Iran: "Cina ha mentito." Scoppia caso diplomatico.

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
30,844
Reaction score
7,046
Scoppia il caso diplomatico tra Iran e Cina, come riporta Repubblica.

Il portavoce del ministero della Salute iraniano (medico) ha messo in dubbio le informazioni condivise da Pechino nelle prime settimane della diffusione del virus.

"Le statistiche ufficiali della Cina sono una beffa amara, non possono essere considerate veritiere.
Se in Cina dicono che un'epidemia è stata contenuta in due mesi, bisogna pensarci due volte.
In base alle informazioni epidemiologiche e alle relazioni fornite dai ricercatori cinesi, tutti i centri accademici nel mondo hanno considerato il nuovo coronavirus meno pericoloso dell'influenza di tipo A. I risultati di oggi dimostrano che questo è sbagliato. E ci fidiamo di più delle nostre scoperte".
Gli fa eco un' altra dottoressa iraniana:

"Il comportamento del virus dopo che si è diffuso in tutto il mondo ha dimostrato che non è come quello riportato dalla Cina. E questo può essere successo per due motivi: o il virus è mutato e si è rafforzato o le informazioni non erano esatte. Scientificamente, quello che so è che le loro statistiche e relazioni non erano molto accurate".

Piccata la risposta della Cina, per bocca dell'ambasciatore cinese in Iran:
"Suggerisco di seguire le conferenze stampa quotidiane del ministro della Salute cinese prima di trarre conclusioni"
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
24,636
Reaction score
4,653
Scoppia il caso diplomatico tra Iran e Cina, come riporta Repubblica.

Il portavoce del ministero della Salute iraniano (medico) ha messo in dubbio le informazioni condivise da Pechino nelle prime settimane della diffusione del virus.

"Le statistiche ufficiali della Cina sono una beffa amara, non possono essere considerate veritiere.
Se in Cina dicono che un'epidemia è stata contenuta in due mesi, bisogna pensarci due volte.
In base alle informazioni epidemiologiche e alle relazioni fornite dai ricercatori cinesi, tutti i centri accademici nel mondo hanno considerato il nuovo coronavirus meno pericoloso dell'influenza di tipo A. I risultati di oggi dimostrano che questo è sbagliato. E ci fidiamo di più delle nostre scoperte".
Gli fa eco un' altra dottoressa iraniana:

"Il comportamento del virus dopo che si è diffuso in tutto il mondo ha dimostrato che non è come quello riportato dalla Cina. E questo può essere successo per due motivi: o il virus è mutato e si è rafforzato o le informazioni non erano esatte. Scientificamente, quello che so è che le loro statistiche e relazioni non erano molto accurate".

Piccata la risposta della Cina, per bocca dell'ambasciatore cinese in Iran:
"Suggerisco di seguire le conferenze stampa quotidiane del ministro della Salute cinese prima di trarre conclusioni"

A me pare cosi ovvio: ci siamo fatti devastare noi, che sapevamo cosa fosse

Mi vi immaginate cosa possa essere successo in Cina? decine di migliaia ( o centinaia di migliaia, o milioni persino) di persone che arrivavano in ospedale senza sapere nemmeno cosa fosse, senza che ci fossero test o altro.

Ovvio che i numeri siano falsati, 80.000 contagi e 3.000 morti saranno soltanto i numeri di fine epidemia

Dei numeri precedenti semplicemente non esisterà nemmeno un conteggio, se non ipotesi.

Certo, i mangiaratti potevano mettere in preallarme in modo più marcato.
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,452
Reaction score
3,104
A me pare cosi ovvio: ci siamo fatti devastare noi, che sapevamo cosa fosse

Mi vi immaginate cosa possa essere successo in Cina? decine di migliaia ( o centinaia di migliaia, o milioni persino) di persone che arrivavano in ospedale senza sapere nemmeno cosa fosse, senza che ci fossero test o altro.

Ovvio che i numeri siano falsati, 80.000 contagi e 3.000 morti saranno soltanto i numeri di fine epidemia

Dei numeri precedenti semplicemente non esisterà nemmeno un conteggio, se non ipotesi.

Certo, i mangiaratti potevano mettere in preallarme in modo più marcato.

Ma non c'era quella storia che la curva dei contagi seguiva esattamente quella di whuan?
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,225
Reaction score
11,902
Scoppia il caso diplomatico tra Iran e Cina, come riporta Repubblica.

