Sardine a Conte:"Commissariare Lombardia".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
161,071
Reaction score
10,986
Riecco le Sardine, che scrivono nuovamente a Conte:"Non possiamo più tacere i tanti fatti che ci allarmano e che ci fanno armare di pensieri, progetti e speranze per un futuro che, oggi, scorgiamo denso di nubi. Risulta ormai palese che il nostro sistema sanitario regionale regge per la sola professionalità, spirito di sacrificio e caparbietà dei tanti medici, infermieri, operatori sanitari e del volontariato… Ci siamo uniti nello spirito di corpo che li vede affrontare turni massacranti a curare pazienti positivi al COVID-19. Ci siamo uniti nella loro inquietudine e desolazione quando, colpiti dal virus, sono stati mandati a casa in quarantena senza tampone e senza avere risposta certa della loro condizione fisica. Ci siamo uniti al dolore delle tante famiglie che si sono viste strappare parenti, amici, conoscenti in nome di un eroismo, probabilmente e in gran parte, non necessario. Senza lo spirito di servizio civico di tanti cittadini e associazione del terzo settore gli esiti di questa emergenza sarebbero stati, di certo, ancora più infausti. La giunta Fontana ha emanato un’ordinanza che imponeva a tutti i lombardi di avere delle mascherine, proprio nel momento di massima crisi di reperibilità delle stesse. Regione Lombardia imponeva tali presidi e non rispondeva alle richieste legittime delle Rsa quando, già il 16 marzo, denunciavano la mancanza di mascherine e della loro reperibilità. Le stesse Rsa, denunciavano già da tempo il pericolo di inserire pazienti COVID nelle strutture perché esisteva il rischio di 'potenziale contatto con gli anziani non autosufficienti ivi ricoverati.Chiediamo a lei Presidente una cosa chiara, di farsi portavoce di questo peso, di farsi portatore responsabile di un confronto serio che ripristini un’unità d’intenti istituzionale che travalichi le barriere e le logiche partitiche. Comprendiamo la difficoltà di tale impegno e che esso possa non combaciare con visioni estranee a un vero senso di leale collaborazione. Chiediamo che il suo Governo metta in campo tutte le forze e risorse messe a disposizione delle nostre istituzioni, compresa, anche, la possibilità fornita dai nostri padri costituenti all’art.120, ossia quella che il Governo rievochi a sé alcune competenze come la sanità e la gestione emergenziale in Regione Lombardia".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
161,071
Reaction score
10,986
Riecco le Sardine, che scrivono nuovamente a Conte:"Non possiamo più tacere i tanti fatti che ci allarmano e che ci fanno armare di pensieri, progetti e speranze per un futuro che, oggi, scorgiamo denso di nubi. Risulta ormai palese che il nostro sistema sanitario regionale regge per la sola professionalità, spirito di sacrificio e caparbietà dei tanti medici, infermieri, operatori sanitari e del volontariato… Ci siamo uniti nello spirito di corpo che li vede affrontare turni massacranti a curare pazienti positivi al COVID-19. Ci siamo uniti nella loro inquietudine e desolazione quando, colpiti dal virus, sono stati mandati a casa in quarantena senza tampone e senza avere risposta certa della loro condizione fisica. Ci siamo uniti al dolore delle tante famiglie che si sono viste strappare parenti, amici, conoscenti in nome di un eroismo, probabilmente e in gran parte, non necessario. Senza lo spirito di servizio civico di tanti cittadini e associazione del terzo settore gli esiti di questa emergenza sarebbero stati, di certo, ancora più infausti. La giunta Fontana ha emanato un’ordinanza che imponeva a tutti i lombardi di avere delle mascherine, proprio nel momento di massima crisi di reperibilità delle stesse. Regione Lombardia imponeva tali presidi e non rispondeva alle richieste legittime delle Rsa quando, già il 16 marzo, denunciavano la mancanza di mascherine e della loro reperibilità. Le stesse Rsa, denunciavano già da tempo il pericolo di inserire pazienti COVID nelle strutture perché esisteva il rischio di 'potenziale contatto con gli anziani non autosufficienti ivi ricoverati.Chiediamo a lei Presidente una cosa chiara, di farsi portavoce di questo peso, di farsi portatore responsabile di un confronto serio che ripristini un’unità d’intenti istituzionale che travalichi le barriere e le logiche partitiche. Comprendiamo la difficoltà di tale impegno e che esso possa non combaciare con visioni estranee a un vero senso di leale collaborazione. Chiediamo che il suo Governo metta in campo tutte le forze e risorse messe a disposizione delle nostre istituzioni, compresa, anche, la possibilità fornita dai nostri padri costituenti all’art.120, ossia quella che il Governo rievochi a sé alcune competenze come la sanità e la gestione emergenziale in Regione Lombardia".

