Topic Ufficiale : Angolo dello sfogo

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

mefisto94

Moderator
Hey hey.. Da adesso in poi esistono solo le pagelle statistiche e vedrai come ci divertiremo confrontandole con le barzellette che racconta la gazzetta... Se fa un punteggio di 20 nella singola partita allora è all'incirca un 6, se fa 30 un 6,5 e via via ti spiegherò i parametri ma ti prego dimentica quelle pagelle ridicole...

Cristo le "pagelle statistiche".:facepalm:

Questo è un segno di quanto sia avviato il processo tecnocratico della società. Gli esseri umani sono diventati numeri. :fuma:
 

O Animal

O Animal
Cristo le "pagelle statistiche".:facepalm:

Questo è un segno di quanto sia avviato il processo tecnocratico della società. Gli esseri umani sono diventati numeri. :fuma:

Potrei dire lo stesso delle pagelle delle rosea... :facepalm:

Meglio essere numeri sbagliati che barzellette dei giornalai...
 

mefisto94

Moderator
Potrei dire lo stesso delle pagelle delle rosea... :facepalm:

Meglio essere numeri sbagliati che barzellette dei giornalai...

Sai come la penso. Lo sport è un'arte, in quanto espressione di un pensiero, e quindi per la sua stessa essenza è irriducibile al mondo numerico. E' come se un critico d'arte prendesse in considerazione il numero e l'intensità dei colori su una tela, oppure se dicesse che un quadro è meglio di un altro in base al prezzo di listino. Li hai mai visti andare in giro col colorimetro ?
 

O Animal

O Animal
Sai come la penso. Lo sport è un'arte, in quanto espressione di un pensiero, e quindi per la sua stessa essenza è irriducibile al mondo numerico. E' come se un critico d'arte prendesse in considerazione il numero e l'intensità dei colori su una tela, oppure se dicesse che un quadro è meglio di un altro in base al prezzo di listino. Li hai mai visti andare in giro col colorimetro ?

Dai un po' sulle statistiche ci marcio... Però dal mio punto di vista il calcio è si un arte ma più simile all'atletica che alla pittura perciò la misurazione delle prestazioni degli atleti non mi sembra fantascienza... Se uno salta 40 volte gli avversari a partita è evidente che sia Maradona.. Ed uno che ogni 2 tiri fa un gol è evidente che sia Pelé.. Questo non vuol dire snaturare lo sport ma semplicemente guardarlo anche da un'ottica che misuri le prestazioni anziché basarsi semplicemente su simpatie proprie o di giornalisti...
 
R

Renegade

Guest
Dai un po' sulle statistiche ci marcio... Però dal mio punto di vista il calcio è si un arte ma più simile all'atletica che alla pittura perciò la misurazione delle prestazioni degli atleti non mi sembra fantascienza... Se uno salta 40 volte gli avversari a partita è evidente che sia Maradona.. Ed uno che ogni 2 tiri fa un gol è evidente che sia Pelé.. Questo non vuol dire snaturare lo sport ma semplicemente guardarlo anche da un'ottica che misuri le prestazioni anziché basarsi semplicemente su simpatie proprie o di giornalisti...

Precisissimo. Le statistiche sono una riprova interessante al proprio pensiero calcistico ed un approfondimento in più. Poi come detto, possono variare i numeri più o meno, ma se uno è forte sarà più forte di chi non ha materia prima in qualunque squadra. Mi si faceva l'esempio che Messi fosse forte al Barca ma scarso in Nazionale se paragonato ai numeri di Muller e Neymar. Ebbene, anche in Nazionale le statistiche premiano Messi, seppur i suoi numeri non raggiungano gli stessi del Barcellona. Oltretutto le statistiche, pur fredde che siano, hanno una neutralità devastante e una totale assenza di simpatia o antipatia nei loro giudizi. Qualunque giudice, sia esso un esaminatore, un professore di scuola, un magistrato, un arbitro, ecc. è soggetto a simpatie, antipatie e impressioni. Difficilmente l'essere umano è esente da queste influenze, proprio quanto umano. Ma i numeri, i numeri lo sono. Certo, non possono essere la centralità di un pensiero, ma sono un'ottima riprova, come ho detto.
 

corvorossonero

Senior Member
una cosa è certa, i numeri non mentono mai. Non bastano ma possono essere indicativi. [MENTION=1042]O Animal[/MENTION] spiega a tutti come funziona se puoi :p
 
R

Renegade

Guest
una cosa è certa, i numeri non mentono mai. Non bastano ma possono essere indicativi. @O Animal spiega a tutti come funziona se puoi :p

Non c'è molto da capire. Vengono indicati tutti i parametri possibili. Passaggi totali, fase offensiva, fase difensiva, occasioni create, assist, gol, tiri da fuori, tiri nell'area, recuperi palla, ecc. Si può quindi avere questi parametri sottoforma di numeri totali e sottoforma dei 90 minuti, che ti dà fuori la media di quante di queste cose sono eseguite dal calciatore in una partita. La metrica dei 90 minuti viene spesso utilizzata anche per confrontare chi ha tipo 10-15 presenze di meno dell'altro calciatore.
 

Jaqen

Bannato
Ragazzi, i numeri sono fondamentali. Alleno uno sport dove senza numeri si è fregati, la pallavolo. Sono fondamentali, capire dove battere, dove attaccare,dove difendere...in che rotazione, in che momento, se sotto il 20 o sopra il 20... ecc. Tante cose. Ma il problema dei numeri è che se vengono estrapolati senza contestualizzare squadra momento periodo ecc...non abbiate troppa avversione verso questi numeretti... sono utili!
 

mefisto94

Moderator
Ragazzi, i numeri sono fondamentali. Alleno uno sport dove senza numeri si è fregati, la pallavolo. Sono fondamentali, capire dove battere, dove attaccare,dove difendere...in che rotazione, in che momento, se sotto il 20 o sopra il 20... ecc. Tante cose. Ma il problema dei numeri è che se vengono estrapolati senza contestualizzare squadra momento periodo ecc...non abbiate troppa avversione verso questi numeretti... sono utili!

Io ho giocato a basket ed è similare alla pallavolo sotto questo aspetto (credo perchè siano sport nati negli States), però non vuol dire, l'uso è diverso...il centro che ha fatto più schiacciate in serie A non è detto che sia il più forte/utile per la squadra...può essere utile per valutare lo stato di forma, confrontarli con gli stessi giocatori pre e post un periodo magari.
 

uoteghein

New member
Nella pallavolo sono utilissimi.
Soprattutto in quella odierna trasformatasi in una mera applicazione di forza e fisicitá.
Il basket rimane ad oggi lo sport tra i maggiori (calcio-volley-basket) più tecnico e complesso. Una quantitá di schemi spaventosa e una necessitá di interpretazione del gioco da parte dei giocatori allucinante. Nel basket, seppur utili, lo sono meno. Proprio perchè la complessitá è una somma di tattica ma anche di tecnica personale. È tutto dannatamente rapido, costretto in 24 secondi, regolamento con decine di falli....difficilissimo.
Lo dico da giocatore di pallavolo per 19 anni e quindi innamorato perso del volley (non di questo pseudo sport che si pratica adesso con i centrali di serie A che non sanno alzare e ricevere), e da fruitore da più di 20 del grande spettacolo del calcio.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto