Bitcoin: conviene l'acquisto, valore, guadagno, rischi, andamento.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,578
Reaction score
13,621
Fenomeno Bitcoin. La moneta virtuali ha aumentato a dismisura il proprio valore negli ultimi anni. Ma è tutto oro ciò che luccica? Conviene investire e comprare i Bitcoin oggi, nel 2017? Se sì, quanti? Quali sono i rischi?

Di seguito, un'intervista de La Stampa a Carlo Alberto De Casa, capoanalista in ActiveTrades


Come si possono acquistare bitcoin e le altre e-valute?

Trattandosi di monete virtuali tutte le transazioni avvengono online. E’ possibile usare i servizi di portafoglio digitale di aziende come Bitinfex, Bitflyer, Bitstamp,Kraken o Coinbase, solo permenzionare le piattaforme su cui si sono registrati i maggior scambi nelle ultime settimane. In base all’investimento effettuato verrà corrisposto un numero (o una frazione) di Bitcoin. Al momento dell’acquisto si scambia denaro per un corrispettivo di criptovalute, variabile in funzione del prezzo di mercato del momento.


Quali sono state le performance del bitcoin?

Nell’ultimo mese ha guadagnato il 107%, da gennaio il 1450%. Ad inizio 2017 valeva mille dollari. Chi avesse comprato un bitcoin allora si troverebbe a circa 15mila dollari. In tre anni la salita è del 4.150%, mentre negli ultimi cinque anni raggiunge il 112.000%. In altre parole un investimento di 100 dollari fatto nel 2013 avrebbe consentito di moltiplicare di oltre 1000 volte il proprio capitale, arrivando a 112.000 dollari.


Quanti sono i bitcoin?


Possono essere prodotti, o meglio, minati, in tutto 21.000.000 Bitcoin. Il 50% di essi era stato estratto già nel 2014, ora si stima che ne sia stato minato il 75%. Con il passare del tempo diventa sempre più costosa la loro produzione, che dovrebbe arrivare a conclusione entro il 2050 circa. Possono tuttavia essere frammentati fino all’ottava cifra decimale (0,00000001 bitcoin) permettendo dunque di acqui- stare anche piccole frazioni di criptovaluta.

Cosa ha generato il boom degli ultimi mesi?

La crescente domanda di Bitcoin da parte di istituzionali e piccoli investitori, alimentata dalle aspettative di un aumento del prezzo e dalla grande at- tesa per il lancio di strumenti regolamentati come Etf e Futures sul bitcoin.

I bitcoin sono uno strumento esente da rischi?

Assolutamente no. Come ogni altro strumento finanziario anche la quotazione del Bitcoin può salire o scendere in base all’andamento della do- manda e dell’offerta.

Cosa dicono i sostenitori del bitcoin?

Il bitcoin e le criptovalute sono una rivoluzione destinata a cambiare il mondo. Il tutto in uno scenario in cui le banche centrali hanno stampato un’enorme massa di denaro, svalutando di fatto le principali valute anche nei confronti del bitcoin. Le previsioni più rosee vedono il bitcoin a prezzi fra 50.000 e 500.000 dollari nel giro di pochi anni.


E cosa sostiene la fazione oppo-
sta?

Molti analisti, fra cui anche Nouriel Roubini, hanno lanciato una serie di avvertimenti. Potremmo trovarci di fronte ad una tremenda bolla speculativa, basata sul nulla o quasi, come lo fu la Tulipomania, la corsa sfrenata ai bulbi dei tulipani vissuta nell’Olanda del Seicento o la bolla del Dotcom, sul finire degli anni Novanta. La trasparenza dell’intero settore è ancora spesso discutibile, mentre permango- no problemi di liquidità.

E chi ha ragione?
Solo il tempo saprà darci risposte concrete. Al momento possiamo fare alcune considerazioni basilari, valide soprattutto per il piccolo investitore. Le criptovalute sono esposte a forti oscillazioni dei prezzi (volatilità) e pertanto sono uno strumento poco adatto per il risparmiatore che ha un profi- lo di rischio basso.


