Musah:"Voglio il gol. Il gruppo, Pulisic e l'occasione..."

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,745
Reaction score
25,605
Continuano a piovere dichiarazioni da Milanello. Ecco il solito Musah, a Mediaset:"Abbiamo tanta fiducia nel gruppo. Sappiamo cosa siamo capaci di fare e non molliamo mai. A volte le cose non vanno come si vuole ma l'importante è crederci sempre e rimanere uniti. È quello che stiamo facendo"

Sulla sua duttilità tattica: "È sempre stata una mia caratteristica giocare in tante posizioni, per le capacità che ho. Provo a farlo nel miglior modo possibile: se il mister me lo chiede cerco di fare il mio meglio e aiutare la squadra. Posizione preferita? Penso di essere meglio a centrocampo come mezzala, quando posso fare delle corse sulla destra. Quel ruolo mi piace tanto"

Sul primo gol: "Voglio fare il mio primo gol in rossonero il più presto possibile ma la cosa più importante sarà vincere sabato"

Sul fratello, tifoso rossonero: "È molto felice per me, che sono qua al Milan. Lui mi giudica come sempre, vuole che miglioro e vuole il meglio per me"

Sulla partita con il Borussia, il giorno prima del suo compleanno (Musah è squalificato e non giocherà, ndr): "Mi aspetto una vittoria contro il Dortmund"


Sul suo plurilinguismo: "Io penso più in inglese, dato che ho passato la mia adolescenza a Londra e ho molti amici lì. Poi l'inglese è una lingua globale. Ricordo parole in dialetto veneto? No, ero troppo piccolo (ride, ndr)"

Sul rapporto con Pulisic: "È bellissimo giocare con lui qua. Vedere le sue qualità che sta mettendo in mostra anche al Milan"

Sull'evoluzione del calcio in Usa e l'appeal del Milan in America: "Per loro è una cosa grandissima che ci siamo io e Christian qua al Milan, una squadra grandissima. Questo aiuta tanto la crescita del calcio in America: dà fiducia ai ragazzi che crescono là, che sanno che possono farcela"

Oggi è il Giorno del Ringraziamento...: "Il Milan ci ha fatto una sorpresa e ha cucinato il tacchino, un piatto tradizionale della festa del Thanksgiving"

Sul paragone con Kessie: "Per me è bello essere chiamato 'nuovo Kessie' anche perché è stato un giocatore molto bravo per il Milan, quindi è una cosa positiva. Però io cerco di giocare il mio gioco e poi aiutare il Milan, come ha fatto anche lui in passato"

Milan occasione della vita? "Un bel passo per me, fare questa strada e arrivare al Milan. Ho sempre sognato giocare per una delle migliori squadre del mondo e il Milan, che ha vinto tante Champions, lo è. Per me questo passo è importantissimo, l'ho voluto fare e sono felice di averlo fatto. Voglio provare a fare il mio meglio per aiutare questa squadra"
 

bmb

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
16,127
Reaction score
5,454
Continuano a piovere dichiarazioni da Milanello. Ecco il solito Musah, a Mediaset:"Abbiamo tanta fiducia nel gruppo. Sappiamo cosa siamo capaci di fare e non molliamo mai. A volte le cose non vanno come si vuole ma l'importante è crederci sempre e rimanere uniti. È quello che stiamo facendo"

Sulla sua duttilità tattica: "È sempre stata una mia caratteristica giocare in tante posizioni, per le capacità che ho. Provo a farlo nel miglior modo possibile: se il mister me lo chiede cerco di fare il mio meglio e aiutare la squadra. Posizione preferita? Penso di essere meglio a centrocampo come mezzala, quando posso fare delle corse sulla destra. Quel ruolo mi piace tanto"

Sul primo gol: "Voglio fare il mio primo gol in rossonero il più presto possibile ma la cosa più importante sarà vincere sabato"

Sul fratello, tifoso rossonero: "È molto felice per me, che sono qua al Milan. Lui mi giudica come sempre, vuole che miglioro e vuole il meglio per me"

Sulla partita con il Borussia, il giorno prima del suo compleanno (Musah è squalificato e non giocherà, ndr): "Mi aspetto una vittoria contro il Dortmund"


Sul suo plurilinguismo: "Io penso più in inglese, dato che ho passato la mia adolescenza a Londra e ho molti amici lì. Poi l'inglese è una lingua globale. Ricordo parole in dialetto veneto? No, ero troppo piccolo (ride, ndr)"

Sul rapporto con Pulisic: "È bellissimo giocare con lui qua. Vedere le sue qualità che sta mettendo in mostra anche al Milan"

Sull'evoluzione del calcio in Usa e l'appeal del Milan in America: "Per loro è una cosa grandissima che ci siamo io e Christian qua al Milan, una squadra grandissima. Questo aiuta tanto la crescita del calcio in America: dà fiducia ai ragazzi che crescono là, che sanno che possono farcela"

Oggi è il Giorno del Ringraziamento...: "Il Milan ci ha fatto una sorpresa e ha cucinato il tacchino, un piatto tradizionale della festa del Thanksgiving"

Sul paragone con Kessie: "Per me è bello essere chiamato 'nuovo Kessie' anche perché è stato un giocatore molto bravo per il Milan, quindi è una cosa positiva. Però io cerco di giocare il mio gioco e poi aiutare il Milan, come ha fatto anche lui in passato"

Milan occasione della vita? "Un bel passo per me, fare questa strada e arrivare al Milan. Ho sempre sognato giocare per una delle migliori squadre del mondo e il Milan, che ha vinto tante Champions, lo è. Per me questo passo è importantissimo, l'ho voluto fare e sono felice di averlo fatto. Voglio provare a fare il mio meglio per aiutare questa squadra"
Il gol? Con quei piedi?

