Divieti: proroga certa fino al 18 aprile, almeno.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
161,065
Reaction score
10,983
Come riportato dal CorSera in edicola oggi, 28 marzo, il Governo prorogherà certamente i divieti in atto almeno per altri 15 giorni, dopo il 3 aprile. E per il futuro, sarà cruciale l'andamento dell'epidemia nel mese di maggio. L'obiettivo è che ogni giorno, per ogni infetto, ci sia meno di un ammalato. Ma la ripresa sarà molto lenta.
 

Lambro

Bannato
Registrato
12 Marzo 2014
Messaggi
6,336
Reaction score
206
Come riportato dal CorSera in edicola oggi, 28 marzo, il Governo prorogherà certamente i divieti in atto almeno per altri 15 giorni, dopo il 3 aprile. E per il futuro, sarà cruciale l'andamento dell'epidemia nel mese di maggio. L'obiettivo è che ogni giorno, per ogni infetto, ci sia meno di un ammalato. Ma la ripresa sarà molto lenta.

Fine maggio inizio giugno per iniziare forse una vita seminormale.
Al 28 di marzo muoiono ancora quasi mille persone al giorno, ma di cosa stiamo parlando eh.
I cinesi sono stati rigorosissimi nel rispettare il totale lockdown, noi fino a 2 settimane fa giocavamo la champions league con assemblamenti di gente per le strade ad applaudire il pullman dell'atalanta, con gente che postava foto sui social a festeggiare con sotto scritto "noi il virus ce lo mangiamo" etc etc.
Considerando che loro han avuto i primi casi a dicembre, il lockdown al 20 di gennaio mi pare e che noi lo abbiamo fatto 1 mese dopo e pure parziale rispetto a loro, ci attendono come minimo 1 mese e mezzo di sofferenza.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,934
Reaction score
1,308
Aprile sarà barricati in casa, garantito. Nella seconda metà di maggio, se ci va bene, qualcosina con massima prudenza tornano a farci fare. Questo è peggio di un tornado signori.
 
Registrato
8 Febbraio 2019
Messaggi
10,827
Reaction score
3,496
Fine maggio inizio giugno per iniziare forse una vita seminormale.
Al 28 di marzo muoiono ancora quasi mille persone al giorno, ma di cosa stiamo parlando eh.
I cinesi sono stati rigorosissimi nel rispettare il totale lockdown, noi fino a 2 settimane fa giocavamo la champions league con assemblamenti di gente per le strade ad applaudire il pullman dell'atalanta, con gente che postava foto sui social a festeggiare con sotto scritto "noi il virus ce lo mangiamo" etc etc.
Considerando che loro han avuto i primi casi a dicembre, il lockdown al 20 di gennaio mi pare e che noi lo abbiamo fatto 1 mese dopo e pure parziale rispetto a loro, ci attendono come minimo 1 mese e mezzo di sofferenza.

la differenza è che l' Hubei rappresenta il 3% della popolazione cinese, se noi teniamo chiuso il Paese per mesi come sembra qui si invochi a gran voce, bè preparatevi al default, alla povertà diffusa, alle code per un tozzo di pane e alla gente che muore di appendicite.
 

Mou

New member
Registrato
25 Febbraio 2013
Messaggi
3,107
Reaction score
17
la differenza è che l' Hubei rappresenta il 3% della popolazione cinese, se noi teniamo chiuso il Paese per mesi come sembra qui si invochi a gran voce, bè preparatevi al default, alla povertà diffusa, alle code per un tozzo di pane e alla gente che muore di appendicite.

L’esempio cinese infatti è valido fino a un certo punto, e sinceramente mi sembra che molte persone non si rendano conto di cosa significhi tenere chiuso il Paese per tempi così lunghi.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,934
Reaction score
1,308
L’esempio cinese infatti è valido fino a un certo punto, e sinceramente mi sembra che molte persone non si rendano conto di cosa significhi tenere chiuso il Paese per tempi così lunghi.

Abbiamo un'economia troppo fragile, non ci possiamo permettere nemmeno quello che stiamo facendo adesso, figuriamoci tenere il motore dell'Italia spento per mesi.