Quali possono essere i suggerimenti per l’investitore?

Diversificare l’investimento: se si decide di acquistare criptovalute occorre farlo con una frazione minima del capitale, senza farsi prendere da facili entusiasmi, conoscendo anche i potenziali rischi. La prudenza è quindi d’obbligo, in attesa di sapere se in futuro potremo paragona- re il Bitcoin all’oro o, piuttosto, ai tulipani olandesi del Seicento.
 
Registrato
19 Giugno 2017
Messaggi
5,564
Reaction score
507
Altra bolla, quando tutti i risparmiatori avranno comprato bitcoin questi non varranno più niente.

I soldi meglio investiti sono quelli spesi.
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
23,802
Reaction score
3,105
Fenomeno Bitcoin. La moneta virtuali ha aumentato a dismisura il proprio valore negli ultimi anni. Ma è tutto oro ciò che luccica? Conviene investire e comprare i Bitcoin oggi, nel 2017? Se sì, quanti? Quali sono i rischi?

Di seguito, un'intervista de La Stampa a Carlo Alberto De Casa, capoanalista in ActiveTrades


Come si possono acquistare bitcoin e le altre e-valute?

Trattandosi di monete virtuali tutte le transazioni avvengono online. E’ possibile usare i servizi di portafoglio digitale di aziende come Bitinfex, Bitflyer, Bitstamp,Kraken o Coinbase, solo permenzionare le piattaforme su cui si sono registrati i maggior scambi nelle ultime settimane. In base all’investimento effettuato verrà corrisposto un numero (o una frazione) di Bitcoin. Al momento dell’acquisto si scambia denaro per un corrispettivo di criptovalute, variabile in funzione del prezzo di mercato del momento.


Quali sono state le performance del bitcoin?

Nell’ultimo mese ha guadagnato il 107%, da gennaio il 1450%. Ad inizio 2017 valeva mille dollari. Chi avesse comprato un bitcoin allora si troverebbe a circa 15mila dollari. In tre anni la salita è del 4.150%, mentre negli ultimi cinque anni raggiunge il 112.000%. In altre parole un investimento di 100 dollari fatto nel 2013 avrebbe consentito di moltiplicare di oltre 1000 volte il proprio capitale, arrivando a 112.000 dollari.


Quanti sono i bitcoin?


Possono essere prodotti, o meglio, minati, in tutto 21.000.000 Bitcoin. Il 50% di essi era stato estratto già nel 2014, ora si stima che ne sia stato minato il 75%. Con il passare del tempo diventa sempre più costosa la loro produzione, che dovrebbe arrivare a conclusione entro il 2050 circa. Possono tuttavia essere frammentati fino all’ottava cifra decimale (0,00000001 bitcoin) permettendo dunque di acqui- stare anche piccole frazioni di criptovaluta.

Cosa ha generato il boom degli ultimi mesi?

La crescente domanda di Bitcoin da parte di istituzionali e piccoli investitori, alimentata dalle aspettative di un aumento del prezzo e dalla grande at- tesa per il lancio di strumenti regolamentati come Etf e Futures sul bitcoin.

I bitcoin sono uno strumento esente da rischi?

Assolutamente no. Come ogni altro strumento finanziario anche la quotazione del Bitcoin può salire o scendere in base all’andamento della do- manda e dell’offerta.

Cosa dicono i sostenitori del bitcoin?

Il bitcoin e le criptovalute sono una rivoluzione destinata a cambiare il mondo. Il tutto in uno scenario in cui le banche centrali hanno stampato un’enorme massa di denaro, svalutando di fatto le principali valute anche nei confronti del bitcoin. Le previsioni più rosee vedono il bitcoin a prezzi fra 50.000 e 500.000 dollari nel giro di pochi anni.


E cosa sostiene la fazione oppo-
sta?

