Giroud:"Lascio la nazionale. L'addio al Milan e Ibra...".

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,254
Reaction score
30,879
Giroud a L'Equioe:"Questa sarà la mia ultima competizione con i Blues, ovviamente mi mancherà molto, ma penso che la mia avventura con la squadra francese finirà dopo gli Europei . Ho sempre detto che mi sarei fermato quando il mio corpo me lo avrebbe chiesto. Penso di avere ancora due anni buoni, ma per la nazioanle, secondo me, è finita"

"Sto iniziando a guardarmi indietro e a misurare i progressi fatti. C'è ovviamente un immenso orgoglio, un onore, un privilegio per aver giocato così tante competizioni con il mio Paese. L’emozione non deve prendere il sopravvento. C’è ancora qualcosa da vincere, anche se per me sarà speciale".

Sul Milan:"Sono passati alcuni mesi, sapendo che ero alla fine del contratto. Ho preso questa decisione diversi mesi fa e si è concretizzata nelle ultime settimane. Già bisognava prendere la decisione di andare in Mls, poi dopo aver visto il club. Il peso degli anni comincia a farsi sentire e ho pensato bene. Giocare ogni tre giorni è sempre più complicato, soprattutto a questo livello. Non vado lì per fare il turista, ma penso che sia il momento giusto per me. Se ho parlato con Ibra della MLS? Sì, mi ha spiegato cosa mi aspetta. Mi ha detto che mi potrò divertire perché gli attaccanti hanno tante occasioni da gol. Mi ha anche detto di stare attento a non prendere dei colpi di calore quando, in estate, si giocherà a Houston o a Dallas. È vero che a livello statistico ho fatto bene, ma non è il modo migliore per salutare il Milan. Tornando al discorso personale, ho fatto 14 gol e 8 assist in campionato. Pensando alla mia età, non erano in tanti a pensare che avrei potuto dare ancora questo apporto. Vuol dire che sono stato coinvolto spesso nel gioco e che ho dato il mio contributo. Ibra nel mio documentario? La produzione mi ha detto che sarebbe stato fantastico averlo nel documentario. Ci siamo trovati in un piccolo ristorante a Milano e abbiamo iniziato a parlare. Gli ho ricordato che al Milan mi ha accolto con una frase choc: 'Ricordati che a Milano c’è un solo re e sono io'. Abbiamo avuto un rapporto molto bello. C’è stato rispetto reciproco e confrontarmi con lui è stato stimolante, perché io sono un competitivo. Abbiamo vissuto dei momenti straordinari insieme al Milan come la vittoria dello scudetto due anni fa. Come lui, sono stato un leader a modo mio. Non sono abituato ad abbaiare. Cerco di parlare puntualmente e con pertinenza. E come dice Zlatan: 'È spesso il ragazzo che non dice nulla che è il più pericoloso'".

THIAW SI RACCONTA. LE DICHIARAZIONI -) https://www.milanworld.net/threads/...dini-avrei-voluto-giocare-con-boateng.139712/

Giroud_MG1_8950-e1713291179570.jpg

.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,254
Reaction score
30,879
Giroud a L'Equioe:"Questa sarà la mia ultima competizione con i Blues, ovviamente mi mancherà molto, ma penso che la mia avventura con la squadra francese finirà dopo gli Europei . Ho sempre detto che mi sarei fermato quando il mio corpo me lo avrebbe chiesto. Penso di avere ancora due anni buoni, ma per la nazioanle, secondo me, è finita"

"Sto iniziando a guardarmi indietro e a misurare i progressi fatti. C'è ovviamente un immenso orgoglio, un onore, un privilegio per aver giocato così tante competizioni con il mio Paese. L’emozione non deve prendere il sopravvento. C’è ancora qualcosa da vincere, anche se per me sarà speciale".

Sul Milan:"Sono passati alcuni mesi, sapendo che ero alla fine del contratto. Ho preso questa decisione diversi mesi fa e si è concretizzata nelle ultime settimane. Già bisognava prendere la decisione di andare in Mls, poi dopo aver visto il club. Il peso degli anni comincia a farsi sentire e ho pensato bene. Giocare ogni tre giorni è sempre più complicato, soprattutto a questo livello. Non vado lì per fare il turista, ma penso che sia il momento giusto per me. Se ho parlato con Ibra della MLS? Sì, mi ha spiegato cosa mi aspetta. Mi ha detto che mi potrò divertire perché gli attaccanti hanno tante occasioni da gol. Mi ha anche detto di stare attento a non prendere dei colpi di calore quando, in estate, si giocherà a Houston o a Dallas. È vero che a livello statistico ho fatto bene, ma non è il modo migliore per salutare il Milan. Tornando al discorso personale, ho fatto 14 gol e 8 assist in campionato. Pensando alla mia età, non erano in tanti a pensare che avrei potuto dare ancora questo apporto. Vuol dire che sono stato coinvolto spesso nel gioco e che ho dato il mio contributo. Ibra nel mio documentario? La produzione mi ha detto che sarebbe stato fantastico averlo nel documentario. Ci siamo trovati in un piccolo ristorante a Milano e abbiamo iniziato a parlare. Gli ho ricordato che al Milan mi ha accolto con una frase choc: 'Ricordati che a Milano c’è un solo re e sono io'. Abbiamo avuto un rapporto molto bello. C’è stato rispetto reciproco e confrontarmi con lui è stato stimolante, perché io sono un competitivo. Abbiamo vissuto dei momenti straordinari insieme al Milan come la vittoria dello scudetto due anni fa. Come lui, sono stato un leader a modo mio. Non sono abituato ad abbaiare. Cerco di parlare puntualmente e con pertinenza. E come dice Zlatan: 'È spesso il ragazzo che non dice nulla che è il più pericoloso'".


