Milan:Tedesco e Farioli su. Lopetegui sfuma? Conceicao, Fonseca Gallardo e Galtier

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,821
Reaction score
31,198
GDS: Il Milan ha perso nettamente il derby contro l'Inter, mostrando una prestazione involuta e senza anima. Il proprietario del club, Gerry Cardinale, ha assistito direttamente alla partita e si è detto deluso e insoddisfatto.

Cardinale ha annunciato che la squadra del futuro avrà un nuovo allenatore e ha ristretto il casting a pochi profili, tra cui Domenico Tedesco, attuale c.t. del Belgio, Julen Lopetegui, ex allenatore del Real Madrid e del Siviglia, Paulo Fonseca, ex allenatore della Roma e del Lilla, Marcelo Gallardo, attuale tecnico dell'Al-Ittihad, e Christophe Galtier, dall'ottobre 2023 in Qatar con l'Al-Duhail.

Cardinale ha fretta di guardare avanti e di far dimenticare ai tifosi rossoneri la triste prestazione nel derby.

Quella che porta a tedescon è un’idea, l’identikit combacia con il profilo tratteggiato dal club: giovane ma già professionista di alto livello, in linea con il budget ed esponente di una filosofia di gioco moderna e orientata sui giovani. In Bundesliga ha allenato Schalke e Lipsia, con cui ha vinto la Coppa di Germania, primo titolo nella storia del club. Ha traslocato allo Spartak Mosca e a febbraio 2023 è nominato c.t. della nazionale belga, che accompagnerà all’Europeo 2024. Dopo aver ottenuto il pass, a marzo scorso, ha ricevuto in premio il prolungamento del contratto fino al 2026. Tedesco si aggiunge all’elenco degli altri candidati.

CorSera: Pioli ormai verso l'addio. Poche le chance di restare. Prende quota la candidatura di Farioli, 35 anni, ora al Nizza. Ma ci sono ancora De Zerbi, Lopetegui e Fonseca.

Tuttosport: Julen Lopetegui, con il quale ci sono stati diversi contatti in passato, è nella lista del West Ham come alternativa a Ruben Amorim ed è un profilo che non scalda la piazza. Difficilmente sarà l'allenatore del MIlan. Già, perché oltre a dover fare una scelta immediata su un allenatore che dovrà prendere in mano il progetto milanista per i prossimi anni, la dirigenza dovrà anche fronteggiare il giudizio dei tifosi, che invocano a gran voce un profilo di alto livello per la panchina, con il nome di Antonio Conte che è in cima ai desiderata del popolo milanista e anche l’allenatore salentino sarebbe ben disposto ad ascoltare un’eventuale chiamata da Casa Milan. Tuttavia l’indirizzo preso dai dirigenti - compreso Zlatan Ibrahimovic - sembra essere un altro. Quello di Sergio Conceiçao è un profilo che piace. Il portoghese, che negli anni si è fatto una bel nome con il Porto, ha esperienza internazionale, è abituato a lavorare con i talenti e ha quella leadership caratteriale che, oggi, serve dentro lo spogliatoio di Milanello per avere presa sui giocatori. L’altro nome che rimane valido è quello di Mark van Bommel, attualmente allenatore dell’Anversa e che utilizza il 4-3-3 come modulo base, il che ben si sposerebbe con l’attuale rosa rossonera. Nella lista c’è anche il profilo di Marco Rose del Lipsia.

Corriere dello Sport: su Lopetegui c'è anche il West Ham, ma lui vuole aspettare il MIlan. Restano in lizza anche Conceicao, Van Bommel e Fonseca. Si cerca una fi gura internazionale, non un accentratore ma un tecnico che possa lavorare insieme alla dirigenza condividendo le scelte. L’ultima parola spetta al proprietario Gerry Cardinale che è tornato in Usa.

