Rispetto dei tifosi e Comunicazione con la C maiuscola

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
21,938
Reaction score
17,640
Buon pomeriggio.
Ho deciso di aprire questo argomento di discussione quasi per sfogo più che altro, poiché sono convinto che in tanti - se non tutti - saranno d'accordo con me.
Avrete capito dal titolo di cosa vorrei discutere con voi.

La cosa che più mi fa imbufalire, rammaricare, e che lentamente mi ha portato a disaffezionarmi alle sorti della squadra quest'anno è la comunicazione carente (o farei meglio a dire nulla) da parte della dirigenza/proprietà del Milan.
Questo sentimento è nato piano piano a partire dall'anno scorso mentre Maldini scivolava via lentamente e inesorabilmente dal mondo Milan e mentre Pioli, tremendamente in difficoltà, doveva spiegare le ragioni di una doppia sconfitta in un derby di Champions praticamente mai disputato.
Da lì in poi, il trend non è affatto migliorato. Durante la stagione poche sono state le apparizioni dei nostri dirigenti davanti alle telecamere (tranne Scaroni a dire il vero, ma non è che conti molto, almeno non nella parte sportiva).

Verso la fine della stagione però c'è stato un cambio di rotta abbastanza significativo che mi ha fatto preferire la prima modalità di comunicazione, quella carente quasi nulla.
Qualche episodio mi ha fatto veramente domandare a me stesso "ma questi ci sono, o ci fanno?", perché davvero mi è sembrato che qualsiasi cosa dicessero o facessero, sembrava fatta ad hoc per trollare e fare imbestialire ancora di più il povero tifoso.
A cominciare da Furlani che dopo il derby, sorridente, è stato chiamato a commentare la stagione e la sconfitta che ha consegnato il 20° scudetto nelle mani dei cugini (io ancora tremo di rabbia al pensiero).
O da Scaroni che ha detto che "ogni tanto ci piacerebbe vincere un derby".
In seguito non hanno fatto scalpore nel mondo del calcio italiano le parole del proprietario del Milan Jerry Cardinale - ma a mio avviso avrebbero dovuto - il quale ha spiegato la sua NON visione di calcio italiano, dicendo che in pratica è meglio che il Milan non vinca ogni anno perché "altrimenti la competizione diventa noiosa". Parole che a me sinceramente hanno fatto gelare il sangue nelle vene.
Infine passiamo agli ultimi episodi che stanno ispirando questo flusso di coscienza: Leao vestito da Spiderman e il post "criptico" (io direi più no-sense nella più stretta accezione del termine) di Ibrahimovic.
E non menziono neanche tutti quegli articoli (del tipo "Il Milan va su Fonseca perché non chiede la luna" cit. ) dettati palesemente dai dirigenti del Milan alla stampa.

Se poi a questo sommiamo la vigliaccata di voler annunciare il nuovo allenatore solo a campionato finito e con Milanello e Casa Milan chiusi mi viene da chiedermi: "ma cosa ho fatto di male io tifoso per essere preso in giro così?"

Davvero non riesco a spiegarmi perché questa dirigenza faccia di tutto per prendere in giro i propri tifosi (i propri partners, direbbe qualcuno) apparentemente senza alcun motivo.
E in questo caso specifico non è l'aver preso Fonseca piuttosto che Antonio Conte o Guirassy piuttosto che Zirkzee, ma proprio il modo di operare a livello di comunicazione. Una comunicazione in alcuni casi assente o in altri casi volutamente offensiva nei confronti del tifoso rossonero.

Ho due domande al riguardo, e vorrei qualche feedback da voi.

1. secondo voi lo fanno apposta?
2. che cosa ci guadagnano nel dire certe scemenze?

E ti poni pure la domanda ?

Secondo te gente plurilaureata ad Harvarde, che inginocchia nazioni intere, è stupida ?

Non ti devi porre la domanda su cosa ci guadagnano. CI GUADAGNANO, stop.

Domandati se mai sul come i tifosi si fanno sodomizzare così facilmente -- e ripetutamente. Non importa che vai lontano, basta leggere qui dentro certe linee di pensiero da un anno ad un altro.
 
Registrato
7 Gennaio 2021
Messaggi
7,497
Reaction score
3,683
Son d’accordo, comunicazione da serie C.

