Furlani:"Milan, espansione in Medio Oriente e Usa e stadio".

Blu71

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
41,213
Reaction score
14,790
Anche il più scadente manuale di economia aziendale dice che un’azienda deve dare importanza ai portatori di interessi, i cosiddetti stakeholders, però subito dopo aggiunge: senza perdere di vista il core business aziendale.

Invece qua il core business aziendale, il rettangolo verde, e, per una società come il Milan, anche la vittoria, è ridotto ad una mera appendice che sembra quasi fastidiosa.

Ormai credo sia chiaro a tutti che per questa proprietà la vittoria è al massimo contemplata come eventualità.
 

mandraghe

Membro e rettile
Registrato
10 Ottobre 2013
Messaggi
14,485
Reaction score
5,791
Ma no, una eventuale vittoria facendo mercati da miserabili sarebbe comunque veicolo di maggiori guadagni.

E maggiori spese. Concetto che abbiamo ribadito più volte.

È evidente che se abitui i tifosi a vincere poi non puoi dire “ci va bene la zona champions”. A lungo andare i tifosi sono insoddisfatti e ti abbandonano. E quindi devi spendere per accontentare il tifo. Ma quel verbo che Gerry lo ha cancellato da tutti i dizionari.
 
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
12,949
Reaction score
3,674
Furlani ad Investopia:"Grazie alla guida della nostra proprietà, siamo strategicamente posizionati per entrare in una nuova fase di crescita, con un forte focus anche sul mercato mediorientale. Siamo qui per parlare di investimenti nel calcio e uno degli investitori principali è senz’altro il nostro partner Emirates. Questo è il 15imo anno che abbiamo Emirates sulla nostra maglia e questo dimostra la solidità del nostro rapporto, sono un partner meraviglioso. L'apertura di un ufficio a Dubai è una ulteriore testimonianza del nostro impegno nella regione per ulteriori collaborazioni e crescita. Dubai e la regione circostante hanno una grande importanza per noi e prevediamo una continua espansione e opportunità di crescita con Emirates, consolidando la nostra presenza in questo mercato.”

"Quale il futuro del Milan? Guardando avanti, il percorso futuro dell'AC Milan prevede la continuazione del nostro percorso di espansione internazionale in Medio Oriente e in America, insieme al progetto ambizioso di un nuovo stadio a San Donato che rimane la nostra priorità. Siamo in ascolto con le Istituzioni di Milano che hanno condiviso l’interesse di portare avanti una ipotesi di progetto di ristrutturazione di San Siro che allo stato attuale, con la sua età e le sue limitazioni, non soddisfa più gli standard necessari per offrire un'esperienza ottimale ai nostri tifosi.”


"Gli investimenti nello sport? Nella valutazione dell'attrattività del mercato sportivo, entrano in gioco diversi fattori. La trasformazione dell'industria da attività puramente “ricreativa” ad un vero e proprio settore economico fiorente ha notevolmente aumentato il suo appeal. Inoltre, la governance e gli investimenti istituzionali hanno ulteriormente contribuito al suo potenziale di crescita. Con l'esperienza di RedBird in questo settore, siamo ben posizionati per cogliere le opportunità emergenti. Considerazioni come le esigenze di liquidità e i quadri normativi hanno svolto un ruolo cruciale, specialmente alla luce delle sfide poste dalla pandemia di COVID-19. Leghe e club hanno affrontato pressioni finanziarie senza precedenti, rendendo necessari investimenti per navigare in tempi incerti. Guardando avanti, l'industria dello sport rimane un terreno fertile per partner, sponsor e inserzionisti, data la vasta partecipazione e il valore intrattenimento".


