Rocco Siffredi denunciato per molestie

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,892
Reaction score
29,876
Rocco Siffredi è stato denunciato da una giornalista per molestie sessuali, in seguito a una serie di messaggi inappropriati e presunte violenze verbali.

La giornalista ha fornito alla polizia le chat di WhatsApp come prova delle molestie. L'incontro tra i due è avvenuto il 15 marzo all'Hotel Parco dei Principi a Roma, dopo mesi di contatti iniziali definiti dalla giornalista come "colloquiali" e "gentili". Dopo l'intervista, Siffredi ha continuato a inviare messaggi insistenti alla giornalista, complimentandosi con lei e facendo commenti sulla sua femminilità. In seguito, sono nati dei contrasti sui contenuti dell'intervista, con Siffredi che ha espresso il suo disappunto per alcuni passaggi e ha chiesto di eliminarli.

Dopo la pubblicazione dell'intervista, Siffredi ha contattato nuovamente la giornalista e le ha inviato una serie di insulti e allusioni alla sua vita sessuale. La giornalista ha risposto e lo ha avvertito che, se avesse continuato, sarebbe stata costretta a denunciarlo. Siffredi si è poi scusato, ma la giornalista ha comunque deciso di procedere con la denuncia. A causa del forte stato ansioso e dei crampi addominali causati dal comportamento di Siffredi, la giornalista ha dovuto rivolgersi al suo medico curante.
 
Registrato
18 Settembre 2017
Messaggi
15,163
Reaction score
6,405
Premesso che Siffredi mi fa schifo,ma fare un complimento invece che fare piacere disgusta?

Mai visto una donna che se gli fai i complimenti si schifa....anzi.

Poi magari gli avrà detto che ha un bel c... O belle tette o belle cosce. Ma nessuna si schifa.

Diverso se la voleva ingroppare, ma anche qua molte se chiesto con garbo si lusingano,non ti vanno mica a denunciare.

Diciamo che era in cerca di pubblicità e di notorietà.
 

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
41,564
Reaction score
22,554
Rocco Siffredi è stato denunciato da una giornalista per molestie sessuali, in seguito a una serie di messaggi inappropriati e presunte violenze verbali.

La giornalista ha fornito alla polizia le chat di WhatsApp come prova delle molestie. L'incontro tra i due è avvenuto il 15 marzo all'Hotel Parco dei Principi a Roma, dopo mesi di contatti iniziali definiti dalla giornalista come "colloquiali" e "gentili". Dopo l'intervista, Siffredi ha continuato a inviare messaggi insistenti alla giornalista, complimentandosi con lei e facendo commenti sulla sua femminilità. In seguito, sono nati dei contrasti sui contenuti dell'intervista, con Siffredi che ha espresso il suo disappunto per alcuni passaggi e ha chiesto di eliminarli.

Dopo la pubblicazione dell'intervista, Siffredi ha contattato nuovamente la giornalista e le ha inviato una serie di insulti e allusioni alla sua vita sessuale. La giornalista ha risposto e lo ha avvertito che, se avesse continuato, sarebbe stata costretta a denunciarlo. Siffredi si è poi scusato, ma la giornalista ha comunque deciso di procedere con la denuncia. A causa del forte stato ansioso e dei crampi addominali causati dal comportamento di Siffredi, la giornalista ha dovuto rivolgersi al suo medico curante.

Siffredi:

