Thiaw:"Volevamo l'Europa League. Mi ispiro a Maldini, avrei voluto giocare con Boateng"

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
36,981
Reaction score
5,874
Thiaw intervistato ad Eurosport

"Questa è stata una stagione dalla quale posso imparare. Penso di aver iniziato abbastanza bene nelle prime partite, poi ce ne sono state alcune in cui avrei potuto fare meglio, ma anche queste sono servite per migliorarsi. Poi c'è stato l'infortunio. Dopo quello non è stato facile per me tornare, non conoscevo certe sensazioni, era la prima volta. Ora però mi sento bene. E penso che comunque per la squadra non sia stata una stagione così brutta, siamo arrivati secondi. Ovviamente le sconfitte con Roma e Inter sono state davvero dure... Ci si aspetta di più da un grande club come il Milan. Sicuramente nella prossima stagione dovremo fare meglio".


DOVE POTEVA CAMBIARE LA STAGIONE - "Non c'è stato un momento specifico, ma alcuni importanti... Tanti sono stati gli infortuni. Penso che la Roma sia stato un momento chiave, tutti ci hanno giudicato. Volevamo vincere l'Europa League, quindi se dovessi scegliere un momento unico direi la partita con la Roma".

ISPIRAZIONE - "Sì, ero giovane e non sono riuscito a vederlo in campo, ma dico Paolo Maldini. Mio padre mi parlava di lui e quando sono venuto ho potuto incontrarlo e parlare con lui".

AVVERSARIO PIU' DURO - "Penso che Lukaku sia davvero forte. Ma anche Lautaro Martinez...".


TANTA TATTICA IN ITALIA - "Sì, totalmente vero. Diverso dalla Bundes, ma non è così tattico come dicono: è molto veloce, per me, e ci sono tanti duelli, i dettagli più piccoli decidono le partite più velocemente che in altri campionati. Devi essere concentrato per tutti i 90 minuti: non si fanno tanti gol, se fai errori sei punito".

LA PRIMA PARTITA A SAN SIRO - "Incredibile, ricordo come fosse ieri, c'era il derby... Non ho giocato, ero in panchina, ma penso non ci sia partita migliore. La mia famiglia non è stata qui, ancora".


UN CALCIATORE CON CUI AVRESTI VOLUTO GIOCARE - "Dico Kevin Prince Boateng. Ogni tanto guardo qualche partita o qualche gol pazzesco che segnò, ricordo Arsenal e Barca... Vorrei assomigliare a lui!".

EUROPEI - "L'Europeo in casa è il sogno di ogni ragazzo, non vedo l'ora che arrivi. Non interessiamoci al passato, sappiamo che dovremo fare meglio".

01gcensbxdm0vksvw8zr.jpg
 
Ultima modifica di un moderatore:

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,273
Reaction score
30,887
Thiaw intervistato ad Eurosport

"Questa è stata una stagione dalla quale posso imparare. Penso di aver iniziato abbastanza bene nelle prime partite, poi ce ne sono state alcune in cui avrei potuto fare meglio, ma anche queste sono servite per migliorarsi. Poi c'è stato l'infortunio. Dopo quello non è stato facile per me tornare, non conoscevo certe sensazioni, era la prima volta. Ora però mi sento bene. E penso che comunque per la squadra non sia stata una stagione così brutta, siamo arrivati secondi. Ovviamente le sconfitte con Roma e Inter sono state davvero dure... Ci si aspetta di più da un grande club come il Milan. Sicuramente nella prossima stagione dovremo fare meglio".


DOVE POTEVA CAMBIARE LA STAGIONE - "Non c'è stato un momento specifico, ma alcuni importanti... Tanti sono stati gli infortuni. Penso che la Roma sia stato un momento chiave, tutti ci hanno giudicato. Volevamo vincere l'Europa League, quindi se dovessi scegliere un momento unico direi la partita con la Roma".

ISPIRAZIONE - "Sì, ero giovane e non sono riuscito a vederlo in campo, ma dico Paolo Maldini. Mio padre mi parlava di lui e quando sono venuto ho potuto incontrarlo e parlare con lui".

AVVERSARIO PIU' DURO - "Penso che Lukaku sia davvero forte. Ma anche Lautaro Martinez...".


TANTA TATTICA IN ITALIA - "Sì, totalmente vero. Diverso dalla Bundes, ma non è così tattico come dicono: è molto veloce, per me, e ci sono tanti duelli, i dettagli più piccoli decidono le partite più velocemente che in altri campionati. Devi essere concentrato per tutti i 90 minuti: non si fanno tanti gol, se fai errori sei punito".

LA PRIMA PARTITA A SAN SIRO - "Incredibile, ricordo come fosse ieri, c'era il derby... Non ho giocato, ero in panchina, ma penso non ci sia partita migliore. La mia famiglia non è stata qui, ancora".


UN CALCIATORE CON CUI AVRESTI VOLUTO GIOCARE - "Dico Kevin Prince Boateng. Ogni tanto guardo qualche partita o qualche gol pazzesco che segnò, ricordo Arsenal e Barca... Vorrei assomigliare a lui!".

