Iran-Israele: è guerra.

Sam

Junior Member
Registrato
16 Luglio 2018
Messaggi
3,178
Reaction score
3,840
Eddai Sam...
Gli Houthi, Hezbollah, tutti i movimenti sciiti sadristi in Iraq, i paramilitari in Siria, le armi ai Quds in Palestina, gli addestramenti militari in Corea del Nord, Cuba, Venezuela...
Ciò che hai elencato esiste a causa di Israele, e lo sai meglio di me. Si tratta del classico "il nemico del mio nemico è mio amico".

Però non mi risulta che l'Iran faccia raid arei negli altri Paesi uccidendo dei generali, senza alcun conflitto in corso.
Non mi risulta che bombardi ambasciate, senza alcun conflitto in corso.
 

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
36,910
Reaction score
5,785
Secondo me molti non hanno capito che la questione non è essere pro Putin anti Putin.. anti occidentale pro orientale. E' roba da stadio..
Moltissimi conflitti attuali sono a livello LOCALE. In giro per il mondo ci sono centinaia di conflitti tra magari due nazioni o due attori che si odiano. E molti di questi manco finiscono in tv perché all'Occidente non c'è interesse.. della serie lasciamoli che facciano da soli ed infatti questi conflitti rimangono nella sfera locale e non si "incendiano".

Altri conflitti invece ci sono interessi vuoi per questione economica di risorsa o altro.. e lì che entra la cavelleria dell'Occidente che invece di svolgere da figura neutrale decide guarda caso di prendere la parte di qualcuno.

Per esempio Israele sono anni che fanno una miriade di casini lì. Alcuni paesi arabi erano pronti a fare accordi diplomatici con gli sionisti.. invece hanno pensato bene di radere al suolo le case di quasi 3 mln di persone. Questo conflitto è tra Israele e L'Iran e sarebbe il caso di lasciarlo a loro. A me non sembra che l'Iran abbia buttato bombe sull'Europa o sbaglio? Dunque per quale motivo prendere parte a sti conflitti?
Isarele non dovrebbe avere nessun sostegno e dovrebbero sbrigarsela da soli.. negli ultimi 100 anni quando USA e company hanno deciso di immeschiarsi ci sono stati SOLO casini e non è stato risolto NULLA.

Gli USA avrebbero un potenziale enorme per svolgere un ruolo di neutralità potrebbero influenzare tutti.. il problema è che poi si mettono a prendere parte senza nessuna logica oltre ad andare contro quello che predicano (ipocrisia).
 
Registrato
20 Aprile 2016
Messaggi
14,436
Reaction score
9,647
Ciò che hai elencato esiste a causa di Israele, e lo sai meglio di me. Si tratta del classico "il nemico del mio nemico è mio amico".

Però non mi risulta che l'Iran faccia raid arei negli altri Paesi uccidendo dei generali, senza alcun conflitto in corso.
Non mi risulta che bombardi ambasciate, senza alcun conflitto in corso.
Esiste a causa di UK e USA in realtà, precisamente dalla deposizione di Mossadeq che ha portato nel lungo termine alla reazione anti Pahlavi.
Israele altro non è che l'obiettivo della propaganda interna, ma inizialmente era il "grande Satana" statunitense delle fatwe khomeiniste. Poi si sono riallineati perché negli anni 90 hanno capito che aveva poco senso antagonizzare troppo l'egemone mondiale incontrastato, in pieno unipolar moment per dirla alla Krauthammer
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,962
Reaction score
3,221
I persiani sono l' impero più antico di tutti quelli attuali, sono sempre gli stessi da 27 secoli.

Sono peggio sia di russi che di americani.