Scegli fonseca?
Imposti una conferenza stampa in cui elenchi DATI reali sui quali hai basato la tua scelta, giusta o sbagliata che sia. In prima linea Moncada Ibra e Furlani, tutti e 3 devono dire davanti alla tv che è la loro migliore scelta. Troppo facile fare un passo indietro e buttare fonseca in pasto alle future delusioni. Devi fare una comunicazione forte, se ci credi, ti metti in discussione pari a lui se fallisce perché lo hai scelto e voluto tu tra tanti. Fonseca scelto ha uno stile elegante di comunicazione? Perché ha fatto 20 clean sheet anno scorso? Perché allena due giocatori che hai chiuso sul calciomercato e questa scelta facilita il loro inserimento? Perche è un professionista equilibrato e un uomo squadra (= non ci rompe le pelotas sul mercato) insomma qualsiasi sia la motivazione che li ha portati a sceglierlo.

Se no la gente pensa che sia perché quello che costa meno e se non dai versioni alternative ufficiali la realtà percepita resta quella. Anche tra gli stessi giocatori, che alla prima difficoltà lo delegittiranno
 
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
11,308
Reaction score
2,814
Ma io mi chiedo: questi fantomatici tifosi 2.0, tifosi occasionali ecc. perchè dovrebbero guardare il Milan dei mediocri e di Fonsega, invece di guardare, chennesò il Real Madrid o, rimanendo in Italia, l'Inter, Juve, Napoli?
Perlomeno le squadre citate danno un minimo di entusiasmo ai proprio tifosi o almeno danno la sensazione di cercare di vincere piuttosto che un Milan rassegnato già a Maggio dell'anno prima...
l'unica è il real che può dare soddisfazioni con costanza
 

mil77

Senior Member
Registrato
3 Febbraio 2017
Messaggi
10,854
Reaction score
1,757
posso solo rispondere all'ultima, per me il tifoso 2.0 non si affeziona troppo come faremmo noi.
E' piu simile ad un turista, un appassionato di cinema, un modaiolo. Insomma è un consumatore che segue il Milan per passare il tempo. Da nicchia, diventiamo intrattenimento in larga scala.
Un bel boost lo daranno i vip esposti in vetrina, se mai ci sarà lo stadio.
Che poi vista la dimensione (attuale) del Milan, rispetto le altre è sempre possibile vincere (ogni morte di papa)
Ecco bravo, per loro i tifosi non sono quelli che seguono il Milan sempre....loro vogliono sempre più occasionali...gente che va allo stadio max 2/3 volte l'anno che pertanto è disposta a spendere di più per i biglietti, che non va solo a vedersi la partita ma va anche a casa Milan a fare acquisti, va a visitare il museo, va a mangiare al ristorante del Milan.
Senza contare che tra gli spettatori che vanno allo stadio e che vanno a casa Milan ci sono sempre più stranieri....negli ultimi due anni la presenza degli stranieri allo stadio è letteralmente esplosa...Io vedo il giro per Milano stranieri con borse del Milan piene di roba, ma tipo di spendere 1000 euro...
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
61,177
Reaction score
27,336
Ecco bravo, per loro i tifosi non sono quelli che seguono il Milan sempre....loro vogliono sempre più occasionali...gente che va allo stadio max 2/3 volte l'anno che pertanto è disposta a spendere di più per i biglietti, che non va solo a vedersi la partita ma va anche a casa Milan a fare acquisti, va a visitare il museo, va a mangiare al ristorante del Milan.
Senza contare che tra gli spettatori che vanno allo stadio e che vanno a casa Milan ci sono sempre più stranieri....negli ultimi due anni la presenza degli stranieri allo stadio è letteralmente esplosa...Io vedo il giro per Milano stranieri con borse del Milan piene di roba, ma tipo di spendere 1000 euro...
Perfetto.
E tu immagina se un Milan in modalità troglodita potrebbe far presa su uno straniero.
Assolutamente no.
Quindi questa linea è voluta.
 
Registrato
22 Agosto 2015
Messaggi
4,282
Reaction score
1,658
Buon pomeriggio.
Ho deciso di aprire questo argomento di discussione quasi per sfogo più che altro, poiché sono convinto che in tanti - se non tutti - saranno d'accordo con me.
Avrete capito dal titolo di cosa vorrei discutere con voi.