.
.
 

kipstar

Senior Member
Registrato
14 Luglio 2016
Messaggi
15,328
Reaction score
1,339
Caro jirù...è ovvio che se vai in US dici addio alla nazionale.....solo per venire a giocare delle partite in europa ti stanchi per il viaggio...ad una certa età.....eh eh eh......mi pare normale.

Probabilmente se l'avessi abbandonata prima ti saresti allungato un pochino la carriera.....ma non c'è la controprova quindi ......


imho
 

bmb

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
16,395
Reaction score
5,783
Giroud a L'Equioe:"Questa sarà la mia ultima competizione con i Blues, ovviamente mi mancherà molto, ma penso che la mia avventura con la squadra francese finirà dopo gli Europei . Ho sempre detto che mi sarei fermato quando il mio corpo me lo avrebbe chiesto. Penso di avere ancora due anni buoni, ma per la nazioanle, secondo me, è finita"

"Sto iniziando a guardarmi indietro e a misurare i progressi fatti. C'è ovviamente un immenso orgoglio, un onore, un privilegio per aver giocato così tante competizioni con il mio Paese. L’emozione non deve prendere il sopravvento. C’è ancora qualcosa da vincere, anche se per me sarà speciale".

Sul Milan:"Sono passati alcuni mesi, sapendo che ero alla fine del contratto. Ho preso questa decisione diversi mesi fa e si è concretizzata nelle ultime settimane. Già bisognava prendere la decisione di andare in Mls, poi dopo aver visto il club. Il peso degli anni comincia a farsi sentire e ho pensato bene. Giocare ogni tre giorni è sempre più complicato, soprattutto a questo livello. Non vado lì per fare il turista, ma penso che sia il momento giusto per me. Se ho parlato con Ibra della MLS? Sì, mi ha spiegato cosa mi aspetta. Mi ha detto che mi potrò divertire perché gli attaccanti hanno tante occasioni da gol. Mi ha anche detto di stare attento a non prendere dei colpi di calore quando, in estate, si giocherà a Houston o a Dallas. È vero che a livello statistico ho fatto bene, ma non è il modo migliore per salutare il Milan. Tornando al discorso personale, ho fatto 14 gol e 8 assist in campionato. Pensando alla mia età, non erano in tanti a pensare che avrei potuto dare ancora questo apporto. Vuol dire che sono stato coinvolto spesso nel gioco e che ho dato il mio contributo. Ibra nel mio documentario? La produzione mi ha detto che sarebbe stato fantastico averlo nel documentario. Ci siamo trovati in un piccolo ristorante a Milano e abbiamo iniziato a parlare. Gli ho ricordato che al Milan mi ha accolto con una frase choc: 'Ricordati che a Milano c’è un solo re e sono io'. Abbiamo avuto un rapporto molto bello. C’è stato rispetto reciproco e confrontarmi con lui è stato stimolante, perché io sono un competitivo. Abbiamo vissuto dei momenti straordinari insieme al Milan come la vittoria dello scudetto due anni fa. Come lui, sono stato un leader a modo mio. Non sono abituato ad abbaiare. Cerco di parlare puntualmente e con pertinenza. E come dice Zlatan: 'È spesso il ragazzo che non dice nulla che è il più pericoloso'".

THIAW SI RACCONTA. LE DICHIARAZIONI -) https://www.milanworld.net/threads/...dini-avrei-voluto-giocare-con-boateng.139712/

Giroud_MG1_8950-e1713291179570.jpg

.
Olli...quando corri sembra che hai i calli. Con tutto il bene che ti si vuole.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,254
Reaction score
30,879
Giroud a L'Equioe:"Questa sarà la mia ultima competizione con i Blues, ovviamente mi mancherà molto, ma penso che la mia avventura con la squadra francese finirà dopo gli Europei . Ho sempre detto che mi sarei fermato quando il mio corpo me lo avrebbe chiesto. Penso di avere ancora due anni buoni, ma per la nazioanle, secondo me, è finita"

"Sto iniziando a guardarmi indietro e a misurare i progressi fatti. C'è ovviamente un immenso orgoglio, un onore, un privilegio per aver giocato così tante competizioni con il mio Paese. L’emozione non deve prendere il sopravvento. C’è ancora qualcosa da vincere, anche se per me sarà speciale".

