Bocci:"Pioli uomo dalle mille vite. Non può fallire".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
199,954
Reaction score
25,666
Alessandro Bocci dal CorSera in edicola su Pioli: Fiorentina, Borussia Dortmund e Frosinone, in rapida successione dentro San Siro, decideranno il destino del Milan in Italia e in Europa. Stefano Pioli, nella sua felice vita rossonera, è resuscitato più di una volta, scacciando l’ombra di Rangnick dopo il 5-0 di Bergamo, vincendo uno scudetto che sembrava ormai dell’Inter, arrivando l’anno scorso sino alle semifinali di Champions dopo aver attraversato una crisi spaventosa a gennaio. Adesso che lo stadio non canta più il suo nome e i dubbi sul suo conto si allargano, deve metterci del suo. Senza le serpentine di Leao e i gol di Giroud tocca all’allenatore ridare colore e coraggio al Diavolo. Un’altra rinascita. Sul campo. Non è il momento delle parole, ma quello di dimostrare la bontà del progetto tecnico di un allenatore che, sino adesso, si è superato. Il nuovo Milan, per volontà di Pioli, è diventato aggressivo, gioca con la difesa alta e il pressing, una squadra dalla spiccata vocazione europea, che però fatica a trovare una dimensione nel cortile di casa: mancano identità e equilibrio, anche all’interno della stessa partita. Nelle ultime quattro di campionato ha cominciato forte ed è arrivato piano, facendosi rimontare a Napoli e Lecce e subendo i gol decisivi con Juve e Udinese. 2 punti in 4 gare, una media da retrocessione. Il Milan che non vince da 49 giorni deve invertire la rotta. Con passione e idee. Le idee di Pioli.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,052
Reaction score
24,585
Alessandro Bocci dal CorSera in edicola su Pioli: Fiorentina, Borussia Dortmund e Frosinone, in rapida successione dentro San Siro, decideranno il destino del Milan in Italia e in Europa. Stefano Pioli, nella sua felice vita rossonera, è resuscitato più di una volta, scacciando l’ombra di Rangnick dopo il 5-0 di Bergamo, vincendo uno scudetto che sembrava ormai dell’Inter, arrivando l’anno scorso sino alle semifinali di Champions dopo aver attraversato una crisi spaventosa a gennaio. Adesso che lo stadio non canta più il suo nome e i dubbi sul suo conto si allargano, deve metterci del suo. Senza le serpentine di Leao e i gol di Giroud tocca all’allenatore ridare colore e coraggio al Diavolo. Un’altra rinascita. Sul campo. Non è il momento delle parole, ma quello di dimostrare la bontà del progetto tecnico di un allenatore che, sino adesso, si è superato. Il nuovo Milan, per volontà di Pioli, è diventato aggressivo, gioca con la difesa alta e il pressing, una squadra dalla spiccata vocazione europea, che però fatica a trovare una dimensione nel cortile di casa: mancano identità e equilibrio, anche all’interno della stessa partita. Nelle ultime quattro di campionato ha cominciato forte ed è arrivato piano, facendosi rimontare a Napoli e Lecce e subendo i gol decisivi con Juve e Udinese. 2 punti in 4 gare, una media da retrocessione. Il Milan che non vince da 49 giorni deve invertire la rotta. Con passione e idee. Le idee di Pioli.
Io già rimpiango la sosta per le nazionali.
Perchè mi devo rovinare sabato sera e domenica?
Perchè devo guardare juve-inter sapendo di sgranocchiare punti a nessuno comunque vada?
 

Zenos

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
22,136
Reaction score
10,230
Alessandro Bocci dal CorSera in edicola su Pioli: Fiorentina, Borussia Dortmund e Frosinone, in rapida successione dentro San Siro, decideranno il destino del Milan in Italia e in Europa. Stefano Pioli, nella sua felice vita rossonera, è resuscitato più di una volta, scacciando l’ombra di Rangnick dopo il 5-0 di Bergamo, vincendo uno scudetto che sembrava ormai dell’Inter, arrivando l’anno scorso sino alle semifinali di Champions dopo aver attraversato una crisi spaventosa a gennaio. Adesso che lo stadio non canta più il suo nome e i dubbi sul suo conto si allargano, deve metterci del suo. Senza le serpentine di Leao e i gol di Giroud tocca all’allenatore ridare colore e coraggio al Diavolo. Un’altra rinascita. Sul campo. Non è il momento delle parole, ma quello di dimostrare la bontà del progetto tecnico di un allenatore che, sino adesso, si è superato. Il nuovo Milan, per volontà di Pioli, è diventato aggressivo, gioca con la difesa alta e il pressing, una squadra dalla spiccata vocazione europea, che però fatica a trovare una dimensione nel cortile di casa: mancano identità e equilibrio, anche all’interno della stessa partita. Nelle ultime quattro di campionato ha cominciato forte ed è arrivato piano, facendosi rimontare a Napoli e Lecce e subendo i gol decisivi con Juve e Udinese. 2 punti in 4 gare, una media da retrocessione. Il Milan che non vince da 49 giorni deve invertire la rotta. Con passione e idee. Le idee di Pioli.
È vero ogni volta che sembra stia per essere silurato si salva come contro il Psg. È il diavolo.
 
Registrato
18 Settembre 2017
Messaggi
14,503
Reaction score
5,687
Alessandro Bocci dal CorSera in edicola su Pioli: Fiorentina, Borussia Dortmund e Frosinone, in rapida successione dentro San Siro, decideranno il destino del Milan in Italia e in Europa. Stefano Pioli, nella sua felice vita rossonera, è resuscitato più di una volta, scacciando l’ombra di Rangnick dopo il 5-0 di Bergamo, vincendo uno scudetto che sembrava ormai dell’Inter, arrivando l’anno scorso sino alle semifinali di Champions dopo aver attraversato una crisi spaventosa a gennaio. Adesso che lo stadio non canta più il suo nome e i dubbi sul suo conto si allargano, deve metterci del suo. Senza le serpentine di Leao e i gol di Giroud tocca all’allenatore ridare colore e coraggio al Diavolo. Un’altra rinascita. Sul campo. Non è il momento delle parole, ma quello di dimostrare la bontà del progetto tecnico di un allenatore che, sino adesso, si è superato. Il nuovo Milan, per volontà di Pioli, è diventato aggressivo, gioca con la difesa alta e il pressing, una squadra dalla spiccata vocazione europea, che però fatica a trovare una dimensione nel cortile di casa: mancano identità e equilibrio, anche all’interno della stessa partita. Nelle ultime quattro di campionato ha cominciato forte ed è arrivato piano, facendosi rimontare a Napoli e Lecce e subendo i gol decisivi con Juve e Udinese. 2 punti in 4 gare, una media da retrocessione. Il Milan che non vince da 49 giorni deve invertire la rotta. Con passione e idee. Le idee di Pioli.
Lo stadio canta il suo nome 🤦
 

Similar threads

Alto
head>