Cardinale cerca soci, ma Milan senza rinforzi.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

MasterGorgo

Junior Member
Registrato
11 Agosto 2014
Messaggi
512
Reaction score
18
Come riportato da Tuttosport in edicola, Cardinale è ancora in Usa in cerca di soldi e soci: maggiore sarà il numero di soci, maggiore sarà la quantità di soldi che Cardinale potrà im-mettere nel Milan, e contestualmente minore sarà il prestito (pare a un tasso tra il 13 e il 15%, non esattamente basso...) e minore sarà anche la quota che rimarrà nelle mani di Elliott. Questo spiega perchè Cardinale stia cercando compagni di viaggio: una ricerca che dovrebbe avergli già consentito, al momento, di raccogliere 600 milioni di euro, quindi circa la metà della cifra stabilita per l’acquisto del Milan, Un ottimo risultato, ma che il nuovo proprietario sta cercando ancora
di implementare, avendo riscontrato grande interesse a entrare nell’azionariato rossonero. Per fare questo, tuttavia, potrebbe
aver trascurato l’operatività del Milan come società. Quindi sarebbe opportuno che Cardinale tornasse a Milano ad occuparsi di rinnovi e di Milan. Il 4 luglio s avvicina e il Milan rischia di trovarsi senza rinforzi.

Siamo campioni d'italia e secondo transfermarkt con la rosa di maggior valore della serie A con sempre meno giocatori prestati.
Compriamo e non necessitiamo di plusvalenze per evitare passivi non ripianabili.
Leao, già eletto miglior giocatore, potrebbe diventare un crack internazionale ma sopratutto : abbiamo 7/11 per alzarla, ne mancano 4 e Paolo lo sa.
 
Registrato
10 Marzo 2021
Messaggi
6,230
Reaction score
4,777
Se la nostra situazione non fosse tragica,questa sarebbe stata molto divertente :asd:
IMG_20220622_104746_646.jpg

:asd: :asd: :asd:
 

Gunnar67

Member
Registrato
31 Ottobre 2017
Messaggi
2,082
Reaction score
219
La robaccia di Tuttosport é scritta da gente che non ama il Milan. Inutile farsi il sangue cattivo. Se leggete quello che scrivevano l'estate scorsa, eravamo da sesto/settimo posto.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
43,996
Reaction score
9,868
Secondo me non è una vera cessione alla fine ma una grossa compartecipazione.
Elliott ha fatto entrare in società altri professionisti per far crescere il club.
 
Registrato
8 Ottobre 2018
Messaggi
31,864
Reaction score
5,015
Perdonami ma se non la accetti(lo rispetto) devi sostenere anche che Elliott avrebbe fatto il prestito anche a te e a me… Sinceramente mi sento di escluderlo.
Se non credeva(almeno in parte) nella capacità di restituire il debito, non gli avrebbe dato un euro. Altro discorso è quello delle garanzie, che chiunque presti soldi chiede. Ma di base c’è per forza una valutazione sulla solvibilità o meno del debitore.
be certo, gli diamo in pegno una cosa che vale 2,5 volte il prestito... elio è ben contento se non chiudono il debito!!!!!!!
 
Registrato
8 Ottobre 2018
Messaggi
31,864
Reaction score
5,015
Quello che viene percepito dall'esterno è una situazione confusa. I giornali le sparano grosse.
Però, gli unici fatti assodati sono
- 27 maggio le dichiarazioni di Maldini,
- 1 giugno annuncio di un accordo definitivo per l’acquisizione da parte di RedBird del Milan, con passaggio alla nuova proprietà nel corso dell'estate e closing entro settembre 2022
- 11 giugno intervista a Cardinale che racconta l'incontro con Maldini di poco prima del signing.

Ci sono anche fatti che sarebbero dovuti accadere e non sono accaduti, ad esempio l'annuncio del rinnovo di Maldini e Massara; ad esempio una qualche dichiarazione di intenti un po' più puntuale sul futuro o, aspirazione folle, la conclusione di qualche operazione di mercato, quelle note a tutti (non possono proprio essere sempre invenzioni dei giornali...) o magari altre di cui nulla sappiamo.
La società, invece, tace su tutto e chiaramente questo lascia ampio spazio ad ogni e qualsiasi illazione che peraltro è giustificata proprio per i pochi fatti certi.

Personalmente non comprendo molto i giustificazionisti - Redbird pare tutt'altro che una potenza economica con i mezzi necessari a sostenere il Milan in un percorso di crescita. Che possa raccogliere fondi è possibile, ma ovviamente non è certo; e questo ovviamente apre una fase di - appunto - incertezza che potrebbe tarpare le ali nel bel mezzo di un processo di crescita sportiva (e conseguentemente anche economica).

Personalmente ritengo questa operazione alquanto anomala, anche perché se l'esigenza era quella acquisire know-how in materia sportiva, non cedi la società, inserisci in organigramma manager specializzati.

Aggiungo. Se le parole non sono state scritte a caso, è previsto il passaggio alla nuova proprietà "quest'estate" e dunque dopo il signing, ma prima del closing. Questo passaggio di proprietà (che, invece, di norma coincide col closing) in cosa consiste esattamente? Quando e a quali condizioni è avvenuto o avverrà? Perché questa potrebbe essere la dolente nota, una situazione in cui questo (atipico) step intermedio non si è ancora verificato e dunque il Milan si trova in una specie di terra di nessuno: Elliott non muove foglia, RedBird non può ancora farlo. Non mi stupirei se il preliminare contenesse una qualche condizione risolutiva proprio in merito alla ricerca di fondi da parte di RedBird
bel post, ma come può essere che il passaggio di proprietà non coincida col closing?
non è verosimile, nella mia ignoranza.
 

danjr

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
8,558
Reaction score
1,512
Come riportato da Tuttosport in edicola, Cardinale è ancora in Usa in cerca di soldi e soci: maggiore sarà il numero di soci, maggiore sarà la quantità di soldi che Cardinale potrà im-mettere nel Milan, e contestualmente minore sarà il prestito (pare a un tasso tra il 13 e il 15%, non esattamente basso...) e minore sarà anche la quota che rimarrà nelle mani di Elliott. Questo spiega perchè Cardinale stia cercando compagni di viaggio: una ricerca che dovrebbe avergli già consentito, al momento, di raccogliere 600 milioni di euro, quindi circa la metà della cifra stabilita per l’acquisto del Milan, Un ottimo risultato, ma che il nuovo proprietario sta cercando ancora
di implementare, avendo riscontrato grande interesse a entrare nell’azionariato rossonero. Per fare questo, tuttavia, potrebbe
aver trascurato l’operatività del Milan come società. Quindi sarebbe opportuno che Cardinale tornasse a Milano ad occuparsi di rinnovi e di Milan. Il 4 luglio s avvicina e il Milan rischia di trovarsi senza rinforzi.

Maldini: compleanno col rinnovo o no? QUI -) https://www.milanworld.net/threads/...vo-o-no-cardinale-torna-a-meta-luglio.117598/
Che vergogna mamma mia… non abbiamo un soldo bucato per il mercato, quanto mi sto vergognando
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>