Pioli come Sacchi. Ombra Conte Motta e Lotepegui. La situazione.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,325
Reaction score
29,356
Il CorSport in edicola sulle news di ieri relative all'aggancio di Pioli a Sacchi e sull'ombra di Conte: Pioli e Mazzarri sembrano se non eguali assai simili, entrambi accomodati su una panchina che gli appartiene o anche no, precari, con una scadenza fissata al 26 maggio, l’ultima giornata, traghettatori di se stessi verso un orizzonte da definire. Pioli ha un vissuto con il Diavolo, può sentirsi nella Storia con la sua odierna 220ª panchina che l’affianca al Mito di Sacchi, con uno scudetto che non può essere snobbato o soffocato dalle delusioni europee, ma con la sagoma di Conte che aleggia su San Siro.

Repubblica: quando Pioli ammette senza infingimenti che sente saldo il rapporto con i giocatori, ma che sa di dovere recuperare l’affetto dei tifosi («Come? Vincendo tutte le partite»), chiarisce quale sia il punto dolente della sua 5ª stagione al Milan: la magia dello scudetto 2022 potrebbe essere rinnovata solo dalla difficile conquista dell’Europa League o da quella ancora più complicata della seconda stella. La partita col Napoli a San Siro, stadio ripudiato in queste ore dal Milan attraverso la diffusione del documento del rogito del terreno sul quale intende costruire il nuovo impianto a San Donato, è cruciale per la squadra per presentarsi nel miglior modo all’appuntamento di giovedì nel play-off di Europa League con il Rennes. Non è tuttavia in discussione il fatto che la sfida del Meazza (dopo 43 giorni Bennacer torna da titolare al posto dello squalificato Reijnders) sia fondamentale per Pioli: tra le indiscrezioni sul suo futuro la più insistente riguarda proprio la panchina del Napoli. «Il futuro è solo la partita che arriva» assicura lui, «annoiato» dalle voci sull’addio a Milanello (oggi raggiunge Sacchi al 6° posto per panchine, 220, ha il contratto fino a giugno 2025 e il concetto di noia per le suddette voci è stato ripreso anche dall’ad Furlani), ma sa bene che certe fughe di notizie (sondaggi con Conte, Motta e Lopetegui) non nascono dal nulla.

Altre news di giornata:

—) San Donato: area a Redbird, senza stadio.


—) Leao via solo per offerte top. Theo e Maignan...


—) Pioli come Sacchi. Ombra Conte Motta e Lotepegui. La situazione.


—) Sangiovanni e Geolier su Milan Napoli. Le dichiarazioni.


—) Milan Napoli: punti salva stagione. Bennacer ragnatela...


—)
Loftus e Kvara: Milan Napoli si decide al centro.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,325
Reaction score
29,356
Repubblica: quando Pioli ammette senza infingimenti che sente saldo il rapporto con i giocatori, ma che sa di dovere recuperare l’affetto dei tifosi («Come? Vincendo tutte le partite»), chiarisce quale sia il punto dolente della sua 5ª stagione al Milan: la magia dello scudetto 2022 potrebbe essere rinnovata solo dalla difficile conquista dell’Europa League o da quella ancora più complicata della seconda stella. La partita col Napoli a San Siro, stadio ripudiato in queste ore dal Milan attraverso la diffusione del documento del rogito del terreno sul quale intende costruire il nuovo impianto a San Donato, è cruciale per la squadra per presentarsi nel miglior modo all’appuntamento di giovedì nel play-off di Europa League con il Rennes. Non è tuttavia in discussione il fatto che la sfida del Meazza (dopo 43 giorni Bennacer torna da titolare al posto dello squalificato Reijnders) sia fondamentale per Pioli: tra le indiscrezioni sul suo futuro la più insistente riguarda proprio la panchina del Napoli. «Il futuro è solo la partita che arriva» assicura lui, «annoiato» dalle voci sull’addio a Milanello (oggi raggiunge Sacchi al 6° posto per panchine, 220, ha il contratto fino a giugno 2025 e il concetto di noia per le suddette voci è stato ripreso anche dall’ad Furlani), ma sa bene che certe fughe di notizie (sondaggi con Conte, Motta e Lopetegui) non nascono dal nulla.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,325
Reaction score
29,356
Il CorSport in edicola sulle news di ieri relative all'aggancio di Pioli a Sacchi e sull'ombra di Conte: Pioli e Mazzarri sembrano se non eguali assai simili, entrambi accomodati su una panchina che gli appartiene o anche no, precari, con una scadenza fissata al 26 maggio, l’ultima giornata, traghettatori di se stessi verso un orizzonte da definire. Pioli ha un vissuto con il Diavolo, può sentirsi nella Storia con la sua odierna 220ª panchina che l’affianca al Mito di Sacchi, con uno scudetto che non può essere snobbato o soffocato dalle delusioni europee, ma con la sagoma di Conte che aleggia su San Siro.

