Ravelli:"Il Milan abdica a dicembre. Dove vai senza difesa?".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,088
Reaction score
25,697
Arianna Ravellli dal CorSera in edicola: il Milan vede Sant’Ambrogio e abdica allo scudetto perché possiamo anche ripeterci che mancano un sacco di partite (vero), ma 18 gol subiti (più di quelli di Inter e Juve assieme) non stanno nel curriculum di una candidata a vincere il campionato. È vero che l’arbitro La Penna espelle con severità Calabria nel finale e toglie un altro mattoncino alla difesa sgangherata milanista (su Muriel che si diverte col tacco il marcatore è Adli, e questo la dice tutta), ma qui c’è un problema di fondo, un meccanismo che si è inceppato, anche nella testa. La prima mezz’ora del secondo tempo è incomprensibile, oltre che inaccettabile, per mollezza e fragilità. Il 2-2 arriva infatti quando l’Atalanta è calata fisicamente, il Milan quando si sveglia mostra anche di poter vincere (d’altronde la squadra di Gasperini sta solo poco meno peggio), ma lo fa tardi e a sprazzi, denunciando un disequilibrio generale, poche e confuse idee, e anche un atteggiamento che non convince. Col Newcastle serve, almeno, un’altra prestazione, il passaggio del girone di ferro è sempre stato molto difficile, ma in una stagione così anche l’Europa League può essere una consolazione. Ps: nessun killeraggio di Paolo Maldini per interposto De Ketelaere, perché della partita del grande ex resta molto più impresso il gol sbagliato sottoporta che non l’assist per il 2-1 di Lookman. Il Milan ha tanti rimpianti, anche dal mercato estivo zeppo di giocatori a metà, Cdk non è tra questi.
 

Pivellino

Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
2,069
Reaction score
241
Arianna Ravellli dal CorSera in edicola: il Milan vede Sant’Ambrogio e abdica allo scudetto perché possiamo anche ripeterci che mancano un sacco di partite (vero), ma 18 gol subiti (più di quelli di Inter e Juve assieme) non stanno nel curriculum di una candidata a vincere il campionato. È vero che l’arbitro La Penna espelle con severità Calabria nel finale e toglie un altro mattoncino alla difesa sgangherata milanista (su Muriel che si diverte col tacco il marcatore è Adli, e questo la dice tutta), ma qui c’è un problema di fondo, un meccanismo che si è inceppato, anche nella testa. La prima mezz’ora del secondo tempo è incomprensibile, oltre che inaccettabile, per mollezza e fragilità. Il 2-2 arriva infatti quando l’Atalanta è calata fisicamente, il Milan quando si sveglia mostra anche di poter vincere (d’altronde la squadra di Gasperini sta solo poco meno peggio), ma lo fa tardi e a sprazzi, denunciando un disequilibrio generale, poche e confuse idee, e anche un atteggiamento che non convince. Col Newcastle serve, almeno, un’altra prestazione, il passaggio del girone di ferro è sempre stato molto difficile, ma in una stagione così anche l’Europa League può essere una consolazione. Ps: nessun killeraggio di Paolo Maldini per interposto De Ketelaere, perché della partita del grande ex resta molto più impresso il gol sbagliato sottoporta che non l’assist per il 2-1 di Lookman. Il Milan ha tanti rimpianti, anche dal mercato estivo zeppo di giocatori a metà, Cdk non è tra questi.
Si, è riuscito a infilarci un “comunque hanno fatto bene a cacciare Maldini in ogni caso per via di CDK”.
Questi lacchè stanno tenendo i fari sulla gestione tecnica, probabilmente imbeccati.
Adesso segato Pioli (meglio a fine stagione per restare nell’ombra) a tutti parrà di sentire un lieve sollievo. L’innominabile rimane nelle stanze alte a lasciare la sua scia viscida di lumaca.
 
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
32,950
Reaction score
2,553
Arianna Ravellli dal CorSera in edicola: il Milan vede Sant’Ambrogio e abdica allo scudetto perché possiamo anche ripeterci che mancano un sacco di partite (vero), ma 18 gol subiti (più di quelli di Inter e Juve assieme) non stanno nel curriculum di una candidata a vincere il campionato. È vero che l’arbitro La Penna espelle con severità Calabria nel finale e toglie un altro mattoncino alla difesa sgangherata milanista (su Muriel che si diverte col tacco il marcatore è Adli, e questo la dice tutta), ma qui c’è un problema di fondo, un meccanismo che si è inceppato, anche nella testa. La prima mezz’ora del secondo tempo è incomprensibile, oltre che inaccettabile, per mollezza e fragilità. Il 2-2 arriva infatti quando l’Atalanta è calata fisicamente, il Milan quando si sveglia mostra anche di poter vincere (d’altronde la squadra di Gasperini sta solo poco meno peggio), ma lo fa tardi e a sprazzi, denunciando un disequilibrio generale, poche e confuse idee, e anche un atteggiamento che non convince. Col Newcastle serve, almeno, un’altra prestazione, il passaggio del girone di ferro è sempre stato molto difficile, ma in una stagione così anche l’Europa League può essere una consolazione. Ps: nessun killeraggio di Paolo Maldini per interposto De Ketelaere, perché della partita del grande ex resta molto più impresso il gol sbagliato sottoporta che non l’assist per il 2-1 di Lookman. Il Milan ha tanti rimpianti, anche dal mercato estivo zeppo di giocatori a metà, Cdk non è tra questi.