Repubblica: Milan sempre su Lopetegui, sul quale però c'è anche il West Ham. Ibra spinge per il suo amico Van Bommel. Il 4-3-3 del tecnico, lo ha stregato. Non vanno scartate nemmeno le piste che portano a De Zerbi e a Xavi. Gallardo e Conceicao gli altri nomi studiati dal Milan.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,821
Reaction score
31,198
Tuttosport: Julen Lopetegui, con il quale ci sono stati diversi contatti in passato, è nella lista del West Ham come alternativa a Ruben Amorim ed è un profilo che non scalda la piazza. Difficilmente sarà l'allenatore del MIlan. Già, perché oltre a dover fare una scelta immediata su un allenatore che dovrà prendere in mano il progetto milanista per i prossimi anni, la dirigenza dovrà anche fronteggiare il giudizio dei tifosi, che invocano a gran voce un profilo di alto livello per la panchina, con il nome di Antonio Conte che è in cima ai desiderata del popolo milanista e anche l’allenatore salentino sarebbe ben disposto ad ascoltare un’eventuale chiamata da Casa Milan. Tuttavia l’indirizzo preso dai dirigenti - compreso Zlatan Ibrahimovic - sembra essere un altro. Quello di Sergio Conceiçao è un profilo che piace. Il portoghese, che negli anni si è fatto una bel nome con il Porto, ha esperienza internazionale, è abituato a lavorare con i talenti e ha quella leadership caratteriale che, oggi, serve dentro lo spogliatoio di Milanello per avere presa sui giocatori. L’altro nome che rimane valido è quello di Mark van Bommel, attualmente allenatore dell’Anversa e che utilizza il 4-3-3 come modulo base, il che ben si sposerebbe con l’attuale rosa rossonera. Nella lista c’è anche il profilo di Marco Rose del Lipsia.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,821
Reaction score
31,198
Il Milan ha perso nettamente il derby contro l'Inter, mostrando una prestazione involuta e senza anima. Il proprietario del club, Gerry Cardinale, ha assistito direttamente alla partita e si è detto deluso e insoddisfatto.

Cardinale ha annunciato che la squadra del futuro avrà un nuovo allenatore e ha ristretto il casting a pochi profili, tra cui Domenico Tedesco, attuale c.t. del Belgio, Julen Lopetegui, ex allenatore del Real Madrid e del Siviglia, Paulo Fonseca, ex allenatore della Roma e del Lilla, Marcelo Gallardo, attuale tecnico dell'Al-Ittihad, e Christophe Galtier, dall'ottobre 2023 in Qatar con l'Al-Duhail.

Cardinale ha fretta di guardare avanti e di far dimenticare ai tifosi rossoneri la triste prestazione nel derby.

Quella che porta a tedescon è un’idea, l’identikit combacia con il profilo tratteggiato dal club: giovane ma già professionista di alto livello, in linea con il budget ed esponente di una filosofia di gioco moderna e orientata sui giovani. In Bundesliga ha allenato Schalke e Lipsia, con cui ha vinto la Coppa di Germania, primo titolo nella storia del club. Ha traslocato allo Spartak Mosca e a febbraio 2023 è nominato c.t. della nazionale belga, che accompagnerà all’Europeo 2024. Dopo aver ottenuto il pass, a marzo scorso, ha ricevuto in premio il prolungamento del contratto fino al 2026. Tedesco si aggiunge all’elenco degli altri candidati.

Tuttosport: Julen Lopetegui, con il quale ci sono stati diversi contatti in passato, è nella lista del West Ham come alternativa a Ruben Amorim ed è un profilo che non scalda la piazza. Difficilmente sarà l'allenatore del MIlan. Già, perché oltre a dover fare una scelta immediata su un allenatore che dovrà prendere in mano il progetto milanista per i prossimi anni, la dirigenza dovrà anche fronteggiare il giudizio dei tifosi, che invocano a gran voce un profilo di alto livello per la panchina, con il nome di Antonio Conte che è in cima ai desiderata del popolo milanista e anche l’allenatore salentino sarebbe ben disposto ad ascoltare un’eventuale chiamata da Casa Milan. Tuttavia l’indirizzo preso dai dirigenti - compreso Zlatan Ibrahimovic - sembra essere un altro. Quello di Sergio Conceiçao è un profilo che piace. Il portoghese, che negli anni si è fatto una bel nome con il Porto, ha esperienza internazionale, è abituato a lavorare con i talenti e ha quella leadership caratteriale che, oggi, serve dentro lo spogliatoio di Milanello per avere presa sui giocatori. L’altro nome che rimane valido è quello di Mark van Bommel, attualmente allenatore dell’Anversa e che utilizza il 4-3-3 come modulo base, il che ben si sposerebbe con l’attuale rosa rossonera. Nella lista c’è anche il profilo di Marco Rose del Lipsia.
 

malos

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2014
Messaggi
7,914
Reaction score
2,401
Il Milan ha perso nettamente il derby contro l'Inter, mostrando una prestazione involuta e senza anima. Il proprietario del club, Gerry Cardinale, ha assistito direttamente alla partita e si è detto deluso e insoddisfatto.

