Milan: la notte più buia. Pioli: è finita. Legame spezzato coi senatori.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
208,045
Reaction score
29,988
GDS: per il Milan, la notte più buia. Il Milan ha subito una cocente sconfitta nel derby contro l'Inter, che ha ulteriormente aggravato la crisi tecnica della squadra rossonera.

La dirigenza milanista è alla ricerca di un nuovo allenatore per sostituire Stefano Pioli, con Julen Lopetegui che è il principale candidato ma non l'unico

La partita ha evidenziato le debolezze tecniche del Milan, con una difesa fragile e un attacco poco incisivo.

Pioli ha tentato di rivoluzionare la squadra schierando Leao come centravanti, ma l'esperimento si è rivelato un fallimento.

La sconfitta nel derby ha segnato la fine dell'era Pioli al Milan, con la squadra che ora si trova a diciassette punti di distanza dall'Inter in classifica. Il Milan è riconoscente a Pioli, per quello che ha fatto in passato. Ed è dovuto a questo, il fatto che il tecnico resterà in panchina fino al termine della stagione. Poi, si cambierà.

Pioli era stato capace di restituire un’identità al Milan perso nella confusione tecnica. Ma contro la Roma e l’Inter, le tre partite più importanti della stagione, ha presentato una squadra senz’anima fatta eccezione per le risse di ieri nel finale. Il legame con i senatori, decisivo per riportare in alto il Milan, si è spezzato di colpo. Ieri nessuno è stato capace di riannodarlo: Tomori, Theo, Rafa, Giroud. Tutti assenti. Nessuno dei leader che si sia presentato pubblicamente a parlare. Il gruppo si è slacciato tutto insieme: lo stesso Pioli è comparso più tardi del solito davanti ai media, trascorrendo tempo in più nello spogliatoio

Tutti i nomi per la panchina QUI -)
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
208,045
Reaction score
29,988
GDS: per il Milan, la notte più buia. Il Milan ha subito una cocente sconfitta nel derby contro l'Inter, che ha ulteriormente aggravato la crisi tecnica della squadra rossonera.

La dirigenza milanista è alla ricerca di un nuovo allenatore per sostituire Stefano Pioli, con Julen Lopetegui che è il principale candidato ma non l'unico

La partita ha evidenziato le debolezze tecniche del Milan, con una difesa fragile e un attacco poco incisivo.

Pioli ha tentato di rivoluzionare la squadra schierando Leao come centravanti, ma l'esperimento si è rivelato un fallimento.

La sconfitta nel derby ha segnato la fine dell'era Pioli al Milan, con la squadra che ora si trova a diciassette punti di distanza dall'Inter in classifica. Il Milan è riconoscente a Pioli, per quello che ha fatto in passato. Ed è dovuto a questo, il fatto che il tecnico resterà in panchina fino al termine della stagione. Poi, si cambierà.

Pioli era stato capace di restituire un’identità al Milan perso nella confusione tecnica. Ma contro la Roma e l’Inter, le tre partite più importanti della stagione, ha presentato una squadra senz’anima fatta eccezione per le risse di ieri nel finale. Il legame con i senatori, decisivo per riportare in alto il Milan, si è spezzato di colpo. Ieri nessuno è stato capace di riannodarlo: Tomori, Theo, Rafa, Giroud. Tutti assenti. Nessuno dei leader che si sia presentato pubblicamente a parlare. Il gruppo si è slacciato tutto insieme: lo stesso Pioli è comparso più tardi del solito davanti ai media, trascorrendo tempo in più nello spogliatoio
.
 

iceman.

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
21,135
Reaction score
3,485
GDS: per il Milan, la notte più buia. Il Milan ha subito una cocente sconfitta nel derby contro l'Inter, che ha ulteriormente aggravato la crisi tecnica della squadra rossonera.

La dirigenza milanista è alla ricerca di un nuovo allenatore per sostituire Stefano Pioli, con Julen Lopetegui che è il principale candidato ma non l'unico

La partita ha evidenziato le debolezze tecniche del Milan, con una difesa fragile e un attacco poco incisivo.

Pioli ha tentato di rivoluzionare la squadra schierando Leao come centravanti, ma l'esperimento si è rivelato un fallimento.

La sconfitta nel derby ha segnato la fine dell'era Pioli al Milan, con la squadra che ora si trova a diciassette punti di distanza dall'Inter in classifica. Il Milan è riconoscente a Pioli, per quello che ha fatto in passato. Ed è dovuto a questo, il fatto che il tecnico resterà in panchina fino al termine della stagione. Poi, si cambierà.

Pioli era stato capace di restituire un’identità al Milan perso nella confusione tecnica. Ma contro la Roma e l’Inter, le tre partite più importanti della stagione, ha presentato una squadra senz’anima fatta eccezione per le risse di ieri nel finale. Il legame con i senatori, decisivo per riportare in alto il Milan, si è spezzato di colpo. Ieri nessuno è stato capace di riannodarlo: Tomori, Theo, Rafa, Giroud. Tutti assenti. Nessuno dei leader che si sia presentato pubblicamente a parlare. Il gruppo si è slacciato tutto insieme: lo stesso Pioli è comparso più tardi del solito davanti ai media, trascorrendo tempo in più nello spogliatoio

pioli_milan.jpg

Derby di Champions, fuori contro amaggicca in Europa League e scudetto perso contro l'Inter.