Il portavoce del ministero della Salute iraniano (medico) ha messo in dubbio le informazioni condivise da Pechino nelle prime settimane della diffusione del virus.

"Le statistiche ufficiali della Cina sono una beffa amara, non possono essere considerate veritiere.
Se in Cina dicono che un'epidemia è stata contenuta in due mesi, bisogna pensarci due volte.
In base alle informazioni epidemiologiche e alle relazioni fornite dai ricercatori cinesi, tutti i centri accademici nel mondo hanno considerato il nuovo coronavirus meno pericoloso dell'influenza di tipo A. I risultati di oggi dimostrano che questo è sbagliato. E ci fidiamo di più delle nostre scoperte".
Gli fa eco un' altra dottoressa iraniana:

"Il comportamento del virus dopo che si è diffuso in tutto il mondo ha dimostrato che non è come quello riportato dalla Cina. E questo può essere successo per due motivi: o il virus è mutato e si è rafforzato o le informazioni non erano esatte. Scientificamente, quello che so è che le loro statistiche e relazioni non erano molto accurate".

Piccata la risposta della Cina, per bocca dell'ambasciatore cinese in Iran:
"Suggerisco di seguire le conferenze stampa quotidiane del ministro della Salute cinese prima di trarre conclusioni"

Ci sono delle conferenze stampa giornaliere????
Prima o dopo il filtro le dobbiamo ascoltare???
Non ricordo una sola dichiarazioni di questa gente.
Zero.
Fosse scoppiata su marte l'epidemia ne avremmo saputo di più.
Il mio mantra in tempi pre-epidemici era che i veri numeri li avremmo scoperti, purtroppo, sulla nostra pelle.
E infatti....
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,979
Reaction score
7,665
Scoppia il caso diplomatico tra Iran e Cina, come riporta Repubblica.

Il portavoce del ministero della Salute iraniano (medico) ha messo in dubbio le informazioni condivise da Pechino nelle prime settimane della diffusione del virus.

"Le statistiche ufficiali della Cina sono una beffa amara, non possono essere considerate veritiere.
Se in Cina dicono che un'epidemia è stata contenuta in due mesi, bisogna pensarci due volte.
In base alle informazioni epidemiologiche e alle relazioni fornite dai ricercatori cinesi, tutti i centri accademici nel mondo hanno considerato il nuovo coronavirus meno pericoloso dell'influenza di tipo A. I risultati di oggi dimostrano che questo è sbagliato. E ci fidiamo di più delle nostre scoperte".
Gli fa eco un' altra dottoressa iraniana:

"Il comportamento del virus dopo che si è diffuso in tutto il mondo ha dimostrato che non è come quello riportato dalla Cina. E questo può essere successo per due motivi: o il virus è mutato e si è rafforzato o le informazioni non erano esatte. Scientificamente, quello che so è che le loro statistiche e relazioni non erano molto accurate".

Piccata la risposta della Cina, per bocca dell'ambasciatore cinese in Iran:
"Suggerisco di seguire le conferenze stampa quotidiane del ministro della Salute cinese prima di trarre conclusioni"

Bella lotta tra cinesi ed iraniani, eh.

Comunque il fatto che un paese già allo stremo per gli embarghi reagisca così, la dice lunga. Dovremmo prendere esempio.

Sto dalla parte degli iraniani tutta la vita. Quanto fatto dalla Cina è un autentico genocidio planetario, e ne dovrebbe pagare amaramente le conseguenze con una pena esemplare. L'Iraq è stato raso al suolo per molto meno, ed è adesso un paese cancellato dal mappamondo. Purtroppo logiche socioeconomiche e geopolitiche avranno la meglio e probabilmente ne usciranno impuni. Sicuramente sono considerazioni che hanno fatto a priori, e la loro malafede si nasconde proprio dietro questo.
 
Registrato
23 Giugno 2017
Messaggi
2,416
Reaction score
624
Bella lotta tra cinesi ed iraniani, eh.

Comunque il fatto che un paese già allo stremo per gli embarghi reagisca così, la dice lunga. Dovremmo prendere esempio.

