LionRock Inter: polverone, non per la Procura.

Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,863
Reaction score
26,831
-2006: Scoppia Calciopoli, l'Inter ne è fuori, ma casualmente un dipendente della Tim (di Tronchetti Provera) si suicida. Viene nominato come Presidente FIGC un ex uomo di Tronchetti Provera al tempo socio di Moratti nell'Inter e proprietario della TIM. Escono fuori le voci anni dopo, prescrizione.
-2019-20: mancati pagamenti di stipendi ai giocatori, prima ancora della pandemia (si riferiscono nel periodo pre-pandemico), la Procura chiude due occhi e naso. L'Inter è campione d'Italia quando da regolamento doveva subire 1 punto di penalizzazione per ogni mese che non ha pagato stipendi.
-2021-24: I debiti decollano, il calciomercato viene fatto tutto a debito tanto è che alcune squadre non vengono pagate come da scadenza ed il pagamento viene effettuato mesi dopo con altri soldi presi a prestito, mentre in C squadre in questa situazioni non vengono nemmeno iscritte perché nonostante i prestiti non vi è una stabilità economica, all'Inter viene permesso di primeggiare.

A casa mia questa è associazione a delinquere. Altro che protezione mediatica per grande comunicazione.

Oh, poi se a te va bene barare per vincere, allora chiudiamo discorso e diciamo che tutto è giusto. Come dicono gli Juventini che tanto odiamo? "Vincere sempre ed a qualsiasi costo".

Mi sa che il "Milanismo" non lo sta perdendo solo la Proprietà ma anche una parte di tifosi.
Perfetto.
E poi non capisco il senso di buttare nel mezzo sempre i limiti del milan.
Se l'inter ruba sarà colpa innanzitutto delle istituzioni.
Milan e juve non denunciano perchè sono tenuti per le palle da un calcio malato alle radici...
 

7AlePato7

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
24,733
Reaction score
12,681
Perfetto.
E poi non capisco il senso di buttare nel mezzo sempre i limiti del milan.
Se l'inter ruba sarà colpa innanzitutto delle istituzioni.
Milan e juve non denunciano perchè sono tenuti per le palle da un calcio malato alle radici...
Se l'Inter ruba... Se sai che l'Inter ruba e le istituzioni non fanno una emerita cippa lippa, fai in modo che qualcuno indaghi. Calciopoli come è scoppiata secondo te? Se pensi che non ci siano state pressioni per fare scoppiare il bubbone allora mi ritiro dalla discussione. Solo che oggi ti assicuro che non conviene innanzitutto a Elliott che il calcio italiano subisca un altro scossone, quindi si fanno andare bene tutto sul campo evidentemente, tanto sono lí per arraffare. Poi se vogliamo dirci tra di noi che l'Inter bara facciamolo... Ma a che serve? A niente.
Al momento tra scudetti di cartone e prescrizioni sono arrivati alla seconda stella. Finché il Milan non si fa rispettare tuonando nelle sedi opportune non cambierà niente. Pensare che gli aspetti extra campo siano secondari rispetto ai valori sul campo di gioco equivale più o meno a fare le verginelle dinanzi a Rocco Siffredi.
Per ovviare a questa situazione o costruisci una squadra tre o quattro volte più forte della concorrenza (come il Milan di Sacchi o Capello) o ti fai rispettare anche fuori dal campo.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,863
Reaction score
26,831
Se l'Inter ruba... Se sai che l'Inter ruba e le istituzioni non fanno una emerita cippa lippa, fai in modo che qualcuno indaghi. Calciopoli come è scoppiata secondo te? Se pensi che non ci siano state pressioni per fare scoppiare il bubbone allora mi ritiro dalla discussione. Solo che oggi ti assicuro che non conviene innanzitutto a Elliott che il calcio italiano subisca un altro scossone, quindi si fanno andare bene tutto sul campo evidentemente, tanto sono lí per arraffare. Poi se vogliamo dirci tra di noi che l'Inter bara facciamolo... Ma a che serve? A niente.
Al momento tra scudetti di cartone e prescrizioni sono arrivati alla seconda stella. Finché il Milan non si fa rispettare tuonando nelle sedi opportune non cambierà niente. Pensare che gli aspetti extra campo siano secondari rispetto ai valori sul campo di gioco equivale più o meno a fare le verginelle dinanzi a Rocco Siffredi.
Per ovviare a questa situazione o costruisci una squadra tre o quattro volte più forte della concorrenza (come il Milan di Sacchi o Capello) o ti fai rispettare anche fuori dal campo.
Non ce l'ho con te fratello, lo sai che ti stimo.
Oltretutto credo che siamo praticamente coetanei.
Scusami ,anzi, per lo sfogo.


Ti spiego, in parole povere e misere, da cosa nasce il mio malessere verso questo calcio e l'insofferenza che provo verso l'inter, altrimenti passo per il solito complottista visionario, come molti mi dipingono.

Avrei voluto aprire una discussione sul tema ma evito perché so già che mi beccherei offese gratuite.

La triade della juve ,moggi-bettega-giraudo, in tempi non sospetti allestì la piovra che avvolse tutto il mondo del calcio quando la proprietà juve tagliò completamente i fondi e la dirigenza fu costretta a lavorare a saldo zero.
Eravamo a metà anni 90 e nel clou del campionato italiano con le 7 sorelle che spadroneggiavano in Italia ed Europa grazie a presidenti mecenati che tenevamo i club per gioco, vanità, ambizioni sportive.
Il campionato italiano era senza dubbio il più bello del mondo e juve ,Inter e Milan erano le 3 superpotenze.

