Victoria's Secret, fallimento woke. Si torna alle origini.

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
39,702
Reaction score
19,436
Come riportato dai media americani, Victoria's Secret, il celebre marchio di moda diventsto famoso per le sue stupende modelle e sfilate in intimo, fa dietrofront sulla politica woke inizia nel 2018 e culminata nel 20121, tornando ad assomigliare alla sua versione originale più sexy ed ammiccante.
"Possiamo essere inclusivi anche tornando sexy e sensuali come una volta", dice il presidente

Negli scorsi anni si era deciso di cambiare rotta in seguito ad una crisi finanziaria, ma il cambio di immagine con l'eliminazione delle sfilate in intimo, delle modelle sexy che hanno fatto spazio a donne comuni, imprenditirici o attiviste sociali, in mutandoni ultra-size, e i transgender, ha portato l'azienda quasi al collasso con perdite choc.

Richiamate anche le modelle iconiche di un tempo a fare da testimonial, come Adriana Lima, Giselle Bundchen e Candice Swanepoel.
 

Mika

Senior Member
Registrato
29 Aprile 2017
Messaggi
12,831
Reaction score
5,310
Sempre detto qui. Queste follie si rimuovono con il boicottaggio. Punto. Ora tocca alla Disney e Netflix.
Possono fare i Woke quando vogliono poi se vedono che perdono soldi tanto da rischiare il fallimento, il woke se ne va a quel paese e si torna come una volta. :asd: Solo così si possono battere ste cose.
 
Ultima modifica:

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
27,566
Reaction score
5,163
Posso fare i Woke quando vogliono poi se vedono che perdono soldi tanto da rischiare il fallimento, il woke se ne va a quel paese e si torna come una volta. :asd: Solo così si possono battere ste cose.
Ho letto un'intervista di Verdone che diceva che oggi è una faticaccia fare i film e devono rivedere le sceneggiature più volte per paura di far male a qualcuno. Io ho pensato "se le cose stanno così, andateci voi al cinema".
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
22,977
Reaction score
13,821
Come riportato dai media americani, Victoria's Secret, il celebre marchio di moda diventsto famoso per le sue stupende modelle e sfilate in intimo, fa dietrofront sulla politica woke inizia nel 2018 e culminata nel 20121, tornando ad assomigliare alla sua versione originale più sexy ed ammiccante.
"Possiamo essere inclusivi anche tornando sexy e sensuali come una volta", dice il presidente

Negli scorsi anni si era deciso di cambiare rotta in seguito ad una crisi finanziaria, ma il cambio di immagine con l'eliminazione delle sfilate in intimo, delle modelle sexy che hanno fatto spazio a donne comuni, imprenditirici o attiviste sociali, in mutandoni ultra-size, e i transgender, ha portato l'azienda quasi al collasso con perdite choc.

Richiamate anche le modelle iconiche di un tempo a fare da testimonial, come Adriana Lima, Giselle Bundchen e Candice Swanepoel.
qui ci sta un WLF
 

mandraghe

Membro e rettile
Registrato
10 Ottobre 2013
Messaggi
14,146
Reaction score
5,297
Come riportato dai media americani, Victoria's Secret, il celebre marchio di moda diventsto famoso per le sue stupende modelle e sfilate in intimo, fa dietrofront sulla politica woke inizia nel 2018 e culminata nel 20121, tornando ad assomigliare alla sua versione originale più sexy ed ammiccante.
"Possiamo essere inclusivi anche tornando sexy e sensuali come una volta", dice il presidente

Negli scorsi anni si era deciso di cambiare rotta in seguito ad una crisi finanziaria, ma il cambio di immagine con l'eliminazione delle sfilate in intimo, delle modelle sexy che hanno fatto spazio a donne comuni, imprenditirici o attiviste sociali, in mutandoni ultra-size, e i transgender, ha portato l'azienda quasi al collasso con perdite choc.

Richiamate anche le modelle iconiche di un tempo a fare da testimonial, come Adriana Lima, Giselle Bundchen e Candice Swanepoel.



