Milan: quanti flop nel big match. I numeri.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,854
Reaction score
29,837
Il CorSport in edicola: la sconfitta del Milan contro la Roma in Europa League ha riaperto il dibattito sul futuro dell'allenatore Stefano Pioli, criticato per aver perso il duello tattico con un allenatore meno esperto come De Rossi.

Il Milan non è riuscito a trovare contromisure al gioco della Roma e ha giocato con ritmi bassi e senza intensità, rendendosi prevedibile.

La squadra rossonera ha inoltre un problema nei big match, avendo vinto solo 7 delle 18 partite disputate contro le big nelle varie competizioni. Le statistiche non sono a favore del Milan per il ritorno a Roma, ma la squadra è determinata a riscattarsi. Tuttavia, i precedenti non giocano a favore dei rossoneri, che sono sempre stati eliminati nelle ultime cinque occasioni in cui hanno perso la gara di andata in una fase a eliminazione diretta nelle competizioni europee.

La delusione di Rafael Leão è stata evidente dopo la partita, e il giocatore dovrà dare di più nel ritorno per ribaltare il risultato.

pioli.milan.2021.22.deluso.testa.bassa.1400x840.jpg
 

malos

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2014
Messaggi
7,798
Reaction score
2,258
Il CorSport in edicola: la sconfitta del Milan contro la Roma in Europa League ha riaperto il dibattito sul futuro dell'allenatore Stefano Pioli, criticato per aver perso il duello tattico con un allenatore meno esperto come De Rossi.

Il Milan non è riuscito a trovare contromisure al gioco della Roma e ha giocato con ritmi bassi e senza intensità, rendendosi prevedibile.

La squadra rossonera ha inoltre un problema nei big match, avendo vinto solo 7 delle 18 partite disputate contro le big nelle varie competizioni. Le statistiche non sono a favore del Milan per il ritorno a Roma, ma la squadra è determinata a riscattarsi. Tuttavia, i precedenti non giocano a favore dei rossoneri, che sono sempre stati eliminati nelle ultime cinque occasioni in cui hanno perso la gara di andata in una fase a eliminazione diretta nelle competizioni europee.

La delusione di Rafael Leão è stata evidente dopo la partita, e il giocatore dovrà dare di più nel ritorno per ribaltare il risultato.

pioli.milan.2021.22.deluso.testa.bassa.1400x840.jpg

Siamo sempre li, se non girano contemporaneamente Leao e Theo siamo questa roba qua nei big match. Gli unici top sono loro e Mike, altri vanno bene per il Lecce, Sassuolo and co.
 
Registrato
16 Luglio 2014
Messaggi
13,907
Reaction score
3,115
Perche? Perche giochiamo come una squadra di Allegri che a differenza di una squadra di Allegri non sa difendere perche non ha equilibrio. La strategia di Pioli é semplice: Palla a Leao e poi lui crea. Si affida solo ed esclusivamente alla qualita dei singoli, manca totalmente una manovra studiata, una trama di gioco, movimenti preparati e studiati.
Le piccole squadra faticano perche non hanno la qualita individuale e prima o poi rischiano di subire gol.
Squadre di un certo livello o con allenatori di livello invece sanno cosa fare e come ingabbiare Leao per chiudere il gioco del Milan, ormai é sempre cosi. E quando Leao non gira il Milan non sa piu come attaccare.

Sopratutto nel primo tempo abbiamo visto una squadra senza cervello, caotica. Forse solo Pulisic e Reijnders hanno mostrato un po di intelligenza calcistica.
Nel secondo tempo le cose sono migliorate con Adli che gioca in modo meno cervellotico e lento di un Bennacer spaesato. Ma siamo sempre qui: Giocatori e le loro qualita individuali. La Roma di De Rossi invece ha giocato senza idee geniali tattica, ma si sono visto spesso manovre e giocatre chiaramente preparate. Basta questo per battere un Milan cosi, é un nostro limite totale.
Parliamo di un allenatore che é andato a Parigi per affronrate il PSG di Dembele e Mbappe senza adeguare la tattica, pensando che anche contro una squadra con velocisti totali la difesa alta con giocatori lenti come Thiaw potrebbe funzionare. Un autentico suicidio.

Adoro allenatori come Heynckes e Ancelotti. Entrambi avevano squadre pieni di campioni, si, ma entrambi erano sempre disposti ad adeguarsi ai propri avversari. Non erano talebani tattici fissati con certi moduli o certe filosofie. Pragmatici e capaci.

Pioli in estate ha insistito con Krunic e cosi siamo rimasti senza un vero centrocampista d'interdizione e il problema si vede, ora spesso Reijnders deve fare il Tonali e RLC il Kessié, ma entrambi sono giocatori diversi.