Il Milan di berlusconi e galliani faceva la voce grossa in politica e lega e aveva il controllo totale o quasi dei mezzi di comunicazione, l'inter di moratti aveva fondi illimitati e l'appoggio della tim, la juve degli agnelli non aveva bisogno di presentazioni.

A un certo punto gli agnelli chiedono alla triade di autofinanziarsi.
In pochi ricordano questo evento e in pochissimi lo riportano.
Moggi , giraudo e bettega di colpo si trovarono a duellare con Milan e inter senza i capitali della proprietà.
Fu da lì che nacque la piovra come mezzo alternativo di detenzione del potere e opposizione a una concorrenza feroce.

Lo scandalo che scoppiò fu tremendo per noi ragazzi che ormai seguivamo il calcio con coscienza e consapevolezza e infatti quel pallone sgonfio fotografato sulla prima pagina dello speciale di panorama resterà per sempre nei nostri ricordi.


Oggi ,a distanza di 20 anni, sto rivivendo quelle spiacevoli sensazioni perché le dinamiche sono simili: abbiamo una proprietà che di colpo taglia i fondi all'ad e abbiamo uno scavato dirigente vecchio stampo che si arrangia coi suoi mezzi e grazie alla sua ragnatela di rapporti.
In quegli anni quando anche solo si insinuava qualcosa si veniva attaccati ma poi quel che è venuto fuori ha dimostrato che i fatti erano peggio anche della più fervida fantasia.

Quando quindi dico che è inammissibile che l'ad del club più disgraziato d'italia porti a spasso tutto il calcio italiano forse sto provando a sconfiggere quei fantasmi che un tifoso non può e non deve accettare.
Gli interisti chiaramente sono dinamiche che non possono percepire perché totalmente assuefatti dal potere che ora li ha sedotti e accecati.
Il potere ,si sa, logora chi non ce l'ha.
Con affetto, un tifoso che a 45 anni non reggerebbe un altro pallone sgonfio.
 
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
13,314
Reaction score
3,978
I quotidiani in edicola (che si sono svegliati solo oggi...) sul caso Inter - Lionrock

DOVETE LEGGERE PRIMA DI COMMENTARE

Tuttosport: mentre impazza il polverone, il sito di LionRock continua a tenere l’Inter nel suo portfolio di investimenti. Un mese fa il fondo di Hong Kong aveva festeggiato con una news sul suo sito la conquista dello scudetto, così come un anno fa aveva celebrato il raggiungimento della finale di Champions League con un articolo scritto in prima persona plurale. Un comportamento che sembra contraddire quanto dichiarato da un portavoce di LionRock ad alcune agenzie internazionali nel giorno del passaggio di proprietà dell’Inter da Suning a Oaktree. In quei lanci, a ben vedere, il portavoce parla di assenza di interessi economici nel club nerazzurro da maggio 2021, dal momento della concessione del prestito di Oaktree. Non viene fatto esplicitamente riferimento alla cessione di azioni. Non a caso nel Cda nerazzurro è ancora presente il rappresentante di LionRock: Daniel Kar Keung Tseung, fondatore della società di Hong Kong (gli altri due erano usciti tre anni fa per fare spazio ad Amedeo Carassai e Carlo Marchetti in quota Oaktree). Senza dimenticare che a luglio 2021 lo statuto dell’Inter venne modi cato per ridurre i poteri degli azionisti di minoranza, un intervento che aveva senso per neutralizzare eventuali iniziative di LionRock. Per ora, infatti, non risultano interventi della Procura Federale sulla vicenda nonostante l’ampio eco avuto sui media. Gli inquirenti della Figc, in base alle regole, dovrebbero attivarsi nel caso in cui avessero conoscenza di comunicazioni infedeli sui detentori di pacchetti azionari superiori al 10%. LionRock deteneva il 31,05% dell’Inter. Non ci sono movimenti in questo senso perché, secondo quanto risulta in Via Allegri, il pacchetto di LionRock sarebbe con uito nel 99,6% di Oaktree, insieme al 68,5% di Suning, al momento dell’esercizio del pegno una settimana fa. Fin dall’inizio LionRock aveva mantenuto una posizione molto de lata, risultando solo un investitore che ha apportato un capitale iniziale. Ma non ha mai inciso sulle scelte dell’Inter di erenziandosi in qualche modo da Suning. Curiosamente fa parlare di sé solo al termine dell’avventura.


Repubblica:

repubblica.png

Neanche se li trovassero con la pistola fumante in mano e col ferito agonizzante a terra che li accusa con le ultime forze gli farebbero qualcosa. Va tutto bene, sono fortissimi, virtuosi ed onesti…….questi maiali
 

alexpozzi90

Well-known member
Registrato
22 Marzo 2022
Messaggi
4,720
Reaction score
2,552
Ragazzi il problema non è la comunicazione o , per lo meno , non è solo quella.
L'inter ha messo suoi uomini ovuque!!! Li sta il problema.
Avete letto del fuggi fuggi alla covisoc?
Presidente e 3 membri hanno dato le dimissioni e quelli sono tutti uomini di gravina riconducibili a marmotta.

E' una piovra tentacolare, hanno le mani ovunque.
Sempre più trasparente che la levata di scudi contro il commissariamento della covisoc fosse non interessato, di più. Non si vogliono scoperchiare le nefandezze economiche di molti, in primis Inter, Juve e Roma, fuori da qualsiasi parametro logico e regolamentare pure in tutte le altre leghe (l'unico esempio così fulgido in giro è il Barcellona).
 
Alto
head>