Ira Investcorp. No rialzi. Salta tutto? Socio italiano? Elliott non vuole vendere?

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

koti

Senior Member
Registrato
2 Aprile 2015
Messaggi
6,844
Reaction score
312
Il Sole 24 Ore: si attende il rilancio di Investcorp dopo che Redibird è arrivato a 1,2 mld. Lo stesso fondo arabo sarebbe alla ricerca di un socio italiano per dare un'identità più marcata all'operazione.
Non mi fido per nulla di sti qua. Altro che sceicco.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
156,936
Reaction score
9,499
La GDS in edicola conferma le news di ieri e aggiunge: il tempo dell'attesa è finito. Ora Investcorp pretende risposte da Elliott. Alardhi dà l'ultima a Elliott: l'offerta non verrà alzata. E smentite anche le voci relative alla ricerca di un di partner. la smentita in tal senso è decisa. Investcorp vuole andare fino in fondo da solo pecché ha tutto il denaro che serve per l’acquisto del Milan. E queste voci differenti hanno fortemente sorpreso Investcorp che comincia a pensare che si tratti di una mossa strategica. Investcorp è irritato anche per le voci su una seconda trattativa con Redbird, per spuntare un prezzo più alto. A Londra c’è il sospetto che qualcuno nella dirigenza attuale del Milan preferirebbe che la cessione non venisse fatta, forse per non modificare lo status quo che tra pochi giorni potrebbe essere glorificato da uno scudetto inaspettato a inizio stagione e che anche nella sede londinese del fondo viene atteso con trepida-
zione. E di conseguenza alcune delle voci emerse ultimamente per rallentare le firme con Investcorp potrebbero essere strumentali. Le manovre di disturbo, anche nel campo della finanza, sono abbastanza abituali, ma Investcorp a questo punto pretende chiarezza. L’ultimatum nasce proprio dalla volontà di stanare i proprietari del Milan: i soldi sono sul tavolo, se Elliott vuole vendere il club deve solo prenderli, altrimenti dovrà comunicare a Investcorp di aver cambiato idea. Ma in via definitiva e ufficiale.

Il Sole 24 Ore: si attende il rilancio di Investcorp dopo che Redibird è arrivato a 1,2 mld. Lo stesso fondo arabo sarebbe alla ricerca di un socio italiano per dare un'identità più marcata all'operazione.


Anche TS in edicola: Investcorp è stanco delle continue voci su altri acquirenti e chiede a Elliott di dare subito, a mo di ultimatum, una risposta alle offerte presentate. Elliott è scettico sulle modalità di pagamento presentate da Elliott e prende in esame altre offerte. Di sicuro c'è che i Singer ora non hanno fretta, anche per non turbare la corsa scudetto.C'è anche un'altra ipotesi: Investcorp potrebbe non aver raccolto tutti i fondi necessari gettando poi la palla nel campo di Elliott una mossa mediatica, potrebbe anche cercare di sfilarsi dall’operazione. Ma siamo sempre nel campo interpretativo.

Corriere della Sera: Il sorpasso da parte del fondo americano RedBird pare aver indispettito Investcorp, che ieri ha fatto filtrare il disappunto per gli sviluppi della trattativa d’acquisto e avrebbe posto una sorta di ultimatum a Elliott, accusata di cercare acquirenti per far alzare il prezzo. Una strategia irrituale, anche perché l’esclusiva per la trattativa è scaduta a fine aprile.


Anche il CorSport conferma le news di ieri e aggiunge: Investc. avverte e dà un ultimatum ad Elliott: i soldi sono sul tavolo. Il fondo arabo contesta la gestione della trattativa. Elliott non replica.

Repubblica: gli uomini di Elliott lavorano alla cessione del club, per cui sono in lizza il fondo del Bahrain Investcorp, che spinge per chiudere la trattativa in fretta, e gli americani di RedBird Capital, già proprietari dell’85 per cento del Tolosa e dell’11 per cento della società che controlla il Liverpool.


Sky conferma le news della GDS e aggiunge: Si complica e non poco la trattativa tra il fondo Elliott e Investcorp per il passaggio di proprietà del Milan. E se la frenata arriva in maniera sin troppo palese, in manierà più velata cominciano anche ad alzarsi i toni tra le parti, in quella che ora sembra una vera e propria partita a scacchi. Ma facciamo un passo indietro e proviamo a capire meglio come stanno le cose e cosa potrebbe far saltare il tavolo. Più o meno all’inizio del mese di aprile Elliott e Investcorp firmano un patto di esclusiva e attivano una attenta due diligence, l’attività di raccolta e verifica delle informazioni di natura fiscale, patrimoniale, gestionale ed economica di un’azienda, necessaria prima di un’acquisizione così importante. Tutto sembra procedere verso la giusta direzione e a conferma del buon avvio della trattativa arrivano anche tweet e post social, pubblicati direttamente da uomini copertina del fondo mediorientale. Le parti sembrano a un passo dal signing (la firma dell’accordo con cifre, dettagli e condizioni), ma in realtà i rallentamenti sono dietro l’angolo.