Confermato che l'obiettivo di questa partita agli occhi del mondo era non fare segnare CDK piuttosto che un risultato positivo. Bene così. Questo è il Milan di oggi.
 

Commodore06

Well-known member
Registrato
1 Ottobre 2023
Messaggi
1,089
Reaction score
920
Arianna Ravellli dal CorSera in edicola: il Milan vede Sant’Ambrogio e abdica allo scudetto perché possiamo anche ripeterci che mancano un sacco di partite (vero), ma 18 gol subiti (più di quelli di Inter e Juve assieme) non stanno nel curriculum di una candidata a vincere il campionato. È vero che l’arbitro La Penna espelle con severità Calabria nel finale e toglie un altro mattoncino alla difesa sgangherata milanista (su Muriel che si diverte col tacco il marcatore è Adli, e questo la dice tutta), ma qui c’è un problema di fondo, un meccanismo che si è inceppato, anche nella testa. La prima mezz’ora del secondo tempo è incomprensibile, oltre che inaccettabile, per mollezza e fragilità. Il 2-2 arriva infatti quando l’Atalanta è calata fisicamente, il Milan quando si sveglia mostra anche di poter vincere (d’altronde la squadra di Gasperini sta solo poco meno peggio), ma lo fa tardi e a sprazzi, denunciando un disequilibrio generale, poche e confuse idee, e anche un atteggiamento che non convince. Col Newcastle serve, almeno, un’altra prestazione, il passaggio del girone di ferro è sempre stato molto difficile, ma in una stagione così anche l’Europa League può essere una consolazione. Ps: nessun killeraggio di Paolo Maldini per interposto De Ketelaere, perché della partita del grande ex resta molto più impresso il gol sbagliato sottoporta che non l’assist per il 2-1 di Lookman. Il Milan ha tanti rimpianti, anche dal mercato estivo zeppo di giocatori a metà, Cdk non è tra questi.
Sta giornalaia ha scoperto l'acqua calda. Anche lei fa, poi, parte del club di quelli che pensano che Paolo sia stato mandato via a causa di Kinder e non per il MoneyPalle. Il fantastico MoneyPalle
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,088
Reaction score
25,697
Arianna Ravellli dal CorSera in edicola: il Milan vede Sant’Ambrogio e abdica allo scudetto perché possiamo anche ripeterci che mancano un sacco di partite (vero), ma 18 gol subiti (più di quelli di Inter e Juve assieme) non stanno nel curriculum di una candidata a vincere il campionato. È vero che l’arbitro La Penna espelle con severità Calabria nel finale e toglie un altro mattoncino alla difesa sgangherata milanista (su Muriel che si diverte col tacco il marcatore è Adli, e questo la dice tutta), ma qui c’è un problema di fondo, un meccanismo che si è inceppato, anche nella testa. La prima mezz’ora del secondo tempo è incomprensibile, oltre che inaccettabile, per mollezza e fragilità. Il 2-2 arriva infatti quando l’Atalanta è calata fisicamente, il Milan quando si sveglia mostra anche di poter vincere (d’altronde la squadra di Gasperini sta solo poco meno peggio), ma lo fa tardi e a sprazzi, denunciando un disequilibrio generale, poche e confuse idee, e anche un atteggiamento che non convince. Col Newcastle serve, almeno, un’altra prestazione, il passaggio del girone di ferro è sempre stato molto difficile, ma in una stagione così anche l’Europa League può essere una consolazione. Ps: nessun killeraggio di Paolo Maldini per interposto De Ketelaere, perché della partita del grande ex resta molto più impresso il gol sbagliato sottoporta che non l’assist per il 2-1 di Lookman. Il Milan ha tanti rimpianti, anche dal mercato estivo zeppo di giocatori a metà, Cdk non è tra questi.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,088
Reaction score
25,697
Arianna Ravellli dal CorSera in edicola: il Milan vede Sant’Ambrogio e abdica allo scudetto perché possiamo anche ripeterci che mancano un sacco di partite (vero), ma 18 gol subiti (più di quelli di Inter e Juve assieme) non stanno nel curriculum di una candidata a vincere il campionato. È vero che l’arbitro La Penna espelle con severità Calabria nel finale e toglie un altro mattoncino alla difesa sgangherata milanista (su Muriel che si diverte col tacco il marcatore è Adli, e questo la dice tutta), ma qui c’è un problema di fondo, un meccanismo che si è inceppato, anche nella testa. La prima mezz’ora del secondo tempo è incomprensibile, oltre che inaccettabile, per mollezza e fragilità. Il 2-2 arriva infatti quando l’Atalanta è calata fisicamente, il Milan quando si sveglia mostra anche di poter vincere (d’altronde la squadra di Gasperini sta solo poco meno peggio), ma lo fa tardi e a sprazzi, denunciando un disequilibrio generale, poche e confuse idee, e anche un atteggiamento che non convince. Col Newcastle serve, almeno, un’altra prestazione, il passaggio del girone di ferro è sempre stato molto difficile, ma in una stagione così anche l’Europa League può essere una consolazione. Ps: nessun killeraggio di Paolo Maldini per interposto De Ketelaere, perché della partita del grande ex resta molto più impresso il gol sbagliato sottoporta che non l’assist per il 2-1 di Lookman. Il Milan ha tanti rimpianti, anche dal mercato estivo zeppo di giocatori a metà, Cdk non è tra questi.
.
 
Alto
head>