Un'azienda che vende completi intimi sexy che passa da questo:


the-finale-of-the-victorias-secret-fashion-show-featuring-news-photo-1614867225.

A questo:

woke-sweden.jpg.b453f93e5a5576df2c6249aee5c2eaff.jpg


E' in crisi perché vende poco?


Totalmente inaspettato.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
20,451
Reaction score
14,519
Come riportato dai media americani, Victoria's Secret, il celebre marchio di moda diventsto famoso per le sue stupende modelle e sfilate in intimo, fa dietrofront sulla politica woke inizia nel 2018 e culminata nel 20121, tornando ad assomigliare alla sua versione originale più sexy ed ammiccante.
"Possiamo essere inclusivi anche tornando sexy e sensuali come una volta", dice il presidente

Negli scorsi anni si era deciso di cambiare rotta in seguito ad una crisi finanziaria, ma il cambio di immagine con l'eliminazione delle sfilate in intimo, delle modelle sexy che hanno fatto spazio a donne comuni, imprenditirici o attiviste sociali, in mutandoni ultra-size, e i transgender, ha portato l'azienda quasi al collasso con perdite choc.

Richiamate anche le modelle iconiche di un tempo a fare da testimonial, come Adriana Lima, Giselle Bundchen e Candice Swanepoel.

"Eh, ma si sapeva."

Dopo, eh. Sempre dopo.

Continuare a sbattere la testa nel muro anche constantando fuoriuscite di sangue, nella speranza idiota che il muro si rompa. Il progressismo è più duro del diamante, ma che scherziamo, mi fido e vado avanti, vedrai che ce la faccio.

E la gente va ciecamente dietro a 'sti dementi perché li ritiene studiati e superiori. Poveri noi.
 
Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
9,597
Reaction score
5,438
"Eh, ma si sapeva."

Dopo, eh. Sempre dopo.

Continuare a sbattere la testa nel muro anche constantando fuoriuscite di sangue, nella speranza idiota che il muro si rompa. Il progressismo è più duro del diamante, ma che scherziamo, mi fido e vado avanti, vedrai che ce la faccio.

E la gente va ciecamente dietro a 'sti dementi perché li ritiene studiati e superiori. Poveri noi.
Ma in realtà sono andati in crisi proprio perché il “progressismo” aveva messo in cattiva luce il marchio. Hanno provato a seguire l’onda ma evidentemente è andata male e adesso provano a tornare “all’antica”.
Detto questo, stiamo parlando di mutande e reggiseno e io sono molto cavernicolo sull’argomento: se ricevo un regalo, mi interessa quel che c’è dentro, non con cosa è stato impacchettato… :asd:
 

mandraghe

Membro e rettile
Registrato
10 Ottobre 2013
Messaggi
14,146
Reaction score
5,297
Ma in realtà sono andati in crisi proprio perché il “progressismo” aveva messo in cattiva luce il marchio. Hanno provato a seguire l’onda ma evidentemente è andata male e adesso provano a tornare “all’antica”.
Detto questo, stiamo parlando di mutande e reggiseno e io sono molto cavernicolo sull’argomento: se ricevo un regalo, mi interessa quel che c’è dentro, non con cosa è stato impacchettato… :asd:


E non sarebbe la prima azienda che subisce attacchi stupidi. Penso a Coca Cola, RedBull, McDonalds, Ferrero, ecc.

Ma nessuna di queste di questa ha invertito a 180 gradi il loro marketing. Hanno dato qualche contentino a questi invasati ma poi hanno proseguito, giustamente per la strada che li ha portati al successo.


Ma come si fa a pubblicizzare lingerie sexy usando modelle nere col culone grosso quanto la Forrestal e col lardo che gli esce dalle orecchie? Bisogna essere davvero dei mentecatti per pensare a ste robe assurde. Si saranno laureati al Cepu con Del Piero.

Se, ad es., la Ferrero pubblicizzasse i Rocher usando un testimonial coi denti marci cosa pensi che succederebbe? Beh in pratica è quello che ha fatto Victoria'Secret.
 
Alto
head>