Sul Milan:"Sono passati alcuni mesi, sapendo che ero alla fine del contratto. Ho preso questa decisione diversi mesi fa e si è concretizzata nelle ultime settimane. Già bisognava prendere la decisione di andare in Mls, poi dopo aver visto il club. Il peso degli anni comincia a farsi sentire e ho pensato bene. Giocare ogni tre giorni è sempre più complicato, soprattutto a questo livello. Non vado lì per fare il turista, ma penso che sia il momento giusto per me. Se ho parlato con Ibra della MLS? Sì, mi ha spiegato cosa mi aspetta. Mi ha detto che mi potrò divertire perché gli attaccanti hanno tante occasioni da gol. Mi ha anche detto di stare attento a non prendere dei colpi di calore quando, in estate, si giocherà a Houston o a Dallas. È vero che a livello statistico ho fatto bene, ma non è il modo migliore per salutare il Milan. Tornando al discorso personale, ho fatto 14 gol e 8 assist in campionato. Pensando alla mia età, non erano in tanti a pensare che avrei potuto dare ancora questo apporto. Vuol dire che sono stato coinvolto spesso nel gioco e che ho dato il mio contributo. Ibra nel mio documentario? La produzione mi ha detto che sarebbe stato fantastico averlo nel documentario. Ci siamo trovati in un piccolo ristorante a Milano e abbiamo iniziato a parlare. Gli ho ricordato che al Milan mi ha accolto con una frase choc: 'Ricordati che a Milano c’è un solo re e sono io'. Abbiamo avuto un rapporto molto bello. C’è stato rispetto reciproco e confrontarmi con lui è stato stimolante, perché io sono un competitivo. Abbiamo vissuto dei momenti straordinari insieme al Milan come la vittoria dello scudetto due anni fa. Come lui, sono stato un leader a modo mio. Non sono abituato ad abbaiare. Cerco di parlare puntualmente e con pertinenza. E come dice Zlatan: 'È spesso il ragazzo che non dice nulla che è il più pericoloso'".

THIAW SI RACCONTA. LE DICHIARAZIONI -) https://www.milanworld.net/threads/...dini-avrei-voluto-giocare-con-boateng.139712/


.
.
 

Blu71

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
41,969
Reaction score
15,295
Giroud a L'Equioe:"Questa sarà la mia ultima competizione con i Blues, ovviamente mi mancherà molto, ma penso che la mia avventura con la squadra francese finirà dopo gli Europei . Ho sempre detto che mi sarei fermato quando il mio corpo me lo avrebbe chiesto. Penso di avere ancora due anni buoni, ma per la nazioanle, secondo me, è finita"

"Sto iniziando a guardarmi indietro e a misurare i progressi fatti. C'è ovviamente un immenso orgoglio, un onore, un privilegio per aver giocato così tante competizioni con il mio Paese. L’emozione non deve prendere il sopravvento. C’è ancora qualcosa da vincere, anche se per me sarà speciale".

Sul Milan:"Sono passati alcuni mesi, sapendo che ero alla fine del contratto. Ho preso questa decisione diversi mesi fa e si è concretizzata nelle ultime settimane. Già bisognava prendere la decisione di andare in Mls, poi dopo aver visto il club. Il peso degli anni comincia a farsi sentire e ho pensato bene. Giocare ogni tre giorni è sempre più complicato, soprattutto a questo livello. Non vado lì per fare il turista, ma penso che sia il momento giusto per me. Se ho parlato con Ibra della MLS? Sì, mi ha spiegato cosa mi aspetta. Mi ha detto che mi potrò divertire perché gli attaccanti hanno tante occasioni da gol. Mi ha anche detto di stare attento a non prendere dei colpi di calore quando, in estate, si giocherà a Houston o a Dallas. È vero che a livello statistico ho fatto bene, ma non è il modo migliore per salutare il Milan. Tornando al discorso personale, ho fatto 14 gol e 8 assist in campionato. Pensando alla mia età, non erano in tanti a pensare che avrei potuto dare ancora questo apporto. Vuol dire che sono stato coinvolto spesso nel gioco e che ho dato il mio contributo. Ibra nel mio documentario? La produzione mi ha detto che sarebbe stato fantastico averlo nel documentario. Ci siamo trovati in un piccolo ristorante a Milano e abbiamo iniziato a parlare. Gli ho ricordato che al Milan mi ha accolto con una frase choc: 'Ricordati che a Milano c’è un solo re e sono io'. Abbiamo avuto un rapporto molto bello. C’è stato rispetto reciproco e confrontarmi con lui è stato stimolante, perché io sono un competitivo. Abbiamo vissuto dei momenti straordinari insieme al Milan come la vittoria dello scudetto due anni fa. Come lui, sono stato un leader a modo mio. Non sono abituato ad abbaiare. Cerco di parlare puntualmente e con pertinenza. E come dice Zlatan: 'È spesso il ragazzo che non dice nulla che è il più pericoloso'".

THIAW SI RACCONTA. LE DICHIARAZIONI -) https://www.milanworld.net/threads/...dini-avrei-voluto-giocare-con-boateng.139712/

Giroud_MG1_8950-e1713291179570.jpg

.

Buona fortuna Campione.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Similar threads

Alto
head>