Mirabelli:"Quel blitz da Rakitic. E Locatelli...".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,067
Reaction score
27,306
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,067
Reaction score
27,306
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".

.
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
23,586
Reaction score
14,643
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".

tutti li ha trattati i calciatori
 

Ruuddil23

Senior Member
Registrato
27 Gennaio 2017
Messaggi
6,987
Reaction score
1,366
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".

L'unico nel mondo del calcio che era già in quarantena anche prima.
 

Route66

Junior Member
Registrato
5 Gennaio 2019
Messaggi
2,529
Reaction score
1,059
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".
Genio incompreso.... chissà perché è ancora disoccupato.:pat:
 
Registrato
31 Agosto 2012
Messaggi
5,766
Reaction score
1,092
i prospetti... che quando e se tornera a lavorare ... saranno allenatori
 

Goro

Senior Member
Registrato
7 Febbraio 2017
Messaggi
9,743
Reaction score
1,759
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".

Un pover'uomo rovinato da gente senza scrupoli... può parlare quanto vuole ora
 

Milanforever26

Senior Member
Registrato
6 Giugno 2014
Messaggi
39,693
Reaction score
3,285
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".

Sicuramente studia dal suo maestro

cannavacciuolo-pacca.gif
 
Registrato
23 Giugno 2017
Messaggi
2,744
Reaction score
1,145
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".

Per Dio! Anche ai tempi del coronavirus dobbiamo sorbirci le sue interviste? Stando a quel che dice, ha trattato Aubameyang, CR7, Rakitic ma si è presentato con André Silva, Kalinic e Biglia :ko:
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
27,326
Reaction score
6,720
Lunghissima intervista rilasciata da Massimiliano Mirabeli a calciomercato.com. Ecco i passaggi sul Milan:"Vi svelo una cosa mai detta a nessuno. Quando lavoravo per il Milan andai a Barcellona, ai tempi Rakitic stava parlando di rinnovo con Il suo club e io volevo capire se avesse intenzione di valutare anche altre piste. Arrivammo a casa sua in auto e dal garage prendemmo un’ascensore che ci portò all’appartamento. Era entusiasta, mi disse che se non avesse proseguito col Barcellona avrebbe seriamente preso in considerazione il nostro progetto. Quel dialogo mi segnò, avevo di fronte un campione che in testa non aveva altro che il calcio. Indirizzava ogni singola scelta quotidiana alla sua carriera, dal cibo al riposo, dal tempo libero agli allenamenti. Un uomo e un calciatore pazzesco. Sorpreso da Locatelli? No, non lo sono per niente. Diventerà un centrocampista da Juve, tant’è che io avevo già trovato un accordo col Sassuolo e con Carnevali per il suo passaggio in neroverde, ma avevo chiesto la clausola di recompra, e su quella base avevamo raggiunto un accordo. Mi manca il calcio? Mi manca il campo, la programmazione del lavoro. Per il resto vivo di calcio, osservo prospetti del domani. Adesso dal video, poi andrò sul posto appena sarà possibile. Qualche nome? Neanche sotto tortura. Altrimenti mi brucio il campo! La mia quarantena? Passeggiate in giardino. Penso, telefono, mi aggiorno. E poi guardo tutti quei video che avevo lasciato indietro. Mi godo la famiglia, apprezzo la quotidianità che prima non avevo sotto gli occhi. Vedo le mie figlie studiare, trascorro tempo con loro e in più sto arricchendo le mie basi in cucina".

Questo è solo un buffone. Ha avuto l'occasione della vita, e l'ha buttata via in modo ingegno.
Li rimane solo il ricordo di quando era al Milan.
 
Alto
head>