Gabriel:"Il Milan è stato un passaggio fondamentale per me".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,347
Reaction score
27,538
Gabriel:"Il Milan è stato un passaggio fondamentale per me".

Gabriel, ex portiere del Milan, intervistato da Tuttosport in edicola oggi, 18 giugno, ha ricordato il periodo in rossonero. Ecco le dichiarazioni:"Il Milan ha sempre avuto nella sua storia calciatori brasiliani importanti. Quando ero piccolino seguivo la squadra rossonera che aveva in rosa gente come Kakà, Ronaldinho, Ronaldo, Pato e Robinho. Ho sempre avuto ammirazione per il Milan e proprio per questo motivo aspiravo fin da bambino di indossare i colori rossoneri".

Arrivo?

"Ricordo che dopo il Mondiale Under 20 giocato in Colombia, mi chiamò il mio procuratore e mi disse “sono sotto casa tua, scendi che devo dirti una cosa”. Scesi ed in macchina mi fece trovare l’importante proposta del Milan. Per me fu un sogno, perché venivo da una famiglia povera. Avevo sempre desiderato di giocare in Europa".

A Milano?

"Ho incontrato Adriano Galliani. Ricordo la sua splendida accoglienza. Devo dire che lui con me negli anni al Milan è sempre stato presente, gentile e disponibile. Ho un ottimo ricordo di Galliani, mi ha aiutato molto e sarò sempre grato a lui".

Campo?

"Impatto molto positivo. Nei primi due anni c’era Allegri e fu molto bello. In quel momento c’era solo da imparare ed io seguivo con attenzione i consigli del mister e dei miei compagni. Avevamo proprio una bella squadra".

Addio?

"Fa parte della carriera di un calciatore. Ho iniziato a fare il mio percorso in giro per l’Italia vincendo campionati e facendo esperienze importanti per la mia crescita. Il Milan è stato un passaggio fondamentale e conserverò solo ottimi ricordi".
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
56,448
Reaction score
4,235
Gabriel, ex portiere del Milan, intervistato da Tuttosport in edicola oggi, 18 giugno, ha ricordato il periodo in rossonero. Ecco le dichiarazioni:"Il Milan ha sempre avuto nella sua storia calciatori brasiliani importanti. Quando ero piccolino seguivo la squadra rossonera che aveva in rosa gente come Kakà, Ronaldinho, Ronaldo, Pato e Robinho. Ho sempre avuto ammirazione per il Milan e proprio per questo motivo aspiravo fin da bambino di indossare i colori rossoneri".

Arrivo?

"Ricordo che dopo il Mondiale Under 20 giocato in Colombia, mi chiamò il mio procuratore e mi disse “sono sotto casa tua, scendi che devo dirti una cosa”. Scesi ed in macchina mi fece trovare l’importante proposta del Milan. Per me fu un sogno, perché venivo da una famiglia povera. Avevo sempre desiderato di giocare in Europa".

A Milano?

"Ho incontrato Adriano Galliani. Ricordo la sua splendida accoglienza. Devo dire che lui con me negli anni al Milan è sempre stato presente, gentile e disponibile. Ho un ottimo ricordo di Galliani, mi ha aiutato molto e sarò sempre grato a lui".

Campo?

"Impatto molto positivo. Nei primi due anni c’era Allegri e fu molto bello. In quel momento c’era solo da imparare ed io seguivo con attenzione i consigli del mister e dei miei compagni. Avevamo proprio una bella squadra".

Addio?

"Fa parte della carriera di un calciatore. Ho iniziato a fare il mio percorso in giro per l’Italia vincendo campionati e facendo esperienze importanti per la mia crescita. Il Milan è stato un passaggio fondamentale e conserverò solo ottimi ricordi".

Lo ricordo ancora... ehhh ma anche Dida era un signor nessuno!
 
Alto
head>