Pioli prova ad isolare squadra. Formazione anti Slavia.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,664
Reaction score
31,113
Tuttosport in edicola sul match con lo Slavia e sulla formazione scelta da Pioli: e poi c’è il campo e una qualificazione da conquistare. La cronaca di ieri e dei prossimi giorni sarà incentrata principalmente sull’indagine della Guardia di Finanza sull’effettivo proprietario del Milan, mentre la squadra oggi parte per Praga dove domani sera dovrà giocare contro lo Slavia per accedere ai quarti di finale di Europa League. Ieri mattina l’allenamento tattico è avvenuto quando la deflagrazione relativa ai vertici societari non era ancora avvenuta, con Stefano Pioli che è orientato a schierare la miglior formazione possibile per mettere al sicuro un passaggio del turno importante per le dinamiche sportive di questo finale di stagione. Il 4-2 dell’andata, per come è maturato, non lascia troppo sereni in casa rossonera vista anche la prova opaca, sotto l’aspetto qualitativo, che si è vista anche domenica pomeriggio contro l’Empoli. Ecco perché l’allenatore milanista non farà turnover, ma andrà in campo all’Eden Stadion con i migliori possibili. In difesa, davanti a Mike Maignan, ci sarà il quartetto composto da Calabria, Tomori, Gabbia e Theo Hernandez. L’inglese ha avuto un buon feeling nei 90 minuti giocati domenica ed è uno dei titolari del reparto arretrato. Gabbia, rimasto a riposo contro l’Empoli anche a seguito di una fastidiosa botta alla caviglia che adesso è stata smaltita, ad oggi è il secondo centrale titolare per il rendimento che ha messo in mostra. In mezzo al campo ci sarà il ritorno in cabina di regia di Yacine Adli, con Tijjani Reijnders e Loftus-Cheek a completare – con ogni probabilità – il triangolo di centrocampo. Panchina, di conseguenza, per Ismael Bennacer. A togliere le castagne dal fuoco, poi, ci dovranno pensare Pulisic, Giroud e Leao, ovvero i tre uomini copertina di questo Milan, che tra prove di campo non esaltati e vicende di cronaca legate alla proprietà, non sta attraversando un momento tranquillo in tutti gli ambiti. Ottenere il passaggio del turno, magari con una prova qualitativamente migliore rispetto alle ultime tre recite – tra campionato ed Europa League – potrebbe essere un buon viatico per arrivare bene alla partita di domenica contro l’Hellas Verona, che sarà l’ultimo impegno prima della sosta per le nazionali, dove Milanello sarà destinato a svuotarsi nuovamente. Il momento è delicato, serve grande forza mentale da parte dei giocatori in campo per andare oltre un ostacolo che rischia di prendere il nome di “confusione”. Che quando si palesa, non porta mai cose buone. In nessun ambito.


Altre news di giornata:


—)
Giudice:"Redbird, Elliott e il caso United".


—) Milan - Real Madrid: Youth League. 13 marzo ore 16. Tv.


—) Pioli prova ad isolare squadra. Formazione anti Slavia.


—) Milan: balle anche su San Donato. Terreni per 5 mln, non 40.