Sto dalla parte degli iraniani tutta la vita. Quanto fatto dalla Cina è un autentico genocidio planetario, e ne dovrebbe pagare amaramente le conseguenze con una pena esemplare. L'Iraq è stato raso al suolo per molto meno, ed è adesso un paese cancellato dal mappamondo. Purtroppo logiche socioeconomiche e geopolitiche avranno la meglio e probabilmente ne usciranno impuni. Sicuramente sono considerazioni che hanno fatto a priori, e la loro malafede si nasconde proprio dietro questo.

Quoto tutto quello che dici, anche relativamente alle implicazioni geopolitiche che la vicenda inevitabilmente ha. La Cina rischia davvero di aver vinto la terza guerra mondiale...
 

Raryof

Senior Member
Registrato
24 Gennaio 2017
Messaggi
13,186
Reaction score
3,422
Bella lotta tra cinesi ed iraniani, eh.

Comunque il fatto che un paese già allo stremo per gli embarghi reagisca così, la dice lunga. Dovremmo prendere esempio.

Sto dalla parte degli iraniani tutta la vita. Quanto fatto dalla Cina è un autentico genocidio planetario, e ne dovrebbe pagare amaramente le conseguenze con una pena esemplare. L'Iraq è stato raso al suolo per molto meno, ed è adesso un paese cancellato dal mappamondo. Purtroppo logiche socioeconomiche e geopolitiche avranno la meglio e probabilmente ne usciranno impuni. Sicuramente sono considerazioni che hanno fatto a priori, e la loro malafede si nasconde proprio dietro questo.

Sul fatto di punire o meno i cinesi ora si può fare poco, bisognerà aspettare quando le cifre dei contagi/morti saranno ufficiali in tutto il mondo (buona parte di questo tonto mondo ancora non è stato minimamente colpito), quindi ad epidemia finita, vedrai l'opinione pubblica americana quando tirerà una riga come reagirà, perché già ora hanno 2000 morti al giorno e sono stati toccati solo alcuni stati in maniera grave, si pensa solo ad interventi economici, a placare i contagi, rendere meno saturo il sistema sanitario, cose che noi stiamo vivendo da veri protagonisti e forse ne stiamo man mano uscendo.
Ora il nemico non è la Cina, lo sarà più avanti, ora il nemico ce lo abbiamo in casa sia sotto forma di banalissimo virus "natural-artificiale" sia sotto forma di dis-unione economica sotto controllo teutonico.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,979
Reaction score
7,665
Sul fatto di punire o meno i cinesi ora si può fare poco, bisognerà aspettare quando le cifre dei contagi/morti saranno ufficiali in tutto il mondo (buona parte di questo tonto mondo ancora non è stato minimamente colpito), quindi ad epidemia finita, vedrai l'opinione pubblica americana quando tirerà una riga come reagirà, perché già ora hanno 2000 morti al giorno e sono stati toccati solo alcuni stati in maniera grave, si pensa solo ad interventi economici, a placare i contagi, rendere meno saturo il sistema sanitario, cose che noi stiamo vivendo da veri protagonisti e forse ne stiamo man mano uscendo.
Ora il nemico non è la Cina, lo sarà più avanti, ora il nemico ce lo abbiamo in casa sia sotto forma di banalissimo virus "natural-artificiale" sia sotto forma di dis-unione economica sotto controllo teutonico.

Chiaro che adesso non verranno intraprese azioni nell'immediato, ma sono dubbioso possa succedere anche in futuro. Gli stessi USA (da soli) ormai non possono calcare la mano più di tanto, sostanziose parti di tessuto economico e tecnologico l'hanno spostato pesantemente in oriente. Magari alzeranno la voce, ma vere e proprie rappresaglie non credo ne vedremo, anche se sarebbe auspicabile.

Diversa sarebbe la cosa se tutto il pianeta, ma proprio tutto, Russia, Europa, etc, facesse fronte comune e gli puntasse la pistola alla tempia. A molti piacerebbe vedere i bombardieri che si alzano in volo, ma la partita tanto se la giocheranno i conglomerati economici ed interessi sovranazionali troppo estesi.

A mio parere, ma ci sta che stia valutando male.

Poi per quanto riguarda il nostro nemico, la grande UE, io la vedo come una devastazione ancora peggiore del virus, figurati. Fosse per me manco ci saremmo entrati nell'unione, io per certe cose sarei per tornare al feudalesimo.
 
Registrato
8 Febbraio 2019
Messaggi
10,804
Reaction score
3,474
comunque anche i numeri Iraniani non sono proprio da prendere per oro colato, ci sono le fosse comuni anche li
 
Alto
head>