Molti analisti, fra cui anche Nouriel Roubini, hanno lanciato una serie di avvertimenti. Potremmo trovarci di fronte ad una tremenda bolla speculativa, basata sul nulla o quasi, come lo fu la Tulipomania, la corsa sfrenata ai bulbi dei tulipani vissuta nell’Olanda del Seicento o la bolla del Dotcom, sul finire degli anni Novanta. La trasparenza dell’intero settore è ancora spesso discutibile, mentre permango- no problemi di liquidità.

E chi ha ragione?
Solo il tempo saprà darci risposte concrete. Al momento possiamo fare alcune considerazioni basilari, valide soprattutto per il piccolo investitore. Le criptovalute sono esposte a forti oscillazioni dei prezzi (volatilità) e pertanto sono uno strumento poco adatto per il risparmiatore che ha un profi- lo di rischio basso.


Quali possono essere i suggerimenti per l’investitore?

Diversificare l’investimento: se si decide di acquistare criptovalute occorre farlo con una frazione minima del capitale, senza farsi prendere da facili entusiasmi, conoscendo anche i potenziali rischi. La prudenza è quindi d’obbligo, in attesa di sapere se in futuro potremo paragona- re il Bitcoin all’oro o, piuttosto, ai tulipani olandesi del Seicento.

Fra poco avrò abbastanza soldi per comprare il Milan :vengo:
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
26,016
Reaction score
5,614
Altra bolla, quando tutti i risparmiatori avranno comprato bitcoin questi non varranno più niente.

I soldi meglio investiti sono quelli spesi.

Sono sicuro lo dicevi anche l'anno scorso.

Detto questo, mi piacerebbe sentire l'opinione di chi ne sa piu' di me:

E' davvero tutto rosa e fiori come appare? mi sembra troppo facile.
 
V

vanbasten

Guest
Fenomeno Bitcoin. La moneta virtuali ha aumentato a dismisura il proprio valore negli ultimi anni. Ma è tutto oro ciò che luccica? Conviene investire e comprare i Bitcoin oggi, nel 2017? Se sì, quanti? Quali sono i rischi?

Di seguito, un'intervista de La Stampa a Carlo Alberto De Casa, capoanalista in ActiveTrades


Come si possono acquistare bitcoin e le altre e-valute?

Trattandosi di monete virtuali tutte le transazioni avvengono online. E’ possibile usare i servizi di portafoglio digitale di aziende come Bitinfex, Bitflyer, Bitstamp,Kraken o Coinbase, solo permenzionare le piattaforme su cui si sono registrati i maggior scambi nelle ultime settimane. In base all’investimento effettuato verrà corrisposto un numero (o una frazione) di Bitcoin. Al momento dell’acquisto si scambia denaro per un corrispettivo di criptovalute, variabile in funzione del prezzo di mercato del momento.


Quali sono state le performance del bitcoin?

Nell’ultimo mese ha guadagnato il 107%, da gennaio il 1450%. Ad inizio 2017 valeva mille dollari. Chi avesse comprato un bitcoin allora si troverebbe a circa 15mila dollari. In tre anni la salita è del 4.150%, mentre negli ultimi cinque anni raggiunge il 112.000%. In altre parole un investimento di 100 dollari fatto nel 2013 avrebbe consentito di moltiplicare di oltre 1000 volte il proprio capitale, arrivando a 112.000 dollari.


Quanti sono i bitcoin?


Possono essere prodotti, o meglio, minati, in tutto 21.000.000 Bitcoin. Il 50% di essi era stato estratto già nel 2014, ora si stima che ne sia stato minato il 75%. Con il passare del tempo diventa sempre più costosa la loro produzione, che dovrebbe arrivare a conclusione entro il 2050 circa. Possono tuttavia essere frammentati fino all’ottava cifra decimale (0,00000001 bitcoin) permettendo dunque di acqui- stare anche piccole frazioni di criptovaluta.

Cosa ha generato il boom degli ultimi mesi?

La crescente domanda di Bitcoin da parte di istituzionali e piccoli investitori, alimentata dalle aspettative di un aumento del prezzo e dalla grande at- tesa per il lancio di strumenti regolamentati come Etf e Futures sul bitcoin.

I bitcoin sono uno strumento esente da rischi?

