Pioli dalle 23 a Sky. Tutte le dichiarazioni.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,535
Reaction score
13,607
Alle ore 23 di oggi domenica 4 dicembre, Stefano Pioli sarà ospite a Sky Calcio Club.

"Giroud è un momento psicofisico ottimale. Sono molto contento per lui e per Theo. Spero possano continuare così. Me lo aspettavo così Giroud. Si, mi sono bastate un paio di videochiamate per capire lo spessore dell'uomo. E nelle squadre in cui ha giocato ha sempre inciso. Ero convinto che il club avesse preso un giocatore molto forte. E' un ragazzo bellissimo, molto determinato e sereno. Ha tutte le caratteristiche per essere leader"

"Meglio che vinca il mondiale o che torni prima? Meglio allenare giocatori felici"

"Kjaer è tornato e non è tornato felice. E' deluso. Ci vorrà un pò di tempo".

"Leao gioca poco? I giocatori hanno l'obbligo di chiamarmi a fine partita per sentire come stanno. Sta giocando poco, il Portogallo ha una rosa con grande qualità. Posso sfruttare tutto a nostro vantaggio"

"Se lo vedi in allenamento capisci che ha un potenziale incredibile. Ha grande tecnica in velocità. Ha dovuto svilupparsi e capire un nuovo metodo. Arrivava dal Lille, il Milan è il Milan. Le pressioni sono diverse. C'è voluto un pò di tempo. Credo debba fare ancora un salto per diventare campione".

"Alcune volte chiediamo a Rafa di stare largo, altre volte lo accentriamo, altre volte si abbassa un pò troppo. I giocatori con così tanta qualità più stanno vicini all'area e meglio è. Quando si abbassa per cercare palla può anche essere pericoloso. A Torino ha avuto due grandi palle gol all'inizio. Può giocare dappertutto. Credo possa diventare ancora più decisivo nell'area avversaria. Può migliorare ancora. Ha avuto un grande progresso ma gli manca qualcosina. E' intelligente e disponibile. Questi giocatori devono anche avere libertà. Rafa sta ampliando il proprio bagaglio tecnico tattico. Lo vorrei più sul secondo palo quando attacchiamo dalla destra. Lui dovrebbe andare lì e impattare di più. Ci arriveremo".

"Il Mondiale? Io credo sia un mondiale di individualità. Per un motivo semplice: c'è stata sì e no una settimana di lavoro. E' difficile dare un'identità così precisa. La Spagna gioca il miglior calcio del mondiale. Ci si può riuscire"

"Noi abbiamo giocato l'ultima con la Fiorentina molto importante. Non ho visto nessuno che pensava oddio devo andare ai mondiali. Buttarsi dentro in una settimana non è stato semplice nemmeno per i giocatori"

"La ripresa? Noi che abbiamo avuto la possibilità di rifiatare credo possa essere un bene. I giocatori hanno rifiatato 18 giorni pur facendo delle sedute. Chi tornerà dal Mondiale sarà un punto interrogativo".

"Astori? Quello che è capitato a Davide ci ha toccato nel profondo. Una situazione che mi ha permesso di crescere e migliorare. Ho scoperto situazioni nuove nella gestione della squadra. Che mi hanno aiutato a stare più vicino ai giocatori. Ho avuto esperienza negative nel corso della carriera. Sono quello che mi sono servite di più. Mi hanno permesso di migliorare. Il colpo subito è stato tremendo. Quando ci siamo ritrovati giorni dopo, mi sono sono sentito di avvicinarmi tanto ai giocatori. Con ognuno di loro ho lavorato per superare il momento. Creare un legame affettivo, sono situazioni che possono portare a una crescita"

"Cosa è per me un esonero? E' una mazzata. Ti impediscono di chiudere un lavoro. Di portarlo avanti. All'inizio lo ritieni ingiusto. Se non quello di Palermo. Poi, passato il momento del dolore, ti permette di cercare di capire. Dopo ogni situazione negativa sono ripartito con una consapevolezza maggiore".