Cardinale ha annunciato che la squadra del futuro avrà un nuovo allenatore e ha ristretto il casting a pochi profili, tra cui Domenico Tedesco, attuale c.t. del Belgio, Julen Lopetegui, ex allenatore del Real Madrid e del Siviglia, Paulo Fonseca, ex allenatore della Roma e del Lilla, Marcelo Gallardo, attuale tecnico dell'Al-Ittihad, e Christophe Galtier, dall'ottobre 2023 in Qatar con l'Al-Duhail.

Cardinale ha fretta di guardare avanti e di far dimenticare ai tifosi rossoneri la triste prestazione nel derby.

Quella che porta a tedescon è un’idea, l’identikit combacia con il profilo tratteggiato dal club: giovane ma già professionista di alto livello, in linea con il budget ed esponente di una filosofia di gioco moderna e orientata sui giovani. In Bundesliga ha allenato Schalke e Lipsia, con cui ha vinto la Coppa di Germania, primo titolo nella storia del club. Ha traslocato allo Spartak Mosca e a febbraio 2023 è nominato c.t. della nazionale belga, che accompagnerà all’Europeo 2024. Dopo aver ottenuto il pass, a marzo scorso, ha ricevuto in premio il prolungamento del contratto fino al 2026. Tedesco si aggiunge all’elenco degli altri candidati.


07--offiziell--rb-leipzig-feuert-domenico-tedesco--aufmacher-.jpg

Hanno scientemente deciso di mandare in vacca anche le prossime stagioni.
 

Zenos

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
23,223
Reaction score
11,672
Il Milan ha perso nettamente il derby contro l'Inter, mostrando una prestazione involuta e senza anima. Il proprietario del club, Gerry Cardinale, ha assistito direttamente alla partita e si è detto deluso e insoddisfatto.

Cardinale ha annunciato che la squadra del futuro avrà un nuovo allenatore e ha ristretto il casting a pochi profili, tra cui Domenico Tedesco, attuale c.t. del Belgio, Julen Lopetegui, ex allenatore del Real Madrid e del Siviglia, Paulo Fonseca, ex allenatore della Roma e del Lilla, Marcelo Gallardo, attuale tecnico dell'Al-Ittihad, e Christophe Galtier, dall'ottobre 2023 in Qatar con l'Al-Duhail.

Cardinale ha fretta di guardare avanti e di far dimenticare ai tifosi rossoneri la triste prestazione nel derby.

Quella che porta a tedescon è un’idea, l’identikit combacia con il profilo tratteggiato dal club: giovane ma già professionista di alto livello, in linea con il budget ed esponente di una filosofia di gioco moderna e orientata sui giovani. In Bundesliga ha allenato Schalke e Lipsia, con cui ha vinto la Coppa di Germania, primo titolo nella storia del club. Ha traslocato allo Spartak Mosca e a febbraio 2023 è nominato c.t. della nazionale belga, che accompagnerà all’Europeo 2024. Dopo aver ottenuto il pass, a marzo scorso, ha ricevuto in premio il prolungamento del contratto fino al 2026. Tedesco si aggiunge all’elenco degli altri candidati.

Tuttosport: Julen Lopetegui, con il quale ci sono stati diversi contatti in passato, è nella lista del West Ham come alternativa a Ruben Amorim ed è un profilo che non scalda la piazza. Difficilmente sarà l'allenatore del MIlan. Già, perché oltre a dover fare una scelta immediata su un allenatore che dovrà prendere in mano il progetto milanista per i prossimi anni, la dirigenza dovrà anche fronteggiare il giudizio dei tifosi, che invocano a gran voce un profilo di alto livello per la panchina, con il nome di Antonio Conte che è in cima ai desiderata del popolo milanista e anche l’allenatore salentino sarebbe ben disposto ad ascoltare un’eventuale chiamata da Casa Milan. Tuttavia l’indirizzo preso dai dirigenti - compreso Zlatan Ibrahimovic - sembra essere un altro. Quello di Sergio Conceiçao è un profilo che piace. Il portoghese, che negli anni si è fatto una bel nome con il Porto, ha esperienza internazionale, è abituato a lavorare con i talenti e ha quella leadership caratteriale che, oggi, serve dentro lo spogliatoio di Milanello per avere presa sui giocatori. L’altro nome che rimane valido è quello di Mark van Bommel, attualmente allenatore dell’Anversa e che utilizza il 4-3-3 come modulo base, il che ben si sposerebbe con l’attuale rosa rossonera. Nella lista c’è anche il profilo di Marco Rose del Lipsia.