"In termini di strategia aziendale, operiamo su tre pilastri fondamentali: il calcio – la ragione per cui esistiamo; la sostenibilità finanziaria – bisogna essere sostenibili dal punto di vista finanziario; e la responsabilità sociale – non siamo solamente un club di calcio, ma un’istituzione sociale e culturale.
Per quanto riguarda il secondo pilastro, essere sostenibili è cruciale per attirare capitale. Lo abbiamo visto nella nostra struttura finanziaria. L'altro aspetto riguarda la crescita dell'azienda, abbiamo qualcosa chiamato capitale intellettuale e lavoriamo insieme ad altri fornitori di capitale finanziario per sviluppare modelli di business e mettere insieme le due cose. Questo va dalle Academy al settore del retail, dall'experiential fino al settore medico.”

"I club della Premier League e i club continentali di alto livello si distinguono come promettenti obiettivi di investimento all'interno dell'industria dello sport. La solida struttura di queste leghe, in particolare in Europa e negli Stati Uniti, offre opportunità sostanziali per gli investitori che cercano redditività a lungo termine.”
La parola vittoria? Una volta magari per errore?
Non sia mai eh, che ce ne importa dei risultati sportivi…..
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
23,531
Reaction score
14,604
Furlani ad Investopia:"Grazie alla guida della nostra proprietà, siamo strategicamente posizionati per entrare in una nuova fase di crescita, con un forte focus anche sul mercato mediorientale. Siamo qui per parlare di investimenti nel calcio e uno degli investitori principali è senz’altro il nostro partner Emirates. Questo è il 15imo anno che abbiamo Emirates sulla nostra maglia e questo dimostra la solidità del nostro rapporto, sono un partner meraviglioso. L'apertura di un ufficio a Dubai è una ulteriore testimonianza del nostro impegno nella regione per ulteriori collaborazioni e crescita. Dubai e la regione circostante hanno una grande importanza per noi e prevediamo una continua espansione e opportunità di crescita con Emirates, consolidando la nostra presenza in questo mercato.”

"Quale il futuro del Milan? Guardando avanti, il percorso futuro dell'AC Milan prevede la continuazione del nostro percorso di espansione internazionale in Medio Oriente e in America, insieme al progetto ambizioso di un nuovo stadio a San Donato che rimane la nostra priorità. Siamo in ascolto con le Istituzioni di Milano che hanno condiviso l’interesse di portare avanti una ipotesi di progetto di ristrutturazione di San Siro che allo stato attuale, con la sua età e le sue limitazioni, non soddisfa più gli standard necessari per offrire un'esperienza ottimale ai nostri tifosi.”


"Gli investimenti nello sport? Nella valutazione dell'attrattività del mercato sportivo, entrano in gioco diversi fattori. La trasformazione dell'industria da attività puramente “ricreativa” ad un vero e proprio settore economico fiorente ha notevolmente aumentato il suo appeal. Inoltre, la governance e gli investimenti istituzionali hanno ulteriormente contribuito al suo potenziale di crescita. Con l'esperienza di RedBird in questo settore, siamo ben posizionati per cogliere le opportunità emergenti. Considerazioni come le esigenze di liquidità e i quadri normativi hanno svolto un ruolo cruciale, specialmente alla luce delle sfide poste dalla pandemia di COVID-19. Leghe e club hanno affrontato pressioni finanziarie senza precedenti, rendendo necessari investimenti per navigare in tempi incerti. Guardando avanti, l'industria dello sport rimane un terreno fertile per partner, sponsor e inserzionisti, data la vasta partecipazione e il valore intrattenimento".


"In termini di strategia aziendale, operiamo su tre pilastri fondamentali: il calcio – la ragione per cui esistiamo; la sostenibilità finanziaria – bisogna essere sostenibili dal punto di vista finanziario; e la responsabilità sociale – non siamo solamente un club di calcio, ma un’istituzione sociale e culturale.
Per quanto riguarda il secondo pilastro, essere sostenibili è cruciale per attirare capitale. Lo abbiamo visto nella nostra struttura finanziaria. L'altro aspetto riguarda la crescita dell'azienda, abbiamo qualcosa chiamato capitale intellettuale e lavoriamo insieme ad altri fornitori di capitale finanziario per sviluppare modelli di business e mettere insieme le due cose. Questo va dalle Academy al settore del retail, dall'experiential fino al settore medico.”