Mi sento svuotato, come se quei ********** avessero annullato tutta la nostra storia.
Non vinciamo un derby, un trofeo, uno scontro diretto, niente di niente.
Credo che tutto sommato, siamo finiti per davvero stavolta.
Arriveranno altre mezze tacche da 15/20 milioni, un allenatore mediocre che continuerà questo trend.
 
Registrato
16 Luglio 2014
Messaggi
13,908
Reaction score
3,117
GDS: per il Milan, la notte più buia. Il Milan ha subito una cocente sconfitta nel derby contro l'Inter, che ha ulteriormente aggravato la crisi tecnica della squadra rossonera.

La dirigenza milanista è alla ricerca di un nuovo allenatore per sostituire Stefano Pioli, con Julen Lopetegui che è il principale candidato ma non l'unico

La partita ha evidenziato le debolezze tecniche del Milan, con una difesa fragile e un attacco poco incisivo.

Pioli ha tentato di rivoluzionare la squadra schierando Leao come centravanti, ma l'esperimento si è rivelato un fallimento.

La sconfitta nel derby ha segnato la fine dell'era Pioli al Milan, con la squadra che ora si trova a diciassette punti di distanza dall'Inter in classifica. Il Milan è riconoscente a Pioli, per quello che ha fatto in passato. Ed è dovuto a questo, il fatto che il tecnico resterà in panchina fino al termine della stagione. Poi, si cambierà.

Pioli era stato capace di restituire un’identità al Milan perso nella confusione tecnica. Ma contro la Roma e l’Inter, le tre partite più importanti della stagione, ha presentato una squadra senz’anima fatta eccezione per le risse di ieri nel finale. Il legame con i senatori, decisivo per riportare in alto il Milan, si è spezzato di colpo. Ieri nessuno è stato capace di riannodarlo: Tomori, Theo, Rafa, Giroud. Tutti assenti. Nessuno dei leader che si sia presentato pubblicamente a parlare. Il gruppo si è slacciato tutto insieme: lo stesso Pioli è comparso più tardi del solito davanti ai media, trascorrendo tempo in più nello spogliatoio

pioli_milan.jpg


Se io fossi un giocatore del Milan, consapevole della forza del Inter e dell'importanza della partita sarei incavolato di brutto con Pioli. Credo che anche i ragazzi sappiano quanto sia stato folle giocarla con Musah, mentre Chukwueze e Okafor, che loro vedono anche quotidianamente, sono rimasti in panchina. E non é la prima volta dove si inventa una Piolata che lascia perplessi noi e dovrebbe anche lasciare perplessi i propri giocatori.
 

Solo

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
14,610
Reaction score
5,852
GDS: per il Milan, la notte più buia. Il Milan ha subito una cocente sconfitta nel derby contro l'Inter, che ha ulteriormente aggravato la crisi tecnica della squadra rossonera.

La dirigenza milanista è alla ricerca di un nuovo allenatore per sostituire Stefano Pioli, con Julen Lopetegui che è il principale candidato ma non l'unico

La partita ha evidenziato le debolezze tecniche del Milan, con una difesa fragile e un attacco poco incisivo.

Pioli ha tentato di rivoluzionare la squadra schierando Leao come centravanti, ma l'esperimento si è rivelato un fallimento.

La sconfitta nel derby ha segnato la fine dell'era Pioli al Milan, con la squadra che ora si trova a diciassette punti di distanza dall'Inter in classifica. Il Milan è riconoscente a Pioli, per quello che ha fatto in passato. Ed è dovuto a questo, il fatto che il tecnico resterà in panchina fino al termine della stagione. Poi, si cambierà.

Pioli era stato capace di restituire un’identità al Milan perso nella confusione tecnica. Ma contro la Roma e l’Inter, le tre partite più importanti della stagione, ha presentato una squadra senz’anima fatta eccezione per le risse di ieri nel finale. Il legame con i senatori, decisivo per riportare in alto il Milan, si è spezzato di colpo. Ieri nessuno è stato capace di riannodarlo: Tomori, Theo, Rafa, Giroud. Tutti assenti. Nessuno dei leader che si sia presentato pubblicamente a parlare. Il gruppo si è slacciato tutto insieme: lo stesso Pioli è comparso più tardi del solito davanti ai media, trascorrendo tempo in più nello spogliatoio

pioli_milan.jpg
Abbiamo avuto l'epilogo che meritavamo per quanto seminato in estate.