La cosa che più mi fa imbufalire, rammaricare, e che lentamente mi ha portato a disaffezionarmi alle sorti della squadra quest'anno è la comunicazione carente (o farei meglio a dire nulla) da parte della dirigenza/proprietà del Milan.
Questo sentimento è nato piano piano a partire dall'anno scorso mentre Maldini scivolava via lentamente e inesorabilmente dal mondo Milan e mentre Pioli, tremendamente in difficoltà, doveva spiegare le ragioni di una doppia sconfitta in un derby di Champions praticamente mai disputato.
Da lì in poi, il trend non è affatto migliorato. Durante la stagione poche sono state le apparizioni dei nostri dirigenti davanti alle telecamere (tranne Scaroni a dire il vero, ma non è che conti molto, almeno non nella parte sportiva).

Verso la fine della stagione però c'è stato un cambio di rotta abbastanza significativo che mi ha fatto preferire la prima modalità di comunicazione, quella carente quasi nulla.
Qualche episodio mi ha fatto veramente domandare a me stesso "ma questi ci sono, o ci fanno?", perché davvero mi è sembrato che qualsiasi cosa dicessero o facessero, sembrava fatta ad hoc per trollare e fare imbestialire ancora di più il povero tifoso.
A cominciare da Furlani che dopo il derby, sorridente, è stato chiamato a commentare la stagione e la sconfitta che ha consegnato il 20° scudetto nelle mani dei cugini (io ancora tremo di rabbia al pensiero).
O da Scaroni che ha detto che "ogni tanto ci piacerebbe vincere un derby".
In seguito non hanno fatto scalpore nel mondo del calcio italiano le parole del proprietario del Milan Jerry Cardinale - ma a mio avviso avrebbero dovuto - il quale ha spiegato la sua NON visione di calcio italiano, dicendo che in pratica è meglio che il Milan non vinca ogni anno perché "altrimenti la competizione diventa noiosa". Parole che a me sinceramente hanno fatto gelare il sangue nelle vene.
Infine passiamo agli ultimi episodi che stanno ispirando questo flusso di coscienza: Leao vestito da Spiderman e il post "criptico" (io direi più no-sense nella più stretta accezione del termine) di Ibrahimovic.
E non menziono neanche tutti quegli articoli (del tipo "Il Milan va su Fonseca perché non chiede la luna" cit. ) dettati palesemente dai dirigenti del Milan alla stampa.

Se poi a questo sommiamo la vigliaccata di voler annunciare il nuovo allenatore solo a campionato finito e con Milanello e Casa Milan chiusi mi viene da chiedermi: "ma cosa ho fatto di male io tifoso per essere preso in giro così?"

Davvero non riesco a spiegarmi perché questa dirigenza faccia di tutto per prendere in giro i propri tifosi (i propri partners, direbbe qualcuno) apparentemente senza alcun motivo.
E in questo caso specifico non è l'aver preso Fonseca piuttosto che Antonio Conte o Guirassy piuttosto che Zirkzee, ma proprio il modo di operare a livello di comunicazione. Una comunicazione in alcuni casi assente o in altri casi volutamente offensiva nei confronti del tifoso rossonero.

Ho due domande al riguardo, e vorrei qualche feedback da voi.

1. secondo voi lo fanno apposta?
2. che cosa ci guadagnano nel dire certe scemenze?
Nella tua domanda c’è già la risposta. L’allenatore è il parafulmine, quello che se il mercato è stato fatto alla caxxo, allora l’allenatore è anche manager ed ha avvallato gli acquisti, se la squadra va male deve presentarsi davanti alle telecamere da solo, se lo spogliatoio insorge, deve arrangiarsi.

Dopo che è stato cacciato Maldini, per i motivi che quasi tutti hanno capito, era chiaro come il sole che Pioli fosse un “morto che cammina”, era solo questione di tempo.

La nostra dirigenza non solo non sa nulla di questioni di campo, ma non ha neanche interesse a saperne, guardano i numeri e basta, e fin che si chiude in attivo il bilancio va tutto bene.
Probabilmente neanche capiscono perché i tifosi siano infuriati per Fonseca o per i 4 scappati di casa che prenderanno in questa campagna acquisti pagandoli 20 mln ciascuno.
 
Registrato
8 Maggio 2016
Messaggi
5,281
Reaction score
1,399
Il Milan dopo una pessima stagione scorsa, ne ha fatta una orripilante quest'anno. E gran parte dei tifosi sono stati zitti prima, durante e dopo.

Quindi direi che la comunicazione del Milan funziona. E' forse l'unica cosa che funziona. Hanno tirato su un apparato mediatico che fa quasi paura a quello gobbo.

Io è la cosa che odio di più di questo Milan, ma tristemente devo ammettere che ha funzionato.

