Sentenza storica USA: "Embrioni hanno diritti umani"

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
34,744
Reaction score
10,585
La Corte Suprema dell'Alabama riconosce che gli embrioni entro otto settimane, quelli congelati per assicurare la riproduzione postuma, sono da considerare esseri umani con tutto ciò che ne consegue per quanto concerne i diritti umani.

La sentenza arriva ribaltando il verdetto di primo grado, che vedeva contrapposte tre coppie di genitori che avevano fatto richiesta di fecondazione in vitro contro un operatore ospedaliero che aveva fatto cadere distruggendoli
I genitori vogliono l'accusa di omicidio colposo.

Non era mai successo negli Stati Uniti, anche la legislazione più severa non era mai arrivata a considerare persona gli embrioni di poche settimane in vitro.


Ovviamente vale solo per lo stato, tuttavia apre un nuovo fronte nazionale che era quello previsto di legislazioni molto differenti da stato a stato americano dopo la revoca della legge federale da parte della Corte Suprema a Washington.

L'università di Birmingham ha immediatamente bloccato la ricerca scientifica con gli embrioni, per il timore di reati penali.

Le associazioni femministe temono che maggiori responsabilità portino a costi maggiori e quindi siano meno accessibili alla popolazione

Critiche aspre e plauso ieri, a seconda dei punti di vista.


Corriere della Sera
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
20,971
Reaction score
15,542
La Corte Suprema dell'Alabama riconosce che gli embrioni entro otto settimane, quelli congelati per assicurare la riproduzione postuma, sono da considerare esseri umani con tutto ciò che ne consegue per quanto concerne i diritti umani.

La sentenza arriva ribaltando il verdetto di primo grado, che vedeva contrapposte tre coppie di genitori che avevano fatto richiesta di fecondazione in vitro contro un operatore ospedaliero che aveva fatto cadere distruggendoli
I genitori vogliono l'accusa di omicidio colposo.

Non era mai successo negli Stati Uniti, anche la legislazione più severa non era mai arrivata a considerare persona gli embrioni di poche settimane in vitro.

Ovviamente vale solo per lo stato, tuttavia apre un nuovo fronte nazionale che era quello previsto di legislazioni molto differenti da stato a stato americano dopo la revoca della legge federale da parte della Corte Suprema a Washington.

L'università di Birmingham ha immediatamente bloccato la ricerca scientifica con gli embrioni, per il timore di reati penali.

Le associazioni femministe temono che maggiori responsabilità portino a costi maggiori e quindi siano meno accessibili alla popolazione

Critiche aspre e plauso ieri, a seconda dei punti di vista.


Corriere della Sera

A breve chi viene beccato a masturbarsi verrà accusato di genocidio.
 
Alto
head>