Sui calci piazzati e la nostra fantastica marcatura a zona meglio non esprimersi....
 

RSMilan

Well-known member
Registrato
5 Novembre 2023
Messaggi
1,787
Reaction score
1,320
Perche? Perche giochiamo come una squadra di Allegri che a differenza di una squadra di Allegri non sa difendere perche non ha equilibrio. La strategia di Pioli é semplice: Palla a Leao e poi lui crea. Si affida solo ed esclusivamente alla qualita dei singoli, manca totalmente una manovra studiata, una trama di gioco, movimenti preparati e studiati.
Le piccole squadra faticano perche non hanno la qualita individuale e prima o poi rischiano di subire gol.
Squadre di un certo livello o con allenatori di livello invece sanno cosa fare e come ingabbiare Leao per chiudere il gioco del Milan, ormai é sempre cosi. E quando Leao non gira il Milan non sa piu come attaccare.

Sopratutto nel primo tempo abbiamo visto una squadra senza cervello, caotica. Forse solo Pulisic e Reijnders hanno mostrato un po di intelligenza calcistica.
Nel secondo tempo le cose sono migliorate con Adli che gioca in modo meno cervellotico e lento di un Bennacer spaesato. Ma siamo sempre qui: Giocatori e le loro qualita individuali. La Roma di De Rossi invece ha giocato senza idee geniali tattica, ma si sono visto spesso manovre e giocatre chiaramente preparate. Basta questo per battere un Milan cosi, é un nostro limite totale.
Parliamo di un allenatore che é andato a Parigi per affronrate il PSG di Dembele e Mbappe senza adeguare la tattica, pensando che anche contro una squadra con velocisti totali la difesa alta con giocatori lenti come Thiaw potrebbe funzionare. Un autentico suicidio.

Adoro allenatori come Heynckes e Ancelotti. Entrambi avevano squadre pieni di campioni, si, ma entrambi erano sempre disposti ad adeguarsi ai propri avversari. Non erano talebani tattici fissati con certi moduli o certe filosofie. Pragmatici e capaci.

Pioli in estate ha insistito con Krunic e cosi siamo rimasti senza un vero centrocampista d'interdizione e il problema si vede, ora spesso Reijnders deve fare il Tonali e RLC il Kessié, ma entrambi sono giocatori diversi.

Sui calci piazzati e la nostra fantastica marcatura a zona meglio non esprimersi....
Si ho visto al Napoli e all'Everton Ancelotti che risultati ha portato adattandodsi all'avversario. Sul resto concordo
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,854
Reaction score
29,837
Il CorSport in edicola: la sconfitta del Milan contro la Roma in Europa League ha riaperto il dibattito sul futuro dell'allenatore Stefano Pioli, criticato per aver perso il duello tattico con un allenatore meno esperto come De Rossi.

Il Milan non è riuscito a trovare contromisure al gioco della Roma e ha giocato con ritmi bassi e senza intensità, rendendosi prevedibile.

La squadra rossonera ha inoltre un problema nei big match, avendo vinto solo 7 delle 18 partite disputate contro le big nelle varie competizioni. Le statistiche non sono a favore del Milan per il ritorno a Roma, ma la squadra è determinata a riscattarsi. Tuttavia, i precedenti non giocano a favore dei rossoneri, che sono sempre stati eliminati nelle ultime cinque occasioni in cui hanno perso la gara di andata in una fase a eliminazione diretta nelle competizioni europee.

La delusione di Rafael Leão è stata evidente dopo la partita, e il giocatore dovrà dare di più nel ritorno per ribaltare il risultato.
.
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
27,671
Reaction score
12,167
Il CorSport in edicola: la sconfitta del Milan contro la Roma in Europa League ha riaperto il dibattito sul futuro dell'allenatore Stefano Pioli, criticato per aver perso il duello tattico con un allenatore meno esperto come De Rossi.

Il Milan non è riuscito a trovare contromisure al gioco della Roma e ha giocato con ritmi bassi e senza intensità, rendendosi prevedibile.

La squadra rossonera ha inoltre un problema nei big match, avendo vinto solo 7 delle 18 partite disputate contro le big nelle varie competizioni. Le statistiche non sono a favore del Milan per il ritorno a Roma, ma la squadra è determinata a riscattarsi. Tuttavia, i precedenti non giocano a favore dei rossoneri, che sono sempre stati eliminati nelle ultime cinque occasioni in cui hanno perso la gara di andata in una fase a eliminazione diretta nelle competizioni europee.

La delusione di Rafael Leão è stata evidente dopo la partita, e il giocatore dovrà dare di più nel ritorno per ribaltare il risultato.

pioli.milan.2021.22.deluso.testa.bassa.1400x840.jpg
Schiantati al primo ostacolo, come previsto con larghissimo anticipo nel forum, come sempre, nonostante la ridicola esaltazione dei media zoomati.

