Abbiamo una mentalità mediocre (e nostalgica). Prendiamo esempio dall'Inter.

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
27,657
Reaction score
5,203
Si può criticare Giroud che per l’età che ha, non è adatto a fare il titolare del Milan e pressare 80 minuti.
Poi però guardo le statistiche e vedo che quest’anno ha giocato 17 partite e fatto 9 goal e 3 assist. Cosa chiedere di più?
Ma infatti sta facendo una stagione molto buona, oggettivamente, ottima vista l'età. Ma considerando la mentalità mediocre della nostra dirigenza, anche l'anno prossimo rischieremo di giocare con lui titolare. E' questo il pericolo.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,015
Reaction score
24,545
Dipende se si tratta di un ruolo chiave o meno. Una punta è un ruolo più fondamentale di un centrocampista o un esterno.
Se ne fai una questione di ruolo concordo assolutamente.
Comunque Giroud è un ragazzo d'oro ed un professionista esemplare, ci sta che crei imbarazzo anche solo giudicarlo.
Considera poi che in alcune situazioni di gioco ancora oggi, a 37 anni, surclassa gente di 25 perché è tecnico e potente.

Il problema è che andrebbe gestito e che di certo non può fare il 9 di una squadra che ricerca il calcio totale perché fisicamente ha dato ed è arrivato.
Vale per giroud ma pure per Florenzi, kjaer...

Non si può pensare di giocare come vuole pioli senza gente che abbia fiato, corsa, forza, gamba.
In questo disegno tattico Giroud è giocatore occasionale, mai titolare inamovibile.

Dentro una partita 3-4 cose belle giroud te le farà sempre ma tutto ciò che non può fare non lo vedi nemmeno.
 

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
27,657
Reaction score
5,203
Se ne fai una questione di ruolo concordo assolutamente.
Comunque Giroud è un ragazzo d'oro ed un professionista esemplare, ci sta che crei imbarazzo anche solo giudicarlo.
Considera poi che in alcune situazioni di gioco ancora oggi, a 37 anni, surclassa gente di 25 perché è tecnico e potente.

Il problema è che andrebbe gestito e che di certo non può fare il 9 di una squadra che ricerca il calcio totale perché fisicamente ha dato ed è arrivato.
Vale per giroud ma pure per Florenzi, kjaer...

Non si può pensare di giocare come vuole pioli senza gente che abbia fiato, corsa, forza, gamba.
In questo disegno tattico Giroud è giocatore occasionale, mai titolare inamovibile.

Dentro una partita 3-4 cose belle giroud te le farà sempre ma tutto ciò che non può fare non lo vedi nemmeno.
Nessuna critica al Giroud giocatore e uomo. Professionista esemplare, sicuramente. Uno che quando se ne andrà da noi, meriterebbe gli applausi di tutto San Siro in massa come minimo.

Il problema è, appunto, chi lo gestisce. Se avessimo un Marotta DS considererebbe Giroud un giocatore da rimpiazzare per qualcuno più forte e giovane, noi invece lo consideriamo un giocatore indispensabile ed insostituibile. Forse la verità sta nel mezzo, ma considero più pericoloso chi ha il secondo punto di vista, che è il pensiero di chi non ha ricambi e, dunque, ambizioni.

Se noi avessimo il Dzeko visto all'Inter nelle ultime stagioni, probabilmente lo considereremmo quasi come Ibra e non l'avremmo mai ceduto fino ai 40 anni.
 

Zenos

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
22,122
Reaction score
10,214
Io dico che possiamo metterci pure openda la musica non cambierebbe. Finché avremmo un folle in panchina i risultati saranno questi.
E non lo dico per partito preso, guarda ieri cosa ha combinato, i giocatori gli chiedevano ad un certo punto dove posizionarsi. Partiamo dal Mister, poi ovviamente c'è da sistemare attacco regia e terzini in primis.
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
59,015
Reaction score
24,545
Nessuna critica al Giroud giocatore e uomo. Professionista esemplare, sicuramente. Uno che quando se ne andrà da noi, meriterebbe gli applausi di tutto San Siro in massa come minimo.

Il problema è, appunto, chi lo gestisce. Se avessimo un Marotta DS considererebbe Giroud un giocatore da rimpiazzare per qualcuno più forte e giovane, noi invece lo consideriamo un giocatore indispensabile ed insostituibile. Forse la verità sta nel mezzo, ma considero più pericoloso chi ha il secondo punto di vista, che è il pensiero di chi non ha ricambi e, dunque, ambizioni.

Se noi avessimo il Dzeko visto all'Inter nelle ultime stagioni, probabilmente lo considereremmo quasi come Ibra e non l'avremmo mai ceduto fino ai 40 anni.
Ci sono troppe differenze tra noi e l'inter davvero e una analisi rischia di essere approssimativa.
Concordo però con la tua provocazione.
Non dimentichiamo però che il centravanti non lo abbiamo preso nemmeno lo scorso anno, nemmeno 2 anni fa e che 3 anni fa ci hanno portato addirittura mandzukic.
Insomma, a me pare vadano trovate risposte nelle pieghe anche della proprietà.

Dell'inter invece non ci parlo più perché mi sono attirato solo invettive e antipatie.
Parlo del mio Milan e solo di quello , con la speranza che il mio punto di vista sia sopportato.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
20,484
Reaction score
14,605
Inutile parlare dei giocatori. Anche arrivassero quelli del Manchester City in gruppo, non cambierebbe niente.

