Milan: il mercato non funziona. Infortuni ed equilibrio...

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
164,920
Reaction score
12,114
Tuttosport: In una stagione in cui il Mondiale invernale rende decisiva la prima fase, il Milan si gioca tantissime carte nel giro di quattro giorni, e sempre a San Siro: domani in campionato contro la Juventus e martedì sera in Champions League contro il Chelsea. Due scontri diretti delicati, visto il momento sta vivendo la squadra di Stefano Pioli. Nelle ultime tre partite si sono concretizzate due sconfitte, in casa con il Napoli e mercoledì a Stamford Bridge con i Blues. Nel mezzo, a Empoli, i rossoneri hanno acciuffato il successo in pieno recupero, dopo essere stati raggiunti nel finale dai padroni di casa. Risultati che sono anche stati figli di una situazione di gruppo precaria, quella che - oltre a tenere fuori il lungodegente Zlatan Ibrahimovic - pone oggi tra gli assenti Mike Maignan, Davide Calabria, Alessandro Florenzi, Simon Kjaer, Junior Messias e Alexis Saelemaekers. Ante Rebic si è rivisto con l'Empoli, Divock Origi con il Chelsea e domani dovrebbe essere la volta del rientro di Theo Hernandez con i bianconeri. Ma se impressiona la lista degli infortuni, altrettanto non convince l'atteggiamento del Milan, apparso più slegato che mai contro il Chelsea, sopraffatto sul piano tattico e atletico. Pioli non incassava uno 0-3 dal 19 aprile, in occasione della semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l'Inter. Per il resto, nella passata stagione, la difesa era stata la base su cui i rossoneri avevano costruito la strada verso lo scudetto, una volta metabolizzate le quattro reti prese dalla Fiorentina e le tre dal Sassuolo. Quest'anno, nelle prime otto giornate, le cose non sono andate molto peggio di un anno fa: sono nove le reti a carico contro sette. A fare la differenza sono, piuttosto, i punti in classifica (ieri 22, oggi 17) e le difficoltà delle seconde linee. Queste sono emerse in tutta la loro evidenza contro il Chelsea, dove Dest e Ballo-Touré poco o nulla hanno potuto sulle fasce di fronte alla forza fisica e alla qualità della controparte. Pioli ha provato a proteggere lo statunitense, spostandolo più avanti con l'ingresso di Gabbia, ma ormai il danno era stato fatto. In più la squalifica di Leao prima e gli infortuni di Saelemaekers e di Messias hanno costretto il tecnico a schierare Krunic sulle linee esterne, togliendo una valida alternativa pesante a centrocampo. Questo si è tradotto in un assetto di gioco più attaccabile anche al centro, quando Tonali e Bennacer vanno in difficoltà atletica, con verticalizzazioni che a Londra hanno fatto malissimo. Infine l'ultimo cruccio è rappresentato dall'attacco, dove Olivier Giroud ha inevitabilmente tirato il fiato dopo tre gol consecutivi. Una traversa su punizione a Empoli e le zero opportunità a Londra sono state il magro bottino delle ultime due partite. Ora ci sono un Rebic e un Origi in più in soccorso, ma è il Milan tutto che deve ritrovare equilibrio nel secondo incrocio importante di campionato, dopo quello perso con il Napoli. Una nuova battuta d'arresto sarebbe grave.

Se c'è una possibile spina nel fianco attuale del Milan, questa è rappresentata dal mercato estivo. Non tanto per quello che (non) sta offrendo Charles De Ketelaere - e con lui Sergino Dest - quanto, piuttosto, per come si abbiano notizie rarefatte di altri giocatori che si sono presentati per la prima volta a Milanello. Il caso forse più clamoroso è quello di Yacine Adli, già acquistato nell'estate del 2021 e lasciato per un anno in prestito al Bordeaux. Nel ciclo delle amichevoli era stato spesso protagonista, in attesa che la società chiudesse la lunga trattativa per il belga, con prove convincenti e parole di elogio. Da quando si è cominciato a fare sul serio, il 22enne francese è praticamente scomparso. Per lui tre discese in campo come riserva contro Bologna, Sassuolo e Napoli, per un totale neanche di un'ora di impiego. Peggio ancora è andata ad Aster Vranckx, altro centrocampista - e altro belga - ingaggiato in prestito dal Wolfsburg. Per lui un quarto d'ora in casa della Sampdoria, quando è stato inserito al posto di Tommaso Pobega. Di Malick Thiaw, il difensore tedesco acquistato dallo Schalke 04, poi, nessuna nuova. Il tabellino stagionale indica zero minuti con il Milan. Per tutti e tre l'unica prospettiva di gloria è rappresentata dal campionato, visto che sono stati esclusi dalla lista Uefa. Ma neanche le precarie condizioni odierne del gruppo sono state in grado di aprire loro una porta di ingresso. Almeno finora

