Qualificazioni mondiali Brasile 2014

  • Ultimi post
  • Ultime notizie

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
FIFA_World_Cup_2014_Logo.png


Si seguiranno il cammino di tutte le nazionali per arrivare al mondiale 2014, che si avrà lugo in Brasile. Quest'ultimo, ovviamente, già qualificato.

FIFA-World-cup-2014-qualification-groups-UEFA-European-zone-Brazil.jpg
 
.

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
Hai visto eje il caro vecchio tifo'o pensava a te ed a penny, mentre apriva il topic :fuma:
 
Ultima modifica:

esjie

New member
Beh, cominciamo ad aggiornare un po' alla volta. Al momento ho poca voglia di scrivere per cui partiamo dall'Oceania :fuma:.

Riepologando: abbiamo vissuto emozioni INTENSISSIME, che mai ci saremo aspettati, difficili da pronosticare, eppure noi soci lo sapevamo. Sapevamo che quel continente remoto aveva le potenzialità per farci vivere tali trepidazioni, prima o poi sarebbero arrivate. Mentre il nostro caro stivale veniva sepolto da coltri di nebbia, in quel di Toleafoa, immerso nella vallata, il Blatter Stadium ospitava il quadrangolare delle meraviglie, composto dai padroni di casa Samoani, fieri sottoufficiali del Colonnelo, i cugini poveri, detti anche Americani e altre 2 compagini, Tonga e Isole Cook. Abbiamo narrato orgogliosamente e con fibrillazione le gesta dei cugini poveri, di cui null'altro mi pare ci sia bisogno di aggiungere: http://milanworld.forumfree.it/?t=55360826&st=120.
In seguito pochi mesi fà abbiamo assistito a un altro evento sconcertante (nel senso positivo). L'OFC Nations Cup, a cui rimando nuovamente nel vecchio foro: http://milanworld.forumfree.it/?t=61787717, conclusasi con una finale storica del tutto inedita.

Bene, finita la sbornia del torneo continentale è arrivato il momento della verità. Tante domande ci frullano in testa, a cominciare da:

I Kiwi si riprenderanno dopo la batosta, anzi la MAZZATA EPICA? e anche...
Thaiti, l'isola di Papeete, quella dove ci fanno la compilation truzza, saprà riconfermarsi al vertice? e poi...
La Nuova Caledonia, squadra, a parer mio, col maggior potenziale per contrastare la Nuova Zelanda, si scrollerà di dosso la nomea di Bella Perdente?
Le Isole Salomone, che a quanto pare, figureranno da comparsa, che intendono fare? A chi daranno più fastidio?

Non sottovalutiamo questo disordinato pezzo di mondo signori, se le premesse sono state queste, aspettiamoci grande battaglia. Per la prima volta sarà un torneo diverso, combattuto, imprevedibile.

Prima giornata: 7 settembre, la riproposizione delle semifinali

Isole Salomone-Thaiti ; Nuova Caledonia-Nuova Zelanda

Seconda giornata: 11 settembre, si rivive il dramma

Nuova Zelanda-Isole Salomone; Thaiti-Nuova Caledonia
 

esjie

New member
Andiamo avanti. Asia.

Dunque, un annetto fà, narravamo le imprese Laotiane andarano in frantumi coi giganti Cinesi. Sorpassata la formalità dei primi 2 turni preliminari, nel terzo turno, prima fase a gironi, giocatosi l'autunno scorso con ultima giornata a fine febbraio, abbiamo assistito ad altrettanti sconcertanti eventi. In primis la prematura eliminazione dell'Arabia Saudita di Rijkaard a favore dei cugini meridionali dell'Oman. L'ascesa della Giordania, quella del Libano, che ha fatto fuori in un solo colpo Kuwait ed Emirati e si è pure tolto lo sfizio di battere la Sud Corea, l'eliminazione del Bahrain, fatto fuori dai fratelli Qatarresi, l'addio alla meteora Nordcoreana.
Siamo arrivati al celebre doppio gruppo, da cui sbocceranno le 4 qualificate, più una eventuale 5a. Nelle prime 2-3 partite son partiti bene Giappone e Corea, l'Australia ha collezionato solo 2 pareggi, bene l'Iran, la Giordania sembra già appassita.

Un solo turno in questo settembre, si gioca l'11:

Gr. A: Libano-Iran; Uzbekistan-Corea del Sud
Gr. B: Giordana-Australia, Giappone-Iraq

Gli Zacmen hanno un occasione imperdibile per allungare in classifica. Gli Aussie vanno in trasferta, ma la Giordania non dovrebbe essere un osso duro, possibilità per ripigliarsi.
Più avvincenti le partite del gruppo A, i padroni di casa dovranno dimostrare di avere fame, soprattutto l'Uzbekistan, occasione per rimettersi in corsa.
 

esjie

New member
CONCACAF

Dopo la routine del primo turno, nel secondo turno abbiamo visto alcune immancabili sorprese. Si qualificano ai danni delle ben più gettonate Trinidad & Tobago e Haiti (che vantano entrambe 1 partecipazione al mondiale) Guyana e Antigua & Barbuda. Dopo le prime 2 giornate del terzo turno non ci sono particolari sorprese, Messico e Panama a punteggio pieno, USA, Jamaica, Costa Rica e Canada 4 punti.