Siamo un cloeb azzerato, un contenitore vuoto.

Manca gente come Ramaccioni, come Braida. Manca l'asse portante della squadra, la concretezza, la presenza costante. Chi c'è adesso che cura la squadra ? Adesso abbiamo solo grandi nomine, come la multinazionale piena zeppa di managers, ma quando c'è da lavorare tutti latitano, sono in ferie o impegnati a prendere il caffé con la puttanella di turno.

Certo che sono nostalgico, e non mi sembra sia un termine negativo in questo contesto. E' negativo tutto ciò che è presente.

Abbiamo un presidente solo di nome, una proprietà mezza terrorista e mezza hollywoodiana, un AD che si monta il sorriso come fanno i vecchi con la dentiera e poi un allenatore in piena demenza senile, stop.

Ma dove volete andare con gli ologrammi che si riguardano i fogli excel sul pc.
 

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
27,657
Reaction score
5,203
Io dico che possiamo metterci pure openda la musica non cambierebbe. Finché avremmo un folle in panchina i risultati saranno questi.
E non lo dico per partito preso, guarda ieri cosa ha combinato, i giocatori gli chiedevano ad un certo punto dove posizionarsi. Partiamo dal Mister, poi ovviamente c'è da sistemare attacco regia e terzini in primis.
Il problema però è sempre lì, però. La mancanza di un progetto serio. Troppa attenzione all'estetica e al business e meno ai risultati sul campo. Non a caso nel topic parlo di mentalità. Giroud è solo un esempio tirato lì e spero di averlo specificato a dovere.

Pioli confermato è il figlio della mentalità mediocre di questa dirigenza. Se la dirigenza capirà cosa significa il calcio e cosa significa dirigere il Milan, allora verranno sia Openda o simili, che un mister serio.
 
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
10,878
Reaction score
2,396
Inutile parlare dei giocatori. Anche arrivassero quelli del Manchester City in gruppo, non cambierebbe niente.

Siamo un cloeb azzerato, un contenitore vuoto.

Manca gente come Ramaccioni, come Braida. Manca l'asse portante della squadra, la concretezza, la presenza costante. Chi c'è adesso che cura la squadra ? Adesso abbiamo solo grandi nomine, come la multinazionale piena zeppa di managers, ma quando c'è da lavorare tutti latitano, sono in ferie o impegnati a prendere il caffé con la puttanella di turno.

Certo che sono nostalgico, e non mi sembra sia un termine negativo in questo contesto. E' negativo tutto ciò che è presente.

Abbiamo un presidente solo di nome, una proprietà mezza terrorista e mezza hollywoodiana, un AD che si monta il sorriso come fanno i vecchi con la dentiera e poi un allenatore in piena demenza senile, stop.

Ma dove volete andare con gli ologrammi che si riguardano i fogli excel sul pc.
l'anno scorso avevamo paolo, massara e ibra a "curarsi della squadra" e il periodo in cui andavamo in giro a raccattare figuracce c'è stato lo stesso. L'unica cosa che è rimasta costante è quello in panchina, io per non saper nè leggere e nè scrivere inizierei a guardare li come origine di molto dei nostri problemi, poi sposterei lo sguardo sui preparatori atletici.
 
Registrato
10 Marzo 2021
Messaggi
14,372
Reaction score
14,166
l'anno scorso avevamo paolo, massara e ibra a "curarsi della squadra" e il periodo in cui andavamo in giro a raccattare figuracce c'è stato lo stesso. L'unica cosa che è rimasta costante è quello in panchina, io per non saper nè leggere e nè scrivere inizierei a guardare li come origine di molto dei nostri problemi, poi sposterei lo sguardo sui preparatori atletici.

Vero, i risultati erano quelli, ma c'è stata comunque la crescita dei giocatori e un gruppo unito (almeno fino alla sparata di kjaer vs pioli)
Ora, delusioni sportive a parte, lato giocatori non abbiamo alcuna crescita, anzi.

Per dire, stiamo riuscendo nell'intento di svalutare anche Maignan e Theo Hernandez.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
20,484
Reaction score
14,605
l'anno scorso avevamo paolo, massara e ibra a "curarsi della squadra" e il periodo in cui andavamo in giro a raccattare figuracce c'è stato lo stesso. L'unica cosa che è rimasta costante è quello in panchina, io per non saper nè leggere e nè scrivere inizierei a guardare li come origine di molto dei nostri problemi, poi sposterei lo sguardo sui preparatori atletici.

Tu guardi solo l'effetto terminale di problemi a monte.

Cambi l'allenatore e speri di invertire completamente la rotta ? Otterrai vantaggi nell'immediato e basta. Ovvio che va cambiato, ma è come continuare a mettere toppe nuove su pantaloni ormai competamente sdruciti.

Va cambiato l'impianto totale del cloeb. Va cambiata la proprietà esecutiva.

A me sembra che metà del tifo si concentri sul demone Maldini e basta. Anche se andiamo in serie B, va bene lo stesso, l'importante è che non ci sia più lui.

Ora la colpa è passata a Pioli. Dopo Pioli chissà chi se la becca la colpa.
 
Alto
head>