Milan da tabula rasa. A partire dalla comunicazione.

Daniele87

Well-known member
Registrato
13 Agosto 2021
Messaggi
968
Reaction score
889
a me questa società sembra che dalla testa in giù sia tutta una sorta di equivoco..abbiamo tutta gente nei ruoli chiave che in realtà non sembra essere quello che dovrebbe essere

abbiamo un proprietario che non sappiamo nemmeno se è il vero proprietario (e ora è avallato anche dalla finanza questo dubbio)..abbiamo un AD che è appunto espressione della proprietà precedente invece di quella attuale..abbiamo un capo dell'area tecnica che ancora non si sa che ruolo abbia..è stato presentato come consigliere di red bird piu che del Milan...abbiamo un presidente (si vabè...) che sembra in rappresentanza di una proprietà ancora piu vecchia (Silvio-Galliani)...

e ste pagliacciate vanno avanti da una vita ormai...

non so davvero come in mezzo a tutto ciò siamo riusciti a vincere uno scudetto...questo non lo so davvero..
Il tuo discorso, ahimè, non fa una piega.
L'unica postilla la farei sull'ultima frase che hai scritto, quello scudetto lo abbiamo vinto grazie al lavoro di gente competente quale era la precedente dirigenza Maldini, Massara, Gazidis, ciascuno per la propria parte di competenza, e ci metto anche Boban che ha il merito di aver creato la spina dorsale di una squadra che nonostante tutto ha nel suo palmares uno scudetto ed una semifinale di Champions.
Capisco che si tenda a raggruppare Elliot e Redbird come se fossero un'unica entità, però sono proprietà diverse che hanno strategie diverse. E se Elliot ha creato valore mettendo le persone giuste nei ruoli di competenza, RedBird si sta dimostrando tutto fumo e niente arrosto, uno che crede di essere il più intelligente e innovativo di tutti, con la sua retorica da call center e le sue promesse da campagna elettorale ha solo distrutto il lavoro fatto da chi prima di lui senza la minima riconoscenza dimostrandosi sempre più un corpo estraneo nell'universo del calcio.
 
Alto
head>