"Esce l'articolo in versione online e mi accorgo che aveva scritto tutto il contrario di quello che ci eravamo detti in hotel. Il titolo era terribile. La produzione è intervenuta e lo ha fatto togliere dal web. La giornalista mi ha chiesto gentilmente di salvare l'intervista, di non buttarla e io le ho detto subito sì, autorizzandola a pubblicarla. Da qui la cosa è degenerata. Due ore dopo esce l'intervista online e nuovamente leggo un contenuto diverso dalle mie parole e un titolo assolutamente non aderente alla realtà dei fatti. Non ho mai detto di non riconoscermi in Alessandro Borghi, il protagonista della serie che interpreta il mio personaggio. mi ha risposto che era necessario fare un titolo forte per dare risalto al pezzo. A quel punto non ci sono più stato. Mi sono molto incazzato e, certamente sbagliando, ho usato nei confronti della giornalista parole molto offensive. Parole che le ho mandato con un vocale su WhatsApp. Volgarmente le ho consigliato di fare più sesso perché le avrebbe fatto bene. L'ho richiamata subito per scusarmi. Mi ha risposto che non ci sarebbe stato nessun problema, perché mi avrebbe querelato.
Nessuna avance: durante tutta l'intervista lei non faceva altro che parlare di sesso, mi chiedeva consigli sessuali e faceva molte allusioni. Ma ora tu veramente lo fai solo con tua moglie? Non sei più dipendente dal sesso? Diceva di essere una molto forte a letto. "Rocco tu sei un vero uomo...", una provocazione continua. Poi mi hanno chiesto di unirmi con la sua amica, la sera, per la festa di compleanno e io ho declinato l'invito. Ci sono le telecamere, le registrazioni.
L'unica spiegazione che riesco a darmi è che abbia voluto farmela pagare per quella frase che le ho detto. L'unico contatto c'è stato solo per il saluto di congedo. Due baci sulla guancia e nulla di più. Per me la signora è esistita un'ora. Lei ora avrà la sua gloria e io devo prendermi la ***** addosso per una cosa che non ho fatto. Mi fa una gran pena. Perché su tutti i siti leggo Siffredi il molestatore e della signora non c'è traccia del nome?"
 
Ultima modifica:

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
41,564
Reaction score
22,554
Siffredi:

"Esce l'articolo in versione online e mi accorgo che aveva scritto tutto il contrario di quello che ci eravamo detti in hotel. Il titolo era terribile. La produzione è intervenuta e lo ha fatto togliere dal web. La giornalista mi ha chiesto gentilmente di salvare l'intervista, di non buttarla e io le ho detto subito sì, autorizzandola a pubblicarla. Da qui la cosa è degenerata. Due ore dopo esce l'intervista online e nuovamente leggo un contenuto diverso dalle mie parole e un titolo assolutamente non aderente alla realtà dei fatti. Non ho mai detto di non riconoscermi in Alessandro Borghi, il protagonista della serie che interpreta il mio personaggio. mi ha risposto che era necessario fare un titolo forte per dare risalto al pezzo. A quel punto non ci sono più stato. Mi sono molto incazzato e, certamente sbagliando, ho usato nei confronti della giornalista parole molto offensive. Parole che le ho mandato con un vocale su WhatsApp. Volgarmente le ho consigliato di fare più sesso perché le avrebbe fatto bene. L'ho richiamata subito per scusarmi. Mi ha risposto che non ci sarebbe stato nessun problema, perché mi avrebbe querelato.
Nessuna avance: durante tutta l'intervista lei non faceva altro che parlare di sesso, mi chiedeva consigli sessuali e faceva molte allusioni. Ma ora tu veramente lo fai solo con tua moglie? Non sei più dipendente dal sesso? Diceva di essere una molto forte a letto. "Rocco tu sei un vero uomo...", una provocazione continua. Poi mi hanno chiesto di unirmi con la sua amica, la sera, per la festa di compleanno e io ho declinato l'invito. Ci sono le telecamere, le registrazioni.
L'unica spiegazione che riesco a darmi è che abbia voluto farmela pagare per quella frase che le ho detto. L'unico contatto c'è stato solo per il saluto di congedo. Due baci sulla guancia e nulla di più. Per me la signora è esistita un'ora. Lei ora avrà la sua gloria e io devo prendermi la ***** addosso per una cosa che non ho fatto. Mi fa una gran pena. Perché su tutti i siti leggo Siffredi il molestatore e della signora non c'è traccia del nome?"

Più che vendetta per l'articolo o il messaggio mi sembra una vendetta perché Siffredi ha declinato l'invito con l'amica e lei non è riuscita ad assaggiare la mega zucchina. Possibile che non si sappia chi sia questa ninfomane?
 

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
41,564
Reaction score
22,554
La giornalista che avrebbe chiesto di uscire a Siffredi è Alisa Toaff di AdnKronos. Lei continua ad accusare Siffredi di sessismo.

Una delle offese sarebbe "Secondo me ti manca il c..."

alisa-toaff-1968037.png
 
Alto
head>