Telefonata Di Maio-Grillo contro Conte

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
19,975
Reaction score
2,074
Stando ad un retroscena di Dagospia, ci sarebbe stata una telefonata tra Luigi Di Maio e Beppe Grillo. Il tutto ha origine da una formazione di due schieramenti, uno tra Di Maio e Matteo Renzi contro il premier Giuseppe Conte e Nicola Zingaretti.

Sempre secondo il sito di Roberto D'Agostino, c'è stato un incontro tra Di Maio e Renzi che ha mandato su tutte le furie Zingaretti, il quale ha detto a Conte: "quei due (Di Maio e Renzi n.d.s.) si sono visti per inciuciare contro di noi: dobbiamo impedirlo. Per cui, fino alle regionali Pd e M5S devono stare uniti. Dopo settembre, si vedrà il da farsi".

Ma non è finita qui, il caso Benetton non è affatto piaciuto a Di Maio, in quanto Conte ha fatto prevalere la linea del PD, quella della non revoca a differenza di quello che volevano i pentastellati, ossia la revoca a tutti i costi. È proprio dopo questo momento, che il ministro degli esteri ed ex capo politico del M5S ha telefonato a Beppe Grillo il quale, tra le tante cose, ha detto: "Conte non è capace di gestire né il movimento né il governo".
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
16,021
Reaction score
7,724
Stando ad un retroscena di Dagospia, ci sarebbe stata una telefonata tra Luigi Di Maio e Beppe Grillo. Il tutto ha origine da una formazione di due schieramenti, uno tra Di Maio e Matteo Renzi contro il premier Giuseppe Conte e Nicola Zingaretti.

Sempre secondo il sito di Roberto D'Agostino, c'è stato un incontro tra Di Maio e Renzi che ha mandato su tutte le furie Zingaretti, il quale ha detto a Conte: "quei due (Di Maio e Renzi) si sono visti per inciuciare contro di noi: dobbiamo impedirlo. Per cui, fino alle regionali Pd e M5S devono stare uniti. Dopo settembre, si vedrà il da farsi".

Ma non è finita qui, il caso Benetton non è affatto piaciuto a Di Maio, in quanto Conte ha fatto prevalere la linea del PD, quella della non revoca a differenza di quello che volevano i pentastellati, ossia la revoca a tutti i costi. È proprio dopo questo momento, che il ministro degli esteri ed ex capo politico del M5S ha telefonato a Beppe Grillo il quale, tra le tante cose, ha detto: "Conte non è capace di gestire né il movimento né il governo".

Di tutto, pur di governare giochicchiando al monopoli, mentre la gente soffre e il paese collassa.

Da lapidazione.

E noi idioti sempre qui, e sempre e solo a lamentarci a parole.
 

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
30,909
Reaction score
7,102
Stando ad un retroscena di Dagospia, ci sarebbe stata una telefonata tra Luigi Di Maio e Beppe Grillo. Il tutto ha origine da una formazione di due schieramenti, uno tra Di Maio e Matteo Renzi contro il premier Giuseppe Conte e Nicola Zingaretti.

Sempre secondo il sito di Roberto D'Agostino, c'è stato un incontro tra Di Maio e Renzi che ha mandato su tutte le furie Zingaretti, il quale ha detto a Conte: "quei due (Di Maio e Renzi n.d.s.) si sono visti per inciuciare contro di noi: dobbiamo impedirlo. Per cui, fino alle regionali Pd e M5S devono stare uniti. Dopo settembre, si vedrà il da farsi".

Ma non è finita qui, il caso Benetton non è affatto piaciuto a Di Maio, in quanto Conte ha fatto prevalere la linea del PD, quella della non revoca a differenza di quello che volevano i pentastellati, ossia la revoca a tutti i costi. È proprio dopo questo momento, che il ministro degli esteri ed ex capo politico del M5S ha telefonato a Beppe Grillo il quale, tra le tante cose, ha detto: "Conte non è capace di gestire né il movimento né il governo".

Grillo che rinnega Conte mi sembra sinceramente una boutade.
Ma da un folle ci si può anche aspettare che cambi idea da un giorno all'altro, quindi non bisogna mai dare nulla per scontato.
 
Alto
head>