Per vincere devi spendere. Considerazione storica sul monte ingaggi.

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
56,100
Reaction score
3,931
Ma assolutamente no. In Italia Milan due anni e napoli l'anno scorso ne sono l'esempio lampante

Parliamo di casi, che succedono, ma restano casi.

La verità è che lo scudetto va quasi sempre alla squadra che spende di più sugli ingaggi, se non la prima la seconda toh.

A quei pochi giocatori di livello che abbiamo è giusto dargli quello che meritano dopo un percorso di crescita importante, non aver trattenuto Kessie è stato di una gravità allucinante.
 

sampapot

Junior Member
Registrato
17 Agosto 2019
Messaggi
3,253
Reaction score
604
oggi la società non vuole più spendere, sia per l'acquisto che per gli ingaggi....guarda soprattutto al bilancio, perché l'intento è quello di sanare i conti sperando di centrare la qualificazione Champions per poi rivenderla
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
27,085
Reaction score
6,432
Negli ultimi anni ci siamo tutti "anestetizzati" al concetto di salary cap, con in testa attualmente il limite massimo rappresentato dall'ingaggio di Leao, circa 7 milioni, che comunque si discosta abbastanza dagli altri. Infatti abbiamo ben 5 giocatori a 4 milioni (Chuku, Loftus Cheek, Pulisic, theo, Bennacer) subito sotto, con Giroud e Tomori a seguire a 3,5 e poi via via tutti gli altri.

Ma la domanda che mi sono fatto e', quanto pagavamo 20 anni fa negli anni d'oro?

Ho trovato un vecchio thread di MW di 20 anni fa, nel 2004 la situazione era questa:

(Gli ingaggi sono da ritenersi lordi)
Tra i piu' rappresentativi:

Rivaldo 12 milioni
Nesta 10
Inzaghi 9,4
Shevchenko 9,4
Rui Costa 9
Maldini 7
Kaka e Pirlo 4

per un totale di 111 milioni di euro lordi. Secondo Il Sole 24 ore 1 euro del 2004 corrisponde a 1,19 di oggi (potere di acquisto), dunque i 111 sono "aggiustati" a 132 milioni.

Nel 2024 secondo Calcio e Finanza siamo a 59,7 milioni di euro netti (89,9 milioni di euro lordi)

La differenza con quello che spendiamo oggi e' dunque di oltre quaranta milioni.

Con l'aiuto di @Trumpusconi, che tiene i conti qua dentro, vorrei capire se la mia conclusione, ovvero che siamo diventati dei pulciari, e' azzeccata o meno. Nel calcio, se vuoi vincere, devi spendere. Devi trovare in primis i campioni, e poi li devi pagare bene per trattenerli. Senza questi due elementi, non si va da nessuna parte.

Marilson quoto quasi tutto quello che hai scritto.
Forse solo su una cosa dico che forse sbagli.
Guardare quanto spendevamo allora e giustissimo.
Ma poi dovresti guardare quanto spende l'attuale squadra numero 1 al mondo e non certo noi.
Perché tu giustamente calcoli l'inflazione.
Ma a parte l'inflazione della vita, c'è sopratutto l'inflazione nel calcio.

Comunque si. Con quei 40 mln in più ci potremmo permettere giocatori veri.

E con tutto il rispetto del mondo direi che hai scoperto l'acqua calda 😄
Pensa te che invece ci sono quelli che non hanno nemmeno ancora scoperto l'acqua fredda e ti parlano di Leicester (come se fosse la regola)... O di capacità più importanti di soldi da spendere quando ovviamente bisogna avere entrambe le cose.

Santo cielo come ci siamo ridotti.
 

jumpy65

Junior Member
Registrato
27 Settembre 2014
Messaggi
3,269
Reaction score
1,062
Negli ultimi anni ci siamo tutti "anestetizzati" al concetto di salary cap, con in testa attualmente il limite massimo rappresentato dall'ingaggio di Leao, circa 7 milioni, che comunque si discosta abbastanza dagli altri. Infatti abbiamo ben 5 giocatori a 4 milioni (Chuku, Loftus Cheek, Pulisic, theo, Bennacer) subito sotto, con Giroud e Tomori a seguire a 3,5 e poi via via tutti gli altri.

Ma la domanda che mi sono fatto e', quanto pagavamo 20 anni fa negli anni d'oro?

Ho trovato un vecchio thread di MW di 20 anni fa, nel 2004 la situazione era questa:

(Gli ingaggi sono da ritenersi lordi)
Tra i piu' rappresentativi:

Rivaldo 12 milioni
Nesta 10
Inzaghi 9,4
Shevchenko 9,4
Rui Costa 9
Maldini 7
Kaka e Pirlo 4

per un totale di 111 milioni di euro lordi. Secondo Il Sole 24 ore 1 euro del 2004 corrisponde a 1,19 di oggi (potere di acquisto), dunque i 111 sono "aggiustati" a 132 milioni.

Nel 2024 secondo Calcio e Finanza siamo a 59,7 milioni di euro netti (89,9 milioni di euro lordi)

La differenza con quello che spendiamo oggi e' dunque di oltre quaranta milioni.

Con l'aiuto di @Trumpusconi, che tiene i conti qua dentro, vorrei capire se la mia conclusione, ovvero che siamo diventati dei pulciari, e' azzeccata o meno. Nel calcio, se vuoi vincere, devi spendere. Devi trovare in primis i campioni, e poi li devi pagare bene per trattenerli. Senza questi due elementi, non si va da nessuna parte.
in questi 20 anni.il costo della vita è aumentato del 35% non del 19%
Detto ciò confondiamo gli obiettivi con i vincoli. La programmazione ha "imposto" certe regole e la perdita di certi giocatori è dettata da quesi vincoli.
Gli obiettivi sono ovviamente quelli sportivi e si è scelto di ottenere questi obiettivi attraverso la gestione sana dei conti con una programmazione pluriennale. Altri hanno fatto scelte diverse. Che serva spendere tanto oppure no è comunque discutibile. Diciamo che si stanno facendo miracoli ottenendo risultati rispettando questi vincoli.
 
Alto
head>