Eccoli i veri fascisti.

Ma ancora vanno in giro?
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
24,705
Reaction score
4,719
Riecco le Sardine, che scrivono nuovamente a Conte:"Non possiamo più tacere i tanti fatti che ci allarmano e che ci fanno armare di pensieri, progetti e speranze per un futuro che, oggi, scorgiamo denso di nubi. Risulta ormai palese che il nostro sistema sanitario regionale regge per la sola professionalità, spirito di sacrificio e caparbietà dei tanti medici, infermieri, operatori sanitari e del volontariato… Ci siamo uniti nello spirito di corpo che li vede affrontare turni massacranti a curare pazienti positivi al COVID-19. Ci siamo uniti nella loro inquietudine e desolazione quando, colpiti dal virus, sono stati mandati a casa in quarantena senza tampone e senza avere risposta certa della loro condizione fisica. Ci siamo uniti al dolore delle tante famiglie che si sono viste strappare parenti, amici, conoscenti in nome di un eroismo, probabilmente e in gran parte, non necessario. Senza lo spirito di servizio civico di tanti cittadini e associazione del terzo settore gli esiti di questa emergenza sarebbero stati, di certo, ancora più infausti. La giunta Fontana ha emanato un’ordinanza che imponeva a tutti i lombardi di avere delle mascherine, proprio nel momento di massima crisi di reperibilità delle stesse. Regione Lombardia imponeva tali presidi e non rispondeva alle richieste legittime delle Rsa quando, già il 16 marzo, denunciavano la mancanza di mascherine e della loro reperibilità. Le stesse Rsa, denunciavano già da tempo il pericolo di inserire pazienti COVID nelle strutture perché esisteva il rischio di 'potenziale contatto con gli anziani non autosufficienti ivi ricoverati.Chiediamo a lei Presidente una cosa chiara, di farsi portavoce di questo peso, di farsi portatore responsabile di un confronto serio che ripristini un’unità d’intenti istituzionale che travalichi le barriere e le logiche partitiche. Comprendiamo la difficoltà di tale impegno e che esso possa non combaciare con visioni estranee a un vero senso di leale collaborazione. Chiediamo che il suo Governo metta in campo tutte le forze e risorse messe a disposizione delle nostre istituzioni, compresa, anche, la possibilità fornita dai nostri padri costituenti all’art.120, ossia quella che il Governo rievochi a sé alcune competenze come la sanità e la gestione emergenziale in Regione Lombardia".

Io concordo che nella mia regione, qualche pasticcio è stato fatto, è evidente.

Come è anche evidente che bisognerebbe esserci dentro per poter dire se fosse evitabile o meno.

Come lo è anche il fatto che nessuno di quelli che stanno ai piani più alti ( OMS ) avevano sufficientemente avvisato della tragedia a cui si stava andando incontro.