Infatti, sono abbastanza certo che ne russi, ne cinesi, vedrebbero di buon occhio diventassero un paese nucleare
scusami ma con tutto il rispetto hai detto solo sciocchezze. Non c'e' nessuna continuita' con il passato che dici tu. Esiste una sola realta', ovvero un paese nella sua stragrande maggioranza laico, che non ha alcun interesse nella religione, con le giovani generazioni desiderose di liberta' e di fare le stesse cose che fanno il loro coetanei occidentali. Sono semplicemente oppressi da un regime dove un ristretto numero di estremisti religiosi tiene sotto scacco l'intero paese dal oltre 40 anni. Dovremo chiederci cosa possiamo fare per aiutarli, piuttosto che farne una questione storica come fai tu. Mi meraviglio del tuo like @Trumpusconi, dovresti conoscere bene la societa' reale in Iran.
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,962
Reaction score
3,221
Comunque, facciamo un po' d'ordine su quello che e' successo nelle ultime 24 ore.

Isr43le attacca il consolato iraniano a damasco. Il valore strategico dell'operazione secondo me e' risibile. Palese invece il tentativo di provocazione, insomma un'esca usata per vedere cosa fanno gli Iraniani.

Segue un estenuante dibattito interno in Iran durato 2 settimane. Finalmente, si decidono a rispondere (dopo aver accuratamente informato praticamente l'altra parte, incluso gli americani, su cosa e dove intendessero colpire).

Rispondono con oltre 300 tra droni shahed e missili balistici, sapendo benissimo che sarebbero abbattuti tutti dall'iron dome, cosa puntualmente avvenuta, il che ha dimostrato - chiaramente - che le capacita' di attacco che ha l'Iran su Isr43le sono ZERO (nada). Non battono chiodo.

Cosa succedera' ora:

La trappola del consolato ha funzionato. Ora Isr43le ha il suo casus belli per colpire direttamente l'Iran alla luce del sole (hanno gia' attaccato il territorio iraniano decine di volte in passato ma sempre non ufficialmente, con il regime iraniano ben pronto a tenere gli attacchi sotto tono per la vergogna e la manifesta incapacita').

Gli scenari sono 3:

- Isr43le attacca su larga scala decine di obiettivi militari in Iran, ovvero basi militari, aeroporti, raffinerie, centri di ricerca sul nucleare. Civili possono essere colpiti come vittime collaterali. A questo attacco seguira' una nuova risposta iraniana, dove aumenteranno il numero di droni e missili. Il risultato sara' un altro fallimento causa iron dome (probabilmente cio' che accadra')

- Isr43le attacca basi di proxy iraniani in Siria o Libano (scenario possible)

- Isr43le si fa convincere da europa e stati uniti a non fare nulla, anche visto quanto detto dal regime iraniano che l'azione di stanotte e' "conclusiva" (scenario improbabile)
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
35,617
Reaction score
11,185
ho fatto lo stesso commento nella pagina indietro. Mi sorprendo quando si pensa che tutto il popolo sia contro il regime islamico e che siano tutti qui a volere la democrazie e abbracciare l'occidente. La risposta Iraniana serve per il consenso interno. Un paese (imperialista nell'animo) che si è sentito umiliato.
come fanno ad essere occidentalisti se per anni la popolazione ha pagato i danni delle sanzioni unilaterali americane?
è normale che un cittadino veda sanzionare un paese e non un altro di certo non crede nella giustizia occidentale
nessuno, a parte la Turchia, parla di sanzioni contro Israele ma solo impedire le esportazioni militari in qualche caso
ieri sera già parlavano di riunirsi per sanzionare l'Iran, senza neanche sapere cosa avrebbero colpito...
 
