Repubblica, ecco le regole covid per i cenoni 2022/2023

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
26,567
Reaction score
6,389
Il famoso detto "non c'è due senza tre" viene usato da Repubblica per deliziare il suo pubblico con le ricette per salvare il Natale 2022/2023, dopo gli "esaltanti" risultati per le festività natalizie 2020-2021 e 2021/2022.
In realtà in Cina hanno iniziato da quello 2019/2020, sono un anno avanti insomma.

Ecco le raccomandazioni apparse ieri su Repubblica per cenoni e momenti di condivisione
Per l'occasione si scomoda l'epidemiologo romano Massimo Ciccozzi

"Bisogna avere decisamente buonsenso: se in casa ci sono un anziano o una persona che sa di essere fragile, quindi ha diverse patologie, si deve indossare la mascherina

A tavolta fate su e giù, si mette e si toglie.

È l'unico mezzo che riesce a contenere un virus respiratorio

Ovviamente la vaccinazione è fondamentale, a maggior ragione se si è fragili o anziani.
I vaccini non evitano il contagio, ma evitano che i sintomi si sviluppino in maniera pesante.

Manteniamo alcune accortezze: igienizzazione costante delle mani, se possibile distanziamento a tavola.
E poi, di nuovo, indossando la mascherina se abbiamo avuto incontri a rischio

c'è un 30-35% di asintomatici che però infettano e contagiano.
Ribadisco: si usi il buonsenso

Due giorni circa è il tempo per vedere i sintomi.

Quest'anno oltre al Covid-19, comunque, dovremmo preoccuparci anche dell'influenza, che non vedevamo da due anni.
Poi è stato eliminato l'obbligo delle mascherine

Stiamo osservando che l'influenza potrebbe destare più preoccupazione del Covid, che invece con le attuali varianti comporta ad oggi sintomi più leggeri.

Ma lo sottolineo: parlo solo di vaccinati, chi non è vaccinato appartiene a una categoria a parte.
E questo, comunque, vale solo se non arrivano in Italia nuove varianti

No, fare un tampone in maniera ingiustificata non va bene.
Se ci si è vaccinati, si sta attenti, si utilizza la mascherina al bisogno, si possono trascorrere le feste con serenità"
 
Registrato
30 Agosto 2017
Messaggi
12,843
Reaction score
7,434
Salviamoooooohhhh il Nataleeeeehhhhh,e chissenefrega se tanti italiani non avranno cosa mettere in tavola,l'importante è continuare a fracassare le palle con mascherine e gente che non ne vuol sapere di tornare nell'anonimato,poi però sempre queste gente,mette la lingua dappertutto alla prima escort che capita a tiro.
 

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
21,596
Reaction score
2,790
Sti schifosi ormai dettano l'agenda di governo. Quell'altra immondizia di Open, intanto, sarà diretta da Bechis (giornalista di destra). Fatevi due domande...
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
16,763
Reaction score
8,704
Il famoso detto "non c'è due senza tre" viene usato da Repubblica per deliziare il suo pubblico con le ricette per salvare il Natale 2022/2023, dopo gli "esaltanti" risultati per le festività natalizie 2020-2021 e 2021/2022.
In realtà in Cina hanno iniziato da quello 2019/2020, sono un anno avanti insomma.

Ecco le raccomandazioni apparse ieri su Repubblica per cenoni e momenti di condivisione
Per l'occasione si scomoda l'epidemiologo romano Massimo Ciccozzi

"Bisogna avere decisamente buonsenso: se in casa ci sono un anziano o una persona che sa di essere fragile, quindi ha diverse patologie, si deve indossare la mascherina

A tavolta fate su e giù, si mette e si toglie.

È l'unico mezzo che riesce a contenere un virus respiratorio

Ovviamente la vaccinazione è fondamentale, a maggior ragione se si è fragili o anziani.
I vaccini non evitano il contagio, ma evitano che i sintomi si sviluppino in maniera pesante.

Manteniamo alcune accortezze: igienizzazione costante delle mani, se possibile distanziamento a tavola.
E poi, di nuovo, indossando la mascherina se abbiamo avuto incontri a rischio

c'è un 30-35% di asintomatici che però infettano e contagiano.
Ribadisco: si usi il buonsenso

Due giorni circa è il tempo per vedere i sintomi.

Quest'anno oltre al Covid-19, comunque, dovremmo preoccuparci anche dell'influenza, che non vedevamo da due anni.
Poi è stato eliminato l'obbligo delle mascherine

Stiamo osservando che l'influenza potrebbe destare più preoccupazione del Covid, che invece con le attuali varianti comporta ad oggi sintomi più leggeri.

Ma lo sottolineo: parlo solo di vaccinati, chi non è vaccinato appartiene a una categoria a parte.
E questo, comunque, vale solo se non arrivano in Italia nuove varianti

No, fare un tampone in maniera ingiustificata non va bene.
Se ci si è vaccinati, si sta attenti, si utilizza la mascherina al bisogno, si possono trascorrere le feste con serenità"

Manca il "Come annunciato in pompa magna™". Cerchiamo di rispettare le regole.
 

