Procura Roma indaga su ONG Aisha

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
24,258
Reaction score
5,225
La Procura di Roma non è convinta della vicenda Aisha Romano e vuole vederci chiaro riguardando tutti i fascicoli.

L'interrogatorio durato quattro ore con Aisha ha aperto numerosi dubbi

"Mi hanno mandata allo sbaraglio
" ha detto ai magistrati.

A Chakama nella scuoletta della savana forse non era il caso di trovarsi in quelle condizioni.
L’unica bianca.
Senza scorta, senza collaboratori. Abbandonata lì, con la sua straordinaria inesperienza.



Pure la famiglia continua a sospettare qualcosa,anche se formalmente non ha sporto denuncia contro l'onlus con cui la figlia è andata in Kenya comunque ha rotto i rapporti non fidandosi della loro versione.

Aisha non sarebbe dovuta rimanere sola quel giorno,ma con altri due collaboratori almeno.
Perchè l'addetto alla sicurezza è andato via ?
Come facevano i terroristi di Al Shabab a sapere di questo cambio di programma all'ultimo momento ?
Qualcuno li ha informati ?
E' stata venduta ai terroristi ?

Tutto il dossier con certificazioni locali,registrazioni in ambasciata,contratti di assicurazione saranno riesaminati


Lilian Sora della onlus Africa Milele si difende al Corriere della Sera:

"Silvia non è stata mandata da sola a Chakama
È partita con due volontari e ad aspettarli c’era il mio compagno con un altro addetto alla sicurezza, entrambi masai.
Dovevano rientrare a Malindi il 19 novembre e Silvia doveva andare con loro,ma qualcosa andò storto: la ragazza rimase sola a Chakama e il 20 fu rapita.
Qualcuno la spiava,sospetto
che alcuni componenti del commando di Al Shabab abbiano dormito vicino alla nostra casa prima del rapimento”.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
24,258
Reaction score
5,225
se la sua onlus dovesse essere coinvolta (non solo moralmente come ora) sarebbe la fine di tutto il mondo ong con l'Italia.
non dovrebbero più ricevere un centesimo e fiatare in pubblico

fa bene la famiglia a non fidarsi di questa responsabile che se la fa con un masai e lascia una ragazzina da sola alla mercè di terroristi
bisogna essere dei veri incoscienti per lasciare una ragazza da sola in una scuola vicino la savana senza protezioni.
ogni anno rapiscono o uccidono tanti missionari che vivono lì da decenni,figuriamoci una ragazza sprovveduta
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
161,094
Reaction score
10,995
La Procura di Roma non è convinta della vicenda Aisha Romano e vuole vederci chiaro riguardando tutti i fascicoli.

L'interrogatorio durato quattro ore con Aisha ha aperto numerosi dubbi

"Mi hanno mandata allo sbaraglio
" ha detto ai magistrati.

A Chakama nella scuoletta della savana forse non era il caso di trovarsi in quelle condizioni.
L’unica bianca.
Senza scorta, senza collaboratori. Abbandonata lì, con la sua straordinaria inesperienza.



Pure la famiglia continua a sospettare qualcosa,anche se formalmente non ha sporto denuncia contro l'onlus con cui la figlia è andata in Kenya comunque ha rotto i rapporti non fidandosi della loro versione.

Aisha non sarebbe dovuta rimanere sola quel giorno,ma con altri due collaboratori almeno.
Perchè l'addetto alla sicurezza è andato via ?
Come facevano i terroristi di Al Shabab a sapere di questo cambio di programma all'ultimo momento ?
Qualcuno li ha informati ?
E' stata venduta ai terroristi ?

Tutto il dossier con certificazioni locali,registrazioni in ambasciata,contratti di assicurazione saranno riesaminati


Lilian Sora della onlus Africa Milele si difende al Corriere della Sera:

"Silvia non è stata mandata da sola a Chakama
È partita con due volontari e ad aspettarli c’era il mio compagno con un altro addetto alla sicurezza, entrambi masai.
Dovevano rientrare a Malindi il 19 novembre e Silvia doveva andare con loro,ma qualcosa andò storto: la ragazza rimase sola a Chakama e il 20 fu rapita.
Qualcuno la spiava,sospetto
che alcuni componenti del commando di Al Shabab abbiano dormito vicino alla nostra casa prima del rapimento”.

.
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
24,706
Reaction score
4,719
La Procura di Roma non è convinta della vicenda Aisha Romano e vuole vederci chiaro riguardando tutti i fascicoli.

L'interrogatorio durato quattro ore con Aisha ha aperto numerosi dubbi

"Mi hanno mandata allo sbaraglio
" ha detto ai magistrati.

A Chakama nella scuoletta della savana forse non era il caso di trovarsi in quelle condizioni.
L’unica bianca.
Senza scorta, senza collaboratori. Abbandonata lì, con la sua straordinaria inesperienza.



Pure la famiglia continua a sospettare qualcosa,anche se formalmente non ha sporto denuncia contro l'onlus con cui la figlia è andata in Kenya comunque ha rotto i rapporti non fidandosi della loro versione.

