Campedelli:"Il mio Chievo affondato,gli altri lasciati indebitarsi. Regole non valgono per gli amici"

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
17,554
Reaction score
1,607
Campedelli, storico proprietario del Chievo, intervistato alla luce delle novità sulle plusvalenze fittizie di tante squadre.

"Per chi non è all'interno di certi sistemi le regole si applicano in modo ferreo, per gli altri si interpretano.
Io ho la brutta abitudine di dire le cose che non vanno.

La procura federale ha ravvisato plusvalenze fittizie del Chievo con il Cesena.
Al Chievo per le stesse motivazioni di cui è accusata oggi la Juventus hanno dato 3 punti di penalizzazione e io ho ricevuto 3 mesi di squalifica.

Il calcio si legge sulla plusvalenza.
Tanti altri giocatori hanno plusvalenze importanti, ma nessuno ha detto niente.

In estate avevamo 23 milioni di debiti, ma avevamo 33 milioni di parco giocatori solo per la prima squadra e quasi 8 milioni di attivo a bilancio.

Potevamo rateizzare il debito, come fanno tutti gli altri, ma per la normativa speciale covid le cartelle esattoriali erano bloccate da marzo 2020 a settembre 2021 e senza la cartella esattoriale non è possibile fare niente.

Noi potevamo onorare il debito con la rateizzazione.

La federazione voleva 18 milioni pagati senza che lo stato ce li chiedesse, è veramente paradossale.

La federazione ha svincolato tutti i giocatori dai bambini alla prima squadra gratuitamente, un valere di 40 milioni

Cosa succederebbe se chiedessero ad altre squadre con molti più debiti di noi di pagare tutto insieme ?
Nessuno potrebbe farlo, ma non viene chiesto ovviamente.

A settembre la FIGC, poco dopo la nostra esclusione, ha rinviato a tempo indeterminato le scadenze di tasse e contributi per la crisi di tante squadre per evitare una caterva di penalizzazioni.

Siamo vittime di un'ingiustizia.
Comportarsi bene o male è lo stesso, anzi conviene comportarsi male.

A me piace il pallone, mi piacerebbe tornare a Veronello a parlare con i giocatori"
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
38,706
Reaction score
4,982
Campedelli, storico proprietario del Chievo, intervistato alla luce delle novità sulle plusvalenze fittizie di tante squadre.

"Per chi non è all'interno di certi sistemi le regole si applicano in modo ferreo, per gli altri si interpretano.
Io ho la brutta abitudine di dire le cose che non vanno.

La procura federale ha ravvisato plusvalenze fittizie del Chievo con il Cesena.
Al Chievo per le stesse motivazioni di cui è accusata oggi la Juventus hanno dato 3 punti di penalizzazione e io ho ricevuto 3 mesi di squalifica.

Il calcio si legge sulla plusvalenza.
Tanti altri giocatori hanno plusvalenze importanti, ma nessuno ha detto niente.

In estate avevamo 23 milioni di debiti, ma avevamo 33 milioni di parco giocatori solo per la prima squadra e quasi 8 milioni di attivo a bilancio.

Potevamo rateizzare il debito, come fanno tutti gli altri, ma per la normativa speciale covid le cartelle esattoriali erano bloccate da marzo 2020 a settembre 2021 e senza la cartella esattoriale non è possibile fare niente.

Noi potevamo onorare il debito con la rateizzazione.

La federazione voleva 18 milioni pagati senza che lo stato ce li chiedesse, è veramente paradossale.

La federazione ha svincolato tutti i giocatori dai bambini alla prima squadra gratuitamente, un valere di 40 milioni

Cosa succederebbe se chiedessero ad altre squadre con molti più debiti di noi di pagare tutto insieme ?
Nessuno potrebbe farlo, ma non viene chiesto ovviamente.

A settembre la FIGC, poco dopo la nostra esclusione, ha rinviato a tempo indeterminato le scadenze di tasse e contributi per la crisi di tante squadre per evitare una caterva di penalizzazioni.

Siamo vittime di un'ingiustizia.
Comportarsi bene o male è lo stesso, anzi conviene comportarsi male.

A me piace il pallone, mi piacerebbe tornare a Veronello a parlare con i giocatori"
Quando punto il dito contro l'inter e come raggira le regole faccio sempre il parallelismo col chievo.

Poi arriva sempre il buontempone di turno che mi replica : eh ma l'irpef va pagata!!!


E' vergognoso quanto succede nel calcio. Vergognoso!!!
Tutta la vita con campedelli.


Il sistema non esiste. I debiti sono sostenibili.
Gli stipendi non è un problema se non si pagano. Le scadenze non è un problema se non si rispettano.

L'inter praticamente ha fatto gioco d'azzardo ma va bene cosi.

Domani ovviamente su report si parla del caro-bollette del milan.
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
37,742
Reaction score
1,739
Quando punto il dito contro l'inter e come raggira le regole faccio sempre il parallelismo col chievo.

Poi arriva sempre il buontempone di turno che mi replica : eh ma l'irpef va pagata!!!


E' vergognoso quanto succede nel calcio. Vergognoso!!!
Tutta la vita con campedelli.


Il sistema non esiste. I debiti sono sostenibili.
Gli stipendi non è un problema se non si pagano. Le scadenze non è un problema se non si rispettano.

L'inter praticamente ha fatto gioco d'azzardo ma va bene cosi.

Domani ovviamente su report si parla del caro-bollette del milan.
La Juve è il sistema, l'Inter la squadra degli amici vip
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
17,554
Reaction score
1,607
Bellissima questa uscita. Vediamo quel verme di Gravina cosa dice
è stato intervistato alle iene, mandato in onda già venerdì.
ha detto che bisogna rispettare le regole, dispiace per il Chievo che è una squadra simpatica
da martedì, dopo che domani uscirà su Report, vediamo se prenderà più seriamente la faccenda...
 
Alto
head>