Ma quale sarebbe dunque ora l'ostacolo principale alla buona conclusione dell'affare? Sintetizzando: la formula d'acquisto da parte di Investcorp e i dubbi di Elliot sulle reali disponibilità del fondo del Bahrain. L’indiscrezione uscita qualche giorno fa da Il Sole 24 ore e mai smentita parlava di una suddivisione del miliardo e 200 mila euro di investimento così ripartita: 800 di equity, ovvero messi direttamente da Investcorp, e 400 di finanziamento, in un’operazione a debito (se il finanziamento non venisse ripagato ricadrebbe poi sulle casse del Milan) che Elliott non gradirebbe. Il fondo americano oggi alla guida del Milan, infatti, ha fatto capire che non vorrebbe che alcun debito possa gravare sulle spalle del club rossonero in futuro.

Da qui i primi tentennamenti e i primi dubbi sulla reale possibilità di investimento del fondo del Bahrain, che anticipano una serie di giornate di transizione e che hanno inevitabilmente portato all’ultimatum dettato nelle scorse ore da Investcorp a Elliott. Come a dire: i soldi ci sono, perché non ci vendete il Milan?! Un vero e proprio gioco delle parti, nel quale ogni componente dell’intricato puzzle continua a sostenere la propria posizione e che potrebbe nascondere anche un finale a sorpresa. Il periodo di esclusiva tra Elliott e Investcorp è scaduto, la situazione tra i protagonisti resta tesa, nonostante da entrambi i lati della barricata ci si nasconda dietro a un doppio “no comment”, e quel che appare sempre più chiaro è che in questo momento Investcorp abbia perso quota nella corsa all’acquisizione dei rossoneri. Sullo sfondo, infatti, aleggia e si fa sempre più ingombrante, il profilo del fondo americano RedBird, che ha aperto con forza il dialogo con Elliott e potrebbe rappresentare agli occhi dell’attuale proprietario dei rossoneri una sponda molto più sicura alla quale affidarsi. Nel caso però servirà una nuova due diligence e dunque altro tempo. E negli scacchi il tempo è sempre un fattore determinante.

Leggete e quotate
 

Super_Lollo

Senior Member
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
39,611
Reaction score
2,771
Sicuramente qualcosa di vero c'è. Stanno tirando la corda, vogliono più soldi possibili senza rendersi conto che questa squadra e il mister stanno over performando per le loro possibilità e i loro mezzi.
I tifosi del Milan (come ha ribadito Gazidis) sono stati straordinari e non meritano questa proprietà a cui non frega nulla del lato sportivo e che fa dei mercati con le pezze al c... e il cappello in mano solo per mettere a posto i conti e per rivendere (ma poi non vende perchè vuole più soldi 🤬)
Le mosse fondamentali di questa crescita (Ibra, la conferma di Pioli, ecc.) non sono certo merito della proprietà che voleva Ragnick.
Grazie di tutto ma adesso serve alzare l'asticella con grandi giocatori...
Forza Diavolo!

I famosi mercati da 70/80 milioni di euro all anno da pezzenti.
 

Jackdvmilan

Senior Member
Registrato
27 Maggio 2016
Messaggi
8,199
Reaction score
603
I famosi mercati da 70/80 milioni di euro all anno da pezzenti.
Beh, rapportato a quello che è il Milan si, sono dei mercati poveri. Aggiungici il rammarico per un mercato di gennaio nullo, quando bastava poco per avere qualche certezza in più, e il danno è fatto.
Intendiamoci però: preferisco di gran lunga una gestione così a ciò che abbiamo visto nell'ultima decade
 

Zlatan87

Junior Member
Registrato
18 Luglio 2018
Messaggi
614
Reaction score
118
I famosi mercati da 70/80 milioni di euro all anno da pezzenti.
Dai Lollo io ti stimo ma a gennaio e l'estate scorsa chi hai preso per fare il salto di qualità? Messias e Florenzi in prestito? Lazetic?
Tomori e Tonali (sconto) erano prestiti andati bene, mercati posticipati e spalmati in più sessioni.
Piatek e Paquetà sei riuscito in qualche modo a rimpiazzarli.
La squadra ripeto sta facendo un lavoro straordinario grazie anche a dirigenza (non chi voleva Ragnick) e mister, più di così non gli si può chiedere.
Elliot e Gazidis bravi a mettere a posto i conti. fine.
Adesso però il tifoso vuole il salto di qualità.
 