"L'esonero di Palermo? Venimmo eliminati ai preliminari di Europa League. Dovevamo giocare la prima a Novara sul sintetico. Non mi ero inserito in quell'ambiente. Sentivo che non ero entrato nella testa. A fine allenamento Zamparini mi disse che c'era lo sciopero e non si giocava. Giocammo a Napoli in amichevole. Perdiamo 3-1. Dopo due giorni torno a Palermo, trovo un sacco di giornalisti. Arrivo dentro e i magazzinieri mi abbracciano. Lì ho capito. Zamparini mi ha chiamato e mi ha detto ti raggiungo. Abbiamo fatto un aperitivo insieme. Mi ha detto che mi avrebbe esonerato perchè sentiva delle cose. Io gli dissi che aveva ragione. In quella occasione l'esonero non mi ha fatto male. Poi dopo quell'episodio ci siamo sentiti per tanto tempo".

"Rangnick? Ho sempre avuto il sostegno dell'area tecnica. Con me Gazidis è sempre stato chiaro. Venne a MIlanello e disse che non c'era niente di definitivo. Abbiamo pensato solo a lavorare. Durante il lockdown abbiamo iniziato ad allenarci su Zoom. Quando ci siamo rivisti a Milanello qualcosa era cambiato. Perdemmo la prima partita con la Juve e da lì è cambiato tutto"

"Se abbiamo fatto questo percorso è perchè tutti hanno dato il proprio contributo. Due le situazioni che mi hanno aiutato di più. MI sono sentito subito bene a MIlanello. Il confronto con Maldini e Massara è la situazione che mi ha dato più forza. E non sempre mi è successo nel passato. Questo dà ancora più forza ad un allenatore"

"Il fatto che Maldini sia sempre lì aiuta? Certo. E' lì per rapportarsi con tutti. E' una persona di un livello di conoscenza, di un DNA da Milan incredibile"

"Ibra è ancora così importante? Credo di sì. Senza nulla togliere qualcosa a noi. E' stato un fattore determinante nella crescita della squadra. E' stato molto intelligente. Si è calato in una realtà diversa rispetto a quello a cui era abituato. Lui e la squadra hanno saputo accettare pregi e difetti dell'altro. Ha alzato il livello della squadra. Il primo anno quando c'era Zlatan c'era un certo livello in allenamento. I compagni sono cresciuti. Oggi abbiamo 4-5 leader che sono di aiuto anche per me".

"Lo scudetto? Il primo giorno che ci siamo ritrovati abbiamo detto che volevamo fare meglio dell'anno scorso. Ogni singola partita è stata decisiva. Ma il derby lo è stato molto, così come quella contro la Lazio. Mercato per mercato la squadra ha costruito la squadra che siamo ora"

"Paolo e Ricky volevano investire su ragazzi giovani, di gamba e a costi sostenibile. E' un percorso a medio lungo termine. Noi siamo stati più bravi ad anticipare i tempi con lo scudetto"

"Da chi ho preso spunto? Guardo tutte le partite. Soprattutto degli allenatori che mi piacciono di più: Guardiola, Klopp, Nagelsman. Ogni allenatore ha le sue caratteristiche. Noi stiamo cercando di andare verso il calcio moderno, globale. Nel quale sono importanti gli spazi. Come Guardiola. Ho video analisti giovani che mi hanno aiutato a conoscere situazioni nuove. La prima volta che abbiamo proposto a Calabria e Theo di andare a giocare dentro al campo, l'abilità di un allenatore è capire che venga accettato"

"Ho detto a Guardiola che è l'allenatore più bravo nel recupero palla"

"La vera forza del Milan è il recupero palla? Sono d'accordo. Ma possiamo metterci ancora più energia e compattezza. Se riusciamo a dominare la partita lo facciamo con intensità. Non tutti gli avversari sono uguali. Come idea abbiamo quella di non far giocare le squadre avversarie"

"Perchè quest'anno ci allunghiamo un pò di più? Con i mediani stiamo accorciando un pò di meno, concediamo il primo passaggio. La squadra è energica e motivata. Dobbiamo essere più rapidi. Tante volte siamo rimasti sotto palla con tanti giocatori. Abbiamo inserito un trequartista più offensivo. A volte abbiamo cercato di forzare certe situazioni causa le assenze. Anche spostare Kalulu terzino ci ha tolto qualcosa centralmente. La qualità di Calabria e Florenzi è diversa da quella di Pierre da terzino. Dobbiamo essere una squadra che ha più dominio palleggiando un pò di più nella metà campo avversaria. Stiamo provando a diventare una squadra completa. Abbiamo anche bisogno di sbagliare. E' il momento di arrivare ad un livello superiore".

