Milan: Buongiorno, Todibo, Veiga, Amrabat, Zirkzee e co.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
211,920
Reaction score
32,338
GDS: il Milan cerca un vice Theo. Potrebbe rispuntare Miranda. Per la difesa, al posto del partente Kjaer, occhio a Brassier. Per l'attacco la prima scelta resta Zirkzee con David Sesko e Gyokeres alternative.

Tuttosport:
sono necessità strutturali dell’attuale rosa milanista che vanno oltre alla questione allenatore. Giorgio Furlani, Zlatan Ibrahimovic, Geoffrey Moncada e Antonio D’Ottavio sono al lavoro da settimane per individuare i profili giusti che possano rendere, almeno sulla carta, più completa la squadra in vista della stagione 2024-25. Detto a più riprese di come Joshua Zirkzee sia la priorità per il ruolo di centravanti, è nel pacchetto dei difensori centrali e in mezzo al campo che vanno fatti gli altri interventi di prima necessità. Ieri l’agente di Simon Kjaer ha confermato quanto ormai sembrava palese da settimane ovvero che il difensore danese non rimarrà in rossonero. La dirigenza ha valutato di non presentare una nuova proposta contrattuale a Simon, decidendo di andare oltre e di andare a fare un inserimento più giovane anagraficamente rispetto a lui. Il sogno è Alessandro Buongiorno del Torino (che piace anche all’Inter) mentre le piste estere portano a Lilian Brassier del Brest, già sondato nel corso del mercato invernale oltre al nome di Maxence Lacroix del Wolfsburg, seguito da tempo da D’Ottavio e Moncada. Il nome nuovo che si aggiunge alla lista è una vecchia fiamma rossonera, ovvero Jean-Clair Todibo del Nizza. Il Milan lo aveva messo nei suoi radar nel corso della stagione 2019-20, quando il difensore militava nel Barcellona ma poi non venne trovata la quadra per il prestito e così Maldini e Massara virarono su Simon Kjaer. L’altro reparto che necessiterà di un ingresso importante è quello del centrocampo. La dirigenza è al lavoro per portare a Milanello un mediano difensivo che sappia dare equilibrio alla squadra e fare filtro in mezzo al campo, una dote che è mancata nel corso di questi anni dopo le partenze di Franck Kessie, Sandro Tonali e Rade Krunic. Nelle ultime ore è riemerso il nome di Renato Veiga, classe 2003 del Basilea. Il Milan non ha mai smesso di seguirlo e anche lui era tra i vari profili accostati ai rossoneri nel corso dell’ultima sessione invernale di mercato. Il suo costo potrebbe essere decisamente inferiore rispetto ai 20 e più milioni che il Monaco chiede per Youssouf Fofana del Monaco, che non convince fino in fondo ma rimane una nomination da non scartare. Durante una delle sue ultime interviste da giocatore del Milan, Zlatan Ibrahimovic spese parole d’elogio per Sofyan Amrabat, che ai tempi giocava nella Fiorentina e che non è di certo reduce da una super stagione con la maglia del Manchester United. I Red Devils difficilmente eserciteranno il diritto di riscatto e il marocchino potrebbe tornare a Firenze, ma non rientrerebbe nei piani viola.

Il Corriere dello Sport conferma tutte le news che abbiamo riportato nei giorni scorsi: per la difesa il Milan continua a seguire Diego Carlos dell'Aston Villa.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
211,920
Reaction score
32,338
GDS: il Milan cerca un vice Theo. Potrebbe rispuntare Miranda. Per la difesa, al posto del partente Kjaer, occhio a Brassier. Per l'attacco la prima scelta resta Zirkzee con David Sesko e Gyokeres alternative.