Aisha non sarebbe dovuta rimanere sola quel giorno,ma con altri due collaboratori almeno.
Perchè l'addetto alla sicurezza è andato via ?
Come facevano i terroristi di Al Shabab a sapere di questo cambio di programma all'ultimo momento ?
Qualcuno li ha informati ?
E' stata venduta ai terroristi ?

Tutto il dossier con certificazioni locali,registrazioni in ambasciata,contratti di assicurazione saranno riesaminati


Lilian Sora della onlus Africa Milele si difende al Corriere della Sera:

"Silvia non è stata mandata da sola a Chakama
È partita con due volontari e ad aspettarli c’era il mio compagno con un altro addetto alla sicurezza, entrambi masai.
Dovevano rientrare a Malindi il 19 novembre e Silvia doveva andare con loro,ma qualcosa andò storto: la ragazza rimase sola a Chakama e il 20 fu rapita.
Qualcuno la spiava,sospetto
che alcuni componenti del commando di Al Shabab abbiano dormito vicino alla nostra casa prima del rapimento”.

Questo si collega a quanto dicevo ieri.

Mandi una tizia, sperduta in posto pericoloso, cosi alla cazzum?

Eddai.....
 
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
11,102
Reaction score
289
La Procura di Roma non è convinta della vicenda Aisha Romano e vuole vederci chiaro riguardando tutti i fascicoli.

L'interrogatorio durato quattro ore con Aisha ha aperto numerosi dubbi

"Mi hanno mandata allo sbaraglio
" ha detto ai magistrati.

A Chakama nella scuoletta della savana forse non era il caso di trovarsi in quelle condizioni.
L’unica bianca.
Senza scorta, senza collaboratori. Abbandonata lì, con la sua straordinaria inesperienza.



Pure la famiglia continua a sospettare qualcosa,anche se formalmente non ha sporto denuncia contro l'onlus con cui la figlia è andata in Kenya comunque ha rotto i rapporti non fidandosi della loro versione.

Aisha non sarebbe dovuta rimanere sola quel giorno,ma con altri due collaboratori almeno.
Perchè l'addetto alla sicurezza è andato via ?
Come facevano i terroristi di Al Shabab a sapere di questo cambio di programma all'ultimo momento ?
Qualcuno li ha informati ?
E' stata venduta ai terroristi ?

Tutto il dossier con certificazioni locali,registrazioni in ambasciata,contratti di assicurazione saranno riesaminati


Lilian Sora della onlus Africa Milele si difende al Corriere della Sera:

"Silvia non è stata mandata da sola a Chakama
È partita con due volontari e ad aspettarli c’era il mio compagno con un altro addetto alla sicurezza, entrambi masai.
Dovevano rientrare a Malindi il 19 novembre e Silvia doveva andare con loro,ma qualcosa andò storto: la ragazza rimase sola a Chakama e il 20 fu rapita.
Qualcuno la spiava,sospetto
che alcuni componenti del commando di Al Shabab abbiano dormito vicino alla nostra casa prima del rapimento”.

Magari almeno ne uscisse qualcosa di utile da sta vicenda
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,452
Reaction score
3,104
La Procura di Roma non è convinta della vicenda Aisha Romano e vuole vederci chiaro riguardando tutti i fascicoli.

L'interrogatorio durato quattro ore con Aisha ha aperto numerosi dubbi

"Mi hanno mandata allo sbaraglio
" ha detto ai magistrati.

A Chakama nella scuoletta della savana forse non era il caso di trovarsi in quelle condizioni.
L’unica bianca.
Senza scorta, senza collaboratori. Abbandonata lì, con la sua straordinaria inesperienza.



Pure la famiglia continua a sospettare qualcosa,anche se formalmente non ha sporto denuncia contro l'onlus con cui la figlia è andata in Kenya comunque ha rotto i rapporti non fidandosi della loro versione.

Aisha non sarebbe dovuta rimanere sola quel giorno,ma con altri due collaboratori almeno.
Perchè l'addetto alla sicurezza è andato via ?
Come facevano i terroristi di Al Shabab a sapere di questo cambio di programma all'ultimo momento ?
Qualcuno li ha informati ?
E' stata venduta ai terroristi ?

Tutto il dossier con certificazioni locali,registrazioni in ambasciata,contratti di assicurazione saranno riesaminati


Lilian Sora della onlus Africa Milele si difende al Corriere della Sera:

"Silvia non è stata mandata da sola a Chakama
È partita con due volontari e ad aspettarli c’era il mio compagno con un altro addetto alla sicurezza, entrambi masai.
Dovevano rientrare a Malindi il 19 novembre e Silvia doveva andare con loro,ma qualcosa andò storto: la ragazza rimase sola a Chakama e il 20 fu rapita.
Qualcuno la spiava,sospetto
che alcuni componenti del commando di Al Shabab abbiano dormito vicino alla nostra casa prima del rapimento”.

Si saranno spartiti il malloppo..che business che ci fanno coi poveri ste ONG...
 