In questo mese, altri 2 turni il 7 e l'11.

Terza giornata

Gr. A: Jamaica-USA; Guatemala-Antigua & Barbuda
Gr.B: El Salvador-Guyana; Costa Rica-Messico
Gr.C: Cuba-Honduras; Canada-Panama

Quarta giornata

il ritorno a campi invertiti

La cosa curiosa è che in tutti e 3 i gruppi le sfide sono tra la prima e la seconda e fra la terza e la quarta. Perciò potremo aspettarci alla fine del turno delle outsider davanti alle teste di serie, e questo può essere un discreto vantaggio per le partite decisive di ottobre.
 

esjie

New member
E infine, per concludere la rassegna esotica, CONMEBOL.

Anche qui, partite il 7 e l'11 Settembre.

Riepiloghiamo anche qui. Già da un annetto è cominciato il gironissimo, l'unico continente che si può permettere di far incrociare tutte le pretendenti, facendo così uscire i veri valori delle squadre alla fine del torneo. Nessuna scusa, partono tutte alla pari.
In queste prime 6 giornate abbiamo visto un Uruguay in ottima forma: 11 punti in 5 partite, unica ancora imbattuta. Abbastanza buono è stato anche l'avvio del Cile, che al momento è primo con 12 punti, ma con 6 partite giocate. Ha risolto le pratiche minori senza troppi affanni ma ha preso 4 pere dalle 2 celesti. Vedremo come si comporterà con le nazionale del suo livello: Colombia ed Ecuador. Queste 2 dal loro canto han fatto un inizio nella norma, 7 e 9 punti in 5 partite e sono al momento nel solito limbo della 4a posizione.
Non ha troppi problemi l'Argentina, 10 punti in 5 partite, quest'anno non ha l'affanno del Brasile, la qualificazione avverrà in scioltezza. Aveva iniziato alla grande il Venezuela battendo l'Argentina e imponendo il pareggio a Barranquilla e Montevideo, deludente però l'ultima uscita casalinga, sconfitta secca 0-2 dal Cile. Tutti i soci si aspettano il salto di qualità dall'unica sudamericana a non aver ancora partecipato al mondiale.
Male, malissimo il Paraguay, irriconoscibile. Battuto in Perù e Bolivia, oltre che a Santiago, 4 punti in 5 partite.

Settima giornata:

Colombia-Uruguay, Ecuador-Bolivia, Argentina-Paraguay, Perù-Venezuela

Ottava giornata:

Cile-Colombia, Uruguay-Ecuador, Paraguay-Venezuela, Perù-Argentina
 

pennyhill

Senior Member
Dieci anni fa il Belgio del c.t. Robert Waseige, si presentava al Mondiale nippo-coreano con una rosa composta in larga maggioranza da giocatori provenienti dal campionato belga, ben 15 su 23.
Marc Wilmots, allora capitano e oggi commissario tecnico, si appresta ad iniziare queste qualificazioni con una rosa che comprende pochissimi giocatori provenienti dal campionato belga, che sono solo 4 su 25 nelle ultime convocazioni per i match con Galles e Croazia.
Se guardiamo la classifica dei trasferimenti più costosi del calciomercato estivo per la stagione 2012/2013, troviamo ben tre Diavoli Rossi: Hazard, Witsel e Dembélé, solo il Brasile ha fatto meglio, piazzando quattro giocatori.
Nella stagione 2002/03 in quello che probabilmente è il campionato più importante d’Europa, ossia la Premier League inglese, Nico Vaesen, portiere titolare del Birmingham, e il 18enne Jonathan Blondel, che con la maglia del Tottenham giocò 11 minuti in tutto il campionato, erano gli unici rappresentati del Belgio. Ricordo anche Branko Strupar (croato con passaporto belga) numero 10 della nazionale agli europei del 2000, che giocava in First Division nel retrocesso Derby County.
Dieci anni dopo la situazione è molto diversa; ora trovi 13 belgi in Premier League, con giocatori come Kompany e Vermaelen che ricoprono il ruolo di capitano in due delle squadre più importanti, come Manchester City ed Arsenal.
Insomma, tutte ste chiacchiere per illustrare la crescita sicuramente avvenuta di un movimento, che si ripercuote più a livello di esportazione di talenti, che che sui risultati delle squadre di club; i vari Vermaelen, Vertonghen e Hazard, non sanno cosa significhi giocare nel campionato belga, e squadre come Anderlecht, Bruges, Standard, schierano soprattutto stranieri.
Una crescita c’è stata ed è evidente, ma direi che ora è arrivato il momento che tutto questo porti dei benefici anche alla nazionale, con un miglioramento dei risultati. :sisi:
 
Alto
head>
AdBlock Detected

We get it, advertisements are annoying!

Sure, ad-blocking software does a great job at blocking ads, but it also blocks useful features of our website. For the best site experience please disable your AdBlocker.

I've Disabled AdBlock    No Thanks