Fino a che non ci siamo schiantati contro Roma e Inter, questa proprietà a parole e fatti ha avuto quasi sempre il supporto di gran parte dei tifosi del Milan. Pure certe critiche sono sempre state fatte con un velato giustificazionismo o con la demonizzazione degli avversari (altro velato giustificazionismo di chi vuole spostare l'attenzione dall'incapacità dei nostri su altro).
Guarda io non nego di essere stato ottimista l'altr'anno fino a prima del derby.
Comunque gli ho dato il beneficio del dubbio. Poi mi sono reso conto, tardi, ma mi sono reso conto di cosa stava accadendo.


E comunque sia un'altra delle cose che mi fa più innervosire è che ci abbiano messo uno contro l'altro manco fosse politica.
Le fazioni...
Eppure dovremmo essere tutti dalla stessa parte, quella del Milan.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
21,938
Reaction score
17,640
Guarda io non nego di essere stato ottimista l'altr'anno fino a prima del derby.
Comunque gli ho dato il beneficio del dubbio. Poi mi sono reso conto, tardi, ma mi sono reso conto di cosa stava accadendo.


E comunque sia un'altra delle cose che mi fa più innervosire è che ci abbiano messo uno contro l'altro manco fosse politica.
Le fazioni...
Eppure dovremmo essere tutti dalla stessa parte, quella del Milan.

Non possiamo essere dalla stessa parte, dato che prima la pensavi in un modo e poi in un altro. L'hai appena scritto tu.

Se io ti indico un nemico e tu invece gli dai credito, secondo te come posso condividerti ?

Forse dalla stessa parte lo siamo ora, non prima. Perciò non capisco come puoi essere nervoso.
 
Registrato
8 Maggio 2016
Messaggi
5,281
Reaction score
1,399
Non possiamo essere dalla stessa parte, dato che prima la pensavi in un modo e poi in un altro. L'hai appena scritto tu.

Se io ti indico un nemico e tu invece gli dai credito, secondo te come posso condividerti ?

Forse dalla stessa parte lo siamo ora, non prima. Perciò non capisco come puoi essere nervoso.
Posso esserlo eccome riguardo questa cosa.
Innanzitutto perché non è di per sé normale il fatto che una tifoseria sia spaccata.
Poi perché questa scissione è sorta comunque da un ennesimo scossone societario, ho perso il conto di quanti avvicendamenti ci sono stati, una cosa assolutamente anomala.
E poi perdona, un conto è avere divergenze come esistono in tutte le tifoserie e fanbase, un conto è essere letteralmente tutti contro tutti.
Forse la tifoseria è unita adesso nella disgrazia come non lo è mai stata.

Comunque non mi sembra così assurdo concedere il beneficio del dubbio ad una squadra una stagione.
Onestamente quando parlo della mia curiosità verso questa squadra l'anno scorso non era di certo verso il coach o il team integrato, sui quali non ho mai avuto neanche il minimo dubbio che sarebbe stato un buco nell'acqua.
Davo una chance solo a questo mercato e ad alcuni giocatori che abbiamo preso (la cosa buffa è che hanno reso oltre le aspettative solo quelli cui non davo un euro :asd: ).

Le cose non fatte alla luce del sole portano a innumerevoli ragionevoli dubbi.
 

Ruuddil23

Senior Member
Registrato
27 Gennaio 2017
Messaggi
7,161
Reaction score
1,577
Il Milan dopo una pessima stagione scorsa, ne ha fatta una orripilante quest'anno. E gran parte dei tifosi sono stati zitti prima, durante e dopo.

Quindi direi che la comunicazione del Milan funziona. E' forse l'unica cosa che funziona. Hanno tirato su un apparato mediatico che fa quasi paura a quello gobbo.

Io è la cosa che odio di più di questo Milan, ma tristemente devo ammettere che ha funzionato.

Fino a che non ci siamo schiantati contro Roma e Inter, questa proprietà a parole e fatti ha avuto quasi sempre il supporto di gran parte dei tifosi del Milan. Pure certe critiche sono sempre state fatte con un velato giustificazionismo o con la demonizzazione degli avversari (altro velato giustificazionismo di chi vuole spostare l'attenzione dall'incapacità dei nostri su altro).
E' esattamente come dici, mi è capitato di sentirmi dire da milanisti che conosco di "rosa incredibilmente migliorata quest'anno", "proprietà ambiziosa" e "operato positivo di questa società" e non scherzo. E non parliamo di ragazzini abituati alla mediocrità ma di gente anche più attempata di me.
Cose dette anche dopo lo schianto con roma e inter eh!
 
Alto
head>