Repubblica: quando Pioli ammette senza infingimenti che sente saldo il rapporto con i giocatori, ma che sa di dovere recuperare l’affetto dei tifosi («Come? Vincendo tutte le partite»), chiarisce quale sia il punto dolente della sua 5ª stagione al Milan: la magia dello scudetto 2022 potrebbe essere rinnovata solo dalla difficile conquista dell’Europa League o da quella ancora più complicata della seconda stella. La partita col Napoli a San Siro, stadio ripudiato in queste ore dal Milan attraverso la diffusione del documento del rogito del terreno sul quale intende costruire il nuovo impianto a San Donato, è cruciale per la squadra per presentarsi nel miglior modo all’appuntamento di giovedì nel play-off di Europa League con il Rennes. Non è tuttavia in discussione il fatto che la sfida del Meazza (dopo 43 giorni Bennacer torna da titolare al posto dello squalificato Reijnders) sia fondamentale per Pioli: tra le indiscrezioni sul suo futuro la più insistente riguarda proprio la panchina del Napoli. «Il futuro è solo la partita che arriva» assicura lui, «annoiato» dalle voci sull’addio a Milanello (oggi raggiunge Sacchi al 6° posto per panchine, 220, ha il contratto fino a giugno 2025 e il concetto di noia per le suddette voci è stato ripreso anche dall’ad Furlani), ma sa bene che certe fughe di notizie (sondaggi con Conte, Motta e Lopetegui) non nascono dal nulla.

Altre news di giornata:

—) San Donato: area a Redbird, senza stadio.


—) Leao via solo per offerte top. Theo e Maignan...


—) Pioli come Sacchi. Ombra Conte Motta e Lotepegui. La situazione.


—) Sangiovanni e Geolier su Milan Napoli. Le dichiarazioni.


—) Milan Napoli: punti salva stagione. Bennacer ragnatela...


—)
Loftus e Kvara: Milan Napoli si decide al centro.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,325
Reaction score
29,356
Il CorSport in edicola sulle news di ieri relative all'aggancio di Pioli a Sacchi e sull'ombra di Conte: Pioli e Mazzarri sembrano se non eguali assai simili, entrambi accomodati su una panchina che gli appartiene o anche no, precari, con una scadenza fissata al 26 maggio, l’ultima giornata, traghettatori di se stessi verso un orizzonte da definire. Pioli ha un vissuto con il Diavolo, può sentirsi nella Storia con la sua odierna 220ª panchina che l’affianca al Mito di Sacchi, con uno scudetto che non può essere snobbato o soffocato dalle delusioni europee, ma con la sagoma di Conte che aleggia su San Siro.

Repubblica: quando Pioli ammette senza infingimenti che sente saldo il rapporto con i giocatori, ma che sa di dovere recuperare l’affetto dei tifosi («Come? Vincendo tutte le partite»), chiarisce quale sia il punto dolente della sua 5ª stagione al Milan: la magia dello scudetto 2022 potrebbe essere rinnovata solo dalla difficile conquista dell’Europa League o da quella ancora più complicata della seconda stella. La partita col Napoli a San Siro, stadio ripudiato in queste ore dal Milan attraverso la diffusione del documento del rogito del terreno sul quale intende costruire il nuovo impianto a San Donato, è cruciale per la squadra per presentarsi nel miglior modo all’appuntamento di giovedì nel play-off di Europa League con il Rennes. Non è tuttavia in discussione il fatto che la sfida del Meazza (dopo 43 giorni Bennacer torna da titolare al posto dello squalificato Reijnders) sia fondamentale per Pioli: tra le indiscrezioni sul suo futuro la più insistente riguarda proprio la panchina del Napoli. «Il futuro è solo la partita che arriva» assicura lui, «annoiato» dalle voci sull’addio a Milanello (oggi raggiunge Sacchi al 6° posto per panchine, 220, ha il contratto fino a giugno 2025 e il concetto di noia per le suddette voci è stato ripreso anche dall’ad Furlani), ma sa bene che certe fughe di notizie (sondaggi con Conte, Motta e Lopetegui) non nascono dal nulla.

Altre news di giornata:

—) San Donato: area a Redbird, senza stadio.


—) Leao via solo per offerte top. Theo e Maignan...


—) Pioli come Sacchi. Ombra Conte Motta e Lotepegui. La situazione.


—) Sangiovanni e Geolier su Milan Napoli. Le dichiarazioni.


—) Milan Napoli: punti salva stagione. Bennacer ragnatela...


—)
Loftus e Kvara: Milan Napoli si decide al centro.
.
 
Alto
head>