Detto questo che vogliono ste sardine? con che autorità arrivano a scrivere ste cose? bah... da dove sono saltate fuori adesso? E' solo una roba politica questa polemica.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,282
Reaction score
11,938
Riecco le Sardine, che scrivono nuovamente a Conte:"Non possiamo più tacere i tanti fatti che ci allarmano e che ci fanno armare di pensieri, progetti e speranze per un futuro che, oggi, scorgiamo denso di nubi. Risulta ormai palese che il nostro sistema sanitario regionale regge per la sola professionalità, spirito di sacrificio e caparbietà dei tanti medici, infermieri, operatori sanitari e del volontariato… Ci siamo uniti nello spirito di corpo che li vede affrontare turni massacranti a curare pazienti positivi al COVID-19. Ci siamo uniti nella loro inquietudine e desolazione quando, colpiti dal virus, sono stati mandati a casa in quarantena senza tampone e senza avere risposta certa della loro condizione fisica. Ci siamo uniti al dolore delle tante famiglie che si sono viste strappare parenti, amici, conoscenti in nome di un eroismo, probabilmente e in gran parte, non necessario. Senza lo spirito di servizio civico di tanti cittadini e associazione del terzo settore gli esiti di questa emergenza sarebbero stati, di certo, ancora più infausti. La giunta Fontana ha emanato un’ordinanza che imponeva a tutti i lombardi di avere delle mascherine, proprio nel momento di massima crisi di reperibilità delle stesse. Regione Lombardia imponeva tali presidi e non rispondeva alle richieste legittime delle Rsa quando, già il 16 marzo, denunciavano la mancanza di mascherine e della loro reperibilità. Le stesse Rsa, denunciavano già da tempo il pericolo di inserire pazienti COVID nelle strutture perché esisteva il rischio di 'potenziale contatto con gli anziani non autosufficienti ivi ricoverati.Chiediamo a lei Presidente una cosa chiara, di farsi portavoce di questo peso, di farsi portatore responsabile di un confronto serio che ripristini un’unità d’intenti istituzionale che travalichi le barriere e le logiche partitiche. Comprendiamo la difficoltà di tale impegno e che esso possa non combaciare con visioni estranee a un vero senso di leale collaborazione. Chiediamo che il suo Governo metta in campo tutte le forze e risorse messe a disposizione delle nostre istituzioni, compresa, anche, la possibilità fornita dai nostri padri costituenti all’art.120, ossia quella che il Governo rievochi a sé alcune competenze come la sanità e la gestione emergenziale in Regione Lombardia".

Ma quanto sono ipocriti???
Si autoproclamano paladini della giustizia, della cultura , dell'equità e poi non c'è passo che muovono che non sia dettato da fini politici, non c'è passo che avanzano che non sia guidato da chi si nasconde dietro di loro.
Sono più schierati di altri con la differenza che, rispetto ad altri, sono il nulla cosmico e hanno valenza di nulla cosmico.
Sarebbe anche il caso di non dar loro spazio e fiato, per lo meno non di più rispetto agli amici del bar dello sport.
 

Ringhio8

Senior Member
Registrato
14 Febbraio 2020
Messaggi
7,990
Reaction score
2,468
Riecco le Sardine, che scrivono nuovamente a Conte:"Non possiamo più tacere i tanti fatti che ci allarmano e che ci fanno armare di pensieri, progetti e speranze per un futuro che, oggi, scorgiamo denso di nubi. Risulta ormai palese che il nostro sistema sanitario regionale regge per la sola professionalità, spirito di sacrificio e caparbietà dei tanti medici, infermieri, operatori sanitari e del volontariato… Ci siamo uniti nello spirito di corpo che li vede affrontare turni massacranti a curare pazienti positivi al COVID-19. Ci siamo uniti nella loro inquietudine e desolazione quando, colpiti dal virus, sono stati mandati a casa in quarantena senza tampone e senza avere risposta certa della loro condizione fisica. Ci siamo uniti al dolore delle tante famiglie che si sono viste strappare parenti, amici, conoscenti in nome di un eroismo, probabilmente e in gran parte, non necessario. Senza lo spirito di servizio civico di tanti cittadini e associazione del terzo settore gli esiti di questa emergenza sarebbero stati, di certo, ancora più infausti. La giunta Fontana ha emanato un’ordinanza che imponeva a tutti i lombardi di avere delle mascherine, proprio nel momento di massima crisi di reperibilità delle stesse. Regione Lombardia imponeva tali presidi e non rispondeva alle richieste legittime delle Rsa quando, già il 16 marzo, denunciavano la mancanza di mascherine e della loro reperibilità. Le stesse Rsa, denunciavano già da tempo il pericolo di inserire pazienti COVID nelle strutture perché esisteva il rischio di 'potenziale contatto con gli anziani non autosufficienti ivi ricoverati.Chiediamo a lei Presidente una cosa chiara, di farsi portavoce di questo peso, di farsi portatore responsabile di un confronto serio che ripristini un’unità d’intenti istituzionale che travalichi le barriere e le logiche partitiche. Comprendiamo la difficoltà di tale impegno e che esso possa non combaciare con visioni estranee a un vero senso di leale collaborazione. Chiediamo che il suo Governo metta in campo tutte le forze e risorse messe a disposizione delle nostre istituzioni, compresa, anche, la possibilità fornita dai nostri padri costituenti all’art.120, ossia quella che il Governo rievochi a sé alcune competenze come la sanità e la gestione emergenziale in Regione Lombardia".

