Milan tra Szoboszlai, Bakayoko e Florentino.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,761
Reaction score
10,847

Konrad

Senior Member
Registrato
12 Giugno 2015
Messaggi
6,316
Reaction score
225
Come riportato da Tuttosport in edicola oggi, 26 maggio, il Milan per rinforzare il centrocampo guarda sempre ai profili di Bakayoko (ma deve tagliarsi l'ingaggio), Szoboszlai (ma c'è tanta concorrenza) e Florentino, per il quale è stato trovato un principio di accordo col Benfica (QUI https://www.milanworld.net/milan-le-mani-su-florentino-principio-di-accordo-vt89977.html ). Paquetà non rientrerebbe nella trattativa.

Da prendere tutti e 3 tenendo solo Bennacer e Calhanoglu. A questi ci aggiungi il rientrante Pobega e siamo anche numericamente a posto. Decisamente il centrocampo più forte delle ultime 9 stagioni.
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
22,764
Reaction score
2,421
Da prendere tutti e 3 tenendo solo Bennacer e Calhanoglu. A questi ci aggiungi il rientrante Pobega e siamo anche numericamente a posto. Decisamente il centrocampo più forte delle ultime 9 stagioni.

Se il modulo che vuole utilizzare Rangnick è il 442 con i due esterni di centrocampo piutosto alti allora la lista di giocatori che hai fatto e pure troppo lunga.
3 nuovi acquisti che dovrebbero essere titolari + Bennacer pure lui considerato un titolare... Impossibile perché non avremmo abbastanza soldi da spendere per altri reparti.
In più Calhanoglu da esterno e sempre stato scandaloso. Un po meglio con Pioli che lo ha messo in mezzo ma non dovrebbe esserci spazio per lui in un 442.

Insomma io Rangnick non lo conosco. Se il suo modulo è veramente quel 442 Calhanoglu dovrebbe essere il primo a sloggiare. Invece leggo del turco pronto a firmare e considerato un perno della squadra...

Non capisco
 

danjr

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
9,195
Reaction score
1,892
Come riportato da Tuttosport in edicola oggi, 26 maggio, il Milan per rinforzare il centrocampo guarda sempre ai profili di Bakayoko (ma deve tagliarsi l'ingaggio), Szoboszlai (ma c'è tanta concorrenza) e Florentino, per il quale è stato trovato un principio di accordo col Benfica (QUI https://www.milanworld.net/milan-le-mani-su-florentino-principio-di-accordo-vt89977.html ). Paquetà non rientrerebbe nella trattativa.

Bene Baka, non conosco molto Florentino, l'ungherese sarà un futuro crack
 

Konrad

Senior Member
Registrato
12 Giugno 2015
Messaggi
6,316
Reaction score
225
Se il modulo che vuole utilizzare Rangnick è il 442 con i due esterni di centrocampo piutosto alti allora la lista di giocatori che hai fatto e pure troppo lunga.
3 nuovi acquisti che dovrebbero essere titolari + Bennacer pure lui considerato un titolare... Impossibile perché non avremmo abbastanza soldi da spendere per altri reparti.
In più Calhanoglu da esterno e sempre stato scandaloso. Un po meglio con Pioli che lo ha messo in mezzo ma non dovrebbe esserci spazio per lui in un 442.

Insomma io Rangnick non lo conosco. Se il suo modulo è veramente quel 442 Calhanoglu dovrebbe essere il primo a sloggiare. Invece leggo del turco pronto a firmare e considerato un perno della squadra...

Non capisco

Il modulo applicato da Rangnick nemmeno io l'ho capito molto bene. Mi sono fatto un'idea della filosofia di gioco, di recupero palla,dei relativi movimenti che i giocatori dovrebbero fare e quindi del posizionamento in campo. Quello che mi appare chiaro è che il modulo nel corso della partita è molto fluido. Leggendo in rete qualche dato statistico ho visto che il tedesco non parrebbe aver mai applicato il 4-4-2 nella concezione classica. Ha spesso usato il rombo a centrocampo (una sorta di 4-3-1-2) e non poche volte ha addirittura portato la difesa a 3, facendo muovere i terzini lungo tutta la fascia e applicando un 3-4-1-2 (modulo che a me non dispiace per nulla).