—) Milan: indagine, rischi, PIF Bluskye e tempi. Tutte le news.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,664
Reaction score
31,113
Tuttosport in edicola sul match con lo Slavia e sulla formazione scelta da Pioli: e poi c’è il campo e una qualificazione da conquistare. La cronaca di ieri e dei prossimi giorni sarà incentrata principalmente sull’indagine della Guardia di Finanza sull’effettivo proprietario del Milan, mentre la squadra oggi parte per Praga dove domani sera dovrà giocare contro lo Slavia per accedere ai quarti di finale di Europa League. Ieri mattina l’allenamento tattico è avvenuto quando la deflagrazione relativa ai vertici societari non era ancora avvenuta, con Stefano Pioli che è orientato a schierare la miglior formazione possibile per mettere al sicuro un passaggio del turno importante per le dinamiche sportive di questo finale di stagione. Il 4-2 dell’andata, per come è maturato, non lascia troppo sereni in casa rossonera vista anche la prova opaca, sotto l’aspetto qualitativo, che si è vista anche domenica pomeriggio contro l’Empoli. Ecco perché l’allenatore milanista non farà turnover, ma andrà in campo all’Eden Stadion con i migliori possibili. In difesa, davanti a Mike Maignan, ci sarà il quartetto composto da Calabria, Tomori, Gabbia e Theo Hernandez. L’inglese ha avuto un buon feeling nei 90 minuti giocati domenica ed è uno dei titolari del reparto arretrato. Gabbia, rimasto a riposo contro l’Empoli anche a seguito di una fastidiosa botta alla caviglia che adesso è stata smaltita, ad oggi è il secondo centrale titolare per il rendimento che ha messo in mostra. In mezzo al campo ci sarà il ritorno in cabina di regia di Yacine Adli, con Tijjani Reijnders e Loftus-Cheek a completare – con ogni probabilità – il triangolo di centrocampo. Panchina, di conseguenza, per Ismael Bennacer. A togliere le castagne dal fuoco, poi, ci dovranno pensare Pulisic, Giroud e Leao, ovvero i tre uomini copertina di questo Milan, che tra prove di campo non esaltati e vicende di cronaca legate alla proprietà, non sta attraversando un momento tranquillo in tutti gli ambiti. Ottenere il passaggio del turno, magari con una prova qualitativamente migliore rispetto alle ultime tre recite – tra campionato ed Europa League – potrebbe essere un buon viatico per arrivare bene alla partita di domenica contro l’Hellas Verona, che sarà l’ultimo impegno prima della sosta per le nazionali, dove Milanello sarà destinato a svuotarsi nuovamente. Il momento è delicato, serve grande forza mentale da parte dei giocatori in campo per andare oltre un ostacolo che rischia di prendere il nome di “confusione”. Che quando si palesa, non porta mai cose buone. In nessun ambito.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,664
Reaction score
31,113
Tuttosport in edicola sul match con lo Slavia e sulla formazione scelta da Pioli: e poi c’è il campo e una qualificazione da conquistare. La cronaca di ieri e dei prossimi giorni sarà incentrata principalmente sull’indagine della Guardia di Finanza sull’effettivo proprietario del Milan, mentre la squadra oggi parte per Praga dove domani sera dovrà giocare contro lo Slavia per accedere ai quarti di finale di Europa League. Ieri mattina l’allenamento tattico è avvenuto quando la deflagrazione relativa ai vertici societari non era ancora avvenuta, con Stefano Pioli che è orientato a schierare la miglior formazione possibile per mettere al sicuro un passaggio del turno importante per le dinamiche sportive di questo finale di stagione. Il 4-2 dell’andata, per come è maturato, non lascia troppo sereni in casa rossonera vista anche la prova opaca, sotto l’aspetto qualitativo, che si è vista anche domenica pomeriggio contro l’Empoli. Ecco perché l’allenatore milanista non farà turnover, ma andrà in campo all’Eden Stadion con i migliori possibili. In difesa, davanti a Mike Maignan, ci sarà il quartetto composto da Calabria, Tomori, Gabbia e Theo Hernandez. L’inglese ha avuto un buon feeling nei 90 minuti giocati domenica ed è uno dei titolari del reparto arretrato. Gabbia, rimasto a riposo contro l’Empoli anche a seguito di una fastidiosa botta alla caviglia che adesso è stata smaltita, ad oggi è il secondo centrale titolare per il rendimento che ha messo in mostra. In mezzo al campo ci sarà il ritorno in cabina di regia di Yacine Adli, con Tijjani Reijnders e Loftus-Cheek a completare – con ogni probabilità – il triangolo di centrocampo. Panchina, di conseguenza, per Ismael Bennacer. A togliere le castagne dal fuoco, poi, ci dovranno pensare Pulisic, Giroud e Leao, ovvero i tre uomini copertina di questo Milan, che tra prove di campo non esaltati e vicende di cronaca legate alla proprietà, non sta attraversando un momento tranquillo in tutti gli ambiti. Ottenere il passaggio del turno, magari con una prova qualitativamente migliore rispetto alle ultime tre recite – tra campionato ed Europa League – potrebbe essere un buon viatico per arrivare bene alla partita di domenica contro l’Hellas Verona, che sarà l’ultimo impegno prima della sosta per le nazionali, dove Milanello sarà destinato a svuotarsi nuovamente. Il momento è delicato, serve grande forza mentale da parte dei giocatori in campo per andare oltre un ostacolo che rischia di prendere il nome di “confusione”. Che quando si palesa, non porta mai cose buone. In nessun ambito.
.
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
5,352
Reaction score
2,664
in tutto ciò, Pioli gongolerà perchè a questo punto l'allenatore diventa l'ultimo dei problemi del club.