Ringhio8

Senior Member
Registrato
14 Febbraio 2020
Messaggi
8,299
Reaction score
2,811
Il famoso detto "non c'è due senza tre" viene usato da Repubblica per deliziare il suo pubblico con le ricette per salvare il Natale 2022/2023, dopo gli "esaltanti" risultati per le festività natalizie 2020-2021 e 2021/2022.
In realtà in Cina hanno iniziato da quello 2019/2020, sono un anno avanti insomma.

Ecco le raccomandazioni apparse ieri su Repubblica per cenoni e momenti di condivisione
Per l'occasione si scomoda l'epidemiologo romano Massimo Ciccozzi

"Bisogna avere decisamente buonsenso: se in casa ci sono un anziano o una persona che sa di essere fragile, quindi ha diverse patologie, si deve indossare la mascherina

A tavolta fate su e giù, si mette e si toglie.

È l'unico mezzo che riesce a contenere un virus respiratorio

Ovviamente la vaccinazione è fondamentale, a maggior ragione se si è fragili o anziani.
I vaccini non evitano il contagio, ma evitano che i sintomi si sviluppino in maniera pesante.

Manteniamo alcune accortezze: igienizzazione costante delle mani, se possibile distanziamento a tavola.
E poi, di nuovo, indossando la mascherina se abbiamo avuto incontri a rischio

c'è un 30-35% di asintomatici che però infettano e contagiano.
Ribadisco: si usi il buonsenso

Due giorni circa è il tempo per vedere i sintomi.

Quest'anno oltre al Covid-19, comunque, dovremmo preoccuparci anche dell'influenza, che non vedevamo da due anni.
Poi è stato eliminato l'obbligo delle mascherine

Stiamo osservando che l'influenza potrebbe destare più preoccupazione del Covid, che invece con le attuali varianti comporta ad oggi sintomi più leggeri.

Ma lo sottolineo: parlo solo di vaccinati, chi non è vaccinato appartiene a una categoria a parte.
E questo, comunque, vale solo se non arrivano in Italia nuove varianti

No, fare un tampone in maniera ingiustificata non va bene.
Se ci si è vaccinati, si sta attenti, si utilizza la mascherina al bisogno, si possono trascorrere le feste con serenità"
Succhiatemelo finché non rimane in carne viva
 

Blu71

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
34,960
Reaction score
10,336
Il famoso detto "non c'è due senza tre" viene usato da Repubblica per deliziare il suo pubblico con le ricette per salvare il Natale 2022/2023, dopo gli "esaltanti" risultati per le festività natalizie 2020-2021 e 2021/2022.
In realtà in Cina hanno iniziato da quello 2019/2020, sono un anno avanti insomma.

Ecco le raccomandazioni apparse ieri su Repubblica per cenoni e momenti di condivisione
Per l'occasione si scomoda l'epidemiologo romano Massimo Ciccozzi

"Bisogna avere decisamente buonsenso: se in casa ci sono un anziano o una persona che sa di essere fragile, quindi ha diverse patologie, si deve indossare la mascherina

A tavolta fate su e giù, si mette e si toglie.

È l'unico mezzo che riesce a contenere un virus respiratorio

Ovviamente la vaccinazione è fondamentale, a maggior ragione se si è fragili o anziani.
I vaccini non evitano il contagio, ma evitano che i sintomi si sviluppino in maniera pesante.

Manteniamo alcune accortezze: igienizzazione costante delle mani, se possibile distanziamento a tavola.
E poi, di nuovo, indossando la mascherina se abbiamo avuto incontri a rischio

c'è un 30-35% di asintomatici che però infettano e contagiano.
Ribadisco: si usi il buonsenso

Due giorni circa è il tempo per vedere i sintomi.

Quest'anno oltre al Covid-19, comunque, dovremmo preoccuparci anche dell'influenza, che non vedevamo da due anni.
Poi è stato eliminato l'obbligo delle mascherine

Stiamo osservando che l'influenza potrebbe destare più preoccupazione del Covid, che invece con le attuali varianti comporta ad oggi sintomi più leggeri.

Ma lo sottolineo: parlo solo di vaccinati, chi non è vaccinato appartiene a una categoria a parte.
E questo, comunque, vale solo se non arrivano in Italia nuove varianti

No, fare un tampone in maniera ingiustificata non va bene.
Se ci si è vaccinati, si sta attenti, si utilizza la mascherina al bisogno, si possono trascorrere le feste con serenità"

Che andassero cordialmente a farsi fottere :fuma:
 
Registrato
31 Luglio 2017
Messaggi
8,279
Reaction score
3,402
Il giochino non lo vogliono mollare. Il problema per loro è che la gente si è svegliata e non ci casca più. Magari c'è ancora qualche irriducibile ma ormai sono in netta minoranza.
 
Alto
head>