"I club della Premier League e i club continentali di alto livello si distinguono come promettenti obiettivi di investimento all'interno dell'industria dello sport. La solida struttura di queste leghe, in particolare in Europa e negli Stati Uniti, offre opportunità sostanziali per gli investitori che cercano redditività a lungo termine.”
l'unico che avrà da guadagnare dall'espansione in medioriente, sarà Stadioni, che assumerà la presidenza di Emirates o affini :troll:
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,733
Reaction score
27,154
Furlani ad Investopia:"Grazie alla guida della nostra proprietà, siamo strategicamente posizionati per entrare in una nuova fase di crescita, con un forte focus anche sul mercato mediorientale. Siamo qui per parlare di investimenti nel calcio e uno degli investitori principali è senz’altro il nostro partner Emirates. Questo è il 15imo anno che abbiamo Emirates sulla nostra maglia e questo dimostra la solidità del nostro rapporto, sono un partner meraviglioso. L'apertura di un ufficio a Dubai è una ulteriore testimonianza del nostro impegno nella regione per ulteriori collaborazioni e crescita. Dubai e la regione circostante hanno una grande importanza per noi e prevediamo una continua espansione e opportunità di crescita con Emirates, consolidando la nostra presenza in questo mercato.”

"Quale il futuro del Milan? Guardando avanti, il percorso futuro dell'AC Milan prevede la continuazione del nostro percorso di espansione internazionale in Medio Oriente e in America, insieme al progetto ambizioso di un nuovo stadio a San Donato che rimane la nostra priorità. Siamo in ascolto con le Istituzioni di Milano che hanno condiviso l’interesse di portare avanti una ipotesi di progetto di ristrutturazione di San Siro che allo stato attuale, con la sua età e le sue limitazioni, non soddisfa più gli standard necessari per offrire un'esperienza ottimale ai nostri tifosi.”


"Gli investimenti nello sport? Nella valutazione dell'attrattività del mercato sportivo, entrano in gioco diversi fattori. La trasformazione dell'industria da attività puramente “ricreativa” ad un vero e proprio settore economico fiorente ha notevolmente aumentato il suo appeal. Inoltre, la governance e gli investimenti istituzionali hanno ulteriormente contribuito al suo potenziale di crescita. Con l'esperienza di RedBird in questo settore, siamo ben posizionati per cogliere le opportunità emergenti. Considerazioni come le esigenze di liquidità e i quadri normativi hanno svolto un ruolo cruciale, specialmente alla luce delle sfide poste dalla pandemia di COVID-19. Leghe e club hanno affrontato pressioni finanziarie senza precedenti, rendendo necessari investimenti per navigare in tempi incerti. Guardando avanti, l'industria dello sport rimane un terreno fertile per partner, sponsor e inserzionisti, data la vasta partecipazione e il valore intrattenimento".


"In termini di strategia aziendale, operiamo su tre pilastri fondamentali: il calcio – la ragione per cui esistiamo; la sostenibilità finanziaria – bisogna essere sostenibili dal punto di vista finanziario; e la responsabilità sociale – non siamo solamente un club di calcio, ma un’istituzione sociale e culturale.
Per quanto riguarda il secondo pilastro, essere sostenibili è cruciale per attirare capitale. Lo abbiamo visto nella nostra struttura finanziaria. L'altro aspetto riguarda la crescita dell'azienda, abbiamo qualcosa chiamato capitale intellettuale e lavoriamo insieme ad altri fornitori di capitale finanziario per sviluppare modelli di business e mettere insieme le due cose. Questo va dalle Academy al settore del retail, dall'experiential fino al settore medico.”

