Prospetto UE: scenario disastroso con nuovi paesi membri

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
34,099
Reaction score
10,189
Oggi Financial Times riporta per la prima volta il documento con le previsioni fatte questa estate dai funzionari UE nel caso di ingresso di nuovi paesi membri con status di candidati, fino a nove contando Balcani occidentali più Ucraina, Georgia e Moldavia con cui arriverebbe a 9 stati aggiuntivi per l'Unione
Non è stata inclusa la Turchia, che ha richiesto anche prima di altri l'inclusione peraltro.

La situazione più invasiva è per ovvi motivi quella ucraina
Kiev, utilizzando le regole del bilancio 2021-2027, arriverebbe a incassare 186 miliardi di euro sui 257 miliardi totali dell'allargamento.

Per quanto riguarda il settore agricolo riceverebbe 96,5 miliardi
Inoltre porterebbe a un taglio di quote, per avere il sistema in equilibrio, del 20% in altri paesi che solo per l'Italia ad esempio significherebbe perdita di 9 miliardi.

Poi riceverebbe 61 miliardi dai fondi di coesione.
Repubblica Ceca, Estonia, Lituania, Slovenia, Cipro e Malta non riceverebbe più fondi di coesione con l'ingresso dei nuovi membri

Le uniche due note positive sono per l'aumento del peso politico con più paesi, per quel che conta non essendo potenze mondiali militari, e per il maggiore mercato interno con ingresso di grande manodopera a basso costo richiesta dalle imprese UE.

Le conclusioni del documento finanziario:

"Tutti gli Stati membri dovranno pagare di più e ricevere di meno dal bilancio dell’UE ; molti Stati membri che attualmente sono beneficiari netti diventeranno contribuenti netti”


In sostanza i paesi più ricchi e popolosi dovranno sostenere spese ingenti, mentre gli altri riceveranno meno o nulla rispetto al passato per far spazio ai nuovi ingressi
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
34,099
Reaction score
10,189
con 9 miliardi in meno per l'Italia solo per l'agricoltura è probabile che anche le mafie si muovano contro i nuovi ingressi
 

Ringhio8

Senior Member
Registrato
14 Febbraio 2020
Messaggi
9,193
Reaction score
3,987
Oggi Financial Times riporta per la prima volta il documento con le previsioni fatte questa estate dai funzionari UE nel caso di ingresso di nuovi paesi membri con status di candidati, fino a nove contando Balcani occidentali più Ucraina, Georgia e Moldavia con cui arriverebbe a 9 stati aggiuntivi per l'Unione
Non è stata inclusa la Turchia, che ha richiesto anche prima di altri l'inclusione peraltro.

La situazione più invasiva è per ovvi motivi quella ucraina
Kiev, utilizzando le regole del bilancio 2021-2027, arriverebbe a incassare 186 miliardi di euro sui 257 miliardi totali dell'allargamento.

Per quanto riguarda il settore agricolo riceverebbe 96,5 miliardi
Inoltre porterebbe a un taglio di quote, per avere il sistema in equilibrio, del 20% in altri paesi che solo per l'Italia ad esempio significherebbe perdita di 9 miliardi.

Poi riceverebbe 61 miliardi dai fondi di coesione.
Repubblica Ceca, Estonia, Lituania, Slovenia, Cipro e Malta non riceverebbe più fondi di coesione con l'ingresso dei nuovi membri

Le uniche due note positive sono per l'aumento del peso politico con più paesi, per quel che conta non essendo potenze mondiali militari, e per il maggiore mercato interno con ingresso di grande manodopera a basso costo richiesta dalle imprese UE.

Le conclusioni del documento finanziario:

"Tutti gli Stati membri dovranno pagare di più e ricevere di meno dal bilancio dell’UE ; molti Stati membri che attualmente sono beneficiari netti diventeranno contribuenti netti”


In sostanza i paesi più ricchi e popolosi dovranno sostenere spese ingenti, mentre gli altri riceveranno meno o nulla rispetto al passato per far spazio ai nuovi ingressi

Ci spero con tutto il cuore, falliamo tutti, sarà un piacere vedere anche i più grandi sostenitori di questa ciofeca europea elemosinare un pezzo di pane
 

Davidoff

Member
Registrato
25 Gennaio 2018
Messaggi
4,124
Reaction score
1,464
Il problema enorme è che l’Italia è strutturalmente incapace di generare una classe politica competente e non venduta alle mafie e agli stati esteri, non fosse per questo metterei subito la firma per far crollare la Ue. Purtroppo allo stato attuale, con 3000 miliardi di debito e la necessità di aumentarlo di continuo per mantenere il carrozzone del welfare, diventeremmo dall’oggi al domani l’Argentina d’Europa.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
20,501
Reaction score
14,628
Oggi Financial Times riporta per la prima volta il documento con le previsioni fatte questa estate dai funzionari UE nel caso di ingresso di nuovi paesi membri con status di candidati, fino a nove contando Balcani occidentali più Ucraina, Georgia e Moldavia con cui arriverebbe a 9 stati aggiuntivi per l'Unione
Non è stata inclusa la Turchia, che ha richiesto anche prima di altri l'inclusione peraltro.

La situazione più invasiva è per ovvi motivi quella ucraina
Kiev, utilizzando le regole del bilancio 2021-2027, arriverebbe a incassare 186 miliardi di euro sui 257 miliardi totali dell'allargamento.

Per quanto riguarda il settore agricolo riceverebbe 96,5 miliardi
Inoltre porterebbe a un taglio di quote, per avere il sistema in equilibrio, del 20% in altri paesi che solo per l'Italia ad esempio significherebbe perdita di 9 miliardi.

Poi riceverebbe 61 miliardi dai fondi di coesione.
Repubblica Ceca, Estonia, Lituania, Slovenia, Cipro e Malta non riceverebbe più fondi di coesione con l'ingresso dei nuovi membri

Le uniche due note positive sono per l'aumento del peso politico con più paesi, per quel che conta non essendo potenze mondiali militari, e per il maggiore mercato interno con ingresso di grande manodopera a basso costo richiesta dalle imprese UE.

Le conclusioni del documento finanziario:

"Tutti gli Stati membri dovranno pagare di più e ricevere di meno dal bilancio dell’UE ; molti Stati membri che attualmente sono beneficiari netti diventeranno contribuenti netti”


In sostanza i paesi più ricchi e popolosi dovranno sostenere spese ingenti, mentre gli altri riceveranno meno o nulla rispetto al passato per far spazio ai nuovi ingressi

"Boomeristi mentecatti, adesso abbiamo il progresso. Mica come prima che eravamo all'età della pietra."

Eravamo la 4^ potenza mondiale prima che i noti criminali cominciassero a svendere il paese alla UE.

Poi quando i fanatici un giorno si ritroveranno senza pensione e con la casa ipotecata, riderò da lassù.
 

Ringhio8

Senior Member
Registrato
14 Febbraio 2020
Messaggi
9,193
Reaction score
3,987
"Boomeristi mentecatti, adesso abbiamo il progresso. Mica come prima che eravamo all'età della pietra."

Eravamo la 4^ potenza mondiale prima che i noti criminali cominciassero a svendere il paese alla UE.

Poi quando i fanatici un giorno si ritroveranno senza pensione e con la casa ipotecata, riderò da lassù.

Oh no, lo spettacolo te lo godrai entro 2 anni, con i fenomeni cerebrolesi che gridano "ha stata la Melonah fassistah"
 
Alto
head>