglio finire il campionato. Vogliamo arrivare alla fine di questo campionato, è possibile e fattibile. La decisione finale non spetta né alla Lega né ai club, ma al governo.Il Milan brand Milan? abbiamo più tifosi di ogni altro club italiano e siamo nella top-5 in Europa, anche se non vinciamo da tempo. In Indonesia, per esempio, abbiamo 5 milioni di fan. Dobbiamo fare bene sul lato sportivo, ma la vera sfida è conquistare i nuovi tifosi in luoghi come Cina, Indonesia e Pakistan. Le partite vengono vinte da giocatori e allenatori, i campionati da tutto il club, dirigenza compresa. Occorre essere un corporate efficiente per vincere un campionato. Ciò che io e soprattutto Gazidis stiamo facendo è costruire un'organizzazione stabile per il Milan. Tanti tifosi non capiscono cosa significhi gestire un club come le regole del FFP: non vogliamo essere puniti ancora. Nel gestire un club faccio un paragone con la Scala, sono stato nel board per 9 anni: la cosa più difficile da gestire sono le prime donne, i cantanti come i calciatori. Abbiamo membri indipendenti, io ad esempio non sono un dipendente di Elliott. E poi abbiamo alcuni milanisti vogliamo persone che amino il Milan. FFP? Il modello dell'Uefa è diverso dal meccanismo usato dalla NBA. Se posso fare una critica al FFP: oggi cristallizza la situazione. Se sei un club che sta vincendo, il tuo futuro è vincente e pieno di sponsor, altrimenti la strada è davvero molto lunga. Il FFP cambierà, tutto è in evoluzione".

Riassumendo :

-modello ajax;
-per tornare ai vertici ci vorrà un'eternità;
-fiducia a gazidis.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
159,964
Reaction score
10,463
Scaroni in una videoconferenza con con il portale di diritto sportivo Olympialex.

"Ivan Gazidis, un professionista del mondo del calcio, è stato il benvenuto. Si occupa di tre aree: la prima è costruire una squadra giovane, con giocatori giovani e che giochino un calcio veloce, più veloce rispetto a quello che si vede abitualmente in Italia, più simile al modello inglese o a quello dell'Ajax. La seconda area riguarda il nuovo stadio: San Siro ha un grande nome, ma è totalmente obsoleto per il calcio. La terza area sono gli sponsor: il Milan ne ha bisogno, senza risultati non arrivano gli sponsor e senza sponsor non arrivano i risultati. La squadra?Credo siamo la più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, probabilmente Giampaolo non è stata una scelta fortunata. Credo che siamo la squadra più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, Giampaolo non è stata una scelta fortunata. La maggior parte degli errori è dietro di noi, non davanti a noi. vogliamo riportare il Milan dove merita. Il campionato? La mia posizione è chiara, l'ho espressa anche in Lega: voglio finire il campionato. Vogliamo arrivare alla fine di questo campionato, è possibile e fattibile. La decisione finale non spetta né alla Lega né ai club, ma al governo.Il Milan brand Milan? abbiamo più tifosi di ogni altro club italiano e siamo nella top-5 in Europa, anche se non vinciamo da tempo. In Indonesia, per esempio, abbiamo 5 milioni di fan. Dobbiamo fare bene sul lato sportivo, ma la vera sfida è conquistare i nuovi tifosi in luoghi come Cina, Indonesia e Pakistan. Le partite vengono vinte da giocatori e allenatori, i campionati da tutto il club, dirigenza compresa. Occorre essere un corporate efficiente per vincere un campionato. Ciò che io e soprattutto Gazidis stiamo facendo è costruire un'organizzazione stabile per il Milan. Tanti tifosi non capiscono cosa significhi gestire un club come le regole del FFP: non vogliamo essere puniti ancora. Nel gestire un club faccio un paragone con la Scala, sono stato nel board per 9 anni: la cosa più difficile da gestire sono le prime donne, i cantanti come i calciatori. Abbiamo membri indipendenti, io ad esempio non sono un dipendente di Elliott. E poi abbiamo alcuni milanisti vogliamo persone che amino il Milan. FFP? Il modello dell'Uefa è diverso dal meccanismo usato dalla NBA. Se posso fare una critica al FFP: oggi cristallizza la situazione. Se sei un club che sta vincendo, il tuo futuro è vincente e pieno di sponsor, altrimenti la strada è davvero molto lunga. Il FFP cambierà, tutto è in evoluzione".