Super_Lollo

Senior Member
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
39,611
Reaction score
2,771
Beh, rapportato a quello che è il Milan si, sono dei mercati poveri. Aggiungici il rammarico per un mercato di gennaio nullo, quando bastava poco per avere qualche certezza in più, e il danno è fatto.
Intendiamoci però: preferisco di gran lunga una gestione così a ciò che abbiamo visto nell'ultima decade
Punti di vista, alla fine a Gennaio il 90% del forum ( me incluso) pensava venisse acquistato un centrale, qualcuno scriveva che senza di esso sarebbe stato settimo posto e la juve con Vlahovic avrebbe vinto il campionato. Invece alla fine hanno avuto ragione loro.
In questa seconda parte di campionato abbiamo pagato ( che già dire cosi fa ridere visto che siamo sempre stati primi o secondi ) alcune scelte di inizio anno riguardo al trequartista.

Quello che tantissimi non hanno chiaro è che per costruire una rosa ci vuole tempo, soprattutto se non ha la disponibilità finanziarie del PSG ( e anche in quel caso comunque non hanno costruito una rosa vincente ).

Questo perchè serve competenza e non siamo alla Playstation, il tifoso medio pensa di aver a che fare con dei pirla, "guardali, dovevano prendere l'esterno destro e non hanno preso XXX ma hanno preso uno dal Crotone" come se chi gestisce il calciomercato non sappia che XXX è più forte di Messias o non sappia che serve una punta di 25anni da 25 gol a stagione.

Sono cose che tutti sappiamo e cose che sanno a maggior modo chi lavora 24h/24h e 7/7 al Milan, e ripeto per la millesima volta, se non sono state fatte è perchè : Non si potevano fare.
I soldi da investire nel calciomercato fanno parte di conti generali che comandano la gestione del club.

Fino ad oggi è andata cosi e il campo, i fatti reali ci stanno dimostrando che hanno avuto ragione loro. Se dovesse esserci una passaggio di proprietà ( ??? ) presumibilmente chi arriverà mettendo sul piatto 1.2 miliardi di euro saprà attraverso sponsorizzazioni correlate aumentare il fatturato e i soldi spendibili in cartellini e stipendi.
 
Ultima modifica:
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
23,553
Reaction score
3,921
Il Sole 24 Ore: si attende il rilancio di Investcorp dopo che Redibird è arrivato a 1,2 mld. Lo stesso fondo arabo sarebbe alla ricerca di un socio italiano per dare un'identità più marcata all'operazione.
Spero in realtà stiano lavorando nell' ombra.

Se siamo finiti ad un' asta mera e pura, pessimo segnale.

Che non vuol dire "vinca" il peggiore per il nostro futuro, ma appunto , un segnale preoccupante.
 

Zlatan87

Junior Member
Registrato
18 Luglio 2018
Messaggi
614
Reaction score
118
Punti di vista, alla fine a Gennaio il 90% del forum ( me incluso) pensava venisse acquistato un centrale, qualcuno scriveva che senza di esso sarebbe stato settimo posto e la juve con Vlahovic avrebbe vinto il campionato. Invece alla fine hanno avuto ragione loro.
In questa seconda parte di campionato abbiamo pagato ( che già dire cosi fa ridere visto che siamo sempre stati primi o secondi ) alcune scelte di inizio anno riguardo al trequartista.

Quello che tantissimi non hanno chiaro è che per costruire una rosa ci vuole tempo, soprattutto se non ha la disponibilità finanziarie del PSG ( e anche in quel caso comunque non hanno costruito una rosa vincente ).

Questo perchè serve competenza e non siamo alla Playstation, il tifoso medio pensa di aver a che fare con dei pirla, "guardali, dovevano prendere l'esterno destro e non hanno preso XXX ma hanno preso uno dal Crotone" come se chi gestisce il calciomercato non sappia che XXX è più forte di Messias o non sappia che serve una punta di 25anni da 25 gol a stagione.

Sono cose che tutti sappiamo e cose che sanno a maggior modo chi lavora 24h/24h e 7/7 al Milan, e ripeto per la millesima volta, se non sono state fatte è perchè : Non si potevano fare.
I soldi da investire nel calciomercato fanno parte di conti generali che comandano la gestione del club.

Fino ad oggi è andata cosi e il campo, i fatti reali ci stanno dimostrando che hanno avuto ragione loro. Se dovesse esserci una passaggio di proprietà ( ??? ) presumibilmente chi arriverà mettendo sul piatto 1.2 miliardi di euro saprà attraverso sponsorizzazioni correlate aumentare il fatturato e i soldi spendibili in cartellini e stipendi.

Il resto sono tutte chiacchiere.
Lollo, permettimi di non essere d'accordo. Non hanno avuto ragione loro, ripeto: è stata la Squadra che ha over performato e ha saputo arrivare lì ad un passo dal traguardo!
il centrale e la punta (forse anche il trq) a gennaio ti servivano, ti servivano 6/7 gol in più.
Per me dobbiamo questi ragazzi, il mister e la dirigenza sono solo da applaudire.
"non si potevano fare" si sa cosa vuol dire: mettere a posto i conti per poter vendere (lavoro in ambito finance e si sa che funziona così)
Detto ciò, testa all'Atalanta :milanole:
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>