EUROPEI - "L'Europeo in casa è il sogno di ogni ragazzo, non vedo l'ora che arrivi. Non interessiamoci al passato, sappiamo che dovremo fare meglio".
.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,816
Reaction score
26,731
Thiaw intervistato ad Eurosport

"Questa è stata una stagione dalla quale posso imparare. Penso di aver iniziato abbastanza bene nelle prime partite, poi ce ne sono state alcune in cui avrei potuto fare meglio, ma anche queste sono servite per migliorarsi. Poi c'è stato l'infortunio. Dopo quello non è stato facile per me tornare, non conoscevo certe sensazioni, era la prima volta. Ora però mi sento bene. E penso che comunque per la squadra non sia stata una stagione così brutta, siamo arrivati secondi. Ovviamente le sconfitte con Roma e Inter sono state davvero dure... Ci si aspetta di più da un grande club come il Milan. Sicuramente nella prossima stagione dovremo fare meglio".


DOVE POTEVA CAMBIARE LA STAGIONE - "Non c'è stato un momento specifico, ma alcuni importanti... Tanti sono stati gli infortuni. Penso che la Roma sia stato un momento chiave, tutti ci hanno giudicato. Volevamo vincere l'Europa League, quindi se dovessi scegliere un momento unico direi la partita con la Roma".

ISPIRAZIONE - "Sì, ero giovane e non sono riuscito a vederlo in campo, ma dico Paolo Maldini. Mio padre mi parlava di lui e quando sono venuto ho potuto incontrarlo e parlare con lui".

AVVERSARIO PIU' DURO - "Penso che Lukaku sia davvero forte. Ma anche Lautaro Martinez...".


TANTA TATTICA IN ITALIA - "Sì, totalmente vero. Diverso dalla Bundes, ma non è così tattico come dicono: è molto veloce, per me, e ci sono tanti duelli, i dettagli più piccoli decidono le partite più velocemente che in altri campionati. Devi essere concentrato per tutti i 90 minuti: non si fanno tanti gol, se fai errori sei punito".

LA PRIMA PARTITA A SAN SIRO - "Incredibile, ricordo come fosse ieri, c'era il derby... Non ho giocato, ero in panchina, ma penso non ci sia partita migliore. La mia famiglia non è stata qui, ancora".


UN CALCIATORE CON CUI AVRESTI VOLUTO GIOCARE - "Dico Kevin Prince Boateng. Ogni tanto guardo qualche partita o qualche gol pazzesco che segnò, ricordo Arsenal e Barca... Vorrei assomigliare a lui!".

EUROPEI - "L'Europeo in casa è il sogno di ogni ragazzo, non vedo l'ora che arrivi. Non interessiamoci al passato, sappiamo che dovremo fare meglio".

01gcensbxdm0vksvw8zr.jpg
Boateng, bah.
 

Michelons

Well-known member
Registrato
15 Giugno 2022
Messaggi
1,546
Reaction score
837
Thiaw intervistato ad Eurosport

"Questa è stata una stagione dalla quale posso imparare. Penso di aver iniziato abbastanza bene nelle prime partite, poi ce ne sono state alcune in cui avrei potuto fare meglio, ma anche queste sono servite per migliorarsi. Poi c'è stato l'infortunio. Dopo quello non è stato facile per me tornare, non conoscevo certe sensazioni, era la prima volta. Ora però mi sento bene. E penso che comunque per la squadra non sia stata una stagione così brutta, siamo arrivati secondi. Ovviamente le sconfitte con Roma e Inter sono state davvero dure... Ci si aspetta di più da un grande club come il Milan. Sicuramente nella prossima stagione dovremo fare meglio".


DOVE POTEVA CAMBIARE LA STAGIONE - "Non c'è stato un momento specifico, ma alcuni importanti... Tanti sono stati gli infortuni. Penso che la Roma sia stato un momento chiave, tutti ci hanno giudicato. Volevamo vincere l'Europa League, quindi se dovessi scegliere un momento unico direi la partita con la Roma".

ISPIRAZIONE - "Sì, ero giovane e non sono riuscito a vederlo in campo, ma dico Paolo Maldini. Mio padre mi parlava di lui e quando sono venuto ho potuto incontrarlo e parlare con lui".

AVVERSARIO PIU' DURO - "Penso che Lukaku sia davvero forte. Ma anche Lautaro Martinez...".


TANTA TATTICA IN ITALIA - "Sì, totalmente vero. Diverso dalla Bundes, ma non è così tattico come dicono: è molto veloce, per me, e ci sono tanti duelli, i dettagli più piccoli decidono le partite più velocemente che in altri campionati. Devi essere concentrato per tutti i 90 minuti: non si fanno tanti gol, se fai errori sei punito".

LA PRIMA PARTITA A SAN SIRO - "Incredibile, ricordo come fosse ieri, c'era il derby... Non ho giocato, ero in panchina, ma penso non ci sia partita migliore. La mia famiglia non è stata qui, ancora".


UN CALCIATORE CON CUI AVRESTI VOLUTO GIOCARE - "Dico Kevin Prince Boateng. Ogni tanto guardo qualche partita o qualche gol pazzesco che segnò, ricordo Arsenal e Barca... Vorrei assomigliare a lui!".

EUROPEI - "L'Europeo in casa è il sogno di ogni ragazzo, non vedo l'ora che arrivi. Non interessiamoci al passato, sappiamo che dovremo fare meglio".

01gcensbxdm0vksvw8zr.jpg
Ma scusa sei un difensore non dovresti voler assomigliare a Nesta per dire? O sono io che son pazzo?
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
5,315
Reaction score
2,628
volevamo vincere l'Europa League.

Eh, si è proprio vista questa voglia...

Dai, va a farti qualche tatuaggio alla Boateng, rappa qualche rima con Leao, colorati i capelli di rosa come Theo, ma cerca di scendere il meno possibile in campo che è meglio per tutti noi.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>