"In questi giorni guardavo City Brighton. De Zerbi ha giocato a uomo. Qualche anno fa non l'avrebbe mai fatto. Il City è stato costretto a scavalcare. Il City l'ha sbloccata con una giocata di Edeson. Noi l'abbiamo fatto con Mike".

"Quando gioca un centrocampista trequarti ti dà più solidità ma quest'anno non sono peggiorati i nostri numeri difensivi. I nuovi sono arrivati tre mesi fa. Con questa sosta stiamo facendo tutti bilanci troppo limitati. E' normale che un giovane ci metta tempo"

"CDK? E' un centrocampista che deve svariare. Lì giocava da solo. Ora deve leggere spazi occupati da altri. Sono convinto che questa sosta possa aiutarlo. Tonali e Leao dopo il primo anno li lasciai con qualcosa da sviluppare. Li ho ritrovati diversi. Quest'anno ho detto che Bennacer e Messias mi avevano impressionato di più".

"Sapendo delle qualità dei due esterni sinistri, siamo diversi sulle due fasce. Abbiamo caratteristiche diverse. Col Salisburgo avevamo spostato Theo più alto. Cerchiamo di avere un equilibrio di squadra. Magari costruiamo a tre invece che a quattro"

"Kalulu è così un bravo ragazzo che sembra difficile possa avere così tanta personalità. Ha personalità e serenità. Supera anche l'errore. E' una grande qualità. Continua a giocare con continuità. Anche nella costruzione ha più qualità, intraprendenza. Io mi ricordo tante situazioni di uno contro uno in campo aperto in cui i due centrali sono riusciti a mettere a posto le cose. Hanno caratteristiche da centrali moderni"

"Il Napoli? Ha una grandissima qualità generale. E' allenata benissimo. A San Siro non meritavamo di perdere. Hanno sfruttato tutte le occasioni. Avevano perso tanti giocatori, non pensavo potessero essere così continui da subito. Stanno giocando un calcio importante":

"Sono convinto che il campionato è molto lungo. Possiamo fare tante vittorie consecutive"

"La Juve risale? Ero stupito del contrario. Hanno avuto tante assenze. Quando ci sono tutti, il livello è tra i migliori"

"Il livello della Serie A si sta alzando? Sì. Quando giochi contro le squadre da metà classifica le partite sono sempre difficili. Bisogna tenere alto il livello"

Continua qui in basso
 
Ultima modifica:

Lo Gnu

Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
2,040
Reaction score
463
"I mega recuperi? Faccio fatica a capire perchè non si arrivi al tempo effettivo. Di quei tanti minuti di recupero, quanti se ne giocano? Io sono sempre per il tempo effettivo"

I giocatori che si buttano per terra? Dipende. In Champions non te lo permettono, ad esempio. Perdiamo troppo tempo a parlare. In CL l'arbitro non spiega niente. Anche in Italia gli arbitri dovrebbero fare gli arbitri e non spiegare. In alcune partite l'arbitro inizia a perdere tempo nel primo tempo. Non lo devi permettere"

"La costruzione da dietro? Noi andiamo per i nostri principi. I giocatori devono imparare a contare. Se siamo in superiorità numerica a centrocampo bisogna giocare corto. Se siamo in parità, magari giocare lungo. Ogni allenatore porta avanti il proprio pensiero.

"Le partite perfette? Quando una squadra fa la scelta giusta. Il Milan quando l'ha fatta? A Bergamo l'anno scorso. Qualità e livello alto alto"

"Quando ho affrontato l'Atalanta mi è venuta l'idea di portare dentro i terzini. Quest'anno col Toro non lo abbiamo fatto"

"La squadra più rognosa incontrata? Il Porto di Conceicao. Abbiamo fatto una fatica tremenda. Noi avevamo tante assenze. Due partite veramente difficili. Un altro avversario difficile da affrontare è Conte"

"Champions? Noi e l'Inter abbiamo un sorteggio duro. Il Porto è abituato a questa competizione. Conte è un grandissimo allenatore. Il Tottenham è fortissimo. Ce la possiamo giocare. Ma non sarà semplice"