Adesso vedremo la semina per l'anno prossimo.
 

evideon

Junior Member
Registrato
2 Agosto 2017
Messaggi
1,824
Reaction score
1,306
Ormai si attende ogni anno la fine dell'anno corrente nella speranza di El prossimo anno che poi avrà lo stesso trend del precedente. Ormai viviamo di speranze ed illusioni.
 

evideon

Junior Member
Registrato
2 Agosto 2017
Messaggi
1,824
Reaction score
1,306
Ormai si attende ogni anno la fine dell'anno corrente nella speranza del prossimo anno che poi avrà lo stesso trend del precedente. Ormai viviamo di speranze ed illusioni.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
208,045
Reaction score
29,988
GDS: per il Milan, la notte più buia. Il Milan ha subito una cocente sconfitta nel derby contro l'Inter, che ha ulteriormente aggravato la crisi tecnica della squadra rossonera.

La dirigenza milanista è alla ricerca di un nuovo allenatore per sostituire Stefano Pioli, con Julen Lopetegui che è il principale candidato ma non l'unico

La partita ha evidenziato le debolezze tecniche del Milan, con una difesa fragile e un attacco poco incisivo.

Pioli ha tentato di rivoluzionare la squadra schierando Leao come centravanti, ma l'esperimento si è rivelato un fallimento.

La sconfitta nel derby ha segnato la fine dell'era Pioli al Milan, con la squadra che ora si trova a diciassette punti di distanza dall'Inter in classifica. Il Milan è riconoscente a Pioli, per quello che ha fatto in passato. Ed è dovuto a questo, il fatto che il tecnico resterà in panchina fino al termine della stagione. Poi, si cambierà.

Pioli era stato capace di restituire un’identità al Milan perso nella confusione tecnica. Ma contro la Roma e l’Inter, le tre partite più importanti della stagione, ha presentato una squadra senz’anima fatta eccezione per le risse di ieri nel finale. Il legame con i senatori, decisivo per riportare in alto il Milan, si è spezzato di colpo. Ieri nessuno è stato capace di riannodarlo: Tomori, Theo, Rafa, Giroud. Tutti assenti. Nessuno dei leader che si sia presentato pubblicamente a parlare. Il gruppo si è slacciato tutto insieme: lo stesso Pioli è comparso più tardi del solito davanti ai media, trascorrendo tempo in più nello spogliatoio

Tutti i nomi per la panchina QUI -)
.
 

Route66

Junior Member
Registrato
5 Gennaio 2019
Messaggi
2,573
Reaction score
1,103
GDS: per il Milan, la notte più buia. Il Milan ha subito una cocente sconfitta nel derby contro l'Inter, che ha ulteriormente aggravato la crisi tecnica della squadra rossonera.

La dirigenza milanista è alla ricerca di un nuovo allenatore per sostituire Stefano Pioli, con Julen Lopetegui che è il principale candidato ma non l'unico

La partita ha evidenziato le debolezze tecniche del Milan, con una difesa fragile e un attacco poco incisivo.

Pioli ha tentato di rivoluzionare la squadra schierando Leao come centravanti, ma l'esperimento si è rivelato un fallimento.

La sconfitta nel derby ha segnato la fine dell'era Pioli al Milan, con la squadra che ora si trova a diciassette punti di distanza dall'Inter in classifica. Il Milan è riconoscente a Pioli, per quello che ha fatto in passato. Ed è dovuto a questo, il fatto che il tecnico resterà in panchina fino al termine della stagione. Poi, si cambierà.

Pioli era stato capace di restituire un’identità al Milan perso nella confusione tecnica. Ma contro la Roma e l’Inter, le tre partite più importanti della stagione, ha presentato una squadra senz’anima fatta eccezione per le risse di ieri nel finale. Il legame con i senatori, decisivo per riportare in alto il Milan, si è spezzato di colpo. Ieri nessuno è stato capace di riannodarlo: Tomori, Theo, Rafa, Giroud. Tutti assenti. Nessuno dei leader che si sia presentato pubblicamente a parlare. Il gruppo si è slacciato tutto insieme: lo stesso Pioli è comparso più tardi del solito davanti ai media, trascorrendo tempo in più nello spogliatoio

pioli_milan.jpg
Chiamamola pure "la notte più buia" oppure più semplicemente la logica conseguenza di come la squadra era stata impostata questa estate dal "team integrato" e dal "super coach" come giustamente qualcuno che qui dentro ci vede lungo aveva già tristemente annunciato....
Ora che è tutto finito però, la prossima sconfitta con la giuve e altre figure di :poop: :poop: varie ed assortite saranno come bere un bicchiere d'acqua, lo possiamo tranquillamente dire:
tutti i nostri peggiori incubi e sottolineo TUTTI si sono avverati dalla eliminazione del girone Champion, alla sconfitta contro l'Edilnord, a tutti i record negativi storici superati e ritoccati, all'eliminazione senza combattere in coppa italia ed EL e per finire con la storica ed epica striscia di 6 derby persi di seguito senza la minima reazione con lo scudo dei nati dopo alzato direttamente in faccia.
Abbiamo raggiunto tutti gli obbiettivi, complimenti allo staff e soprattutto al mister.
Chiamiamo un esorcista
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>