"I club della Premier League e i club continentali di alto livello si distinguono come promettenti obiettivi di investimento all'interno dell'industria dello sport. La solida struttura di queste leghe, in particolare in Europa e negli Stati Uniti, offre opportunità sostanziali per gli investitori che cercano redditività a lungo termine.”
.
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
27,236
Reaction score
11,225
Furlani ad Investopia:"Grazie alla guida della nostra proprietà, siamo strategicamente posizionati per entrare in una nuova fase di crescita, con un forte focus anche sul mercato mediorientale. Siamo qui per parlare di investimenti nel calcio e uno degli investitori principali è senz’altro il nostro partner Emirates. Questo è il 15imo anno che abbiamo Emirates sulla nostra maglia e questo dimostra la solidità del nostro rapporto, sono un partner meraviglioso. L'apertura di un ufficio a Dubai è una ulteriore testimonianza del nostro impegno nella regione per ulteriori collaborazioni e crescita. Dubai e la regione circostante hanno una grande importanza per noi e prevediamo una continua espansione e opportunità di crescita con Emirates, consolidando la nostra presenza in questo mercato.”

"Quale il futuro del Milan? Guardando avanti, il percorso futuro dell'AC Milan prevede la continuazione del nostro percorso di espansione internazionale in Medio Oriente e in America, insieme al progetto ambizioso di un nuovo stadio a San Donato che rimane la nostra priorità. Siamo in ascolto con le Istituzioni di Milano che hanno condiviso l’interesse di portare avanti una ipotesi di progetto di ristrutturazione di San Siro che allo stato attuale, con la sua età e le sue limitazioni, non soddisfa più gli standard necessari per offrire un'esperienza ottimale ai nostri tifosi.”


"Gli investimenti nello sport? Nella valutazione dell'attrattività del mercato sportivo, entrano in gioco diversi fattori. La trasformazione dell'industria da attività puramente “ricreativa” ad un vero e proprio settore economico fiorente ha notevolmente aumentato il suo appeal. Inoltre, la governance e gli investimenti istituzionali hanno ulteriormente contribuito al suo potenziale di crescita. Con l'esperienza di RedBird in questo settore, siamo ben posizionati per cogliere le opportunità emergenti. Considerazioni come le esigenze di liquidità e i quadri normativi hanno svolto un ruolo cruciale, specialmente alla luce delle sfide poste dalla pandemia di COVID-19. Leghe e club hanno affrontato pressioni finanziarie senza precedenti, rendendo necessari investimenti per navigare in tempi incerti. Guardando avanti, l'industria dello sport rimane un terreno fertile per partner, sponsor e inserzionisti, data la vasta partecipazione e il valore intrattenimento".


"In termini di strategia aziendale, operiamo su tre pilastri fondamentali: il calcio – la ragione per cui esistiamo; la sostenibilità finanziaria – bisogna essere sostenibili dal punto di vista finanziario; e la responsabilità sociale – non siamo solamente un club di calcio, ma un’istituzione sociale e culturale.
Per quanto riguarda il secondo pilastro, essere sostenibili è cruciale per attirare capitale. Lo abbiamo visto nella nostra struttura finanziaria. L'altro aspetto riguarda la crescita dell'azienda, abbiamo qualcosa chiamato capitale intellettuale e lavoriamo insieme ad altri fornitori di capitale finanziario per sviluppare modelli di business e mettere insieme le due cose. Questo va dalle Academy al settore del retail, dall'experiential fino al settore medico.”

"I club della Premier League e i club continentali di alto livello si distinguono come promettenti obiettivi di investimento all'interno dell'industria dello sport. La solida struttura di queste leghe, in particolare in Europa e negli Stati Uniti, offre opportunità sostanziali per gli investitori che cercano redditività a lungo termine.”
Tanto poi i nodi vengono (sono venuti presto) al pettine...

Furlani è il responsabile del Team Integrato, e come si vede bene del calcio non capisce nulla e neanche interessa minimamente. Il suo ruolo è un altro: garantire la sostenibilità ad ogni costo. Che tradotto vuol dire generare utili per gli azionisti.

Interessano questioni commerciali ed economiche, per il resto potremmo arrivare quarti anche per i prossimi vent'anni che lui e la proprietà sarebbe felicissimi. Non solo vincere, neanche competere interessa.

Chiunque dovesse mettere l'interesse sportivo davanti ai loro principi, verrebbe fatto fuori senza pietà. Anzi, è già stato fatto fuori.
 
Alto
head>