Registrato
20 Aprile 2016
Messaggi
14,436
Reaction score
9,647
scusami ma con tutto il rispetto hai detto solo sciocchezze. Non c'e' nessuna continuita' con il passato che dici tu. Esiste una sola realta', ovvero un paese nella sua stragrande maggioranza laico, che non ha alcun interesse nella religione, con le giovani generazioni desiderose di liberta' e di fare le stesse cose che fanno il loro coetanei occidentali. Sono semplicemente oppressi da un regime dove un ristretto numero di estremisti religiosi tiene sotto scacco l'intero paese dal oltre 40 anni. Dovremo chiederci cosa possiamo fare per aiutarli, piuttosto che farne una questione storica come fai tu. Mi meraviglio del tuo like @Trumpusconi, dovresti conoscere bene la societa' reale in Iran.
La società reale in Iran purtroppo non sono i centri "progressisti" ed esterofili di Teheran.
Esiste un paese rurale profondamente retrogado e religioso da cui arrivano tra l'altro tutti i Marja Duodecimani.
Io tendenzialmente sono sempre dell'idea che non esistano regimi autenticamente impopolari: quando lo diventano, crollano subito.
Certo, molti sono tenuti insieme da paura e repressione, ma comunque al di sotto c'è una popolazione che si attiene alle norme che li regolano.
Anche davanti alla repressione, un popolo può sempre sollevarsi: è cio che ad esempio è accaduto nella Russia zarista nel 1917.
 

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
28,511
Reaction score
5,651
Ovviamente tutti i nostri politici sionisti, tutti indignatih e che condannano l'attacco. Cioè due droni esplosi nel nulla e senza morti. Dov'erano quando Israele ha fatto pulizia etnica? Ma la libertàh vale solo per l'ucrainah? Addirittura ieri hanno sospeso Carlo Conti per più minuti rispetto all'attacco terrorista a Mosca poche settimane fa.

Si indigneranno altrettanto se Israele farà una strage in Iran? O sarà legittima difesa?
 

7vinte

Senior Member
Registrato
3 Agosto 2017
Messaggi
12,107
Reaction score
1,688
Ovviamente tutti i nostri politici sionisti, tutti indignatih e che condannano l'attacco. Cioè due droni esplosi nel nulla e senza morti. Dov'erano quando Israele ha fatto pulizia etnica? Ma la libertàh vale solo per l'ucrainah? Addirittura ieri hanno sospeso Carlo Conti per più minuti rispetto all'attacco terrorista a Mosca poche settimane fa.

Si indigneranno altrettanto se Israele farà una strage in Iran? O sarà legittima difesa?
È perfettamente naturale che abbiano interrotto per più tempo: un attentato è un atto fine a se stesso, questo può avere conseguenze più gravi.

Ps. Biden non vuole risposte. Ma se ci saranno saranno su siti militari. E allora sarà l'Iran a provocare guerra al massimo. Se non ci sono state vittime è stato per l'ottima difesa Israeliana, ma l'attacco è stato su larga scala
 

Marilson

Milano vende moda
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
7,962
Reaction score
3,221
La società reale in Iran purtroppo non sono i centri "progressisti" ed esterofili di Teheran.
Esiste un paese rurale profondamente retrogado e religioso da cui arrivano tra l'altro tutti i Marja Duodecimani.
Io tendenzialmente sono sempre dell'idea che non esistano regimi autenticamente impopolari: quando lo diventano, crollano subito.
Certo, molti sono tenuti insieme da paura e repressione, ma comunque al di sotto c'è una popolazione che si attiene alle norme che li regolano.
Anche davanti alla repressione, un popolo può sempre sollevarsi: è cio che ad esempio è accaduto nella Russia zarista nel 1917.

nelle grandi citta' c'e' un'enorme voglia di liberta' e di occidentalizzarsi. La rivolta di Mahsa Amini e' un testamento al riguardo. Sul dicorso della realta' rurale posso anche darti ragione, nel senso che li' la "presa" del regime e' piu' forte, ma rischi di fare un semplice parallelismo con quello che e' l'afghanistan. L'Iran e' una realta' molto piu' complessa. La totalita' degli iraniani all'estero e' perfettamente integrata, sono gente onesta, preparata e affidabile. Per queste scelte di vita spesso non possono piu' tornare nel loro paese. Non e' cosi' tutto bianco e nero, l'impossibilita' di rovesciare un regime dipende anche dalla sua forza, che e' enorme attualmente, e dallo scarso interesse dell'occidente di dargli una mano concreta. Evidentemente fa comodo averli cosi come sono.
 
Alto
head>