"Obiettivo? Noi dobbiamo vincere qualcosa. Siamo in corsa per quattro obiettivi. Campionato. Supercoppa, Coppa Italia e Champions. Bisogna vincere qualcosa. Vuol dire dare continuità e crescere. Sappiamo cosa bisogna fare e cosa serve. Per vincere serve sacrificio e lavoro"

"Leao? Sta bene con noi. Sta parlando con la proprietà e con i dirigenti. Aspettiamo belle notizie. Voglio bene a Rafa"

"Ibra? A gennaio sarà un mese importante dove dovrà rafforzare il recupero. Mi auguro possa tornare bene":
 
Ultima modifica di un moderatore:

Blu71

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
34,960
Reaction score
10,336
Alle ore 23 di oggi domenica 4 dicembre, Stefano Pioli sarà ospite a Sky Calcio Club.

Tutte le dichiarazioni in aggiornamento LIVE

Le dichiarazioni di Tonali QUI -) Tonali:"Gattuso idolo. La maglia di Ibra...".

Pioli-e1615133347324.jpg

@Divoratore Di Stelle tieniti pronto :asd:
 
Registrato
10 Marzo 2021
Messaggi
10,277
Reaction score
8,815

Lavorerò probabilmente no-stop fino a domattina, non ho tempo per seguire le dichiarazioni, soprattutto quelle di qualche pelato o di qualche pirla megalomane vestito di verde e a maniche corte :asd:
Poi fino al 31 dicembre il pelato potrà dire ciò che vuole, io sto recuperando le energie per partire dal 1 gennaio senza pietà e a piena potenza 😈
 

Raryof

Senior Member
Registrato
24 Gennaio 2017
Messaggi
14,311
Reaction score
3,997
Confermerà la necessità di prendere un esterno destro e ne farà richiesta con una letterina da dare a Santa Paulus e Babbo Gerry.
Massara attende al freddo con le renne e nel nostro laboratorio le marmotte lavorano non-stop per produrre più cioccolata possibile, anche alle nocciole.
 

Blu71

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
34,960
Reaction score
10,336
Lavorerò probabilmente no-stop fino a domattina, non ho tempo per seguire le dichiarazioni, soprattutto quelle di qualche pelato o di qualche pirla megalomane vestito di verde e a maniche corte :asd:
Poi fino al 31 dicembre il pelato potrà dire ciò che vuole, io sto recuperando le energie per partire dal 1 gennaio senza pietà e a piena potenza 😈

Ok, quindi almeno fino al 31 si può stare tranquilli :asd:
Mi dispiace solo per @KILPIN_91 che non saprà a chi appoggiarsi :ghign:
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,535
Reaction score
13,607
Alle ore 23 di oggi domenica 4 dicembre, Stefano Pioli sarà ospite a Sky Calcio Club.

"Giroud è un momento psicofisico ottimale. Sono molto contento per lui e per Theo. Spero possano continuare così. Me lo aspettavo così Giroud. Si, mi sono bastate un paio di videochiamate per capire lo spessore dell'uomo. E nelle squadre in cui ha giocato ha sempre inciso. Ero convinto che il club avesse preso un giocatore molto forte. E' un ragazzo bellissimo, molto determinato e sereno. Ha tutte le caratteristiche per essere leader"

"Meglio che vinca il mondiale o che torni prima? Meglio allenare giocatori felici"

"Kjaer è tornato e non è tornato felice. E' deluso. Ci vorrà un pò di tempo".

"Leao gioca poco? I giocatori hanno l'obbligo di chiamarmi a fine partita per sentire come stanno. Sta giocando poco, il Portogallo ha una rosa con grande qualità. Posso sfruttare tutto a nostro vantaggio"

"Se lo vedi in allenamento capisci che ha un potenziale incredibile. Ha grande tecnica in velocità. Ha dovuto svilupparsi e capire un nuovo metodo. Arrivava dal Lille, il Milan è il Milan. Le pressioni sono diverse. C'è voluto un pò di tempo. Credo debba fare ancora un salto per diventare campione".


Tutte le dichiarazioni in aggiornamento LIVE
.
 

Similar threads

Alto
head>