07--offiziell--rb-leipzig-feuert-domenico-tedesco--aufmacher-.jpg
C'è qualcuno nella società che lavora per Marotta. Non c'è altra spiegazione.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,821
Reaction score
31,198
Il Milan ha perso nettamente il derby contro l'Inter, mostrando una prestazione involuta e senza anima. Il proprietario del club, Gerry Cardinale, ha assistito direttamente alla partita e si è detto deluso e insoddisfatto.

Cardinale ha annunciato che la squadra del futuro avrà un nuovo allenatore e ha ristretto il casting a pochi profili, tra cui Domenico Tedesco, attuale c.t. del Belgio, Julen Lopetegui, ex allenatore del Real Madrid e del Siviglia, Paulo Fonseca, ex allenatore della Roma e del Lilla, Marcelo Gallardo, attuale tecnico dell'Al-Ittihad, e Christophe Galtier, dall'ottobre 2023 in Qatar con l'Al-Duhail.

Cardinale ha fretta di guardare avanti e di far dimenticare ai tifosi rossoneri la triste prestazione nel derby.

Quella che porta a tedescon è un’idea, l’identikit combacia con il profilo tratteggiato dal club: giovane ma già professionista di alto livello, in linea con il budget ed esponente di una filosofia di gioco moderna e orientata sui giovani. In Bundesliga ha allenato Schalke e Lipsia, con cui ha vinto la Coppa di Germania, primo titolo nella storia del club. Ha traslocato allo Spartak Mosca e a febbraio 2023 è nominato c.t. della nazionale belga, che accompagnerà all’Europeo 2024. Dopo aver ottenuto il pass, a marzo scorso, ha ricevuto in premio il prolungamento del contratto fino al 2026. Tedesco si aggiunge all’elenco degli altri candidati.

CorSera: Pioli ormai verso l'addio. Poche le chance di restare. Prende quota la candidatura di Farioli, 35 anni, ora al Nizza. Ma ci sono ancora De Zerbi, Lopetegui e Fonseca.

Tuttosport: Julen Lopetegui, con il quale ci sono stati diversi contatti in passato, è nella lista del West Ham come alternativa a Ruben Amorim ed è un profilo che non scalda la piazza. Difficilmente sarà l'allenatore del MIlan. Già, perché oltre a dover fare una scelta immediata su un allenatore che dovrà prendere in mano il progetto milanista per i prossimi anni, la dirigenza dovrà anche fronteggiare il giudizio dei tifosi, che invocano a gran voce un profilo di alto livello per la panchina, con il nome di Antonio Conte che è in cima ai desiderata del popolo milanista e anche l’allenatore salentino sarebbe ben disposto ad ascoltare un’eventuale chiamata da Casa Milan. Tuttavia l’indirizzo preso dai dirigenti - compreso Zlatan Ibrahimovic - sembra essere un altro. Quello di Sergio Conceiçao è un profilo che piace. Il portoghese, che negli anni si è fatto una bel nome con il Porto, ha esperienza internazionale, è abituato a lavorare con i talenti e ha quella leadership caratteriale che, oggi, serve dentro lo spogliatoio di Milanello per avere presa sui giocatori. L’altro nome che rimane valido è quello di Mark van Bommel, attualmente allenatore dell’Anversa e che utilizza il 4-3-3 come modulo base, il che ben si sposerebbe con l’attuale rosa rossonera. Nella lista c’è anche il profilo di Marco Rose del Lipsia.

Tedesco, Farioli. Ma come fanno a pensare a sta gente? Questi sono nomi da squadre di medio bassa classifica per Dio. Per non parlare degli altri.
 