Tuttosport:
sono necessità strutturali dell’attuale rosa milanista che vanno oltre alla questione allenatore. Giorgio Furlani, Zlatan Ibrahimovic, Geoffrey Moncada e Antonio D’Ottavio sono al lavoro da settimane per individuare i profili giusti che possano rendere, almeno sulla carta, più completa la squadra in vista della stagione 2024-25. Detto a più riprese di come Joshua Zirkzee sia la priorità per il ruolo di centravanti, è nel pacchetto dei difensori centrali e in mezzo al campo che vanno fatti gli altri interventi di prima necessità. Ieri l’agente di Simon Kjaer ha confermato quanto ormai sembrava palese da settimane ovvero che il difensore danese non rimarrà in rossonero. La dirigenza ha valutato di non presentare una nuova proposta contrattuale a Simon, decidendo di andare oltre e di andare a fare un inserimento più giovane anagraficamente rispetto a lui. Il sogno è Alessandro Buongiorno del Torino (che piace anche all’Inter) mentre le piste estere portano a Lilian Brassier del Brest, già sondato nel corso del mercato invernale oltre al nome di Maxence Lacroix del Wolfsburg, seguito da tempo da D’Ottavio e Moncada. Il nome nuovo che si aggiunge alla lista è una vecchia fiamma rossonera, ovvero Jean-Clair Todibo del Nizza. Il Milan lo aveva messo nei suoi radar nel corso della stagione 2019-20, quando il difensore militava nel Barcellona ma poi non venne trovata la quadra per il prestito e così Maldini e Massara virarono su Simon Kjaer. L’altro reparto che necessiterà di un ingresso importante è quello del centrocampo. La dirigenza è al lavoro per portare a Milanello un mediano difensivo che sappia dare equilibrio alla squadra e fare filtro in mezzo al campo, una dote che è mancata nel corso di questi anni dopo le partenze di Franck Kessie, Sandro Tonali e Rade Krunic. Nelle ultime ore è riemerso il nome di Renato Veiga, classe 2003 del Basilea. Il Milan non ha mai smesso di seguirlo e anche lui era tra i vari profili accostati ai rossoneri nel corso dell’ultima sessione invernale di mercato. Il suo costo potrebbe essere decisamente inferiore rispetto ai 20 e più milioni che il Monaco chiede per Youssouf Fofana del Monaco, che non convince fino in fondo ma rimane una nomination da non scartare. Durante una delle sue ultime interviste da giocatore del Milan, Zlatan Ibrahimovic spese parole d’elogio per Sofyan Amrabat, che ai tempi giocava nella Fiorentina e che non è di certo reduce da una super stagione con la maglia del Manchester United. I Red Devils difficilmente eserciteranno il diritto di riscatto e il marocchino potrebbe tornare a Firenze, ma non rientrerebbe nei piani viola.

Il Corriere dello Sport conferma tutte le news che abbiamo riportato nei giorni scorsi: per la difesa il Milan continua a seguire Diego Carlos dell'Aston Villa.
.
 

alexpozzi90

Well-known member
Registrato
22 Marzo 2022
Messaggi
4,720
Reaction score
2,552
Buongiorno ci starebbe (DC mancino e pure nazionale italiano), però è del Toro, quindi è impraticabile. Il profilo sarà tipo lui, ma straniero, al 99%. Io comunque preferirei un esperto visto che esce Kjaer, tipo Hermoso. Quest'anno in ogni caso ci ha insegnato che servono 5 centrali, altroché.

Sui terzini, più che un vice-Theo, serve un TD titolare, la riserva a sinistra la può fare Calabria se serve, Bartesaghi, Florenzi se resta. Il problema è il TD titolare e Kalulu non ha mai dimostrato affidabilità in tal senso, al netto del capitone.

A centrocampo Amrabat ci starebbe idem, ha anche la giusta esperienza internazionale ora rispetto a quando usciva dalla Fiorentina. Quel reparto in ogni caso va cambiato in 2 elementi su 6, dato che abbiamo 6/6 mezzale e ci vogliono 2 mediani, un titolare e una riserva. Chi esce penso saranno 1-2 tra Bennacer, Adli e Pobega, i 3 arrivati quest'anno non avrebbe senso (RLC e Reijnders perché sono buoni, Musah perché lo dovresti regalare, va visto un altro anno con un allenatore che gli dia un ruolo stabile e sensato, non quello che capita in base alla partita).

In attacco vabbé, sulle ali siamo copertissimi, al contrario della prima punta dove siamo totalmente scoperti, quindi il budget va tutto lì per il titolare e la riserva se Jovic non resta (come subentro non ha fatto male, 9 gol buttato dentro a caso nel casino tattico di quest'anno).
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
28,181
Reaction score
13,010
Ma piuttosto che l'ennesimo straniero come vice Theo mi faccio andare bene Bartesaghi.

In prima squadra il prossimo anno:

Simic, Bartesaghi, Jimenez.

Visto che la società non vuole competere almeno facciamo crescere i nostri giovani. Simic e Bartesaghi non hanno fatto male come riserve. Anzi il primo lo butterei nella mischia più spesso, ha dimostrato di essere già pronto per essere una valida riserva in serie A.
Jimenez non è nostro
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>