CorSport: Milan per ora il nuovo è un avanzo. Sei acquisti in estate, ma nessuno è riuscito a lasciare il segno. Nonostante le assenze, Pioli non cambia l’ossatura. E anche De Ketelaere si fa aspettare. Adli deludente, Dest ha commesso errori. Thiaw mai sceso in campo

E anche la difesa è un problema. Incassati bel 14 gol totali. Solo due clean sheet in stagione. Pioli cerca solidità in attesa che torni Maignan più volte protagonista.

acqui.png
 
Ultima modifica:

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
164,920
Reaction score
12,114
CorSport: Milan per ora il nuovo è un avanzo. Sei acquisti in estate, ma nessuno è riuscito a lasciare il segno. Nonostante le assenze, Pioli non cambia l’ossatura. E anche De Ketelaere si fa aspettare. Adli deludente, Dest ha commesso errori. Thiaw mai sceso in campo

acqui.png
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
164,920
Reaction score
12,114
Tuttosport: In una stagione in cui il Mondiale invernale rende decisiva la prima fase, il Milan si gioca tantissime carte nel giro di quattro giorni, e sempre a San Siro: domani in campionato contro la Juventus e martedì sera in Champions League contro il Chelsea. Due scontri diretti delicati, visto il momento sta vivendo la squadra di Stefano Pioli. Nelle ultime tre partite si sono concretizzate due sconfitte, in casa con il Napoli e mercoledì a Stamford Bridge con i Blues. Nel mezzo, a Empoli, i rossoneri hanno acciuffato il successo in pieno recupero, dopo essere stati raggiunti nel finale dai padroni di casa. Risultati che sono anche stati figli di una situazione di gruppo precaria, quella che - oltre a tenere fuori il lungodegente Zlatan Ibrahimovic - pone oggi tra gli assenti Mike Maignan, Davide Calabria, Alessandro Florenzi, Simon Kjaer, Junior Messias e Alexis Saelemaekers. Ante Rebic si è rivisto con l'Empoli, Divock Origi con il Chelsea e domani dovrebbe essere la volta del rientro di Theo Hernandez con i bianconeri. Ma se impressiona la lista degli infortuni, altrettanto non convince l'atteggiamento del Milan, apparso più slegato che mai contro il Chelsea, sopraffatto sul piano tattico e atletico. Pioli non incassava uno 0-3 dal 19 aprile, in occasione della semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l'Inter. Per il resto, nella passata stagione, la difesa era stata la base su cui i rossoneri avevano costruito la strada verso lo scudetto, una volta metabolizzate le quattro reti prese dalla Fiorentina e le tre dal Sassuolo. Quest'anno, nelle prime otto giornate, le cose non sono andate molto peggio di un anno fa: sono nove le reti a carico contro sette. A fare la differenza sono, piuttosto, i punti in classifica (ieri 22, oggi 17) e le difficoltà delle seconde linee. Queste sono emerse in tutta la loro evidenza contro il Chelsea, dove Dest e Ballo-Touré poco o nulla hanno potuto sulle fasce di fronte alla forza fisica e alla qualità della controparte. Pioli ha provato a proteggere lo statunitense, spostandolo più avanti con l'ingresso di Gabbia, ma ormai il danno era stato fatto. In più la squalifica di Leao prima e gli infortuni di Saelemaekers e di Messias hanno costretto il tecnico a schierare Krunic sulle linee esterne, togliendo una valida alternativa pesante a centrocampo. Questo si è tradotto in un assetto di gioco più attaccabile anche al centro, quando Tonali e Bennacer vanno in difficoltà atletica, con verticalizzazioni che a Londra hanno fatto malissimo. Infine l'ultimo cruccio è rappresentato dall'attacco, dove Olivier Giroud ha inevitabilmente tirato il fiato dopo tre gol consecutivi. Una traversa su punizione a Empoli e le zero opportunità a Londra sono state il magro bottino delle ultime due partite. Ora ci sono un Rebic e un Origi in più in soccorso, ma è il Milan tutto che deve ritrovare equilibrio nel secondo incrocio importante di campionato, dopo quello perso con il Napoli. Una nuova battuta d'arresto sarebbe grave.