Se poi considero gli allenatori che sono identificati come i suoi adepti (Rose del Borussia M. e Nagelsmann al Lipsia) noto ulteriori evoluzioni. Il primo è più ligio al 4-3-1-2 di partenza che può trasformarsi in un 4-2-3-1. Il secondo invece secondo me ha portato al massimo la filosofia di gioco di Rangnick schierando in Lipsia con una sorta di 3-1-4-2. Modulo davvero interessante per come giocato da loro, ma che presuppone davvero tantissimi interpreti giusti incastrati insieme per caratteristiche singole e per gioco di squadra al fine di evitare imbarcate.

Nella mia testa il 4-3-1-2 o il 3-4-1-2 sarebbero moduli ideali per ripartire da questo Milan...ovviamente poi la differenza la farebbero gli interpreti, che dovranno essere freschi si, ma avere anche stoffa.
Da qui la mia visione di centrocampo:
1) Ipotesi 4-3-1-2:
Bennacer - Bakayoko - Florentino
Szoboszlai
Panchina: Calhanoglu, Pobega (come vedi sono anche pochi)

2) Ipotesi 3-4-1-2:
Bennacer - Bakayoko (con Florentino in competizione per maglia titolare)
Szoboszlai
Panchina: (X = 1 tra Bennacer-Baka-Florentino, Calhanoglu, Pobega...e qui numericamente potremmo essere a posto)
 

MrPeppez

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
9,934
Reaction score
165
Da prendere tutti e 3 tenendo solo Bennacer e Calhanoglu. A questi ci aggiungi il rientrante Pobega e siamo anche numericamente a posto. Decisamente il centrocampo più forte delle ultime 9 stagioni.

Confermo. Andrei a prendere anche un De Paul sinceramente.
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
2,515
Reaction score
187
Bakayoko sarebbe da riprendere al volo. E' stato un delitto non riscattarlo e comprarlo ora suonerebbe come una beffa, ma meglio tardi che mai. A centrocampo è l'unico in questi anni che ha dimostrato di poter essere un vero titolare nel Milan. Avremmo almeno un punto fermo a centrocampo e non sarebbe poco.
 

Konrad

Senior Member
Registrato
12 Giugno 2015
Messaggi
6,316
Reaction score
225
Confermo. Andrei a prendere anche un De Paul sinceramente.

Guarda per spendere 25 milioni per De Paul, a questo punto, dando per scontato l'arrivo di Rangnick, gli prenderei uno dei giocatori che più si sposano con il suo progetto tecnico: Sabitzer.

Non nego che il mio centrocampo ideale (secondo i profili che potremmo davvero raggiungere per vari motivi) sarebbe:
Bennacer - Bakayoko - Sabitzer
Szoboszlai.

Che poi nel corso della partita si potrebbe trasformare nel 4-2-2-2 caro al tedesco. Lo sforzo economico sarebbe non indifferente, ma non possiamo pensare che non si debba fare. Da quanti anni ci tritano in mezzo al campo, in cui abbiamo interpreti non idonei o raffazzonati? Questa potenzialmente potrebbe essere, col tempo, una delle mediane più forti della serie A.
 

MrPeppez

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
9,934
Reaction score
165
Guarda per spendere 25 milioni per De Paul, a questo punto, dando per scontato l'arrivo di Rangnick, gli prenderei uno dei giocatori che più si sposano con il suo progetto tecnico: Sabitzer.

Non nego che il mio centrocampo ideale (secondo i profili che potremmo davvero raggiungere per vari motivi) sarebbe:
Bennacer - Bakayoko - Sabitzer
Szoboszlai.