Registrato
19 Giugno 2017
Messaggi
6,209
Reaction score
884
A questo punto per dare uno schiaffo agli interisti mi andrebbe bene znche Mourinho
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,821
Reaction score
31,198
Corriere dello Sport: lo Lopetegui c'è anche il West Ham, ma lui vuole aspettare il MIlan. Restano in lizza anche Conceicao, Van Bommel e Fonseca. Si cerca una fi gura internazionale, non un accentratore ma un tecnico che possa lavorare insieme alla dirigenza condividendo le scelte. L’ultima parola spetta al proprietario Gerry Cardinale che è tornato in Usa.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,821
Reaction score
31,198
Il Milan ha perso nettamente il derby contro l'Inter, mostrando una prestazione involuta e senza anima. Il proprietario del club, Gerry Cardinale, ha assistito direttamente alla partita e si è detto deluso e insoddisfatto.

Cardinale ha annunciato che la squadra del futuro avrà un nuovo allenatore e ha ristretto il casting a pochi profili, tra cui Domenico Tedesco, attuale c.t. del Belgio, Julen Lopetegui, ex allenatore del Real Madrid e del Siviglia, Paulo Fonseca, ex allenatore della Roma e del Lilla, Marcelo Gallardo, attuale tecnico dell'Al-Ittihad, e Christophe Galtier, dall'ottobre 2023 in Qatar con l'Al-Duhail.

Cardinale ha fretta di guardare avanti e di far dimenticare ai tifosi rossoneri la triste prestazione nel derby.

Quella che porta a tedescon è un’idea, l’identikit combacia con il profilo tratteggiato dal club: giovane ma già professionista di alto livello, in linea con il budget ed esponente di una filosofia di gioco moderna e orientata sui giovani. In Bundesliga ha allenato Schalke e Lipsia, con cui ha vinto la Coppa di Germania, primo titolo nella storia del club. Ha traslocato allo Spartak Mosca e a febbraio 2023 è nominato c.t. della nazionale belga, che accompagnerà all’Europeo 2024. Dopo aver ottenuto il pass, a marzo scorso, ha ricevuto in premio il prolungamento del contratto fino al 2026. Tedesco si aggiunge all’elenco degli altri candidati.

CorSera: Pioli ormai verso l'addio. Poche le chance di restare. Prende quota la candidatura di Farioli, 35 anni, ora al Nizza. Ma ci sono ancora De Zerbi, Lopetegui e Fonseca.

Tuttosport: Julen Lopetegui, con il quale ci sono stati diversi contatti in passato, è nella lista del West Ham come alternativa a Ruben Amorim ed è un profilo che non scalda la piazza. Difficilmente sarà l'allenatore del MIlan. Già, perché oltre a dover fare una scelta immediata su un allenatore che dovrà prendere in mano il progetto milanista per i prossimi anni, la dirigenza dovrà anche fronteggiare il giudizio dei tifosi, che invocano a gran voce un profilo di alto livello per la panchina, con il nome di Antonio Conte che è in cima ai desiderata del popolo milanista e anche l’allenatore salentino sarebbe ben disposto ad ascoltare un’eventuale chiamata da Casa Milan. Tuttavia l’indirizzo preso dai dirigenti - compreso Zlatan Ibrahimovic - sembra essere un altro. Quello di Sergio Conceiçao è un profilo che piace. Il portoghese, che negli anni si è fatto una bel nome con il Porto, ha esperienza internazionale, è abituato a lavorare con i talenti e ha quella leadership caratteriale che, oggi, serve dentro lo spogliatoio di Milanello per avere presa sui giocatori. L’altro nome che rimane valido è quello di Mark van Bommel, attualmente allenatore dell’Anversa e che utilizza il 4-3-3 come modulo base, il che ben si sposerebbe con l’attuale rosa rossonera. Nella lista c’è anche il profilo di Marco Rose del Lipsia.

Corriere dello Sport: su Lopetegui c'è anche il West Ham, ma lui vuole aspettare il MIlan. Restano in lizza anche Conceicao, Van Bommel e Fonseca. Si cerca una fi gura internazionale, non un accentratore ma un tecnico che possa lavorare insieme alla dirigenza condividendo le scelte. L’ultima parola spetta al proprietario Gerry Cardinale che è tornato in Usa.

Leggete tutte le news e quotate
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Similar threads

Alto
head>