Comunque se ci ritroviamo in questo stato pietoso è tutta colpa di decenni scellerati del nostro paese, di una classe politica che non ha mai pensato di far rifiorire il nostro paese come si deve.
 

Mou

New member
Registrato
25 Febbraio 2013
Messaggi
3,107
Reaction score
17
Abbiamo un'economia troppo fragile, non ci possiamo permettere nemmeno quello che stiamo facendo adesso, figuriamoci tenere il motore dell'Italia spento per mesi.

Comunque se ci ritroviamo in questo stato pietoso è tutta colpa di decenni scellerati del nostro paese, di una classe politica che non ha mai pensato di far rifiorire il nostro paese come si deve.

I sani in qualche modo devono poter essere individuati e tornare nello società civile.
 

Butcher

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
7,799
Reaction score
278
la differenza è che l' Hubei rappresenta il 3% della popolazione cinese, se noi teniamo chiuso il Paese per mesi come sembra qui si invochi a gran voce, bè preparatevi al default, alla povertà diffusa, alle code per un tozzo di pane e alla gente che muore di appendicite.

Esatto, questo è il punto.
Non possiamo permetterci altri due mesi così, forse neanche un altro solo. Dovremo per forza di cose riaprire ad un certo punto.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,934
Reaction score
1,308
I sani in qualche modo devono poter essere individuati e tornare nello società civile.

Per me bisogna fare il tampone a tutti quelli che vanno a lavorare, senza un esito di tampone non è giusto un dipendente timbri il cartellino. Si cominci dai supermercati e farmacie, poi alle aziende in ordine di priorità del lavoro. Il problema sono gli asintomatici, bisogna scovarli con fermezza. Inutile dire che andare a lavoro con una mascherina che equivale ad un paio di mutande davanti la bocca è sicuro, non è cosi.

Non c'è abbastanza reagente per fare i tamponi? Bisognava prepararsi per tempo e questo maledetto reagente crearselo in casa, come in Veneto si comincia a fare. Dopo la Cina hanno avuto tempo per prendere le necessarie precauzioni, invece se la sono dormita facendoci credere che eravamo al sicuro, perchè loro il virus era preparati ad accoglierlo, sono dei maledetti. Questo virus non è stato un fulmine a ciel sereno, anche se poco ma ci aveva dato il tempo di intervenire il più possibile, invece per un mese il problema è stato andare ad abbracciare i cinesi nei loro ristoranti vuoti.
 

Lambro

Bannato
Registrato
12 Marzo 2014
Messaggi
6,336
Reaction score
206
la differenza è che l' Hubei rappresenta il 3% della popolazione cinese, se noi teniamo chiuso il Paese per mesi come sembra qui si invochi a gran voce, bè preparatevi al default, alla povertà diffusa, alle code per un tozzo di pane e alla gente che muore di appendicite.

Guarda il punto è sempre e soltanto uno, finchè non si trova il modo di far aprire le attività in modo sicuro, non ci sarà possibilità alcuna.
Per ora han prorogato al 18 aprile , speriamo che per quella data avvenga una specie di miracolo.
Io come altri non invoco nulla, non è un piacere veder la gente morire e vedere il futuro nerissimo eh, ma neanche credo sia giusto illudere le persone con facilonerie molto rischiose.
Muoiono 1k di persone al giorno, per ora, tu dimmi come si puo' ricominciare senza assolute precauzioni, ad esempio come faranno a lavorare in sicurezza parrucchieri, bar, ristoranti, pizzerie, zone turistiche, come si puo' pensare che la gente sia così intelligente da avere sempre nella tasca amuchina o trovare dispensatori di gel ovunque , guanti monouso, saper esattamente come toglierseli, evitare contatti persino sessuali o anche solo un bacio se poi uno dei due è asintomatico e se lo porta in giro.
Fare tamponi ovunque, sul posto di lavoro , drive in, in ogni posto possibile, lo vedo un miraggio.
E' una situazione tremenda, quello che ho visto ieri in un servizio cinese dove si faceva vedere la ripartenza mi ha scoraggiato, sono ripartiti con mille precauzioni e aiuti messi a disposizione dallo stato, ovunque.
 
Alto
head>