Redbird: prestito Elliott su perdite future. Cerchione e la causa...

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
156,937
Reaction score
9,499
Ancora Carlo Festa sulla struttura finanziaria di Redbird per l'acquisto del MIlan e sulla causa portata avanti da Cerchione:

Secondo indiscrezioni, RedBird riuscirebbe a finalizzare l’operazione grazie a un finanziamento di Elliott compreso tra 550 e 200 milioni, a seconda dell’equity che mettera’ nell’operazione Gerry Cardinale dopo il fund raising in corso in queste settimane. RedBird avrebbe gia’ raccolto circa 600 milioni da una serie di sottoscrittori. Inoltre Elliott avra’ a disposizione tra 2 e 3 consiglieri infine RedBird potra’ disporre di ulteriori finanziamenti di Elliott (con tassi al 3 per cento) per coprire le perdite future del club rossonero fino al 2025.

Blue Skye, socio di minoranza con il 4 per cento, prosegue nelle cause lussemburghesi contro l’azionista Elliott.

Dopo le dimissioni del consigliere Salvatore Cerchione, sono in corso due cause. La prima riguarderebbe l’operazione di vendita del Milan, che a detta di Blue Skye deve avere il via libera delle controllanti lussemburghesi dove è socio. Tra le motivazioni cruciali, dal punto di vista tecnico, ci sarebbe il rilascio del pegno sulle azioni Milan. La seconda causa sarebbe sulla rimozione dal board della holding Rossoneri (a detta di Blue Skye senza validi motivi) del consigliere Giovanni Caslini, sempre espressione del gruppo londinese. La struttura di controllo del Milan è ancora espressione dell’uscita di Yonghong Li nel 2018
 
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
10,336
Reaction score
2,100
Ancora Carlo Festa sulla struttura finanziaria di Redbird per l'acquisto del MIlan e sulla causa portata avanti da Cerchione:

Secondo indiscrezioni, RedBird riuscirebbe a finalizzare l’operazione grazie a un finanziamento di Elliott compreso tra 550 e 200 milioni, a seconda dell’equity che mettera’ nell’operazione Gerry Cardinale dopo il fund raising in corso in queste settimane. RedBird avrebbe gia’ raccolto circa 600 milioni da una serie di sottoscrittori. Inoltre Elliott avra’ a disposizione tra 2 e 3 consiglieri infine RedBird potra’ disporre di ulteriori finanziamenti di Elliott (con tassi al 3 per cento) per coprire le perdite future del club rossonero fino al 2025.

Blue Skye, socio di minoranza con il 4 per cento, prosegue nelle cause lussemburghesi contro l’azionista Elliott.

Dopo le dimissioni del consigliere Salvatore Cerchione, sono in corso due cause. La prima riguarderebbe l’operazione di vendita del Milan, che a detta di Blue Skye deve avere il via libera delle controllanti lussemburghesi dove è socio. Tra le motivazioni cruciali, dal punto di vista tecnico, ci sarebbe il rilascio del pegno sulle azioni Milan. La seconda causa sarebbe sulla rimozione dal board della holding Rossoneri (a detta di Blue Skye senza validi motivi) del consigliere Giovanni Caslini, sempre espressione del gruppo londinese. La struttura di controllo del Milan è ancora espressione dell’uscita di Yonghong Li nel 2018
Ma chi è sto Blue Skye? Conosco l'inverso e sono sicuro che è molto meglio (anzi, consiglio una rapida ricerca :fuma:)
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
156,937
Reaction score
9,499
Ancora Carlo Festa sulla struttura finanziaria di Redbird per l'acquisto del MIlan e sulla causa portata avanti da Cerchione:

Secondo indiscrezioni, RedBird riuscirebbe a finalizzare l’operazione grazie a un finanziamento di Elliott compreso tra 550 e 200 milioni, a seconda dell’equity che mettera’ nell’operazione Gerry Cardinale dopo il fund raising in corso in queste settimane. RedBird avrebbe gia’ raccolto circa 600 milioni da una serie di sottoscrittori. Inoltre Elliott avra’ a disposizione tra 2 e 3 consiglieri infine RedBird potra’ disporre di ulteriori finanziamenti di Elliott (con tassi al 3 per cento) per coprire le perdite future del club rossonero fino al 2025.

Blue Skye, socio di minoranza con il 4 per cento, prosegue nelle cause lussemburghesi contro l’azionista Elliott.

Dopo le dimissioni del consigliere Salvatore Cerchione, sono in corso due cause. La prima riguarderebbe l’operazione di vendita del Milan, che a detta di Blue Skye deve avere il via libera delle controllanti lussemburghesi dove è socio. Tra le motivazioni cruciali, dal punto di vista tecnico, ci sarebbe il rilascio del pegno sulle azioni Milan. La seconda causa sarebbe sulla rimozione dal board della holding Rossoneri (a detta di Blue Skye senza validi motivi) del consigliere Giovanni Caslini, sempre espressione del gruppo londinese. La struttura di controllo del Milan è ancora espressione dell’uscita di Yonghong Li nel 2018

Un grosso, enorme, mah.
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
12,488
Reaction score
4,172
Ancora Carlo Festa sulla struttura finanziaria di Redbird per l'acquisto del MIlan e sulla causa portata avanti da Cerchione:

Secondo indiscrezioni, RedBird riuscirebbe a finalizzare l’operazione grazie a un finanziamento di Elliott compreso tra 550 e 200 milioni, a seconda dell’equity che mettera’ nell’operazione Gerry Cardinale dopo il fund raising in corso in queste settimane. RedBird avrebbe gia’ raccolto circa 600 milioni da una serie di sottoscrittori. Inoltre Elliott avra’ a disposizione tra 2 e 3 consiglieri infine RedBird potra’ disporre di ulteriori finanziamenti di Elliott (con tassi al 3 per cento) per coprire le perdite future del club rossonero fino al 2025.

Blue Skye, socio di minoranza con il 4 per cento, prosegue nelle cause lussemburghesi contro l’azionista Elliott.

Dopo le dimissioni del consigliere Salvatore Cerchione, sono in corso due cause. La prima riguarderebbe l’operazione di vendita del Milan, che a detta di Blue Skye deve avere il via libera delle controllanti lussemburghesi dove è socio. Tra le motivazioni cruciali, dal punto di vista tecnico, ci sarebbe il rilascio del pegno sulle azioni Milan. La seconda causa sarebbe sulla rimozione dal board della holding Rossoneri (a detta di Blue Skye senza validi motivi) del consigliere Giovanni Caslini, sempre espressione del gruppo londinese. La struttura di controllo del Milan è ancora espressione dell’uscita di Yonghong Li nel 2018
non c'ho capito un H, ma mi viene il dubbio che Idiott abbia venduto a quelli solo per fare un po di strozzinaggio coi vari prestiti che gli concederanno
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,117
Reaction score
6,715
Ma chi è sto Blue Skye? Conosco l'inverso e sono sicuro che è molto meglio (anzi, consiglio una rapida ricerca :fuma:)

E' il "gruppo di investimento" dei tizi che sono stati fatti da parte.

Tra l'altro, una struttura veramente dinamica, ho visitato il sito 4 anni fa ed è identico ad oggi.

Ma proprio identico. Forse si sono dimenticati di averlo.
 
Alto
head>