.
 

7AlePato7

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
18,218
Reaction score
4,831
Scaroni in una videoconferenza con con il portale di diritto sportivo Olympialex.

"Ivan Gazidis, un professionista del mondo del calcio, è stato il benvenuto. Si occupa di tre aree: la prima è costruire una squadra giovane, con giocatori giovani e che giochino un calcio veloce, più veloce rispetto a quello che si vede abitualmente in Italia, più simile al modello inglese o a quello dell'Ajax. La seconda area riguarda il nuovo stadio: San Siro ha un grande nome, ma è totalmente obsoleto per il calcio. La terza area sono gli sponsor: il Milan ne ha bisogno, senza risultati non arrivano gli sponsor e senza sponsor non arrivano i risultati. La squadra?Credo siamo la più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, probabilmente Giampaolo non è stata una scelta fortunata. Credo che siamo la squadra più giovane della Serie A. Abbiamo fatto alcuni errori, abbiamo cambiato allenatore a inizio stagione, Giampaolo non è stata una scelta fortunata. La maggior parte degli errori è dietro di noi, non davanti a noi. vogliamo riportare il Milan dove merita. Il campionato? La mia posizione è chiara, l'ho espressa anche in Lega: voglio finire il campionato. Vogliamo arrivare alla fine di questo campionato, è possibile e fattibile. La decisione finale non spetta né alla Lega né ai club, ma al governo.Il Milan brand Milan? abbiamo più tifosi di ogni altro club italiano e siamo nella top-5 in Europa, anche se non vinciamo da tempo. In Indonesia, per esempio, abbiamo 5 milioni di fan. Dobbiamo fare bene sul lato sportivo, ma la vera sfida è conquistare i nuovi tifosi in luoghi come Cina, Indonesia e Pakistan. Le partite vengono vinte da giocatori e allenatori, i campionati da tutto il club, dirigenza compresa. Occorre essere un corporate efficiente per vincere un campionato. Ciò che io e soprattutto Gazidis stiamo facendo è costruire un'organizzazione stabile per il Milan. Tanti tifosi non capiscono cosa significhi gestire un club come le regole del FFP: non vogliamo essere puniti ancora. Nel gestire un club faccio un paragone con la Scala, sono stato nel board per 9 anni: la cosa più difficile da gestire sono le prime donne, i cantanti come i calciatori. Abbiamo membri indipendenti, io ad esempio non sono un dipendente di Elliott. E poi abbiamo alcuni milanisti vogliamo persone che amino il Milan. FFP? Il modello dell'Uefa è diverso dal meccanismo usato dalla NBA. Se posso fare una critica al FFP: oggi cristallizza la situazione. Se sei un club che sta vincendo, il tuo futuro è vincente e pieno di sponsor, altrimenti la strada è davvero molto lunga. Il FFP cambierà, tutto è in evoluzione".
Il vostro modello è non cacciare un euro, inutile girarci attorno millantando di emulare paradigmi calcistici esotici che ormai non funzionano più (Ajax). Avete rotto: tu, il tuo compare sudafricano e la combriccola di presunti filologi e pseudo conoscitori di calcio e alta finanza di cui vi siete circondati. Sciò.
 

Goro

Senior Member
Registrato
7 Febbraio 2017
Messaggi
7,622
Reaction score
477
Il modello Ajax è il sogno di tutti quelli che vogliono speculare, riuscire ad attuarlo è un altra cosa poi, pagliacci
 
Alto
head>