Dy_3eJSWwAASdko.jpg
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,745
Reaction score
25,605
Continuano a piovere dichiarazioni da Milanello. Ecco il solito Musah, a Mediaset:"Abbiamo tanta fiducia nel gruppo. Sappiamo cosa siamo capaci di fare e non molliamo mai. A volte le cose non vanno come si vuole ma l'importante è crederci sempre e rimanere uniti. È quello che stiamo facendo"

Sulla sua duttilità tattica: "È sempre stata una mia caratteristica giocare in tante posizioni, per le capacità che ho. Provo a farlo nel miglior modo possibile: se il mister me lo chiede cerco di fare il mio meglio e aiutare la squadra. Posizione preferita? Penso di essere meglio a centrocampo come mezzala, quando posso fare delle corse sulla destra. Quel ruolo mi piace tanto"

Sul primo gol: "Voglio fare il mio primo gol in rossonero il più presto possibile ma la cosa più importante sarà vincere sabato"

Sul fratello, tifoso rossonero: "È molto felice per me, che sono qua al Milan. Lui mi giudica come sempre, vuole che miglioro e vuole il meglio per me"

Sulla partita con il Borussia, il giorno prima del suo compleanno (Musah è squalificato e non giocherà, ndr): "Mi aspetto una vittoria contro il Dortmund"


Sul suo plurilinguismo: "Io penso più in inglese, dato che ho passato la mia adolescenza a Londra e ho molti amici lì. Poi l'inglese è una lingua globale. Ricordo parole in dialetto veneto? No, ero troppo piccolo (ride, ndr)"

Sul rapporto con Pulisic: "È bellissimo giocare con lui qua. Vedere le sue qualità che sta mettendo in mostra anche al Milan"

Sull'evoluzione del calcio in Usa e l'appeal del Milan in America: "Per loro è una cosa grandissima che ci siamo io e Christian qua al Milan, una squadra grandissima. Questo aiuta tanto la crescita del calcio in America: dà fiducia ai ragazzi che crescono là, che sanno che possono farcela"

Oggi è il Giorno del Ringraziamento...: "Il Milan ci ha fatto una sorpresa e ha cucinato il tacchino, un piatto tradizionale della festa del Thanksgiving"

Sul paragone con Kessie: "Per me è bello essere chiamato 'nuovo Kessie' anche perché è stato un giocatore molto bravo per il Milan, quindi è una cosa positiva. Però io cerco di giocare il mio gioco e poi aiutare il Milan, come ha fatto anche lui in passato"

Milan occasione della vita? "Un bel passo per me, fare questa strada e arrivare al Milan. Ho sempre sognato giocare per una delle migliori squadre del mondo e il Milan, che ha vinto tante Champions, lo è. Per me questo passo è importantissimo, l'ho voluto fare e sono felice di averlo fatto. Voglio provare a fare il mio meglio per aiutare questa squadra"
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,745
Reaction score
25,605
Continuano a piovere dichiarazioni da Milanello. Ecco il solito Musah, a Mediaset:"Abbiamo tanta fiducia nel gruppo. Sappiamo cosa siamo capaci di fare e non molliamo mai. A volte le cose non vanno come si vuole ma l'importante è crederci sempre e rimanere uniti. È quello che stiamo facendo"

Sulla sua duttilità tattica: "È sempre stata una mia caratteristica giocare in tante posizioni, per le capacità che ho. Provo a farlo nel miglior modo possibile: se il mister me lo chiede cerco di fare il mio meglio e aiutare la squadra. Posizione preferita? Penso di essere meglio a centrocampo come mezzala, quando posso fare delle corse sulla destra. Quel ruolo mi piace tanto"

Sul primo gol: "Voglio fare il mio primo gol in rossonero il più presto possibile ma la cosa più importante sarà vincere sabato"

Sul fratello, tifoso rossonero: "È molto felice per me, che sono qua al Milan. Lui mi giudica come sempre, vuole che miglioro e vuole il meglio per me"

Sulla partita con il Borussia, il giorno prima del suo compleanno (Musah è squalificato e non giocherà, ndr): "Mi aspetto una vittoria contro il Dortmund"


Sul suo plurilinguismo: "Io penso più in inglese, dato che ho passato la mia adolescenza a Londra e ho molti amici lì. Poi l'inglese è una lingua globale. Ricordo parole in dialetto veneto? No, ero troppo piccolo (ride, ndr)"

Sul rapporto con Pulisic: "È bellissimo giocare con lui qua. Vedere le sue qualità che sta mettendo in mostra anche al Milan"

Sull'evoluzione del calcio in Usa e l'appeal del Milan in America: "Per loro è una cosa grandissima che ci siamo io e Christian qua al Milan, una squadra grandissima. Questo aiuta tanto la crescita del calcio in America: dà fiducia ai ragazzi che crescono là, che sanno che possono farcela"

Oggi è il Giorno del Ringraziamento...: "Il Milan ci ha fatto una sorpresa e ha cucinato il tacchino, un piatto tradizionale della festa del Thanksgiving"

Sul paragone con Kessie: "Per me è bello essere chiamato 'nuovo Kessie' anche perché è stato un giocatore molto bravo per il Milan, quindi è una cosa positiva. Però io cerco di giocare il mio gioco e poi aiutare il Milan, come ha fatto anche lui in passato"

Milan occasione della vita? "Un bel passo per me, fare questa strada e arrivare al Milan. Ho sempre sognato giocare per una delle migliori squadre del mondo e il Milan, che ha vinto tante Champions, lo è. Per me questo passo è importantissimo, l'ho voluto fare e sono felice di averlo fatto. Voglio provare a fare il mio meglio per aiutare questa squadra"
.
 

Similar threads

Alto
head>