Sarà confermato a prescindere al 99.99%.
 
Registrato
23 Giugno 2015
Messaggi
13,376
Reaction score
3,149
in tutto ciò, Pioli gongolerà perchè a questo punto l'allenatore diventa l'ultimo dei problemi del club.

Sarà confermato a prescindere al 99.99%.
eh si...ora ha anche la scusa se farà male "ehh ma come fa a concentrarsi la squadra con tutto sto caos...ha fatto anche troppo etc etc"

è Highlander...non morirà mai come allenatore del Milan :ROFLMAO:
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
5,352
Reaction score
2,664
eh si...ora ha anche la scusa se farà male "ehh ma come fa a concentrarsi la squadra con tutto sto caos...ha fatto anche troppo etc etc"

è Highlander...non morirà mai come allenatore del Milan :ROFLMAO:
fa ridere, ma sarà veramente così.

Allegri docet.
E' ancora alla Juve non per inesistenti meriti sportivi, ma perchè incasinata per le loro inchieste e per un ingaggio spropositato da mantenere come esonerato.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,664
Reaction score
31,113
Tuttosport in edicola sul match con lo Slavia e sulla formazione scelta da Pioli: e poi c’è il campo e una qualificazione da conquistare. La cronaca di ieri e dei prossimi giorni sarà incentrata principalmente sull’indagine della Guardia di Finanza sull’effettivo proprietario del Milan, mentre la squadra oggi parte per Praga dove domani sera dovrà giocare contro lo Slavia per accedere ai quarti di finale di Europa League. Ieri mattina l’allenamento tattico è avvenuto quando la deflagrazione relativa ai vertici societari non era ancora avvenuta, con Stefano Pioli che è orientato a schierare la miglior formazione possibile per mettere al sicuro un passaggio del turno importante per le dinamiche sportive di questo finale di stagione. Il 4-2 dell’andata, per come è maturato, non lascia troppo sereni in casa rossonera vista anche la prova opaca, sotto l’aspetto qualitativo, che si è vista anche domenica pomeriggio contro l’Empoli. Ecco perché l’allenatore milanista non farà turnover, ma andrà in campo all’Eden Stadion con i migliori possibili. In difesa, davanti a Mike Maignan, ci sarà il quartetto composto da Calabria, Tomori, Gabbia e Theo Hernandez. L’inglese ha avuto un buon feeling nei 90 minuti giocati domenica ed è uno dei titolari del reparto arretrato. Gabbia, rimasto a riposo contro l’Empoli anche a seguito di una fastidiosa botta alla caviglia che adesso è stata smaltita, ad oggi è il secondo centrale titolare per il rendimento che ha messo in mostra. In mezzo al campo ci sarà il ritorno in cabina di regia di Yacine Adli, con Tijjani Reijnders e Loftus-Cheek a completare – con ogni probabilità – il triangolo di centrocampo. Panchina, di conseguenza, per Ismael Bennacer. A togliere le castagne dal fuoco, poi, ci dovranno pensare Pulisic, Giroud e Leao, ovvero i tre uomini copertina di questo Milan, che tra prove di campo non esaltati e vicende di cronaca legate alla proprietà, non sta attraversando un momento tranquillo in tutti gli ambiti. Ottenere il passaggio del turno, magari con una prova qualitativamente migliore rispetto alle ultime tre recite – tra campionato ed Europa League – potrebbe essere un buon viatico per arrivare bene alla partita di domenica contro l’Hellas Verona, che sarà l’ultimo impegno prima della sosta per le nazionali, dove Milanello sarà destinato a svuotarsi nuovamente. Il momento è delicato, serve grande forza mentale da parte dei giocatori in campo per andare oltre un ostacolo che rischia di prendere il nome di “confusione”. Che quando si palesa, non porta mai cose buone. In nessun ambito.


Altre news di giornata:


—)
Giudice:"Redbird, Elliott e il caso United".


—) Milan - Real Madrid: Youth League. 13 marzo ore 16. Tv.


—) Pioli prova ad isolare squadra. Formazione anti Slavia.


—) Milan: balle anche su San Donato. Terreni per 5 mln, non 40.


—) Milan: indagine, rischi, PIF Bluskye e tempi. Tutte le news.
.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Similar threads

Alto
head>