Assolutamente no. Come ogni altro strumento finanziario anche la quotazione del Bitcoin può salire o scendere in base all’andamento della do- manda e dell’offerta.

Cosa dicono i sostenitori del bitcoin?

Il bitcoin e le criptovalute sono una rivoluzione destinata a cambiare il mondo. Il tutto in uno scenario in cui le banche centrali hanno stampato un’enorme massa di denaro, svalutando di fatto le principali valute anche nei confronti del bitcoin. Le previsioni più rosee vedono il bitcoin a prezzi fra 50.000 e 500.000 dollari nel giro di pochi anni.


E cosa sostiene la fazione oppo-
sta?

Molti analisti, fra cui anche Nouriel Roubini, hanno lanciato una serie di avvertimenti. Potremmo trovarci di fronte ad una tremenda bolla speculativa, basata sul nulla o quasi, come lo fu la Tulipomania, la corsa sfrenata ai bulbi dei tulipani vissuta nell’Olanda del Seicento o la bolla del Dotcom, sul finire degli anni Novanta. La trasparenza dell’intero settore è ancora spesso discutibile, mentre permango- no problemi di liquidità.

E chi ha ragione?
Solo il tempo saprà darci risposte concrete. Al momento possiamo fare alcune considerazioni basilari, valide soprattutto per il piccolo investitore. Le criptovalute sono esposte a forti oscillazioni dei prezzi (volatilità) e pertanto sono uno strumento poco adatto per il risparmiatore che ha un profi- lo di rischio basso.


Quali possono essere i suggerimenti per l’investitore?

Diversificare l’investimento: se si decide di acquistare criptovalute occorre farlo con una frazione minima del capitale, senza farsi prendere da facili entusiasmi, conoscendo anche i potenziali rischi. La prudenza è quindi d’obbligo, in attesa di sapere se in futuro potremo paragona- re il Bitcoin all’oro o, piuttosto, ai tulipani olandesi del Seicento.

lo avrei fatto all'inizio 3 4 anni fa per poi rivendere adesso. Ormai per me è tardi.
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
26,016
Reaction score
5,614
Gli utlimi che arriveranno prenderanno una grande bastonata.

Al momento, non capisco la differenza tra accumulare BitCoin e dollari a GTA 5
 
Registrato
29 Marzo 2017
Messaggi
2,648
Reaction score
233
A me sembra si stia parlando del nulla.
Come se la criptovaluta fosse l' unico modo per poter pagare online.
Io è una vita che pago con Paypal e non ho mai avuto bisogno di criptovalute per il miei acquisti online.
Mi sembra sia tutta una mossa di mercato, un po come le sigarette elettroniche.
 

Albijol

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
13,662
Reaction score
2,389
Altra bolla, quando tutti i risparmiatori avranno comprato bitcoin questi non varranno più niente.

I soldi meglio investiti sono quelli spesi.

NOn è una bolla, solo gli Stati potrebbero fermare l'ascesa dei bitcoin, per una serie di ragioni.
 

Albijol

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
13,662
Reaction score
2,389
NOn è una bolla, solo gli Stati potrebbero fermare l'ascesa dei bitcoin, per una serie di ragioni.

Aggiungo che non esistono solo i bitcoin, ci sono centinaia di criptomonete, per vedere una lista andate su coinmarketcap. Io personalmente ho investito in Ripple (xrp). Presa a 0.15, al momento vale 0.20 euro. Speriamo salga ancora :D
 

uolfetto

Member
Registrato
10 Giugno 2017
Messaggi
4,920
Reaction score
979
A me sembra si stia parlando del nulla.
Come se la criptovaluta fosse l' unico modo per poter pagare online.
Io è una vita che pago con Paypal e non ho mai avuto bisogno di criptovalute per il miei acquisti online.
Mi sembra sia tutta una mossa di mercato, un po come le sigarette elettroniche.

è un paragone non pienamente centrato, se approfondisci "il meccanismo" di bitcoin capirai che è più simile all'oro che ad una moneta utilizzata per i pagamenti
 
Alto
head>