Che poi nel corso della partita si potrebbe trasformare nel 4-2-2-2 caro al tedesco. Lo sforzo economico sarebbe non indifferente, ma non possiamo pensare che non si debba fare. Da quanti anni ci tritano in mezzo al campo, in cui abbiamo interpreti non idonei o raffazzonati? Questa potenzialmente potrebbe essere, col tempo, una delle mediane più forti della serie A.

Si si sono d'accordo anche io con te.

Mamma mia che centrocampo, mi piacerebbe tantissimo.
 

Casnop

Senior Member
Registrato
27 Aprile 2015
Messaggi
10,451
Reaction score
172
Il modulo applicato da Rangnick nemmeno io l'ho capito molto bene. Mi sono fatto un'idea della filosofia di gioco, di recupero palla,dei relativi movimenti che i giocatori dovrebbero fare e quindi del posizionamento in campo. Quello che mi appare chiaro è che il modulo nel corso della partita è molto fluido. Leggendo in rete qualche dato statistico ho visto che il tedesco non parrebbe aver mai applicato il 4-4-2 nella concezione classica. Ha spesso usato il rombo a centrocampo (una sorta di 4-3-1-2) e non poche volte ha addirittura portato la difesa a 3, facendo muovere i terzini lungo tutta la fascia e applicando un 3-4-1-2 (modulo che a me non dispiace per nulla).

Se poi considero gli allenatori che sono identificati come i suoi adepti (Rose del Borussia M. e Nagelsmann al Lipsia) noto ulteriori evoluzioni. Il primo è più ligio al 4-3-1-2 di partenza che può trasformarsi in un 4-2-3-1. Il secondo invece secondo me ha portato al massimo la filosofia di gioco di Rangnick schierando in Lipsia con una sorta di 3-1-4-2. Modulo davvero interessante per come giocato da loro, ma che presuppone davvero tantissimi interpreti giusti incastrati insieme per caratteristiche singole e per gioco di squadra al fine di evitare imbarcate.

Nella mia testa il 4-3-1-2 o il 3-4-1-2 sarebbero moduli ideali per ripartire da questo Milan...ovviamente poi la differenza la farebbero gli interpreti, che dovranno essere freschi si, ma avere anche stoffa.
Da qui la mia visione di centrocampo:
1) Ipotesi 4-3-1-2:
Bennacer - Bakayoko - Florentino
Szoboszlai
Panchina: Calhanoglu, Pobega (come vedi sono anche pochi)

2) Ipotesi 3-4-1-2:
Bennacer - Bakayoko (con Florentino in competizione per maglia titolare)
Szoboszlai
Panchina: (X = 1 tra Bennacer-Baka-Florentino, Calhanoglu, Pobega...e qui numericamente potremmo essere a posto)
Chi ha visto il Lipsia di Nagelsmann nella goleada contro il Mainz l'altro ieri ne sarà uscito con un forte mal di testa: squadra multicolor, Werner per sessanta minuti trequarti, quasi mezzala dietro la linea di partenza di Olmo e Nkunku, Poulsen riferimento offensivo, Sabitzer, bravissimo, sotto punta, Kampl e Laimer a scambiarsi i ruoli tra difesa e centrocampo. Un po' avanti, un po' dietro, destra, sinistra, tutti a cercare il pallone in pressing, ed a partire sulla verticale verso l'area di rigore avversaria. Praticamente, tranne Upamecano e Klostermann ed il portiere, tutti hanno finito la partita in una posizione diversa da come l'hanno cominciata. È la cifra di queste squadre votate al gegenpressing: adeguano l'assetto al punto in cui si trova il pallone in mano avversaria, si dispongono in due linee concentriche ed attaccano il portatore, per rubare palla e partire in quattro, cinque, dritto per dritto, verso la porta, in attesa di ricevere la palla rubata, e colpire a rete. Un calcio asciutto, primitivo, essenziale, tackles offensivi fino al limite dell'area avversaria, recupero del pallone in otto secondi, chiusura dell'azione entro cinque. Una concezione di calcio molto lontana dal gusto mediterraneo, non ci sono dubbi. :)
 
Alto
head>