A che titolo parlano? Sparare a vista per favore, a loro, non si runner
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
22,791
Reaction score
2,437
Io concordo che nella mia regione, qualche pasticcio è stato fatto, è evidente.

Come è anche evidente che bisognerebbe esserci dentro per poter dire se fosse evitabile o meno.

Come lo è anche il fatto che nessuno di quelli che stanno ai piani più alti ( OMS ) avevano sufficientemente avvisato della tragedia a cui si stava andando incontro.

Detto questo che vogliono ste sardine? con che autorità arrivano a scrivere ste cose? bah... da dove sono saltate fuori adesso? E' solo una roba politica questa polemica.

Sicuramente ci sarà stato qualche problema in Lombardia.
E evidente.
Pero se devono fare commissariare dove ci sono stati problemi potrebbero pure fare commissariare il paese intero con scelte del governo MOLTO DISCUTIBILI prima che scopiasse tutto in Italia.
Le sardine non erano quelle che volevano lottare contro il virus con "la mascherina della cultura"?
Si sparassero.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,282
Reaction score
11,938
Io concordo che nella mia regione, qualche pasticcio è stato fatto, è evidente.

Come è anche evidente che bisognerebbe esserci dentro per poter dire se fosse evitabile o meno.

Come lo è anche il fatto che nessuno di quelli che stanno ai piani più alti ( OMS ) avevano sufficientemente avvisato della tragedia a cui si stava andando incontro.

Detto questo che vogliono ste sardine? con che autorità arrivano a scrivere ste cose? bah... da dove sono saltate fuori adesso? E' solo una roba politica questa polemica.

Sull'oms non concordo : da anni lanciano messaggi , da anni avvisano tutti cosa sarebbe accaduto e cosa si stava rischiando.
Diciamo che non ci abbiamo dato peso più di tanto perchè il super mondo occidentale non si può fermare.
Show must go on.
La salute , intesa come tutela, è sempre politica e come tale si piega a discorsi economici.
Poi sai come va : ti va bene una volta, ti va bene una seconda volta e ti illudi che sempre possa andarti bene.
Stavolta ci è andata malissimo.

Se non erro meno di due anni fa è stata fatta addirittura una simulazione digitale di cosa potrebbe generare una pandemia oggi, come si sarebbe propagata e con quali tempi e quanti morti avrebbe causato.
Lavoro che è cascato nel vuoto.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
161,071
Reaction score
10,986
Perchè non citano anche il compagno Beppe Sala, detto Pippo Franco, che invitava tutti ad uscire ed a fare aperitivi insieme agli altri compagni Nicola ROMetti e Crostino Parodi?
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
24,705
Reaction score
4,719
Sull'oms non concordo : da anni lanciano messaggi , da anni avvisano tutti cosa sarebbe accaduto e cosa si stava rischiando.
Diciamo che non ci abbiamo dato peso più di tanto perchè il super mondo occidentale non si può fermare.
Show must go on.
La salute , intesa come tutela, è sempre politica e come tale si piega a discorsi economici.
Poi sai come va : ti va bene una volta, ti va bene una seconda volta e ti illudi che sempre possa andarti bene.
Stavolta ci è andata malissimo.