A.C Milan 1899

Bannato
Registrato
7 Aprile 2019
Messaggi
21,708
Reaction score
1,445
La Procura di Roma non è convinta della vicenda Aisha Romano e vuole vederci chiaro riguardando tutti i fascicoli.

L'interrogatorio durato quattro ore con Aisha ha aperto numerosi dubbi

"Mi hanno mandata allo sbaraglio
" ha detto ai magistrati.

A Chakama nella scuoletta della savana forse non era il caso di trovarsi in quelle condizioni.
L’unica bianca.
Senza scorta, senza collaboratori. Abbandonata lì, con la sua straordinaria inesperienza.



Pure la famiglia continua a sospettare qualcosa,anche se formalmente non ha sporto denuncia contro l'onlus con cui la figlia è andata in Kenya comunque ha rotto i rapporti non fidandosi della loro versione.

Aisha non sarebbe dovuta rimanere sola quel giorno,ma con altri due collaboratori almeno.
Perchè l'addetto alla sicurezza è andato via ?
Come facevano i terroristi di Al Shabab a sapere di questo cambio di programma all'ultimo momento ?
Qualcuno li ha informati ?
E' stata venduta ai terroristi ?

Tutto il dossier con certificazioni locali,registrazioni in ambasciata,contratti di assicurazione saranno riesaminati


Lilian Sora della onlus Africa Milele si difende al Corriere della Sera:

"Silvia non è stata mandata da sola a Chakama
È partita con due volontari e ad aspettarli c’era il mio compagno con un altro addetto alla sicurezza, entrambi masai.
Dovevano rientrare a Malindi il 19 novembre e Silvia doveva andare con loro,ma qualcosa andò storto: la ragazza rimase sola a Chakama e il 20 fu rapita.
Qualcuno la spiava,sospetto
che alcuni componenti del commando di Al Shabab abbiano dormito vicino alla nostra casa prima del rapimento”.

Speriamo scoppi il bubbone.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
24,258
Reaction score
5,225
Questo si collega a quanto dicevo ieri.

Mandi una tizia, sperduta in posto pericoloso, cosi alla cazzum?

Eddai.....

Tutte le ONG sono alla cazzum altrimenti non si spiegherebbero certi personaggi come Casarini e Rakete solo per citare i più conosciuti.

questa è una piccola onlus,quindi ancora più disorganizzata.
quello che è molto sospetto secondo me,confermato anche dalle dichiarazioni delle responsabile,è che due masai l'abbiano lasciata sola.
due persone indigene che conoscono il posto hanno lasciato sola una ragazza bianca senza sicurezza vicino la savana.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
16,027
Reaction score
7,730
La Procura di Roma non è convinta della vicenda Aisha Romano e vuole vederci chiaro riguardando tutti i fascicoli.

L'interrogatorio durato quattro ore con Aisha ha aperto numerosi dubbi

"Mi hanno mandata allo sbaraglio
" ha detto ai magistrati.

A Chakama nella scuoletta della savana forse non era il caso di trovarsi in quelle condizioni.
L’unica bianca.
Senza scorta, senza collaboratori. Abbandonata lì, con la sua straordinaria inesperienza.



Pure la famiglia continua a sospettare qualcosa,anche se formalmente non ha sporto denuncia contro l'onlus con cui la figlia è andata in Kenya comunque ha rotto i rapporti non fidandosi della loro versione.

Aisha non sarebbe dovuta rimanere sola quel giorno,ma con altri due collaboratori almeno.
Perchè l'addetto alla sicurezza è andato via ?
Come facevano i terroristi di Al Shabab a sapere di questo cambio di programma all'ultimo momento ?
Qualcuno li ha informati ?
E' stata venduta ai terroristi ?

Tutto il dossier con certificazioni locali,registrazioni in ambasciata,contratti di assicurazione saranno riesaminati


Lilian Sora della onlus Africa Milele si difende al Corriere della Sera:

"Silvia non è stata mandata da sola a Chakama
È partita con due volontari e ad aspettarli c’era il mio compagno con un altro addetto alla sicurezza, entrambi masai.
Dovevano rientrare a Malindi il 19 novembre e Silvia doveva andare con loro,ma qualcosa andò storto: la ragazza rimase sola a Chakama e il 20 fu rapita.
Qualcuno la spiava,sospetto
che alcuni componenti del commando di Al Shabab abbiano dormito vicino alla nostra casa prima del rapimento”.

Non più tardi di due giorni fa sono stato criticato sull'argomento, con i seguenti estratti:

"Le ONG ormai si muovono con personale altamente qualificato e con cluster di organizzazione tematica e regionale ..."
"Se non hai 2 master e non parli 4 lingue non entri manco morto ..."
"molti progetti sono multisettoriali e in collaborazione tra diverse INGO, istituzioni locali e organizzazioni sovrastatali."

Allora? Stiamo su due mondi paralleli o qualcuno sta mentendo?

Queste organizzazioni umanitarie sono paragonabili a macchine di solidarietà senza peccato oppure a poco più di accozzaglie di pseudocrocerossine che vanno alla guerra in stile armata Brancaleone, senza sapere esattamente cosa significa aiutare veramente il prossimo?
 
Alto
head>