Se c'è una possibile spina nel fianco attuale del Milan, questa è rappresentata dal mercato estivo. Non tanto per quello che (non) sta offrendo Charles De Ketelaere - e con lui Sergino Dest - quanto, piuttosto, per come si abbiano notizie rarefatte di altri giocatori che si sono presentati per la prima volta a Milanello. Il caso forse più clamoroso è quello di Yacine Adli, già acquistato nell'estate del 2021 e lasciato per un anno in prestito al Bordeaux. Nel ciclo delle amichevoli era stato spesso protagonista, in attesa che la società chiudesse la lunga trattativa per il belga, con prove convincenti e parole di elogio. Da quando si è cominciato a fare sul serio, il 22enne francese è praticamente scomparso. Per lui tre discese in campo come riserva contro Bologna, Sassuolo e Napoli, per un totale neanche di un'ora di impiego. Peggio ancora è andata ad Aster Vranckx, altro centrocampista - e altro belga - ingaggiato in prestito dal Wolfsburg. Per lui un quarto d'ora in casa della Sampdoria, quando è stato inserito al posto di Tommaso Pobega. Di Malick Thiaw, il difensore tedesco acquistato dallo Schalke 04, poi, nessuna nuova. Il tabellino stagionale indica zero minuti con il Milan. Per tutti e tre l'unica prospettiva di gloria è rappresentata dal campionato, visto che sono stati esclusi dalla lista Uefa. Ma neanche le precarie condizioni odierne del gruppo sono state in grado di aprire loro una porta di ingresso. Almeno finora

CorSport: Milan per ora il nuovo è un avanzo. Sei acquisti in estate, ma nessuno è riuscito a lasciare il segno. Nonostante le assenze, Pioli non cambia l’ossatura. E anche De Ketelaere si fa aspettare. Adli deludente, Dest ha commesso errori. Thiaw mai sceso in campo

E anche la difesa è un problema. Incassati bel 14 gol totali. Solo due clean sheet in stagione. Pioli cerca solidità in attesa che torni Maignan più volte protagonista.

acqui.png
.
 

hiei87

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
10,690
Reaction score
1,263
Purtroppo quando fai mercato con due lire e continui a perdere titolari a parametro zero, fai presto a crollare.
Alla fine vivi di scommesse, e non sempre le scommesse rendono. In questo caso poi, oltre ad aver preso giocatori sbagliati, sono stati fatti diversi errori concettuali.
Se Redbird non ha intenzione di investire, il nostro ciclo finisce prima di iniziare.
 

TheKombo

Well-known member
Registrato
29 Giugno 2022
Messaggi
986
Reaction score
640
CorSport: Milan per ora il nuovo è un avanzo. Sei acquisti in estate, ma nessuno è riuscito a lasciare il segno. Nonostante le assenze, Pioli non cambia l’ossatura. E anche De Ketelaere si fa aspettare. Adli deludente, Dest ha commesso errori. Thiaw mai sceso in campo

acqui.png

Cos'è Pobega invece l'hanno dimenticato? Articoli di questo genere sono faziosi e meschini.
 

Maximo

Member
Registrato
22 Agosto 2015
Messaggi
2,793
Reaction score
422
CorSport: Milan per ora il nuovo è un avanzo. Sei acquisti in estate, ma nessuno è riuscito a lasciare il segno. Nonostante le assenze, Pioli non cambia l’ossatura. E anche De Ketelaere si fa aspettare. Adli deludente, Dest ha commesso errori. Thiaw mai sceso in campo

acqui.png
Adlì deludente sulla base di quali partite? Ma chi scrive questi articoli ci fa o ci è?
 
Registrato
27 Ottobre 2018
Messaggi
1,838
Reaction score
562
Tutto questo dopo la prima partita veramente negativa della stagione, con una serie di infortunati lunghissima, quella con Napoli non la considero nemmeno perché è stata solo sfortuna, sembra proprio che aspettassero questo momento da parecchio tempo
 
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
5,598
Reaction score
833
CorSport: Milan per ora il nuovo è un avanzo. Sei acquisti in estate, ma nessuno è riuscito a lasciare il segno. Nonostante le assenze, Pioli non cambia l’ossatura. E anche De Ketelaere si fa aspettare. Adli deludente, Dest ha commesso errori. Thiaw mai sceso in campo

acqui.png
Adli è deludente in base a quali statistiche? Ha visto il campo solo nel precampionato
 
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
5,531
Reaction score
723
Adli Thiaw e Vrankx mai scesi in campo praticamente, ingiudicabili. Se sono cosi scarsi perché ha avvallato questi acquisti? Ricordiamoci nelle interviste le famose e ricorrenti parole: Se arrivasse qualcuno dal mercato è perché avrà le qualità per migliorare la squadra.
 
Alto
head>