Se non erro meno di due anni fa è stata fatta addirittura una simulazione digitale di cosa potrebbe generare una pandemia oggi, come si sarebbe propagata e con quali tempi e quanti morti avrebbe causato.
Lavoro che è cascato nel vuoto.

Stavolta non concordo con te.

L' OMS è abbondantemente finanziata proprio per queste cose, tra le altre.

Non aver capito che sto virus avrebbe infestato il pianeta, quando avevano la possiblità di andare a guardarlo in faccia in Cina.

Per me è imperdonabile, non servono a nulla.
 
Registrato
19 Giugno 2017
Messaggi
5,453
Reaction score
439
Riecco le Sardine, che scrivono nuovamente a Conte:"Non possiamo più tacere i tanti fatti che ci allarmano e che ci fanno armare di pensieri, progetti e speranze per un futuro che, oggi, scorgiamo denso di nubi. Risulta ormai palese che il nostro sistema sanitario regionale regge per la sola professionalità, spirito di sacrificio e caparbietà dei tanti medici, infermieri, operatori sanitari e del volontariato… Ci siamo uniti nello spirito di corpo che li vede affrontare turni massacranti a curare pazienti positivi al COVID-19. Ci siamo uniti nella loro inquietudine e desolazione quando, colpiti dal virus, sono stati mandati a casa in quarantena senza tampone e senza avere risposta certa della loro condizione fisica. Ci siamo uniti al dolore delle tante famiglie che si sono viste strappare parenti, amici, conoscenti in nome di un eroismo, probabilmente e in gran parte, non necessario. Senza lo spirito di servizio civico di tanti cittadini e associazione del terzo settore gli esiti di questa emergenza sarebbero stati, di certo, ancora più infausti. La giunta Fontana ha emanato un’ordinanza che imponeva a tutti i lombardi di avere delle mascherine, proprio nel momento di massima crisi di reperibilità delle stesse. Regione Lombardia imponeva tali presidi e non rispondeva alle richieste legittime delle Rsa quando, già il 16 marzo, denunciavano la mancanza di mascherine e della loro reperibilità. Le stesse Rsa, denunciavano già da tempo il pericolo di inserire pazienti COVID nelle strutture perché esisteva il rischio di 'potenziale contatto con gli anziani non autosufficienti ivi ricoverati.Chiediamo a lei Presidente una cosa chiara, di farsi portavoce di questo peso, di farsi portatore responsabile di un confronto serio che ripristini un’unità d’intenti istituzionale che travalichi le barriere e le logiche partitiche. Comprendiamo la difficoltà di tale impegno e che esso possa non combaciare con visioni estranee a un vero senso di leale collaborazione. Chiediamo che il suo Governo metta in campo tutte le forze e risorse messe a disposizione delle nostre istituzioni, compresa, anche, la possibilità fornita dai nostri padri costituenti all’art.120, ossia quella che il Governo rievochi a sé alcune competenze come la sanità e la gestione emergenziale in Regione Lombardia".

Il problema vero care Sardine non in scatola è che il tuo amato governo il 31 Gennaio firmava uno stato di allerta, ma non dava disposizioni alle autorità locali, in quei 20 giorni passati fino alla scoperta di paziente 1 il tuo governo doveva dare disposizioni e risorse extra, così come ha chiuso l'Italia, in merito alla reperibilità di DPI, all'ampliamento di terapie intensive, alla liberazione di posti letto negli ospedali, all'impementazione del numero unico di emergenza, all'aumento di ambulanze, sino alla realizzazione dei preTriage..... e questo lo doveva fare indistintamente per tutte le regioni perchè ancora non si sapeva che la Lombardia sarebbe stata la più colpita, anzi il presidente Fontana autonomamente ha chiuso le scuole con 2 settimane di anticipo rispetto alle altre regioni.
Quindi se c'è qualcuno da commissariare questi è proprio il vostro governo di inetti.
 
Alto
head>