Allegri:"Sarò anche il passato ma conta la differenza reti".

corvorossonero

Senior Member
Registrato
16 Aprile 2015
Messaggi
13,905
Reaction score
438
Quante seghe mentali :lol:

Fossi un allenatore vivrei malissimo, probabilmente ammazzerei qualcuno.
Non farebbe per me!

Avessero dato ad Allegri un centrocampo decente e saremmo qua a dire "eeehhh, si vede che Allegri l'è un grande alenatur, i top sono i top!"
ma come si fa nel 2021 ancora a non capire che l'allenatore incide tantissimo in una squadra??? poi chiaro che serve anche la rosa adeguata. Ma il torino con Juric, il sassuolo senza dezerbi, il napoli con Spalletti, la fiorentina con italiano ecc ecc solo per rimanere al discorso italico.
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
20,600
Reaction score
1,685
ma come si fa nel 2021 ancora a non capire che l'allenatore incide tantissimo in una squadra??? poi chiaro che serve anche la rosa adeguata. Ma il torino con Juric, il sassuolo senza dezerbi, il napoli con Spalletti, la fiorentina con italiano ecc ecc solo per rimanere al discorso italico.

Infatti Mourinho, Sarri, Gasperini, Allegri lo stanno sucando a Pioli, Inzaghi e Spalletti che hanno un secondo posto o nemmeno come massimo risultato nella loro carriera.

Comunque capisco cosa intendi, semplicemente un allenatore bravo conta.

Ma con una squadra forte tanti allenatori se bravi hanno la possibilità di vincere, ma con una squadra scarsa nessun allenatore vincerà mai.

Tutto qui.
È chiaro che un idiota in panchina fa danni.

Ma tra Guardiola e Mbappè, al Milan porterei senza alcun minimo dubbio, Mbappè
 
Ultima modifica:

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
50,272
Reaction score
607
non me lo ricordavo cosi difensivista.

Non è difensivista, è un tecnico che pretende solidità prima di tutto. Solo che rispetto al passato la coperta è corta, perchè per mettere a posto la fase difensiva si è ritrovato a fare fatica davanti dove rispetto ad anni fa hanno perso tanti valori individuali.
 

corvorossonero

Senior Member
Registrato
16 Aprile 2015
Messaggi
13,905
Reaction score
438
Infatti Mourinho, Sarri, Gasperini, Allegri lo stanno sucando a Pioli, Inzaghi e Spalletti che hanno un secondo posto o nemmeno come massimo risultato nella loro carriera.

Comunque capisco cosa intendi, semplicemente un allenatore bravo conta.

Ma con una squadra forte tanti allenatori se bravi hanno la possibilità di vincere, ma con una squadra scarsa nessun allenatore vincerà mai.

Tutto qui.
È chiaro che un idiota in panchina fa danni.

Ma tra Guardiola e Mbappè, al Milan porterei senza alcun minimo dubbio, Mbappè
ma infatti Mourinho è strabollito, Sarri è alla lazio da 4 mesi, vogliamo già dare sentenze? Gasperini? come uomo vale 0, ma cosa gli si vuole dire come allenatore?? ha trasformato l'atalanta da una squadra per la lotta salvezza ad una per la lotta champions, e occhio perché quest'anno sono vicini. Hai fatto proprio esempi senza senso. Guarda squadre più modeste: Verona con Di Francesco e Verona con Tudor, sembrano due squadre diverse, in realtà è la stessa identica rosa. Guarda la viola con Italiano e l'anno scorso. Ma se ne possono fare tantissimi di esempi eh. L'allenatore conta tanto. E' dura ammetterlo lo so, ma così è. Tra guardiola e Mbappè io prendo Guardiola, perché con il solo mbappe e il resto di pippe non vinco nulla, ma con guardiola ho la possibilità che l'intera rosa rendi al200%. Un pò come quando l'inter prende Conte e da lottare per il 4 posto, passa a lottare per lo scudetto.
 

BossKilla7

Senior Member
Registrato
13 Marzo 2015
Messaggi
9,864
Reaction score
137
Massimiliano Allegri in conferenza stampa:"Questa Juve deve avere la serenità di continuare a lavorare perché la squadra è ottima. I ragazzi si stanno impegnando e in questo momento ciò che ci penalizza è la differenza reti, un dato inconfutabile. Magari da domani faremo quattro gol a partita, non lo so, i gol nelle gambe Dybala, Morata, Chiesa, Kulusevski, McKennie e i difensori li hanno. In questo momento qui ne abbiamo fatti meno, abbiamo fatto 18 gol e subiti 15. Le squadre che ci stanno davanti hanno segnato molto di più. Il calcio è cambiato, ma c'è una cosa che non cambia, è la differenza reti. Da quello non si può scappare. Puoi stare qui anche tre giorni, ma la differenza reti ti fa vincere i campionati. Non vado oltre, altrimenti divento noioso perché sono il passato etc.etc... Però i campionati li vinci se hai una differenza reti tra il non subire e il fare. Da lì poi può venir giù anche il Padre Eterno, ma anche lui prenderà atto di questo. E' matematica. Poi ci sono tutti questi altri numeri, questi dati: è anche divertente, quando ho da passare il tempo accendo e ascolto".
Sei vecchio. Fatti da parte
 
Alto
head>