Al ritorno avremo la partita della vita, senza appello stavolta.
 

Solo

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
14,604
Reaction score
5,842
Il CorSport in edicola: la sconfitta del Milan contro la Roma in Europa League ha riaperto il dibattito sul futuro dell'allenatore Stefano Pioli, criticato per aver perso il duello tattico con un allenatore meno esperto come De Rossi.

Il Milan non è riuscito a trovare contromisure al gioco della Roma e ha giocato con ritmi bassi e senza intensità, rendendosi prevedibile.

La squadra rossonera ha inoltre un problema nei big match, avendo vinto solo 7 delle 18 partite disputate contro le big nelle varie competizioni. Le statistiche non sono a favore del Milan per il ritorno a Roma, ma la squadra è determinata a riscattarsi. Tuttavia, i precedenti non giocano a favore dei rossoneri, che sono sempre stati eliminati nelle ultime cinque occasioni in cui hanno perso la gara di andata in una fase a eliminazione diretta nelle competizioni europee.

La delusione di Rafael Leão è stata evidente dopo la partita, e il giocatore dovrà dare di più nel ritorno per ribaltare il risultato.

pioli.milan.2021.22.deluso.testa.bassa.1400x840.jpg
A me pare palese che il problema sia Pioli.

Negli anni scorsi faticavamo con le piccole che si chiudevano e si accontentavano del pari perché non riuscivamo mai a sfondare almeno che Leao non ne saltasse 5 o trovassimo un gollonzo su angolo o cose così. D'altro canto eravamo fortissimi negli scontri diretti dove non perdevamo quasi mai e vincevamo spesso.

Quest'anno invece le piccole le stiamo rullando quasi ad occhi chiusi. Se non è Leao a sbloccarla allora ci pensa Pulisic, o Loftus, o Reijnders, o Jovic ecc. Segno che la rosa è nettamente più qualitativa rispetto al passato e con le piccole il gap è oramai talmente ampio che la squadra vince quasi d'inerzia.
Invece non appena il gap diminuisce e ci troviamo di fronte ad una squadra che è anche "solo" buona come la Roma o l'Atalanta è un disastro. Il lavoro del loro allenatore a confronto col nostro chiude se non addirittura inverte il gap.

La partita dell'altro ieri è abbastanza emblematica. La Roma l'ha preparata perfettamente su tutti i nostri punti deboli, e nonostante quello con un attaccante normodotato al posto di Giroud l'avevi praticamente pareggiata pure con una prestazione indegna grazie alla differenza di qualità nella rosa.
 
Registrato
15 Maggio 2018
Messaggi
6,797
Reaction score
1,817
A me pare palese che il problema sia Pioli.

Negli anni scorsi faticavamo con le piccole che si chiudevano e si accontentavano del pari perché non riuscivamo mai a sfondare almeno che Leao non ne saltasse 5 o trovassimo un gollonzo su angolo o cose così. D'altro canto eravamo fortissimi negli scontri diretti dove non perdevamo quasi mai e vincevamo spesso.

Quest'anno invece le piccole le stiamo rullando quasi ad occhi chiusi. Se non è Leao a sbloccarla allora ci pensa Pulisic, o Loftus, o Reijnders, o Jovic ecc. Segno che la rosa è nettamente più qualitativa rispetto al passato e con le piccole il gap è oramai talmente ampio che la squadra vince quasi d'inerzia.
Invece non appena il gap diminuisce e ci troviamo di fronte ad una squadra che è anche "solo" buona come la Roma o l'Atalanta è un disastro. Il lavoro del loro allenatore a confronto col nostro chiude se non addirittura inverte il gap.

La partita dell'altro ieri è abbastanza emblematica. La Roma l'ha preparata perfettamente su tutti i nostri punti deboli, e nonostante quello con un attaccante normodotato al posto di Giroud l'avevi praticamente pareggiata pure con una prestazione indegna grazie alla differenza di qualità nella rosa.
Il Milan è una squadra tatticamente facile da affrontare.
 

Brotherhedo

Well-known member
Registrato
6 Marzo 2020
Messaggi
571
Reaction score
1,441
Schiantati al primo ostacolo, come previsto con larghissimo anticipo nel forum, come sempre, nonostante la ridicola esaltazione dei media zoomati.

Al ritorno avremo la partita della vita, senza appello stavolta.
Al ritorno pareggino inutile e poi giu` con elogi chilometrici a Pioli da parte degli zoomati e giocatori sotto il settore ospiti a cantare per la quasi sfiorata impresa (addirittura violare il campo della Roma).
 
Alto
head>